D05 Lezione di chitarra classica 02

Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Domenico Sarchione
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 796
Iscritto il: mer 07 ago 2013, 15:13
Località: Atessa (CH)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Domenico Sarchione » lun 31 ott 2016, 22:01

Claudio Bravini ha scritto: Domenico,
in effetti il rumore è molto fastidioso, ma registri col pc? Può essere la ventola per caso?
Comunque veniamo allo studio.
Secondo me dovresti concentrarti sulle frasi melodiche, e fare delle piccole pause, dei respiri alla fine di ogni frase per accentuarne il senso.
A volte non si capisce bene dove ne finisce una e comincia quella successiva, nell'ansia di suonare le note ed arrivare in fondo.
Si vede che le problematiche tecniche del brano le hai più o meno superate, quindi il passo successivo è dare l'andamento musicale giusto al pezzo.
:okok: :bye:
Grazie Claudio per l’ascolto. Registro con il microfono della webcam.
Hai colto perfettamente le problematiche che mi affliggono, spero un giorno, di superare queste magagne magari anche con l’aiuto di un buon maestro. Per ora, mi accontento così come viene, anche perché quando ho iniziato il primo corso, conoscevo le note e la tastiera appena fino al 5° tasto.

Grazie anche a Franco e Mirko per l’ascolto. :bye:

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 324
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Claudio Bravini » mar 01 nov 2016, 19:14

Peppe D'Acunto ha scritto:
Claudio Bravini ha scritto:
Peppe D'Acunto ha scritto:posto il primo brano di questa lezione
..................................
:bye:
Peppe,
il brano scorre bene. Le prime due variazioni sono molto buone, forse dovresti solo interpretare un po' di più.
Anche le altre vanno bene, attento che ci sono un paio di note che sono diesis e tu hai suonato naturali.
Il finale, a mio parere, è troppo a tempo, bisognerebbe rallentarlo un po' di più.
Comunque :bravo:
Ciao Claudio grazie per L'ascolto
questo brano lo sento come pura tecnica mista arpeggio scale e velocita
interpretarlo l'avrei rallentato molto di piu
questo pezzo l'ho terro come esercizio
in che battuta ho suonato i naturali e non i diesis
:merci: :bye:
Alle battute 18 e 26 ci sono due do diesis che invece suoni naturali.
:bye:

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 324
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Claudio Bravini » mar 01 nov 2016, 19:20

Peppe D'Acunto ha scritto:Posto l'ultimo brano per questa lezione
:bye:
Non me ne volere, ma mentre nell'altro brano c'era maggiore sicurezza e quindi una velocità costante, anche troppo secondo me nel finale, in questo forse sei un po' frenato e quindi si perde, specie nella seconda parte, l'andamento del minuetto.
Ma intendiamoci, nel complesso è :okok: , le frasi melodiche si sentono tutte.
:bravo:

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 324
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Claudio Bravini » mar 01 nov 2016, 19:37

Francesco Silvestri ha scritto:Ciao a tutti,
ecco le diferencias:
Premetto che la prova è buona e i problemi tecnici mi sembrano tutti risolti con sicurezza. Solo qualche nota.
All'ascolto le variazioni sono secondo me un po' troppo "distinte". Giusto respirare tra l'una e l'altra, però lo stacco è un po' troppo e le velocità troppo diverse (nella terza sembra che metti il turbo :D ).
Altro consiglio sull'impostazione generale, la mano destra è un po' troppo "rilassata", parte da molto vicino alle corde, specie il pollice, per cui non ha molto spazio per un tocco più forte. Magari in brani come questo non serviva, e il microfono aiuta a far sentire anche i suoni più deboli, ma in altri brani potresti trovare difficoltà a interpretare forte-piano. Ovviamente magari è solo una mia impressione, visto da lontano...
:bravo:

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Silvestri » mar 01 nov 2016, 20:20

Claudio Bravini ha scritto:
Francesco Silvestri ha scritto:Ciao a tutti,
ecco le diferencias:
Premetto che la prova è buona e i problemi tecnici mi sembrano tutti risolti con sicurezza. Solo qualche nota.
All'ascolto le variazioni sono secondo me un po' troppo "distinte". Giusto respirare tra l'una e l'altra, però lo stacco è un po' troppo e le velocità troppo diverse (nella terza sembra che metti il turbo :D ).
Altro consiglio sull'impostazione generale, la mano destra è un po' troppo "rilassata", parte da molto vicino alle corde, specie il pollice, per cui non ha molto spazio per un tocco più forte. Magari in brani come questo non serviva, e il microfono aiuta a far sentire anche i suoni più deboli, ma in altri brani potresti trovare difficoltà a interpretare forte-piano. Ovviamente magari è solo una mia impressione, visto da lontano...
:bravo:
Grazie Claudio,apprezzo molto la tua critica costruttiva, ed hai ragione. Ho una formazione esclusivamente elettrica e la mano destra ha quella memoria, e rapprenta il punto critico, anche con la diteggiatura ribatto spesso le note. Sto cercando di correggere.
Ciao

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Silvestri » mar 01 nov 2016, 22:02

Ciao,
Ecco il minuetto:

Youtube

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 324
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Claudio Bravini » mer 02 nov 2016, 09:26

Francesco Silvestri ha scritto: Grazie Claudio,apprezzo molto la tua critica costruttiva, ed hai ragione. Ho una formazione esclusivamente elettrica e la mano destra ha quella memoria, e rapprenta il punto critico, anche con la diteggiatura ribatto spesso le note. Sto cercando di correggere.
Ciao
Certo che vuole essere una critica costruttiva, ci mancherebbe.
Secondo me qui fioccano troppo facilmente i "bravo, bene, bis", che rischiano di non servire a molto.
In fondo nessuno di noi è più un ragazzino, non ci dobbiamo offendere, se siamo qui è per cercare stimoli nuovi, apprendere qualcosa e migliorare, e in mancanza di un maestro che ti ascolta direttamente l'unica è autogestirci, condividere opinioni, impressioni, difficoltà, dicendoci le cose sinceramente, altrimenti a che serve?
Veniamo all'impostazione della mano dx, è interessante quello che dici perché io ho avuto il problema opposto al tuo. Nei (purtroppo pochi) approcci al mondo elettrico ho trovato un'enorme difficoltà a liberarmi dalle pastoie di un'impostazione troppo rigidamente classica.
Nonostante quello che si possa pensare superficialmente sono strumenti profondamente diversi. Quando ci ho provato ho avuto difficoltà a tenere il palmo della mano così attaccato alle corde, ma nell'elettrica far risuonare tutte le corde è un difetto.
Comunque tu suoni la classica sicuramente meglio di come suono l'elettrica io... :D
:bye:

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 324
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Claudio Bravini » mer 02 nov 2016, 09:37

Francesco Silvestri ha scritto:Ciao,
Ecco il minuetto:
Devo subito smentire quanto detto nel mio post precedente, stavolto solo :bravo:
A parte gli scherzi, il minuetto è piacevole, il tempo è giusto e le frasi melodiche si sentono bene.
Le legature sono un po' diverse dalla revisione Delcamp, ma magari l'hai fatto consapevolmente.
Trovo solo un po' affrettato il finale.
:okok:

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Silvestri » mer 02 nov 2016, 09:44

Claudio Bravini ha scritto:
Francesco Silvestri ha scritto: Grazie Claudio,apprezzo molto la tua critica costruttiva, ed hai ragione. Ho una formazione esclusivamente elettrica e la mano destra ha quella memoria, e rapprenta il punto critico, anche con la diteggiatura ribatto spesso le note. Sto cercando di correggere.
Ciao
Certo che vuole essere una critica costruttiva, ci mancherebbe.
Secondo me qui fioccano troppo facilmente i "bravo, bene, bis", che rischiano di non servire a molto.
In fondo nessuno di noi è più un ragazzino, non ci dobbiamo offendere, se siamo qui è per cercare stimoli nuovi, apprendere qualcosa e migliorare, e in mancanza di un maestro che ti ascolta direttamente l'unica è autogestirci, condividere opinioni, impressioni, difficoltà, dicendoci le cose sinceramente, altrimenti a che serve?
Veniamo all'impostazione della mano dx, è interessante quello che dici perché io ho avuto il problema opposto al tuo. Nei (purtroppo pochi) approcci al mondo elettrico ho trovato un'enorme difficoltà a liberarmi dalle pastoie di un'impostazione troppo rigidamente classica.
Nonostante quello che si possa pensare superficialmente sono strumenti profondamente diversi. Quando ci ho provato ho avuto difficoltà a tenere il palmo della mano così attaccato alle corde, ma nell'elettrica far risuonare tutte le corde è un difetto.
Comunque tu suoni la classica sicuramente meglio di come suono l'elettrica io... :D
:bye:
:D Chissà!, bisognerebbe avere un confronto con l'elettrica! :?:
Sull'elettrica il palmo deve stare molto vicino al ponte, per avere il controllo sulle corde.Un'altro mondo. Progressivamente spero di raggiungere la posizione corretta, ma ho l'impressione che sarà dura.

