D02 Lezione di chitarra classica 07

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4238
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Jean-François Delcamp » mar 28 feb 2017, 17:30

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D02.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vi troverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.



Innanzitutto, ci accingiamo a ripassare alcuni esercizi tecnici del volume D02.
- pagina 79 Jean-François DELCAMP (1956) LIAISONS - LEGATURE - SLURS - LIGADOS
Le legature ascendenti si effettuano percuotendo con forza la corda con un dito della mano sinistra. Più il gesto è rapido e deciso, più si ottiene volume sonoro. Esercitatevi soprattutto sulle corde di nylon, sono le più difficili da far suonare.
Le legature discendenti si effettuano strappando o tirando la corda con un dito della mano sinistra. Più il gesto è parallelo al piano del tasto, più si ottiene volume sonoro. Esercitatevi soprattutto sulle corde di nylon, sono le più difficili da far suonare.

Youtube


Youtube




- pagina 82 numero 33 Jean-François DELCAMP (1956) ARPÈGES - ARPEGGI - ARPEGGIOS - ARPEGIOS

Youtube




- pagine 85-86 - improvvisazione
Lavoro di improvvisazione D01
Questo lavoro di improvvisazione va fatto molte volte a settimana per molti mesi.
Variate l'intensità (mf,pp,ff.p....), i timbri, i ritmi. Non fate mai due volte la stessa cosa, perchè non si tratterebbe più di improvvisazione, ma sarebbe composizione.

1/ Improvvisate su una sola nota ( LA ) per 20 secondi.

Youtube


Youtube



2/ Improvvisate su queste due sole note ( SOL - LA ) per 20 secondi.

Youtube


Youtube



3/ Improvvisate su queste tre sole note ( SOL - LA - SI ) per 20 secondi.

Youtube


Youtube



4/ Improvvisate su queste sole quattro note ( RE - SOL - LA - Si ) per 20 secondi.

Youtube


Youtube



5/ Sulla base di Danse d'Avila D02, pag. 7 improvvisate una melodia con queste sole sette note: ( SOL diesis - LA - SI - DO diesis - RE - MI - FA diesis ).

Youtube



6/ Sulla base di Oh Susanna D02, pag. 8 improvvisate una melodia con queste sole sette note: ( SOL diesis - LA - SI - DO diesis - RE - MI - FA diesis ).

Youtube




Successivamente andremo a lavorare su tre brani in cui 8 misure corrispondono a metà della frase musicale. La "carrure" e' la divisione della frase musicale in frammenti di egual durata.
- pagina 38 Mauro Giuliani (1781-1829) ÉCOSSAISE N°10 opus 33
- pagina 52 Fernando SOR (1778-1839) LEÇON VIII opus 60
- pagina 53 Fernando SOR (1778-1839) LEÇON IX opus 60

Youtube


Youtube


Youtube



Vi domando prima di tutto di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e poi di pubblicare le vostre registrazioni di:
- page 38 Mauro GIULIANI (1781-1829) ÉCOSSAISE N°10 opus 33
- 4/ Improvvisate su queste sole quattro note ( RE - SOL - LA - Si ) per 20 secondi.
- Io domando parimenti ad ogni allievo di partecipare ad almeno un gioco musicale. Se i giochi musicali proposti vi sembrano troppo difficili, sta a voi proporne di nuovi, adatti al vostro livello e concepiti con regole stabilite da voi.


Forza e coraggio!


Vorrei ringraziare Desafinado, Paola Liguori, Alma Steiner, Arteusian, Luigi (luigib952), Ferdinando Bonapace (Magic Guitar), Giovanni (PinGiov) e GabrielePenna che hanno offerto il loro aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)

Avatar utente
Paola Liguori
Moderator
Messaggi: 7839
Iscritto il: dom 29 mar 2009, 00:27
Località: ROMA

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Paola Liguori » mar 28 feb 2017, 20:48


Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 74
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Andrea Gnecchi » lun 13 mar 2017, 20:01

...che silenzio.... :shock:
come siete messi?
Io per vari impegni sono un po' in ritardo....

:bye: :bye:
Andrea
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Avatar utente
Claudio Siniscalco
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 128
Iscritto il: lun 04 gen 2016, 12:37
Località: Santa Maria Nuova (AN)

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Claudio Siniscalco » lun 13 mar 2017, 20:10

Andrea Gnecchi ha scritto:...che silenzio.... :shock:
come siete messi?
Io per vari impegni sono un po' in ritardo....

