D04 Lezione di chitarra classica 06

Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » dom 12 feb 2017, 20:14

gaspa ha scritto:Ciao a tutti i partecipanti,scusate se mi intrometto,ma fu anche per chi nel 2012 frequentò questo corso ed aveva gli stessi dubbi,vi metto un link dove il M° Gardella da un suo consiglio,ve ne era uno anche del M° Signorile che però non riesco più a trovare! un saluto. :bye: viewtopic.php?f=23&t=26725#p248658
Grazie del contributo
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » dom 12 feb 2017, 23:08

Grazie, Gaspa. Ma non so cosa è "80 per un quarto".
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » dom 12 feb 2017, 23:57

Jesús Morote ha scritto:Grazie, Gaspa. Ma non so cosa è "80 per un quarto".
Penso voglia dire 80 quarti al minuto
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » lun 13 feb 2017, 15:05

Capisco. Il "quarto" vuol dire il denominatore del 3/4, cioè, una semiminima. O forse questa denominazione di "quarto" è un anglicismo per "quarter note".

Il tempo detto quindi è lo stesso che ho proposto io: 80 semiminime per minuto.

Come curiosità direbbe che in spagnolo il nome "semimínima" (e anche "mínima") è corretto, ma molto arcaico. Oggi tutti diciamo "negra" (e "blanca").
Allievo D05

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » lun 13 feb 2017, 21:37

Ecco la canzone napoletana. Ho fatto un ritornello per suonare due volte la canzone. Nella versione di Roberto Murolo, la canzone ha cinque ripetizioni; non è molto fare due.


Youtube


Chitarra: Paulino Bernabé (padre) 1971 Chitarra di studio
Corde: Savarez New Cristal-Cantiga 510CRJ (Cantini, tensione normale; Bassi, tensione forte)
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 14 feb 2017, 00:44

La canzone napoletana di Jesus mi pare buona, ma mi riservo un giudizio un po' più dettagliato quando la affronterò anch'io. Questa sera propongo la mia versione della Barcarola di Coste, anzi per la precisione due mie versioni. La prima è una registrazione del 2015, quando suonavo senza i vincoli di questo corso, in particolare senza sospettare l'esistenza dei suoni stoppati, o meglio smorzati. E la seconda il risultato di qualche giorno di studio sulla versione di Delcamp, con registrazioni successive (per la precisione 4) progressivamente velocizzate, dove finalmente i bassi smorzati incominciano a venire senza uno sforzo sovrumano.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 14 feb 2017, 00:50

Jesús Morote ha scritto:Ecco la mia Barcarola di Coste:

Chitarra: Paulino Bernabé (padre) 1971 Chitarra di studio
Corde: Savarez New Cristal-Cantiga 510CRJ (Cantini, tensione normale; Bassi, tensione forte)


Ho fatto qualche registrazioni dello Studio di Sor. Ma voglio lavorare ancora su questo Studio tutto il mese e lo pubblicherò gli ultimi giorni di Febbraio. Nel Conservatorio di Madrid, quando io ero allievo, era obligato risaltare il canto appoggiando.
Molto buono, Jesus. Io direi 8-8,5. Fluido e preciso, con i bassi bene stoppati, anche se con il dorso del pollice invece che con il polpastrello, ma è il risultato quello che conta. Per una volta non hai voluto strafare con la velocità, addirittura io l'ho suonata un secondo più veloce.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » mar 14 feb 2017, 10:33

:merci: Paolo.

Effetivamente ho fatto i silenzi stoppando con il dorso del pollice per fermare le risonanze di tutte le corde (tecnica Stroti). Lo smorzato di una sola nota può lasciare suonare qualche risonanza non desirata.

Anche notabile la tua Barcarola. Due osservazioni che credo che possano migliorarla ancora:

1) C'è una certa differenza di velocità fra la prima e la seconda parte; è notorio che ti senti più commodo nella prima parte, ma bisogna non tradurre ciò in una diversa velocità delle due parti.

2) Coste fa qualche indicazione di volume sonoro. Ogni parte si può suddividere in due parti. La prima metà di ciascuna parte è indicato suonarla "piano"; e la seconda "mezzoforte". Non mi piace molto questo "mf", che credo rompe la delicatezza del discurso sonoro. La mia soluzione è fare un certo crescendo e decrescendo per donare più dinamismo a queste seconde parti, in contrasto con le prime parti, suonate più piatto.

Un'altra cosa. Non hai esecutato bene, credo, le note dell'adorno della battuta 13. Il Si bisogna farlo senza tirare della corda con la mano destra, ma facendo un colpo con il mignolo della sinistra sulla corda; dopo tirando con lo stesso mignolo si fa il La.