Hai detto parole giustissime che condivido in pieno. Siamo qui per migliorare, sempre, quindi è giusto fare osservazioni per tutto ciò che è da migliorare. Se "vediamo" o "sentiamo" qualcosa che non convince vuol dire che in qualche modo c'è, giusto osservarlo.


Ciao.

Mirko Perin
Messaggi: 272
Iscritto il: dom 24 feb 2013, 14:19

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Mirko Perin » mer 02 nov 2016, 09:47

:oops:
Francesco Silvestri ha scritto:
Mirko Perin ha scritto:Francesco per me hai suonato molto bene, forse qualche piccola imperfezione nella seconda parte.
Nell'ultima parte non mi ritrovo.
Ciao
Grazie.
Le imperfezioni non mi mollano mai!. :?
cosa intendi con "non mi ritrovo"?

:bye:
Mi sembrava (sbagliando) che uci fosse un pezzo in più. Evidentemente non l'ho ancora studiato abbastanza...

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Silvestri » mer 02 nov 2016, 09:52

Claudio Bravini ha scritto:
Francesco Silvestri ha scritto:Ciao,
Ecco il minuetto:
Devo subito smentire quanto detto nel mio post precedente, stavolto solo :bravo:
A parte gli scherzi, il minuetto è piacevole, il tempo è giusto e le frasi melodiche si sentono bene.
Le legature sono un po' diverse dalla revisione Delcamp, ma magari l'hai fatto consapevolmente.
Trovo solo un po' affrettato il finale.
:okok:
:D Grazie.
Le legature intendi alla battuta 16/17 ? Se intendi quelle si, molto consapevole, è una sorta di citazione di un chitarrista a me molto caro.

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Silvestri » mer 02 nov 2016, 09:55

Mirko Perin ha scritto::oops:
Francesco Silvestri ha scritto:
Mirko Perin ha scritto:Francesco per me hai suonato molto bene, forse qualche piccola imperfezione nella seconda parte.
Nell'ultima parte non mi ritrovo.
Ciao
Grazie.
Le imperfezioni non mi mollano mai!. :?
cosa intendi con "non mi ritrovo"?

:bye:
Mi sembrava (sbagliando) che uci fosse un pezzo in più. Evidentemente non l'ho ancora studiato abbastanza...
:D
Ho aggiunto solo un paio di "trilli", il secondo, sul finale, risentendolo è veramente osceno, non fosse un bagno di sangue la registrerei da capo. Ma queste Diferencias tutte insieme è difficile registrarle senza grossi errori. :bye:

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1343
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Bernardino Sciarretta » mer 02 nov 2016, 18:19

Peppe D'Acunto ha scritto:posto il primo brano di questa lezione
meglio di cosi prorpio non viene
con un paio di incertezze che non riesco ancora a superare per il momento
luys de Narvaez Diferencias Sobre.mp3
:bye:
Grande Peppe :bravo: :bravo:

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1343
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Bernardino Sciarretta » mer 02 nov 2016, 18:23

Francesco Silvestri ha scritto:Ciao a tutti,
ecco le diferencias:
Ottimo ...molto bella... :bravo:

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1343
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Bernardino Sciarretta » mer 02 nov 2016, 18:26

Peppe D'Acunto ha scritto:Posto l'ultimo brano per questa lezione
Estudio en forma de Minuetto.mp3
:bye:
Molto Bene Peppe...mi piace meno dell'altro brano ma è buono, bravo :okok:

Torna a “Archivio Corsi di chitarra classica in linea”