Bach, J. S. - BWV 1007 Prelude - D05

[Forum temporaneo] Qui potete pubblicare i vostri video, mp3 o pdf dedicati ai dieci anni del forum. La sezione sarà chiusa alla fine di giugno 2014.
Avatar utente
Paola Liguori
Moderator
Messaggi: 7990
Iscritto il: dom 29 mar 2009, 00:27
Località: ROMA

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Paola Liguori » lun 02 giu 2014, 15:24

Grande Marco, è bellissimo! :bravo: :bravo: :bravo:
Io questo preludio lo studio da quasi un anno ma per raggiungere il tuo livello ne devo fare di strada! :lol:

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1021
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Marco Cairone » mer 04 giu 2014, 00:10

Vi ringrazio per l'ascolto e per gli apprezzamenti.
:bye:


Inviato dal mio iPad .

Avatar utente
Diana Salvi
Messaggi: 1701
Iscritto il: sab 19 mar 2011, 10:33
Località: Roma

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Diana Salvi » gio 05 giu 2014, 18:11

Direi che come rientro è più che modesto, direi che hai fatto veramente un altro bel salto di qualità :bravo: 8) :casque:

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3522
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Gabriele Gobbo » ven 06 giu 2014, 13:10

Mi unisco ai complimenti di tutti, bravo Marco!
Mi piace molto il suono e la timbrica che hai saputo proporre, lo sto leggendo anch'io, un po' a tempo perso... nel senso che in questo periodo ho sempre meno tempo per la chitarra, purtroppo. Solo per dire che mi rendo ben conto di quanto sia impegnativo (almeno per i miei mezzi) questo bel brano, quindi :bravo: :bravo:

Giorgio Signorile ha scritto:bravo Marco, ottima interpretazione, sobria e precisa, tutto giusto e godibile (compreso il non fare i legati discendenti all'inizio)! :bravo: :bye:
Noto quei legati scritti in moltissime revisioni di questo preludio, a dire il vero credo in tutte quelle che ho visto. Lo chiedo solo per capire e senza nessuna intenzione polemica: perché non eseguire i legati discendenti all'inizio, come anche quelli che verrebbero poi spontanei di conseguenza?
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1021
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Marco Cairone » sab 07 giu 2014, 00:19

Gabriele Gobbo ha scritto:Mi unisco ai complimenti di tutti, bravo Marco!
Mi piace molto il suono e la timbrica che hai saputo proporre, lo sto leggendo anch'io, un po' a tempo perso... nel senso che in questo periodo ho sempre meno tempo per la chitarra, purtroppo. Solo per dire che mi rendo ben conto di quanto sia impegnativo (almeno per i miei mezzi) questo bel brano, quindi :bravo: :bravo:

Giorgio Signorile ha scritto:bravo Marco, ottima interpretazione, sobria e precisa, tutto giusto e godibile (compreso il non fare i legati discendenti all'inizio)! :bravo: :bye:
Noto quei legati scritti in moltissime revisioni di questo preludio, a dire il vero credo in tutte quelle che ho visto. Lo chiedo solo per capire e senza nessuna intenzione polemica: perché non eseguire i legati discendenti all'inizio, come anche quelli che verrebbero poi spontanei di conseguenza?
Ciao Gabriele, ti ringrazio dell'ascolto e degli apprezzamenti. :merci:
Per i legati, ho evitato di farli perche mi sentivo molto a mio agio con l'arpeggio completo ed il pezzo mi sembrava che complessivamente uscisse piu equilibrato.

Ciao a presto.
Marco
Ultima modifica di Marco Cairone il sab 07 giu 2014, 00:42, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1021
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Marco Cairone » sab 07 giu 2014, 00:26

Diana Salvi ha scritto:Direi che come rientro è più che modesto, direi che hai fatto veramente un altro bel salto di qualità :bravo: 8) :casque:
:merci: Diana!

Ciao
Marco

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6915
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Giorgio Signorile » ven 20 giu 2014, 10:54

Gabriele Gobbo ha scritto:Mi unisco ai complimenti di tutti, bravo Marco!
Mi piace molto il suono e la timbrica che hai saputo proporre, lo sto leggendo anch'io, un po' a tempo perso... nel senso che in questo periodo ho sempre meno tempo per la chitarra, purtroppo. Solo per dire che mi rendo ben conto di quanto sia impegnativo (almeno per i miei mezzi) questo bel brano, quindi :bravo: :bravo:

Giorgio Signorile ha scritto:bravo Marco, ottima interpretazione, sobria e precisa, tutto giusto e godibile (compreso il non fare i legati discendenti all'inizio)! :bravo: :bye:
Noto quei legati scritti in moltissime revisioni di questo preludio, a dire il vero credo in tutte quelle che ho visto. Lo chiedo solo per capire e senza nessuna intenzione polemica: perché non eseguire i legati discendenti all'inizio, come anche quelli che verrebbero poi spontanei di conseguenza?
Ciao Gabriele, a me sembra che certa musica abbia bisogno di unità timbrica, di uniformità di suono più che di ricerca di colore, e il legato, arma straordinaria che abbiamo nel linguaggio chitarristico, da appunto troppo "colore" al fraseggio, tutto lì. Poi a qualcuno piace proprio per quello, a me per primo ma non in questo repertorio :bye:

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3522
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Johann Sebastian Bach: Preludio BWV 1007

Messaggio da Gabriele Gobbo » ven 20 giu 2014, 14:11

Giorgio Signorile ha scritto:
Gabriele Gobbo ha scritto:Mi unisco ai complimenti di tutti, bravo Marco!
Mi piace molto il suono e la timbrica che hai saputo proporre, lo sto leggendo anch'io, un po' a tempo perso... nel senso che in questo periodo ho sempre meno tempo per la chitarra, purtroppo. Solo per dire che mi rendo ben conto di quanto sia impegnativo (almeno per i miei mezzi) questo bel brano, quindi :bravo: :bravo:

Giorgio Signorile ha scritto:bravo Marco, ottima interpretazione, sobria e precisa, tutto giusto e godibile (compreso il non fare i legati discendenti all'inizio)! :bravo: :bye:
Noto quei legati scritti in moltissime revisioni di questo preludio, a dire il vero credo in tutte quelle che ho visto. Lo chiedo solo per capire e senza nessuna intenzione polemica: perché non eseguire i legati discendenti all'inizio, come anche quelli che verrebbero poi spontanei di conseguenza?
Ciao Gabriele, a me sembra che certa musica abbia bisogno di unità timbrica, di uniformità di suono più che di ricerca di colore, e il legato, arma straordinaria che abbiamo nel linguaggio chitarristico, da appunto troppo "colore" al fraseggio, tutto lì. Poi a qualcuno piace proprio per quello, a me per primo ma non in questo repertorio :bye:
Si, ho capito quello che vuoi dire. Sono sostanzialmente d'accordo per quasi tutta la musica bachiana per strumento solo, specialmente per quella scritta per strumenti a tastiera. Un esempio eclatante di quello che dici sono le grandiose esecuzioni dei contrappunti del clavicembalo ben temperato, ma anche delle variazioni Goldberg, che ci ha lasciato Glen Guld col suo pianoforte: non mi pare di avergli mai sentito neppure usare il pedale. Tuttavia le suites per violoncello solo, almeno nelle più famose esecuzioni, sembrano fare proprio del colore un elemento espressivo di spessore. Non potrà mai essere riproposto alla chitarra, tecnicamente e timbricamente così diversa, ma in qualche modo l'approccio che mi pare prevalente nelle trascrizioni che ho visto, mi sembrava istintivamente accettabile. Non sono in grado di capire quanto si sia nel campo dell'opinabile, è solo una mia impressione istintiva, appunto. Grazie della tua chiara risposta.
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Drauper

Re: Bach, J. S. - BWV 1007 Prelude - D05

Messaggio da Drauper » mar 01 lug 2014, 20:30

Bach senza troppe dinamiche senza troppi colori e senza troppa interpretazione come dice giustamente il M. Signorile.Suonare tutte le note giuste ed al posto giusto penso sia già cosa straordinaria .Bach non ha bisogno di altro .L"unica cosa se mi permetti , nella tua interpretazione trovo che non tutte le note siano legate come dovrebbero.Comunque ti faccio i miei complimenti. :bravo: Drauper

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1021
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Bach, J. S. - BWV 1007 Prelude - D05

Messaggio da Marco Cairone » ven 04 lug 2014, 23:23

Drauper ha scritto:Bach senza troppe dinamiche senza troppi colori e senza troppa interpretazione come dice giustamente il M. Signorile.Suonare tutte le note giuste ed al posto giusto penso sia già cosa straordinaria .Bach non ha bisogno di altro .L"unica cosa se mi permetti , nella tua interpretazione trovo che non tutte le note siano legate come dovrebbero.Comunque ti faccio i miei complimenti. :bravo: Drauper
Ti ringrazio per la sincera critica costruttiva e per i complimenti.
Ciao.
Marco


Inviato dal mio iPad .

doge

Re: Bach, J. S. - BWV 1007 Prelude - D05

Messaggio da doge » sab 05 lug 2014, 08:41

Oltre alla sentita e bella esecuzione , è ragguardevole un giusto equilibrio di tempo e di dinamica. saluti doge.

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1021
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Re: Bach, J. S. - BWV 1007 Prelude - D05

Messaggio da Marco Cairone » dom 06 lug 2014, 08:59

doge ha scritto:Oltre alla sentita e bella esecuzione , è ragguardevole un giusto equilibrio di tempo e di dinamica. saluti doge.
Ti ringrazio per l'ascolto ed i gentili complimenti.
:merci:

Ciao
Marco


Inviato dal mio iPad .

Torna a “10 ans. I dieci anni del forum”