Consigli di M. Delcamp per fare legature ascendenti: viewtopic.php?f=32&t=15955#p142117 :

La posizione del pollice della mano sinistra è importante, questa posizione può assumere contorni di aiuto o ostacolo per il movimento delle dita della mano sinistra. Se si mette il pollice dietro il dito che fa la legatura, troverete che il movimento riuscirà meglio, e risulterà più naturale.
Provate a fare questo test: fate alcune legature con il quarto dito, mettendo il pollice sinistro dietro il primo dito. Dopodichè ripetete le stesse legature mettendo questa volta il pollice della mano sinistra dietro il quarto dito (quello che lavora). Per verificare l'importanza della posizione del pollice, fate le legature con tutte le altre dita della mano sinistra. Scoprirete che per fare una legatura è meglio il dito che ha il pollice posto esattamente dietro di lui.
Allievo D05

Avatar utente
Leonardo Porzio
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 318
Iscritto il: ven 13 dic 2013, 16:59
Località: Brescia

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Leonardo Porzio » mar 14 feb 2017, 14:23

Sto cominciando a studiare il brano di Sor, quindi spero mi perdonerete se per il momento commento solo quello.

Gioacchino, non è male :bravo: Sei partito bene, poi hai cominciato ad avere qualche incertezza nei cambi di accordo, ma tutto sommato è tranquillamente rimediabile. Sto avendo gli stessi problemi, mi sento poco fluido e inciampo in qualche cambio.

Paolo, veramente ben suonato :bravo: Accompagnamento delicato e melodia che risalta bene. Tutto molto fluido e piacevole.

:bye:
Sweet child in time,you'll see the line
The line that's drawn between good and bad

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 14 feb 2017, 16:59

Jesús Morote ha scritto::merci: Paolo.

Effetivamente ho fatto i silenzi stoppando con il dorso del pollice per fermare le risonanze di tutte le corde (tecnica Stroti). Lo smorzato di una sola nota può lasciare suonare qualche risonanza non desirata.

Anche notabile la tua Barcarola. Due osservazioni che credo che possano migliorarla ancora:

1) C'è una certa differenza di velocità fra la prima e la seconda parte; è notorio che ti senti più commodo nella prima parte, ma bisogna non tradurre ciò in una diversa velocità delle due parti.

2) Coste fa qualche indicazione di volume sonoro. Ogni parte si può suddividere in due parti. La prima metà di ciascuna parte è indicato suonarla "piano"; e la seconda "mezzoforte". Non mi piace molto questo "mf", che credo rompe la delicatezza del discurso sonoro. La mia soluzione è fare un certo crescendo e decrescendo per donare più dinamismo a queste seconde parti, in contrasto con le prime parti, suonate più piatto.

Un'altra cosa. Non hai esecutato bene, credo, le note dell'adorno della battuta 13. Il Si bisogna farlo senza tirare della corda con la mano destra, ma facendo un colpo con il mignolo della sinistra sulla corda; dopo tirando con lo stesso mignolo si fa il La.

Consigli di M. Delcamp per fare legature ascendenti: viewtopic.php?f=32&t=15955#p142117 :

La posizione del pollice della mano sinistra è importante, questa posizione può assumere contorni di aiuto o ostacolo per il movimento delle dita della mano sinistra. Se si mette il pollice dietro il dito che fa la legatura, troverete che il movimento riuscirà meglio, e risulterà più naturale.
Provate a fare questo test: fate alcune legature con il quarto dito, mettendo il pollice sinistro dietro il primo dito. Dopodichè ripetete le stesse legature mettendo questa volta il pollice della mano sinistra dietro il quarto dito (quello che lavora). Per verificare l'importanza della posizione del pollice, fate le legature con tutte le altre dita della mano sinistra. Scoprirete che per fare una legatura è meglio il dito che ha il pollice posto esattamente dietro di lui.
Come sempre hai ragione. La seconda parte va suonata alla stessa velocità della prima. E l'abbellimento , visto che è legato alla nota precedente, va suonato con il mignolo della mano sinistra. Il problema semmai riguarda come dividere il tempo, visto che a parer mio sembra essere una appoggiatura doppia legata discendente, un abbellimento decisamente raro ed inusuale, e che a rigori dovrebbe dovrebbe trasformare le tre note discententi (si-la-sol diesis/mi) in una terzina con note dello stesso valore, mentre tutti gli esecutori che ho ascoltato, compreso Delcamp, lo fanno come un acciaccatura, cioè con le prime due note (si-la) più veloci ella terza. Sarebbe gradito un parere tecnico di qualcuno più esperto. In ogni caso, rifarò il pezzo.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » mar 14 feb 2017, 20:38

E, finalmente, lo Studio di Sor, alla velocità promessa.


