D05 Lezione di chitarra classica 02

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4267
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jean-François Delcamp » mar 03 ott 2017, 11:04

D05 Lezione di chitarra classica 02
Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D05.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vitroverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.



Oggi esaminiamo 5 brani.
- pag. 6 Luys de Narvàez (ca. 1500-1555) Variazioni su Guardame las vacas
Immagine
Queste variazioni si basano sulla sequenza di quattro accordi (Do maggiore, Sol maggiore, La minore e Mi maggiore) contenuti nelle prime quattro battute dell'opera. Queste "diferencias" vengono annoverate tra le più antiche variazioni mai scritte. Ciascuna variazione è costituita da otto misure. Gli accordi delle prime quattro sono riprese nelle quattro successive con una contrazione degli ultimi due accordi (La minore e Mi maggiore) nella misura 7. Questa contrazione permette di concludere con una cadenza perfetta in La minore, pur inserendo la frase in una "carrure" di 8 misure.
Le variazioni che seguono riprendono con un'invenzione la sequenza armonica dell'inizio. Le emiolie abbondano, la libertà ritmica dà al brano una sensazione di giubilo.
Vi indico la presenza di emiolie con linee tratteggiate al di sopra del pentagramma.. Osservate questo breve video in cui vi presento le emiolie delle misure 9-12.

Youtube

Queste variazioni su " Guardame las vacas" si concludono con una coda di 4 misure, in cui i 4 accordi iniziali ( (Do maggiore, Sol maggiore, La minore e Mi maggiore), che erano stati annotati in semibrevi puntate, vengono alla fine contratti in 3 semiminime e una minima.

Youtube

Non esitate ad improvvisare su questa successione di 4 accordi, mantenendo rigorosamente la misura a 6/4.

Youtube



Pag.14 John Dowland (1563-1626): Lady Brass 's Almain
Danza dei secoli XV e XVI, si accompagna con musica in ritmo binario. E' dopo Thoinot Arbeau di modesta gravità, cosa che le conferisce l'andatura di una pavana un po' pesante. Molto sobria, l'allemande è una danza passeggiata, per coppie aperte. Di origine popolare e molto antica, simboleggia non solo la seduzione, ma anche il rapimento. E 'scomparsa nel XVII secolo e non lascia tracce se non nella sequenza strumentale.
http://youtu.be/2rXXHgCkcxg

Youtube



- Pag.40 François Campion (1680-1748) Preludio a 4 Temi
François Campion è il più grande chitarrista barocco francese dopo Robert de Visée. E 'stato maestro di chitarra e tiorba presso l'Accademia Reale di Musica di Parigi.

Youtube



- Pag. 56 Fernando Sor (1778-1839) Lezione XVIII Opus 60
Da studiare prima con gli accordi e poi con differenti formule di arpeggi. Per quanto riguarda la mano dx, l'anulare suona la prima corda, il medio la seconda, l'indice la terza, mentre il pollice suona le 3 corde dei bassi.

Youtube

Misure 24 e 25, il dito 3 funge da perno, lasciatelo sempre posato sulla terza corda.

Youtube


Youtube



- Pag.90 Francisco Tárrega (1852-1909) Estudio in forma di minuetto.
Di forma A B A, questo minuetto in La maggiore inizia con un membro di frase di tre misure che si conclude in modo aperto (domanda) sulla dominante Mi, seguita da una risposta di 3 misure che chiude la prima frase con una cadenza perfetta in La maggiore. La seconda parte (misure 11-18) è nella tonalità della dominante (MI). Infine, la terza parte riprende la prima parte con una piccola variazione alla battuta 25.
Nelle misure 3, 6, 10, 21, 24 e 28 fermate la risonanza del basso che precede.

