D05 Lezione di chitarra classica 04

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 225
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Claudio Bravini » ven 06 gen 2017, 19:26

Antonio Lo Iacono ha scritto:Salve e buon anno a tutti!
Finalmente sono riuscito a registrare i brani di questa lezione!!!! Come al solito ritengo che i brani potrebbero essere suonati meglio, in questo caso però, la rottura dell'unghia dell'indice della mano destra ha contribuito a peggiorare il suono.
Spero che la prossima lezione vada meglio!!!!
Un saluto :bye:

Antonio, che dire, il Choro è notevole, buona velocità e buona espressività, è ovvio che un "professionista" come dici tu troverebbe mille difetti, ma a me sembra che tu sia su livelli dignitosissimi per un dilettante-studioso.
Filante e veloce anche il Brescianello.
Attento anche tu ai trilli, come li ho chiamati impropriamente parlando con Francesco.
Sono in realtà dei mordenti, che andrebbero iniziati e finiti con la nota indicata, quindi per esempio a battuta 17 bisognerebbe suonare mi-fa#-mi-fa#-mi ma forse si viene tratti in inganno dalla diteggiatura 4040 che fa pensare di dover iniziare con il fa#.
:bravo: e continua così che vai fortissimo!

P.S.: so che la rottura di un'unghia può essere molto fastidiosa e compromettere molto studio, l'anno scorso era un continuo, ora un po' meno. Se ti può interessare ho trovato rimedio con il guitar nails kit, sono unghie finte ma molto professionali, simili a quelle naturali e con un adesivo eccezionale, certo è un rimedio temporaneo, ma magari intanto che ricresce la propria unghia sono una manna.

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 225
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Claudio Bravini » ven 06 gen 2017, 19:56

FrancoGiordano ha scritto:Considerazione di Francesco: "Considerazioni personalissime:
Pernambuco: non mi ritrovo nel come hai suonato i sedicesimi dopo i quarti (inizio delle battute prima parte)"
Risposta di Antonio:"mi sono rifatto all'esecuzione della stupenda Tatyana Ryzhkova, che rallenta l'inizio della prima battuta. Forse io ho esagerato!!!!"
Infine Claudio:"mi sembra tu interpreti proprio 4 note, ti fermi e poi altre 4, diciamo un po' eccessivamente separate, poi se è un effetto voluto ok."

Una altrettanto personalissimo modo di pensare, è mai possibile che un brano abbia dei canoni di interpretazione così rigidi che ogni minima variazione debba essere valutata come una distrazione rispetto al "rigor" del brano, e non piuttosto come il modo di "sentirlo" da parte dell'esecutore,e questo indipendenteemente dal raggiungimento o meno dell'obiettivo prefissato.
Altretanto personalissimamente, penso che se hanno valore i termini di dinamica, agogica e quant'altro, se Antonio ha creato un rllentamento nella parte iniziale del Sons de Car..., che ben venga, in quel frangente, lo sentiva così, che poi abbia o non abbia reso acusticamente o musicalmente nell'armonia complessiva del brano, questo è nel giudizio di chi ascolta e recepisce, ma non è da additare a una "distrazione" dai canoni di una partitura fissa e non trasgredibile. Che possa o meno piacere è un metro di giudizio del singolo ascoltatore e della sensibilità musicale del singolo.Staccare ,contrastare i finali, Claudio, l'ho considerato in quel momento piacevole e l'ho reso tale, può non piacerti o io non reso piacevole o tu non hai un orecchio musicale disponibile a cogliere variazioni rispetto ai canoni del tema proposto, ma come tale va accolto e percepito, secondo le proprie inclinazioni musicali. Se questo è un limite,
pazienza.........Franco


Franco,
mi sembra ti sia accalorato un po' troppo.
Guarda che sulla troppa rigidità di certa musica classica (non solo nella chitarra) con me sfondi una porta aperta.
Se leggi altri miei interventi in questo forum vedrai che la penso proprio come te e trovo eccessivo anche un certo atteggiamento snobistico ed elitario verso tante altre cose (l'uso delle tablature, la postura, i microfoni ecc. ecc.), che mi sono meravigliato di ritrovare immobili ed immutate dopo almeno 30 anni di mia assenza dall'ambiente, quando tutto il mondo intorno è tanto cambiato.
Però, tutto questo premesso, questa è pur sempre una "lezione", dove vengono dati certi brani ed esercizi a scopo didattico e a volte bisogna fare i conti con esigenze di epoche lontane e con un loro preciso formalismo.
L'interpretazione può incidere sul tempo, sul rallentare come dici tu, sull'agogica, ma credo Francesco intendesse altro.
Spero di non averti offeso con le mie osservazioni sui tuoi finali del Brescianello, non era quella l'intenzione. E non è assolutamente perché siano lontani dal rigor del brano, era solo un giudizio estetico, ovviamente personale. Qui non c'è nessun maestrino, ma solo un feed back di gruppo, che ritengo utilissimo, per cercare di ascoltare ed ascoltarsi meglio nell'ottica di un miglioramento.
Buon anno!
:bye:

Avatar utente
Antonio Lo Iacono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 115
Iscritto il: mer 09 mar 2016, 10:07
Località: Carini (Pa)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Antonio Lo Iacono » ven 06 gen 2017, 20:26

Claudio Bravini ha scritto:
Antonio Lo Iacono ha scritto:Salve e buon anno a tutti!
Finalmente sono riuscito a registrare i brani di questa lezione!!!! Come al solito ritengo che i brani potrebbero essere suonati meglio, in questo caso però, la rottura dell'unghia dell'indice della mano destra ha contribuito a peggiorare il suono.
Spero che la prossima lezione vada meglio!!!!
Un saluto :bye:

Antonio, che dire, il Choro è notevole, buona velocità e buona espressività, è ovvio che un "professionista" come dici tu troverebbe mille difetti, ma a me sembra che tu sia su livelli dignitosissimi per un dilettante-studioso.
Filante e veloce anche il Brescianello.
Attento anche tu ai trilli, come li ho chiamati impropriamente parlando con Francesco.
Sono in realtà dei mordenti, che andrebbero iniziati e finiti con la nota indicata, quindi per esempio a battuta 17 bisognerebbe suonare mi-fa#-mi-fa#-mi ma forse si viene tratti in inganno dalla diteggiatura 4040 che fa pensare di dover iniziare con il fa#.
:bravo: e continua così che vai fortissimo!

P.S.: so che la rottura di un'unghia può essere molto fastidiosa e compromettere molto studio, l'anno scorso era un continuo, ora un po' meno. Se ti può interessare ho trovato rimedio con il guitar nails kit, sono unghie finte ma molto professionali, simili a quelle naturali e con un adesivo eccezionale, certo è un rimedio temporaneo, ma magari intanto che ricresce la propria unghia sono una manna.


Grazie mille, sui mordenti (e non sui trilli)!!!!
Per le unghie, ho ordinato online delle "alaska picks" per ovviare alle impreviste rotture.....
:bye:

Avatar utente
FrancoGiordano
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1245
Iscritto il: dom 18 nov 2012, 15:13

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda FrancoGiordano » ven 06 gen 2017, 22:50

A Francesco, Claudio e Antonio,non me la sono nè presa, nè mi sono accalorato,e se avete avuto questa impressione,è frutto purtroppo della inespressività del messaggio scritto,ma è indubbio che spesso vi sono chiarissime difformità nelle intensità critiche dei brani che non condivido, ma al di là di questa mancata condivisione,quoto tutto ciò che da questa ritrovata verve dialogativa è emerso.Ciao e altrettanti auguri di buon anno....Franco

Giuseppe Maglietta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 359
Iscritto il: mar 07 mag 2013, 16:11

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Giuseppe Maglietta » sab 07 gen 2017, 09:02

Claudio Bravini ha scritto:
Giuseppe Maglietta ha scritto:il mio Brescianello....e punto!

Giuseppe, anzi "Guiseppe" come Brescianello (ma qualcuno non potrebbe segnalare al maestro Delcamp l'errore?)
considerata la tua - autodichiarata - idiosincrasia verso la musica antica hai fatto un ottimo lavoro, :bravo:
Attento all'accordo di battuta 17, è un RE#dim., tu suoni un'altra cosa... :)
:bye:

p.s.: ma questo eri tu o il tuo gemello, quello mancino? :lol:



È vero. Suono un Do# invece del Do e viene fuori una specie di La6. Non me ne ero accorto.
Grazie
old indians never die

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 225
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Claudio Bravini » sab 07 gen 2017, 13:59

Antonio Lo Iacono ha scritto:Grazie mille, sui mordenti (e non sui trilli)!!!!
Per le unghie, ho ordinato online delle "alaska picks" per ovviare alle impreviste rotture.....
:bye:

Non conosco le Alaska picks, avevo delle cose del genere per suonare il dobro (la resofonica), ma devo dire che quell'anellino che stringe l'ultima falange non era proprio comodissimo, comunque facci sapere come vanno, sono curioso.
Quelle che ti consigliavo invece sono naturalissime, sembra proprio di avere un'unghia vera e si possono limare come con la propria, si possono lasciare anche più giorni, magari è consigliabile tenerle non più di due o tre per far respirare la propria unghia. Comunque (ho quasi paura a dirlo e portarmi sfortuna) ma è qualche mese che non mi si spezzano, l'anno scorso era un continuo, nonostante smalti indurenti, pilloloni per rinforzarle dall'interno e simili...
Forse perché per il momento ho accantonato l'acustica e suono solo nylon. :D
:bye:

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 00:22

Carissimi, barcollo ma non mollo, :D ecco il mio Brescianello con ancora parecchie indecisioni sopratutto nella seconda parte.
https://youtu.be/S15CC-8ryPI

Per quanto riguarda il choro brasilero, come previsto da Franco, è entrato tra i "miei" :casque: pezzi, sebbene ancora molto zoppicante imparato stabilmente a memoria.
Domani tempo permettendo spero di riuscire a registrare e postare anche quello.

Mi spiace quest'anno richiede molto più tempo ed io, come temevo ne dispongo di meno dello scorso anno. Comunque sia, partecipare ed ascoltare è un piacere e l'unico modo per mantenere quel minimo di attività in vista di tempi migliori per lo studio.

Un caro saluto a tutti.

Stefano

Avatar utente
FrancoGiordano
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1245
Iscritto il: dom 18 nov 2012, 15:13

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda FrancoGiordano » lun 09 gen 2017, 07:13

Bravo Stefano, il problema è, come hai bene sottilineato tu, la tirannia del tempo a disposizione,qualcosa va rivista....Coraggio ........ciao..... Franco

Avatar utente
Domenico Sarchione
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 745
Iscritto il: mer 07 ago 2013, 15:13
Località: Atessa (CH)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Domenico Sarchione » lun 09 gen 2017, 13:07

StefanoMenichetti ha scritto:Carissimi, barcollo ma non mollo, :D ecco il mio Brescianello con ancora parecchie indecisioni sopratutto nella seconda parte.
Per quanto riguarda il choro brasilero, come previsto da Franco, è entrato tra i "miei" :casque: pezzi, sebbene ancora molto zoppicante imparato stabilmente a memoria.
Domani tempo permettendo spero di riuscire a registrare e postare anche quello.
Mi spiace quest'anno richiede molto più tempo ed io, come temevo ne dispongo di meno dello scorso anno. Comunque sia, partecipare ed ascoltare è un piacere e l'unico modo per mantenere quel minimo di attività in vista di tempi migliori per lo studio.

Un caro saluto a tutti.

Stefano


Forza Stefano, quest’anno il corso è veramente duro ma si va avanti, coraggio.

Mirko Perin
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 270
Iscritto il: dom 24 feb 2013, 14:19

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda Mirko Perin » lun 09 gen 2017, 13:26

Dai Stefano e' duro veramente questo D05 e il tempo sembra non bastare mai. Pero' alla fine si riesce sempre a tirar fuori qualcosa.

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 13:32

Mirko, Domenico e Franco :merci: :merci: :merci: per l'ascolto e l'incoraggiamento :D

A presto,

Stefano

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 13:39

Giuseppe Maglietta ha scritto:il mio Brescianello....e punto!



Bravo Gius ed anche il nostro Brescianello, che mi sembra di capire non ti entusiasma troppo, è messo in riga. Mica male però il la 6 :wink:

Saluti, :bye:

Stefano

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 13:46

Antonio Lo Iacono ha scritto:Salve e buon anno a tutti!
Finalmente sono riuscito a registrare i brani di questa lezione!!!! Come al solito ritengo che i brani potrebbero essere suonati meglio, in questo caso però, la rottura dell'unghia dell'indice della mano destra ha contribuito a peggiorare il suono.
Spero che la prossima lezione vada meglio!!!!
Un saluto :bye:


Ottimi lavori Antonio :bravo: hai un senso molto spiccato del tempo.

:bye:

Stefano

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 13:54

Domenico Sarchione ha scritto:Per migliorare questo brano e renderlo decente, avrei bisogno ancora di due tre mesi, ma purtroppo è uscita la quinta lezione e se mi fermo qui, non vado più avanti, quindi lo posto cosi. :oops:
Ciao a tutti e buona chitarra. :bye:


Ciao Domenico, non dispiace, le note ci sono davvero tutte ed hai solo bisogno di assimilarla un pò di più e scioglierla, ti consiglio anche io d'impararla a memoria, si fa abbastanza in fretta e merita :casque:

Fatta anche la quarta :okok:

:bye:

Stefano

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 719
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 04

Messaggioda StefanoMenichetti » lun 09 gen 2017, 20:07

Olá a todos :okok: ecco anche i carillon del mitico Pernanbuco, tutta a mente :lol:

https://youtu.be/BwQmhvCZdTM

Nella sesta c'è Barrios :casque: !!!!

:bye:

Stefano


Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Antonio Lo Iacono, CommonCrawl [Bot], Marco Coferi e 6 ospiti