Youtube


Chitarra: José Ramírez 2008 Chitarra di studio 5P
Corde: Hannabach Silver Special 815SLT (tensione superbassa)


M. Delcamp dice che le corde di tensione bassa fanno meno costoso il barrè. Ho montato un set di corde di tensione superbassa, ed effettivamente il brano si suona più facilmente. Ma supra tutto si può pratticare lo studio più volte continuamente, senza tanta stanchezza nella mano sinistra.
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 14 feb 2017, 22:32

Jesús Morote ha scritto:E, finalmente, lo Studio di Sor, alla velocità promessa.


Chitarra: José Ramírez 2008 Chitarra di studio 5P
Corde: Hannabach Silver Special 815SLT (tensione superbassa)


M. Delcamp dice che le corde di tensione bassa fanno meno costoso il barrè. Ho montato un set di corde di tensione superbassa, ed effettivamente il brano si suona più facilmente. Ma supra tutto si può pratticare lo studio più volte continuamente, senza tanta stanchezza nella mano sinistra.
Bravo. Ti dò 8 per la velocita, che non è affatto facile, e per aver tenuto bene nella seconda parte, quella più difficile. Stranamente un po' meno preciso nella prima parte tecnicamente più semplice. Per l'occasione vedo che hai sfoderato nuove corde ma anche una "nuova" (almeno per noi) chitarra.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 14 feb 2017, 22:41

Propongo una nuova e, mi sembra, migliorata versione dello studio di Sor e della Barcarola di Coste, che tengono conto delle osservazioni di Jesus. Sor lo ho velocizzato, anche se non come Jesus vorrebbe, ma ho limato 10 secondi alla precedente versione, mantenendone la pulizia e la delicatezza, Coste lo ho velocizzato soprattutto nella seconda parte, dove c'era un piccolo rallentamento, e ho forse addirittura esagerato (1'22'' contro il precedente 1'30''), e poi ho fatto l'abbellimento della battuta 11 come richiesto da Jesus e dallo spartito.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 288
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » mar 14 feb 2017, 23:39

Paolo Barbagli ha scritto:Propongo una nuova e, mi sembra, migliorata versione dello studio di Sor e della Barcarola di Coste, che tengono conto delle osservazioni di Jesus. Sor lo ho velocizzato, anche se non come Jesus vorrebbe, ma ho limato 10 secondi alla precedente versione, mantenendone la pulizia e la delicatezza, Coste lo ho velocizzato soprattutto nella seconda parte, dove c'era un piccolo rallentamento, e ho forse addirittura esagerato (1'22'' contro il precedente 1'30''), e poi ho fatto l'abbellimento della battuta 11 come richiesto da Jesus e dallo spartito.
Bravissimo. Sono d'accordo: hai esagerato un po la velocità nel Coste (ma non troppo).

La chitarra non è nuova. La ho acquisito all'asta in Internet sei mesi fa, e a molto buon mercato. Certo che c'era un rischio (non si può provare), ma il prezzo era allettante per una Ramírez, anche se non di prima classe. Per i miei registrazioni uso più la mia vecchia Paulino Bernabé, ma ho fatto anche registrazioni con la Ramírez, con corde sempre di tensione alta.

L'abbellimento della Barcarola credo che si può fare misurando una semicroma e due biscrome, legate. Forse tenendo un po' la semicroma.
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 549
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D04 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » gio 16 feb 2017, 23:19

Propongo l'ultimo brano di questa lezione, la canzone napoletana. La maggior difficoltà mi è sembrata la posizione delle dita della mano sinistra, che non devono assolutamente entrare in conflitto con altre corde. E dò il voto a Jesus: 7 e secondo me puoi fare un po' meglio, soprattutto nella precisione della mano sinistra. E' un pezzo apparentemente senza molte difficoltà, ma va eseguito con molta pulizia, delicatezza e precisione. E con un po' di sentimento, con qualche nota sospesa, altre invece un po' affrettate, con un tempo insomma "napoletano", altrimenti diventa una marcetta tedesca. Io lo eseguo senza voli pindarici ma esattamente come scritto sullo spartito, e allo stesso esatto tempo del Maestro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Torna a “Archivio Corsi di chitarra classica in linea”