:bye: :bye:
Andrea
Ciao! Mi hai anticipato per pochi minuti :wink:

Ecco qua, rompo il silenzio anche se penso che dovrò rimettere le mani sull'Ecossaise...
Spero di sentire presto tutte le vostre fatiche... Sotto con i commenti!
Buono studio :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: Salvador Cortez CS-65
Corde: Aquila Alabastro tens. superiore
Microfono: Shure PG81
Scheda audio: Roland UA-101
Software: Audacity

PaoloMerola
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 40
Iscritto il: sab 12 nov 2016, 11:18

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da PaoloMerola » mar 14 mar 2017, 19:40

Evvai Claudio, hai fatto bene a rompere il ghiaccio :okok: .
Giuliani è bello veloce (più di quello postato dal maestro), proprio come deve essere, :bravo:
Noto soltanto che nel ritornellare la prima parte non hai cambiato la dinamica, forse se tu l'avessi eseguito "piano" (come d'altronde hai fatto nel secondo ritornello) forse ottenevi più "sapore". Inoltre, si sente qualche nota sporca di troppo (di solito le tue esecuzioni sono più precise e sicure), ma con un po' di esercizio sono certo che sai fare meglio. Il pezzo di Giuliani, in ogni caso, è un po' ostico e quindi sei scusato.

Per quello che mi riguarda, purtroppo, sono un po' indietro, nel senso che riesco a fare tutti i pezzi, ma solo lentamente e non nel modo che ho in mente; pertanto dovrete avere ancora un po' di pazienza prima di sentirmi. Approfitto per chiedere: nell'ecossaise di Giuliani c'è scritto "piano" nella prima parte e nell'ultima, ma vedo che il maestro non segue tali indicazioni. Io sto provando a eseguire i ritornelli modificandoli un po' dalla prima esecuzione (o più piano rispetto alla prima volta; oppure più verso il manico), ma non sono ancora sicuro della mia interpretazione. Che ne pensate?
Un saluto a tutti :bye:

Avatar utente
Francesco Iannucci
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 15:14

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Francesco Iannucci » ven 17 mar 2017, 13:58

Salve a tutti ecco le mie :bye: :bye: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: Altamira N300+
Corde: D' addario EXP 44

PaoloMerola
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 40
Iscritto il: sab 12 nov 2016, 11:18

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da PaoloMerola » sab 18 mar 2017, 21:41

Bene Francesco, sono contento che tu abbia già eseguito le registrazioni di questi pezzi non facili.
Osservazioni: nell'ecossaise di Giuliani i due legati ascendenti (si-re) mi paiono eseguiti "non legati" (cioè mi sembra che tu abbia ripizzicato la nota); se così fosse, non sarebbe corretto. Inoltre quando ripeti il ritornellato, forse, si potrebbe cambiare la dinamica (forte-piano) per dare maggiore espressività al tutto.
La lezione di Sor mi è parsa migliore e molto carina :okok:

Dopo le osservazioni, ecco le mie registrazioni, e passo la parola a voi per il giudizio e per i suggerimenti
improvvisazione re sol la si.mp3
Sor op 60 n. 8.mp3
Giuliani op 33 n 10 ecossaise .mp3
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Claudio Siniscalco
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 128
Iscritto il: lun 04 gen 2016, 12:37
Località: Santa Maria Nuova (AN)

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Claudio Siniscalco » dom 19 mar 2017, 11:39

Francesco Iannucci ha scritto:Salve a tutti ecco le mie :bye: :bye: :bye:
Ciao Francesco, ho ascoltato le tue registrazioni. Non commento le improvvisazioni, ma solo perché... non lo faccio mai :lol:

Sull'Ecossaise noto anche io che i legati ascendenti non sono eseguiti, ed inoltre mi sembra che tu non abbia considerato il punto dopo la semiminima alla fine di entrambe le parti (batt. 8 e 17). Questo brano sembra facile, ma nasconde qualche insidia...

Sullo studio di Sor nulla da rilevare, un pochino più veloce sarebbe ottimo ma meglio l'accuratezza della velocità! :bravo:

A presto e buono studio :bye:

P.S. Anche tu puoi commentare, un parere in più fa comodo... :discussion:
Chitarra: Salvador Cortez CS-65
Corde: Aquila Alabastro tens. superiore
Microfono: Shure PG81
Scheda audio: Roland UA-101
Software: Audacity

Avatar utente
Claudio Siniscalco
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 128
Iscritto il: lun 04 gen 2016, 12:37
Località: Santa Maria Nuova (AN)

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Claudio Siniscalco » dom 19 mar 2017, 12:00

PaoloMerola ha scritto: Dopo le osservazioni, ecco le mie registrazioni, e passo la parola a voi per il giudizio e per i suggerimenti
Ciao Paolo, come ho già scritto non commento le improvvisazioni...

Entrambi i brani mi sembrano ritmicamente corretti e con le note al posto giusto, ma se proprio vogliamo trovare il classico pelo nell'uovo...

Nello studio di Sor si sente poco il Sol (terza corda) nella batt. 8 e ripetizione, inoltre non stoppi i bassi nella batt. 13 e ripetizione.
Per quanto riguarda l'Ecossaise... beh :bravo:

Una veloce risposta al tuo commento sulle mie fatiche... Il brano di Giuliani è effettivamente sporco, ma dovevo pur rompere il silenzio... ora lo suono in modo più rilassato e va meglio, presto posterò la seconda versione. Nel ritornello della prima parte non cambio timbro perché non mi piace molto il suono di quella parte suonata al manico :mrgreen:

A presto e buona domenica :bye:
Chitarra: Salvador Cortez CS-65
Corde: Aquila Alabastro tens. superiore
Microfono: Shure PG81
Scheda audio: Roland UA-101
Software: Audacity

Avatar utente
Francesco Meatta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 104
Iscritto il: mer 19 feb 2014, 18:26
Località: Roma

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Francesco Meatta » dom 19 mar 2017, 19:44

Anche io, questa volta senza eccessivo ritardo pubblico le mie registrazioni.
Attendo le vostre valutazioni per provare, quando il tempo lo permette, ad apportare i necessari correttivi.
Anche io nel brano l'Ecossaise ho voluto provare ad un velocità elevata, a scapito della precisione e dell'espressività.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Francesco Meatta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 104
Iscritto il: mer 19 feb 2014, 18:26
Località: Roma

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Francesco Meatta » dom 19 mar 2017, 19:48

Veniamo ai commenti.
Claudio Siniscalco, ho trovato il primo Ecossaise ben riuscito, al di là delle poche imprecisioni e dell'inevitabile difficoltà di conferire a quella velocità la giusta espressività.
Il resto, è ottimo come sempre.
Francesco Iannucci, condivido il rilievo inerente i legati nel brano Ecossaise, poiché sembra che la nota venga pizzicata.
Per il resto, mi sembra tutto ben fatto e mi complimento per il tuo sound da chitarrista fingerstyle acustico.
Un saluto a tutti

Avatar utente
Francesco Meatta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 104
Iscritto il: mer 19 feb 2014, 18:26
Località: Roma

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Francesco Meatta » dom 19 mar 2017, 19:50

Mi erano sfuggite le registrazioni di Paolo Merola, che ho trovato veramente buone. La timbrica, in particolare, è molto curata e questo conferisce all'esecuzione una notevole armonia d'insieme.
Un saluto

Avatar utente
Claudio Siniscalco
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 128
Iscritto il: lun 04 gen 2016, 12:37
Località: Santa Maria Nuova (AN)

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Claudio Siniscalco » dom 19 mar 2017, 22:41

Francesco Meatta ha scritto:Anche io, questa volta senza eccessivo ritardo pubblico le mie registrazioni.
Buonasera Francesco, ho trovato la tua Ecossaise molto precisa ma forse con una leggera tensione. Credo che anche tu tra qualche giorno la suonerai più rilassato. L'unico appunto, così tanto per fare il precisino, è che suoni le semiminime puntate delle batt. 8 e 16 come se al posto del punto ci fosse una pausa da 1/8... quella alla fine del brano invece mi sembra corretta.

Per il resto, a parte qualche indecisione negli studi di Sor (che appunto non riesco ancora a farmi venire bene) una bella lezione :bravo:

Buon inizio settimana :bye:
Chitarra: Salvador Cortez CS-65
Corde: Aquila Alabastro tens. superiore
Microfono: Shure PG81
Scheda audio: Roland UA-101
Software: Audacity

Avatar utente
Francesco Iannucci
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 15:14

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Francesco Iannucci » mar 21 mar 2017, 14:57

:bye: :merci:
Chitarra: Altamira N300+
Corde: D' addario EXP 44

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 74
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D02 Lezione di chitarra classica 07

Messaggio da Andrea Gnecchi » mar 21 mar 2017, 22:19

Eccomi qua, anch'io con le mie registrazioni, ma prima di tutto ho ascoltato le vostre.

Claudio, la tua Ecossaise è corretta, ma, come già notato, forse un po' acerba rispetto al livello al quale ci hai abituati.
Aspetto quindi di sentire la seconda versione!! :okok:

Paolo, entrambi i brani sono eseguiti bene. Mi è piacito in particolare il pezzo di Sor, l'ho trovato molto ben suonato ed espressivo. :bravo:

Francesco I, nella tua Ecossaise sento un po' di ..fatica. Mi sembra che a più riprese tu faccia un po' fatica a tenere il ritmo.
In alcuni casi potrei vederlo legato alla ricerca di più espressività, ma in altri casi mi sembra meno "naturale"...correggimi se sbaglio.
Il pezzo di Sor è corretto. Dovresti solo provare a farlo un po' più veloce. :okok:

Francesco M, l'Ecossaise è veloce e ben suonata. Non so se sia la registrazione, ma sento il suono forse un po' troppo secco, come suonato troppo vicino al ponte. Mi sbaglio?
Nel pezzo di Sor di pag. 53, tutto corretto del resto, ci sono un po' di rallentamenti sugli arpeggi più difficili (vale anche per me...).
Ancora un po' di esercizio e miglioreranno sicuramente.

Che dire...i pezzi di questa lezione potevano sembrare semplici a prima vista, ma in realtà hanno le loro belle difficoltà, quindi ... veramente bravi tutti :okok: :okok: :bravo: :bravo:


Ed ecco i miei. Via con i commenti e i consigli

Grazie a tutti
Ciao :bye: :bye:
A

Ecossaise N.10 op.33

Youtube


Impro 4 note

Youtube


Sor Leçon VIII opus 60

Youtube


Sor Leçon IX opus 60

Youtube
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite