Chitarra modello Torres 1864

Presentazione / autopromozione degli strumenti realizzati dai liutai del forum.
Regole del forum
In questa sezione i liutai professionisti e amatori iscritti al forum e che vi partecipano attivamente, possono presentare i loro prodotti con l'ausilio di foto delle fasi di lavorazione, schemi progettuali e ogni altro elemento utile per illustrare la realizzazione degli strumenti.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1379
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Pietro » dom 17 mag 2015, 22:21

Chitarra mod. Torres tratta dal testo di Courtnall
DSC01320 (640x480).jpg
Propongo una chitarra fatta in casa come le tagliatelle non molto tempo fa.
Le immagini sono poche e lo strumento è elaborato liberamente da diversi modelli di chitarre Torres ma si rifà in sostanza alla Torres del 1864 riportata nel testo in francese di Roy Courtnall sia come dimensioni che come spessori; anche l'incatenatura naturalmente è la stessa.
La chitarra è in abete Val di Fiemme come tavola armonica e in palissandro per fasce e fondo.
Unico neo... il ponticello in noce :oops: Però è come il calabrone che secondo le leggi di alcuni non potrebbe volare... lui però non lo sa e vola liberamente.
...Lucidata naturalmente con gommalacca a tampone...


Torres 1 (640x480).jpg
La chitarra vista di fronte.


Torres 2 (640x480).jpg
La chitarra vista dal retro.

Torres 4 (640x480).jpg
Torres 3 (640x480).jpg

La paletta fronte – retro.

DSC01330 (640x480).jpg

Particolare della tavola armonica.

dsc00185qwu[1] (640x480).jpg
Unica immagine dello strumento in fase costruttiva dove si vede il decoro della rosetta appena ultimato. Da notare la buca ancora chiusa.

t6orres (439x640).jpg
Purtroppo non è stata fatta nessua immagine dello strumento aperto e dell'incatenatura in quanto non si è pensato di farlo ma l'idea dello strumento penso ci sia lo stesso in quanto il ventaglio Torres è noto.


Una parola però sulle corde si deve dire: per apprezzare pienamente uno strumento è necessario che anche gli accessori siano conformi all'epoca di costruzione, le corde in particolare ed è per questo che propongo questa chitarra "fuori tempo massimo" in quanto considero di primaria importanza questo fattore.
Non si può pensare come purtroppo qualcuno fa di montare su una simile chitarra delle corde al carbonio extra strong per adeguare la sonorità ai nostri gusti con il rischio di colassare uno strumento che ha una tavola armonica di 2,2 mm di spessore al centro per scendere a 1,4 mm in periferia mentre in fondo è di 2,2 mm al centro e 1,2 mm in periferia.
Se all'epoca le corde erano in budello con una scalatura che partiva con un MI cantino in budello nudo da 0,60 mm di diametro o si montano quelle o si opta per una approssimazione quale può essere il budello sintetico (nylgut) dell'aquila corde armoniche: con le Alabastro tensione
dolce siamo più o meno li come calibri se si accorda al diapason verdiano di 432 o meglio ancora a 415. Le chitarre barocche a cinque cori (nove o dieci corde) avevano una tensione totale di 25 Kg, le successive romantiche a sei corde semplici erano sui 30 Kg e per le prime Torres qualcosina in più anche in virtù della maggiore superfice della tavola armonica ma non ci si discosta di molto. Premetto che pure io ho cercato per quanto possibile una sonorità Torres di quel periodo (1864) e naturalmente il discorso legni - spessori - forma - ecc. non bastavano a ricrearlo se non si affrontava il discorso corde.
Conoscevo i calibri della romantica e la relativa tensione ma per la Torres sono partito dal trattato di Pujol dove ci sono i calibri delle corde in budello misurati con il calibratore Pirastro ed espressi in ventesimi di millimetro dove si parte con il cantino in budello nudo da 12,5 a 13,5 (0,625 - 0,675 espressi in millimetri) ed è specificato che il calibro è in base alla risposta dello strumento. Da considerare però che il trattato di Pujol è del 1933 e già da tempo la tendenza al graduale aumento dei calibri era una tendenza consolidata. Ho quindi praticato una via di mezzo montando dopo le prove in bianco e i primi test con la vernice delle corde in budello partendo da 0,60 cantino: a mio parere l'ideale per un simile strumento.
Ora ho le Aquila Alabastro tensione dolce che partono da un cantino da 0,63; è una buona approssimazione anche se il nylgut che viene descritto come budello sintetico in fin dei conti è sempre plastica e il suono non è proprio quello del budello naturale, più attinente sicuramente del nylon, sono pure più resistenti ma altri pregi non ne vedo.
Sul Nylgut... cito un detto delle mie zone: un asino per quanto si impegni potrà essere un buon asino, un bravo asino, al limite anche un bell'asino... ma non sarà mai un cavallo... Idem per il Nylgut che non sarà mai budello.
La sonorità della Torres è da provare: più dolce delle moderne chitarre con le corde di nuova concezione ma più presente dello strumento romantico. L'ideale è, come già detto, la corda in budello che a mio parere è il naturale complemento per una Torres di quel periodo... ma... peccato che le cose belle siano di breve durata... un colpettino di traverso con il bordo dell'unghia e la corda si sfilaccia.
Pizzicare il budello con le unghie è un'arte non per tutti e penso sia anche per questo che molti concertisti di quelle epoche che avevano magari il carattere impetuoso preferivano il tocco con il polpastrello.
A proposito della facilità con la quale il budello si sfilaccia... qualcosina si può fare con le corde per arpa della Salvi che sono in budello con un trattamento superficiale che lo rende molto resistenti al tocco, si vede che pure un'arpista che notoriamente suona con il polpastrello ha questi problemi. Le usavo per le viole da gamba di mio figlio maggiore quando frequentava il conservatorio... posso garantire che funzionano.

Per quanto riguarda queste chitarre con la tavola armonica incatenata a ventaglio e così concepite non penso ci sia altro da dire: può piacere o non piacere ma è così. Lo stesso Bream di fronte a strumenti di nuova concezione che si stavano imponendo invitava a riflettere su quanto si stava perdendo a scapito della potenza.
Se uno ha altre preferenze è meglio approntare sin da subito uno strumento con altre concezioni sonore e tecniche piuttosto che volere ottenere quello che non è possibile avere.

Voi che ne pensate?

Cordialità - Pietro -
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

alessandro lienzo
Messaggi: 1165
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da alessandro lienzo » dom 17 mag 2015, 22:56

pietro, ho letto con piacere, e con lo stesso piacere ammiro lo strumento e quel pallissandro, o palo come ho da poco imparato dai siti spagnoli, dietro che trovo davvero bello, mi chiedo però se hai utilizzato una gommalacca che dia più colorazione: perdonami sono molto ignorante in materia e mi incuriosisce perchè le tendenze stanno andando verso strumenti più al naturale per la tavola (la quale si scurisce nel tempo naturalmente). Se puoi illustrarmi che vernice hai utilizzato mi saresti tanto d'aiuto nella futura mia prima chitarra (se così posso chiamarla).
la tastiera non è in ebano o mi sbaglio?

per quanto riguarda il suono, perfettamente d'accordo con te. il suono della torres di Grondona è superbo, non potente ma commovente, diverso dalla concezione moderna, ma a me scombussola l'animo; capisco però le moderne esigenze e sono aperto un pò a tutto magari variando anche il repertorio.
per quanto riguarda il budello, lo trovo ottimo su questi strumenti, tra l'altro anche sulla mia degli anni'80 funziona benone (il nylgut per la precisione) e nelle chitarre in cui sta bene è come il cacio sui maccheroni ma ho notato un peggioramento della produzione, che ne pensi?
salutoni e complimenti!
se ho detto sciocchezze puoi correggermi!
alessandro C.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1379
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Pietro » dom 17 mag 2015, 23:13

Rapido - rapido...La tastiera è in palissandro e la verniciatura è in semplice gommalacca a scaglie ma per illustrare in dettaglio il procedimento mi ci vuole un pochino di più... nulla di nuovo... si tratta di una procedura nota da secoli per i mobili d'arte e che viene considerata come verniciatura classica per le chitarre...
Mi hai invece impensierito con la tua constatazione di un peggioramento produttivo del Nylgut (Aquila corde) ne ho appena ordinato per chitarra e per liuto diverse mute... non vorrei pentirmene.

Cordialità - Pietro -

alessandro lienzo
Messaggi: 1165
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da alessandro lienzo » dom 17 mag 2015, 23:18

io ho avuto la fortuna a napoli di reperire alcune vecchie mute, ed il parere sul peggioramento viene da fonti più autorevoli tra cui un famoso concertista internazionale, non vorrei sbagliarmi ma non sono molto convinti dell'attuale qualità; ti conviene solo provare magari in questi mesi è migliorato l'assetto che sapevo stesse in fase di innovazione. Spero sia cosi' perchè adoro il sol delle Aquila e le sonorità in generale.
alessandro C.

Gio guitar

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Gio guitar » lun 18 mag 2015, 09:28

Pietro sei molto bravo, che dire se non COMPLIMENTI.
Bella la chitarra, mi piace anche la rosetta che si sposa armoniosamente con l'insieme dello strumento.
E' particolarmente interessante ed affascinante vedere i lavori, e leggere descrizioni e ricerche di amatori con la passione della liuteria.
Pare proprio tu sia molto scrupoloso in ciò che fai.
Ora che ci hai incuriositi con le immagini non sarebbe niente male che ci volessi deliziare anche con il suono. Speriamo vorrai farci ascoltare questa Torres.
Complimenti ancora.
:bye: Gio

Avatar utente
holden1
Messaggi: 286
Iscritto il: ven 12 dic 2014, 14:44
Località: Parigi

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da holden1 » lun 18 mag 2015, 09:37

...quanto mi piacerebbe provarla!
- Parlez-vous française?
- Preferisco di no.
[Arturo Benedetti Michelangeli]

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1379
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Pietro » lun 18 mag 2015, 10:59

Gio guitar ha scritto: ...Ora che ci hai incuriositi con le immagini non sarebbe niente male che ci volessi deliziare anche con il suono. Speriamo vorrai farci ascoltare questa Torres...
Complimenti ancora.
:bye: Gio
Grazie per i complimenti sempre graditi.
Per il suono (ne ho già parlato se non sbaglio con la mia chitarra romantica) non sono attrezzato e piuttosto di fare ciofeche preferisco attendere tempi migliori.

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Roberto Ceretti
Liutaio
Messaggi: 446
Iscritto il: mar 29 mag 2007, 19:56
Località: barge cuneo

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Roberto Ceretti » mar 19 mag 2015, 20:29

:bravo:

davidemooo
Messaggi: 1172
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da davidemooo » mer 20 mag 2015, 13:38

Complimenti! Peccato che le immagini non rendano pienamente l'idea!
La sapienza è con i modesti!

Avatar utente
BrunoG
Messaggi: 445
Iscritto il: gio 14 mar 2013, 00:55

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da BrunoG » mer 20 mag 2015, 14:06

Sembra molto bella .
Domanda probabilmente ovvia chiedo scusa,ma chiedo lo stesso : guardando un video di Trepat in concerto con la sua Torres , nn riuscivo a capire se usasse nylgut o budello .. sicuramente non era nylon ; non avendo mai avuto nylgut sui bassi (ho solo provato il sol) all'aspetto sembra nylon o ha proprio una colorazione /conformazione diversa ?
P.s. il recital ,interpretato magistralmente , è questo :


Youtube


Certo è che con questo strumento e queste corde è praticamente impossibile non amplificare lo strumento .E 'un suono diverso forse perchè siamo troppo abituati al nylon sul nostro strumento, ma che dire ? il risultato è :shock:

Giacomo_R

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Giacomo_R » ven 22 mag 2015, 10:52

Caspita ke bella :bravo:

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1379
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Pietro » ven 22 mag 2015, 21:30

davidemooo ha scritto:Complimenti! Peccato che le immagini non rendano pienamente l'idea!
Pienamente ragione... mi sono fatto un po' trascinare da... viewtopic.php?f=117&t=34164 :wink:
D'altra parte le immagini non sono mai state il mio forte, non capisco come fate a esporre delle foto impeccabili come quelle vedo in queste occasioni... io e la mia macchinetta ci troviamo alla canna del gas per la luce, per i riflessi e per qualsiasi altra cosa che compaia inaspettata.
Non ne sono comunque pentito, anche solo per lo splendido video di BrunoG che ringrazio; sinceramente non lo conoscevo e anche per questo il gradimento è stato maggiore.

Il mio intento comunque è sempre quello di promuovere la musica e la liuteria amatoriale in quanto considero tutti in grado di costruire da se uno strumento musicale e magari di imparare a suonarlo... baste un po' di volontà... e di manualità.
In questo senso la chitarra è una vera miniera di stimoli.
... e poi... se ci riesce Pietro... :idea:

Cordialità - Pietro -

FlavioRo
Messaggi: 140
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da FlavioRo » sab 23 mag 2015, 12:12

una chitarra molto bella,Pietro.....

Makassar
Messaggi: 158
Iscritto il: lun 09 mar 2015, 10:26

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da Makassar » lun 25 mag 2015, 09:01

Ciao,
nonostante io non ami questo tipo di progetto (e il video di Trepat certo non rende un buon servizio a Torres...)
aggiungo i miei complimenti.
M.

cecco
Messaggi: 529
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Chitarra modello Torres 1864

Messaggio da cecco » lun 25 mag 2015, 10:08

Makassar ha scritto:Ciao,
nonostante io non ami questo tipo di progetto (e il video di Trepat certo non rende un buon servizio a Torres...)
aggiungo i miei complimenti.
M.
Per curiosità.... perché non ami questo tipo di progetto e perché Trepat non rende un buon servizio a Torres?
Grazie per le risposte! :)

Torna a “Gli strumenti realizzati dai liutai del forum”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti