Nuovo modello " -strano" - amplificato

Presentazione / autopromozione degli strumenti realizzati dai liutai del forum.
Regole del forum
In questa sezione i liutai professionisti e amatori iscritti al forum e che vi partecipano attivamente, possono presentare i loro prodotti con l'ausilio di foto delle fasi di lavorazione, schemi progettuali e ogni altro elemento utile per illustrare la realizzazione degli strumenti.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
emilio
Messaggi: 110
Iscritto il: gio 20 ago 2015, 21:11
Località: Venezia

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da emilio » mer 09 set 2015, 18:30

Complimenti, lo strumento è molto interessante.
Apprezzo moltissimo (insieme a tanti altri) i liutai che cercano di sperimentare nuove soluzioni.
Non so se esistono premi o riconoscimenti specifici per chi introduce nuove soluzioni senza fermarsi alla tradizione.
Faccio a notare a tutti, anche se è secondario, come si presenta bene il ponte senza i ridicoli nodi delle corde, che la tradizione ci fa considerare "belli"...

valerio licari
Liutaio
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 08 gen 2014, 11:41
Località: Granada

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da valerio licari » gio 10 set 2015, 01:17

Grazie Emilio, le tue parole sono incoraggianti.
L idea di fissare le corde in questo modo nasce da un'esigenza acustica più che estetica. Facendo i nodi tradizionali le corde perdono l'angolo impostato dai fori di uscita del ponte, cosa che non accade sulle mie chitarre classiche che presentano generalmente 12 fori. In questo strumento l'action delle corde è basso come una chitarra flamenca, di conseguenza anche il ponte è più basso e non avevo spazio per aggiungere altri fori oltre ai sei tradizionali. Per non perdere l'angolo giusto l' unica soluzione è stata quella di usare le piastrine che si vedono in foto. Pratiche leggere ed efficaci. Sicuramente anche l estetica ne giova!

emilio
Messaggi: 110
Iscritto il: gio 20 ago 2015, 21:11
Località: Venezia

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da emilio » gio 10 set 2015, 15:14

valerio licari ha scritto:Grazie Emilio, le tue parole sono incoraggianti.
L idea di fissare le corde in questo modo nasce da un'esigenza acustica più che estetica. Facendo i nodi tradizionali le corde perdono l'angolo impostato dai fori di uscita del ponte, cosa che non accade sulle mie chitarre classiche che presentano generalmente 12 fori. In questo strumento l'action delle corde è basso come una chitarra flamenca, di conseguenza anche il ponte è più basso e non avevo spazio per aggiungere altri fori oltre ai sei tradizionali. Per non perdere l'angolo giusto l' unica soluzione è stata quella di usare le piastrine che si vedono in foto. Pratiche leggere ed efficaci. Sicuramente anche l estetica ne giova!
Sono perfettamente d'accordo. In una mia chitarra con manico un po' curvo sono stato costretto, dopo aver fatto fare una rettifica della tastiera, ad abbassare il più possibile il ponte. Il suono aveva perso qualcosa, ma eliminando i nodi e ancorando le corde dietro il ponte con nodi e ...perline da collana, ho riscontrato un reale miglioramento. Basta così poco, ma molti sottovalutano l'importanza dell'angolo delle corde sull'osso del ponte.
Cordiali saluti e complimenti ancora.

valerio licari
Liutaio
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 08 gen 2014, 11:41
Località: Granada

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da valerio licari » ven 11 set 2015, 17:16

Antonio Forcione registra per la televisione bulgara con la mia nuova creazione accompagnato dalle splendide voci del coro femminile bulgaro diretto dal Maestro Georgi Petkov. Siviglia, Patio de Banderas del Real Alcázar, 10/09/2015.
La chitarra e' stata registrata applicando un microfono interno alla cassa armonica. I tecnici della Tv mi hanno assicurato che a breve mi manderanno la registrazione...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Marco Trovarelli

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da Marco Trovarelli » sab 12 set 2015, 21:47

Bellissima chitarra. Non è il mio stile ma ha una classe indiscutibile.

valerio licari
Liutaio
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 08 gen 2014, 11:41
Località: Granada

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da valerio licari » dom 13 set 2015, 22:46

Riguardo all'estetica può piacere oppure no, si sa, dipende dai gusti; ma l'idea che sta alla base di questo progetto è fondamentalmente quella di sfruttare una maggiore porzione di area vibrante della tavola armonica. Se si pensa ad una comune chitarra, la rosetta occupa un posto abbastanza centrale rispetto al disegno e frontale rispetto al ponte, cioè rispetto all'elemento che mette in moto la tavola. Vista in questo modo, la rosetta risulta un buco enorme circondato da un cerchio di mosaici decorativi incollati (la colla e' un materiale inerte nemico delle vibrazioni) e posizionato in una zona che per sua natura vibrerebbe volentieri. Il buco inoltre impedisce alle vibrazioni di espandersi verso la parte superiore della tavola perché taglia moltissime fibre.
Una volta deciso di togliere la bocca centrale, dove fare i fori armonici per permettere al suono di proiettarsi? Nella zona dove la tavola vibra di meno, ovvero nelle spalle superiori e vicino alla tastiera.
Il gioco era fatto, da lì è uscito il disegno (ho fatto anche quello senza spalla mancante). Facendo il calcolo delle aree in millimetri quadrati la rosetta normale risulta essere leggermente più grande dei miei fori.
Il risultato estetico era prevedibile malgrado fosse azzardato. Giudicatelo come volete. A me piace molto!
I più tradizionalisti storceranno il naso, ma tanto questo non è uno strumento dedicato a loro, né al repertorio classico. E`invece ideale per suonare jazz, fusion, manouche, flamenco ecc...
Il risultato acustico invece e' stato una sorpresa, pur sempre con un certo margine di calcolo: equilibrato e forte soprattutto nelle frequenze medie, timbro ricco di armonici e tanto sustain. Nella prossima versione cercherò di rendere più squillanti i cantini e marcare di più i bassi. Che Dio mi aiuti!
Ultima modifica di valerio licari il gio 17 set 2015, 16:10, modificato 1 volta in totale.

Calabrone

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da Calabrone » gio 17 set 2015, 14:25

La chitarra è splendida sicuramente per suonarci sopra jazz , manuche e altro, per il flamenco non direi ci vuole altro.
i legni sono molto importanti ma dal momento che è preamplificata e anche bene, usando un buon amplificatore tipo Fender i suoni i timbri si possono diversificare un po come si vuole.
Un'altro discorso e se la si suona senza amplificatore, il discorso cambia.
La tua chitarra è molto originale e sicuramente con una tastiera facilissima da suonare splendido accostamento dei legni.
Posso dire questo, di chitarre preamplificate ne posseggo 3 anche a spalla mancante, due di livello medio e una di ottima fattura e assai costosa, ma quando le amplifico e regolo i suoni come voglio questa diversità di legni e di pregio si avvertono molto poco. Una di queste ha legni tipici flamenchi, cipresso per fondo e fasce, e abete per la tapa, tastiera in palissandro super facile da suonare ecc..anche questa preamplificata fishman Presys con due piezo, uno sotto ponte è uno specifico per il golpe questa mi piace molto la uso soprattutto quando devo suonare con altri strumentisti con alto volume di suono, ha un sistema Phase che elimina il feedback.
Tornando alla tua splendida chitarra sarebbe bello ascoltarne il suono per quello che è stata concepita.
:merci: ammirato.
Scalabrun

valerio licari
Liutaio
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 08 gen 2014, 11:41
Località: Granada

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da valerio licari » gio 17 set 2015, 15:52

Sicuramente non e' una chitarra flamenca tradizionale, data l'originalita' del modello non e' tradizionale per nessuno stile!!! pero' parlando di legni non mi sento obbligato ad usare il cipresso quando mi chiedono una chitarra flamenca, neanche Paco disdegnava il palissandro... dipende sempre dal musicista; comunque la mia Zen si puo' fare in tutte le salse, usando cipresso, acero, palissandro, ecc... il cliente decide!
L'action e' bassa quindi comoda per i musicisti moderni e i flamenchi, meno per i classici ovviamente. I miei amici flamenchi l'hanno provata e sono rimasti molto contenti. Per chi non lo sa, io vivo a Granada...
Per quanto riguarda il suono amplificato il discorso diventa piu' che mai soggettivo. Ho deciso di montare un sistema professionale ma alquanto generico che possa assecondare le esigenze di qualunque stile, ma in linea di massima l'elettronica dipende dal musicista: la sua maniera di suonare (plettro, unghie, polpastrelli, pizzicato, tapping, fingerstyle, ecc..), la compatibilita' con gli altri suoi componenti elettronici (tipo di amplificatore, preamp esterno, compressori o effettistica varia), aggiungerei anche il tipo di corda usato (nylon, carbonio, Supernylgut, metallo, ecc...)

Forcione anche me lo ha detto, "l'amplificazione e' un problema del musicista, non della chitarra o del liutaio", e tornando al discorso feedback e' un problema che non lo spaventa minimamente, lui trova le frequenze sensibili e le annulla con dei filtri.stop.zero feedback.
Riguardo sempre al suddetto chitarrista, lui usa corde Thomastik KR116 Classical N Series Rope Core. I cantini sono praticamente di metallo ma con la stessa tensione del nylon. Sono curioso di ascoltare la registrazione... spero arrivi presto.

Se questa chitarra fosse "mia" io personalmente la lascerei senza elettronica e mi comprerei un microfono esterno, primo perché il suo suono da spenta e' molto bello, secondo perche' la ritengo la forma di amplificazione piu' naturale e meno invasiva possibile, terzo perche' evitando il piezo undersaddle l'osso del ponte trasmette meglio le vibrazioni, quarto e ultimo (ma non meno importante) il mio modo di suonare

Ci sono altre forme di amplificazione professionale, lo scorso anno ho montato questo dentro una classica.
Sistema estremamente buono per classicisti e flamenchi, meno compatibile con altri stili e poco performante con alcuni amplificatori.
Ci sono 4 sensori e un microfono. uscita stereo con preamp esterno. Marca K & K sound.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di valerio licari il gio 17 set 2015, 21:22, modificato 4 volte in totale.

Arturo

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da Arturo » gio 17 set 2015, 18:30

Complimenti! davvero una bella chitarra! Molto interessante anche dal punto di vista della costruzione, speriamo di poter scoltare il video! :)
Ciao

valerio licari
Liutaio
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 08 gen 2014, 11:41
Località: Granada

Re: Nuovo modello " -strano" - amplificato

Messaggio da valerio licari » sab 19 set 2015, 16:49

Grazie Arturo

Torna a “Gli strumenti realizzati dai liutai del forum”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti