Studi di VirtuositĂ  e Trascendenza

Luogo pubblico dei chitarristi classici.

Studi di VirtuositĂ  e Trascendenza

Messaggioda Sandman » dom 13 nov 2005, 23:38

Volevo sapere, visto che ne ho sentito molto parlare, i suddetti studi del M° A. Gilardino, ed. Berben (se non sbaglio), a che anno fanno riferimento..o meglio quando io, povero illuso mortale di un miserrimo quarto anno :wink:, mi aggingerò a studiare questa mastodontica opera in 5 volumi e 60 studi (se non ricordo male...)..
Mi è arrivata voce, domandando ad amici dai livelli superiori (8, 9, 10), che non conoscevano l'opera e, vedendo il programma ministeriale del 10° anno ho trovato il perfetto riscontro delle loro parole....allora mi son chiesto...che siano del II livello??
Sandman
 

Re: Studi di VirtuositĂ  e Trascendenza

Messaggioda Angelo Gilardino » lun 14 nov 2005, 09:06

Sandman ha scritto:Volevo sapere, visto che ne ho sentito molto parlare, i suddetti studi del M° A. Gilardino, ed. Berben (se non sbaglio), a che anno fanno riferimento..o meglio quando io, povero illuso mortale di un miserrimo quarto anno :wink:, mi aggingerò a studiare questa mastodontica opera in 5 volumi e 60 studi (se non ricordo male...)..
Mi è arrivata voce, domandando ad amici dai livelli superiori (8, 9, 10), che non conoscevano l'opera e, vedendo il programma ministeriale del 10° anno ho trovato il perfetto riscontro delle loro parole....allora mi son chiesto...che siano del II livello??


Suggerisco di svincolare la valutazione della loro difficoltà da qualsiasi parametro scolastico-conservatoriale e, qualora si sia interessati a prendere conoscenza di questo ciclo di Studi (non necessariamente a suonarli), di farlo non prima di aver assimilato gli studi op, 6 e op. 29 di Sor, i 25 Studi op. 38 di Coste e le "Douze Etudes" di Heitor Villa-Lobos. Questi studi costituiscono la Bibbia di ogni chitarrista, e devono essere il suo pane quotidiano. Dopodiché, si può procedere - eventualmente - con il ciclo degli Studi di AG. Nel frattempo, si può bordeggiarli a titolo conoscitivo ascoltando le incisioni discografiche che incominciano a circolare e - se il chitarrista ha anche interesse per l'estetica musicale - leggendo l'ottimo volumetto scritto dal chitarrista-musicologo Gianni Nuti e pubblicato dalle Edizioni Bèrben, intitolato "Gli Studi di virtuosità e di trascendenza di AG".

AG
Angelo Gilardino
 

Messaggioda aedo » lun 14 nov 2005, 09:18

Direi che non sono classificabili secondo questo schema.

Molti di questi studi richiedono una tecnica chitarristica non convenzionale.
La scrittura è, trattandosi di studi, giustamente spesso inedita nonchè rivelatrice delle incredibili potenzialità musicali di questa scatola di legno.

VirtuositĂ  e trascendenza, appunto.

Il grado di difficoltà è ampio e vario, anche all'interno di un medesimo studio.

La loro qualità musicale è assoluta.
aedo
 

Messaggioda Unole » lun 14 nov 2005, 13:53

Sul libretto di Gianni Nuti ci si possono fare le ossa. Infatti espone due o tre battute di ogni studio che possono essere prese da studio per la tecnica, come ho fatto io. Forse ho fatto una stupidata, ma sono ottimi esercizi di velocitĂ  e agilitĂ . Bisogna ammettere che Nuti scrive benissimo.
Unole
 

Messaggioda Angelo Gilardino » lun 14 nov 2005, 14:48

Unole ha scritto:Sul libretto di Gianni Nuti ci si possono fare le ossa. Infatti espone due o tre battute di ogni studio che possono essere prese da studio per la tecnica, come ho fatto io. Forse ho fatto una stupidata, ma sono ottimi esercizi di velocitĂ  e agilitĂ . Bisogna ammettere che Nuti scrive benissimo.


Unole, tu andrai all'inferno. Informazioni riservate che mi sono appena giunte da amici finiti là sotto mi dicono che ti è già stato preparato il posto. Te ne risparmio, per adesso, la descrizione.

AG
Angelo Gilardino
 

Messaggioda Magic Guitar » lun 14 nov 2005, 14:54

queste tirate d'orecchie del M° Gilardino al ragazzino discolo mi fanno morire.

:lol:

Magic Guitar
Magic Guitar
 

Re: Studi di VirtuositĂ  e Trascendenza

Messaggioda Matteo » lun 14 nov 2005, 15:05

Sandman ha scritto:Volevo sapere, visto che ne ho sentito molto parlare, i suddetti studi del M° A. Gilardino, ed. Berben


Sono una delle piu' grandi opere culturali scritte per chitarra da uno che sa come si compone.
Gli studi denotano una cultura personale del compositore mostruosa .
Infatti sono tutti dedicati ispirati e costruiti su precisi riferimenti personali.
Leggi la tesi di Nuti(e ancora c'e' ne sarebbe da dire....).

