RAFFORZARE LE MANI-DITA

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.

RAFFORZARE LE MANI-DITA

Messaggioda volume 1 » ven 04 mag 2007, 23:53

SALVE
ho un piccolo problema.. e cioè che a differenza della mano sinistra ( forte , agile ) la mano destra presenta i seguenti problemi : mano che si stanca facilmente, pochissima forza e sopratutto pochissima agilità tra le dita .
credete che qualche esercizio ( tipo rafforzare la mano con palline di gomma) posso portare un miglioramento o è meglio continuare cn gli arpeggi di giuliani e carlevaro??
spero di far qualcosa di buono!
Avatar utente
volume 1
 
Messaggi: 156
Iscritto il: mer 24 nov 2004, 16:23

Messaggioda Catoblepa » sab 05 mag 2007, 00:31

c'e' gia una discussione a riguardo (e sinceramente credo più d'una)...solo per ricordare di usare la funzione di ricerca del forum..
ciao :)
http://www.chitarraclassicadelcamp.com/viewtopic.php?t=10682
Catoblepa
 

Re: RAFFORZARE LE MANI-DITA

Messaggioda velabianca » sab 05 mag 2007, 00:42

volume 1 ha scritto:SALVE
ho un piccolo problema.. e cioè che a differenza della mano sinistra ( forte , agile ) la mano destra presenta i seguenti problemi : mano che si stanca facilmente, pochissima forza e sopratutto pochissima agilità tra le dita .
credete che qualche esercizio ( tipo rafforzare la mano con palline di gomma) posso portare un miglioramento o è meglio continuare cn gli arpeggi di giuliani e carlevaro??


Sei mancino? In ogni caso rafforzare la mano facendo esercizi con una pallina morbida di gommapiuma, se fatto con buonsenso, potrebbe aiutarti un pochino.
Se vai a leggere altri topic sull'argomento, vedrai invece che è generalmente sconsigliato l'utilizzo di marchingegni e trappole varie propinate come miracolose per le mani dei chitarristi.
Per le tecniche strettamente chitarristiche, lascio la parola agli insegnanti; a titolo così di informazione, a me hanno suggerito anche di tamburellare le dita su una superficie piana, in specifiche sequenze.

Ciao!



Velabianca
velabianca
 

RAFFORZARE LE MANI-DITA

Messaggioda Chitarra 2007 » lun 07 mag 2007, 06:54

Usa una chitarra con tensione più forte.
Studia con questo strumento molto lentamene; vedrai che ci saranno degli ottimi risultati. Ciao e buon studio. :lol:
Chitarra 2007
 
Messaggi: 100
Iscritto il: lun 19 feb 2007, 17:21

Messaggioda guido.f » ven 11 mag 2007, 00:11

Cerca di suonare forte, come stessi al supermercato. Non scherzo, a me ha aiutato molto, ho scoperto che avevo la abitudine di suonare di sera sottovoce a le mano dx mi si è rammollita. La forza nella mano dx ha la stessa importanza che ha nella mano sx.
Dove arriva il piede arriva anche la gamba
guido.f
 
Messaggi: 349
Iscritto il: mer 09 mag 2007, 00:34

Messaggioda nadia » ven 11 mag 2007, 15:54

:)
nadia
 

Messaggioda anonimo » ven 11 mag 2007, 15:58

Per quello che ho potuto notare sulle mie dita della mano destra, è che eseguendo esercizi fondati prevalentemente sul tocco appoggiato (io pratico "L'arte della mano destra" di Storti e "50 esercizi di tecnica" di Anzaghi) i miglioramenti in termini di forza-presa, ci sono.

Non sottovalutare il tocco appoggiato, che se studiato BENE ti permette di avere un tocco libero ottimo.

Parere mio, poi ... parola ai Maestri :D
anonimo
 

Messaggioda Danio » mer 23 mag 2007, 19:39

E' successo anche a me un periodo... L'unico cosa da fare è suonare suonare suonare e fare molta tecnica...
Danio
 

Messaggioda riccardo » mer 23 mag 2007, 20:12

secondo me non è tanto importante suonare tutti e 120 gli arpeggi di giuliani per fare tecnica, quanto soffermarsi mentre si suona e chiedersi "cosa potrei fare per non stancare la mano?".
prova a variare la posizione del polso e delle dita suonando lentamente per vedere che risultati ottieni......
riccardo
 


Torna a Tecnica e interpretazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 6 ospiti