La sensazione generale che ti vorrei descrivere e che come studioso di questi studi e quindi studente sarai didatticamente coinvolto e stimolato a 360°.
Oltre le note: ,la tecnica, l'arte, la musica, la pittura, la poesia,
e tante considerazioni del compositore sul repertorio musicale e chitarristico..
E questo ti portera' a riflettere molto .
Ricordati:
dopo aver letto i 60 studi porta rispetto per tutto quello che è stato scritto prima e che Gilardino ha introiettato.
Anche questo insegnano questi studi(omaggiano 5 chitarristi in particolare).

Quando poi ad esempio:
leggerai
lo studio a regondi,
il tombeau di Ravel,
Les Arbres Rouges
(scusa...ne mancano 57...)
capirai che anche il chitarrista piu' cieco scorge "La Luce".


Con grande affetto e stima ti auguro la lettura di questa (ardua) opera.
La fatica verrĂ  ripagata!

P.S.:
Sapessi quanta gente conosco che non ha mai letto uno di questi studi e che per contro mi deride e quindi (come si fa nella chitarra) mi discrimina.

Ignoranti!.

......."Non ti curar di lor ma guarda e passa"........



:lol: :lol:
Matteo
 

Messaggioda Unole » lun 14 nov 2005, 20:56

Angelo Gilardino ha scritto:
Unole ha scritto:Sul libretto di Gianni Nuti ci si possono fare le ossa. Infatti espone due o tre battute di ogni studio che possono essere prese da studio per la tecnica, come ho fatto io. Forse ho fatto una stupidata, ma sono ottimi esercizi di velocitĂ  e agilitĂ . Bisogna ammettere che Nuti scrive benissimo.


Unole, tu andrai all'inferno. Informazioni riservate che mi sono appena giunte da amici finiti là sotto mi dicono che ti è già stato preparato il posto. Te ne risparmio, per adesso, la descrizione.

AG

Perchè? Non capisco... Anche Nuti me ne aveva dati un paio... Da Mediterranea. Mah, le avevo detto in un topic precedente che l'avevo fatto e lei mi ha detto che andava bene. Ho forse ho capito male. Sì, devo aver capito male. Però ci pensate che figo andare all'inferno e vedere com'è? Chi sono i suoi amici dell' inferno, Maestro? Me lo può descrivere l'inferno? Da piccolo avevo paura di questo luogo. :wink:
Ultima modifica di Unole il lun 14 nov 2005, 21:05, modificato 1 volta in totale.
Unole
 

Messaggioda Angelo Gilardino » lun 14 nov 2005, 22:13

Unole ha scritto:
Angelo Gilardino ha scritto:[quote="Unole"

Chi sono i suoi amici dell' inferno, Maestro? Me lo può descrivere l'inferno? Da piccolo avevo paura di questo luogo. :wink:


L'inferno è un luogo dove ho mandato molti chitarristi. Essendo per l'appunto chitarristi non si sono trovati così male, anzi mi chiamano per informarmi su come vanno le cose li giù.Saputa la storia della pesca al bartevello nei miei studi - dai quali tiri su due battute di qua due battute di là - io ti ho già fatto preparare il posticino. Ti aspettano. Vedrai che roba. Conosco un tizio lì che di te si può fare un solo boccone.

AG
Angelo Gilardino
 

Messaggioda aedo » lun 14 nov 2005, 22:33

L'inferno è vuoto.

Perchè la giustizia di Dio è scandalosa.
aedo
 

Messaggioda Unole » lun 14 nov 2005, 22:58

Angelo Gilardino ha scritto:
Unole ha scritto:
Angelo Gilardino ha scritto:[quote="Unole"

Chi sono i suoi amici dell' inferno, Maestro? Me lo può descrivere l'inferno? Da piccolo avevo paura di questo luogo. :wink:


L'inferno è un luogo dove ho mandato molti chitarristi. Essendo per l'appunto chitarristi non si sono trovati così male, anzi mi chiamano per informarmi su come vanno le cose li giù.Saputa la storia della pesca al bartevello nei miei studi - dai quali tiri su due battute di qua due battute di là - io ti ho già fatto preparare il posticino. Ti aspettano. Vedrai che roba. Conosco un tizio lì che di te si può fare un solo boccone.

AG

Stia tranquillo, Maestro, non ci faccio un puzzle con i suoi studi. Per la verità ho preso una formula da Mediterranea (quella con i barrè) e l'ho fatta su tutta la tastiera. Me l'aveva data il prof.Nuti a Courmayeur. Parola d'onore :contrat:
Beh, ecco... oltre alla formula di Mediterranea non sono riuscito (anche se, devo ammetterlo, l'avrei fatto) altre formule tecniche perchè...... :desole: Com'è imbarazzante la verità.... :oops:HO PERSO IL LIBRO! BUAHHHH! :( Ho anche perso cinquanta euro e il cellulare in quella vacanza... Che disastro! Chissà a novant'anni (sarò già morto d'infarto e sarò all'inferno dei chitarristi)! :sage: :reflechir:
Unole
 

Messaggioda Angelo Gilardino » mar 15 nov 2005, 08:04

Unole ha scritto:
AG

Stia tranquillo, Maestro, non ci faccio un puzzle con i suoi studi. Per la verità ho preso una formula da Mediterranea (quella con i barrè) e l'ho fatta su tutta la tastiera. Me l'aveva data il prof.Nuti a Courmayeur. Parola d'onore :contrat:


Ah è così, eh? Bene, prenotazione fatta anche per il prof. Nuti. Lui è anche un letterato, quindi regime speciale. Credevi di discolparti, eh?

Beh, ecco... oltre alla formula di Mediterranea non sono riuscito (anche se, devo ammetterlo, l'avrei fatto) altre formule tecniche perchè...... :desole: Com'è imbarazzante la verità.... :oops:HO PERSO IL LIBRO! BUAHHHH! :( Ho anche perso cinquanta euro e il cellulare in quella vacanza... Che disastro! Chissà a novant'anni (sarò già morto d'infarto e sarò all'inferno dei chitarristi)! :sage: :reflechir:
[/quote]

Il libro non l'hai perso, ti sarĂ  scappato per mettersi in salvo. Secondo me, non hai speranza, ma non ti posso negare un tentativo. Incominciamo: oggi digiuno totale, poi da domani cibo razionato. Riduzione del 50%.

AG
Angelo Gilardino
 

Messaggioda Unole » mar 15 nov 2005, 13:15

Angelo Gilardino ha scritto:
Unole ha scritto:
AG

Stia tranquillo, Maestro, non ci faccio un puzzle con i suoi studi. Per la verità ho preso una formula da Mediterranea (quella con i barrè) e l'ho fatta su tutta la tastiera. Me l'aveva data il prof.Nuti a Courmayeur. Parola d'onore :contrat:


Ah è così, eh? Bene, prenotazione fatta anche per il prof. Nuti. Lui è anche un letterato, quindi regime speciale. Credevi di discolparti, eh?

Beh, ecco... oltre alla formula di Mediterranea non sono riuscito (anche se, devo ammetterlo, l'avrei fatto) altre formule tecniche perchè...... :desole: Com'è imbarazzante la verità.... :oops:HO PERSO IL LIBRO! BUAHHHH! :( Ho anche perso cinquanta euro e il cellulare in quella vacanza... Che disastro! Chissà a novant'anni (sarò già morto d'infarto e sarò all'inferno dei chitarristi)! :sage: :reflechir:


Il libro non l'hai perso, ti sarĂ  scappato per mettersi in salvo. Secondo me, non hai speranza, ma non ti posso negare un tentativo. Incominciamo: oggi digiuno totale, poi da domani cibo razionato. Riduzione del 50%.

AG[/quote]
Povero Nuti! Merita di andare nel paradiso. Non ho capito la seconda parte del messagio.
Unole
 

Messaggioda Unole » mar 15 nov 2005, 13:39

Ah è così, eh? Bene, prenotazione fatta anche per il prof. Nuti. Lui è anche un letterato, quindi regime speciale. Credevi di discolparti, eh?
[quote]
Non oso neppure dare la colpa a Nuti, però sono sicuro che quest'ultimo mi ha dato un giorno a lezione la formula di barrè che c'è in Mediterranea, dopo aver visto un irrigidimento della sinistra quando faccio i barrè.
Unole
 

Messaggioda Matteo » mer 16 nov 2005, 11:00

Angelo Gilardino ha scritto:... andrai all'inferno.
Informazioni riservate che mi sono appena giunte da amici finiti là sotto mi dicono che ti è già stato preparato il posto. Te ne risparmio, per adesso, la descrizione......

L'inferno è un luogo dove ho mandato molti chitarristi. Essendo per l'appunto chitarristi non si sono trovati così male, anzi mi chiamano per informarmi su come vanno le cose li giù....... io ti ho già fatto preparare il posticino. Ti aspettano. Vedrai che roba. Conosco un tizio lì che di te si può fare un solo boccone.
AG


Unole hai fatto uscire fuori disturbato :evil: il Gilardino del 4 tempo Sonata n.1 :evil:
e "mo so K. tuoi !!!!!!!!!

:!: tra l'altro credo che oggi compia gli anni: AUGURI! :!:
16 novembre del 1941
Matteo
 

Prossimo

Torna a Luogo pubblico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Davide Pirillo e 3 ospiti