Youtube




Vi chiedo in primo luogo di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e quindi di pubblicare sul forum le vostre registrazioni di:
- Pag. 6 Luys de Narvaez (ca. 1500-1555) Diferencias sobre guardame las Vacas
- Pag. 56 Fernando Sor (1778-1839) Leçon XVIII opus 60



Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Paola che ha offerto il suo aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)

Avatar utente
Salvatore Esposito Cavallaro
Moderator
Messaggi: 991
Iscritto il: mer 08 lug 2009, 20:34
Località: Afragola (NA)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Salvatore Esposito Cavallaro » mar 03 ott 2017, 13:43

Noi che amiamo la musica restiamo un po' bambini e speriamo nel futuro

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 794
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Previato » mer 04 ott 2017, 16:30

:cornet: Attenzione che tra i brani da postare c'è un cambiamento rispetto agli anni scorsi. È richiesto lo studio di Sor nr. 18 op.60 al posto del minuetto di Tarrega.
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1339
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Bernardino Sciarretta » mer 04 ott 2017, 16:50

...si e siamo tornati anche alla vecchia modalità con gli indici.. :D ...molto meglio

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » gio 05 ott 2017, 12:21

Per entrare nell'ambiente, Ecco il testo della canzone "Guárdame las vacas" (secolo XVI) e la sua traduzione:

Guárdame las vacas, carillejo,
y besarte he;
si no, bésame tú a mí,
que yo te las guardaré.
En el troque que te pido,
Gil, no recibes engaño;
no te muestres tan extraño
por ser de mí requerido.
Tan ventajoso partido
no sé yo quién te lo dé;
si no, bésame tú a mí,
que yo te las guardaré.


Guardami le mucche, carino,
e ti baciarò;
altrimenti, baciami tu
ed io ti le guarderò.
In questo baratto che ti chiedo,
Gil, non ha inganno.
Non ti sorprenda
questo che ti chiedo.
Altro così vantaggioso,
non so chi ti darà;
Altrimenti, baciami tu
Ed io ti le guarderò.

Note:
-Gil è un nome caratteristico pastorile o rustico nella poesia spagnola del Rinascimento.
-È caratteristico nella lirica tradizionale spagnola (dalle sue origini nel secolo XI) che il protagonista sia una donna, e non un uomo.
Allievo D05

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » dom 08 ott 2017, 11:27

Ci sono questioni interessanti nella intavolatura originale di Narváez.

http://www.bibliotecavirtualdeandalucia ... id=1001072

(Nota: Le Diferencias sobre guárdame las vacas sono nel sesto Libro, l'ultimo, folio LXXXII.)

Ci sono, prima, le quattro differenze e, poi, altre tre differenze "hechas por otra parte", che nel ripertorio Delcamp sono anche poi (per studiare in una altra Lezione del D05). Nella trascrizione di Delcamp, vediamo che le prime quattro hanno state trascritte in La minore (senza alterazione in chiave) e l'altre tre in Re minore (un bemolle in chiave). Questo sembra anomalo assai.

Segovia intercalava la prima delle tre differenze dopo la seconda e la terza delle quattro. Ma per farlo bisognava trasportare la prima differenza delle tre fino un La minore: Può vedersi qui:
https://www.youtube.com/watch?v=yrNX5ojzhvk

Ma c'è un'altra interpretazione possibile, se guardamo la intavolatura originale.

Come introduzione alle prime quattro differenze scrive Narváez: "Son del primer tono"; cioè, che sono in modo dorico, simile alla nostra scala minore, ma con il sesto grado un semitono più alto, cioè con Fa# nella scala salente se la nota di partenza è un La. Ma aggiunge Narváez: "En la quinta en el tercer traste es la clave de cesolfaút. En la tercera en primer traste está la clave de cesolfaút".

Cesolfaút è C o Do.

Se nel terzo tasto della quinta corda c'è un Do, la quinta al vuoto è un La. Ma, come può essere che la terza nel primo tasto sia anche un Do? La terza, dunque, sarebbe un Si al vuoto, cosa impossibile, nella accordatura della vihuela (e della chitarra) se la quinta al vuoto è un La.

Nella introduzione alle tre differenze fatte "por otra parte", scrive Narváez: "En la cuarta en el tercer traste está la clave de fefaút. En la segunda en primer traste está la clave de cesolfaút".

Fefaút è F o Fa naturale.

Quindi qui abbiamo la quarta corda con Re al vuoto e la seconda con Si al vuoto. Questa volta tutto è normale.

Se nelle indicazioni di accordatura delle prime quattro differenze c'è un errore di stampa, dov'è l'errore? Abbiamo tre possibilità:

1) Dove dice "la tercera en primer traste" dovrebbe dire "la segunda en primer traste". Cioè, accordare la quinta con La al vuoto e la seconda con Si al vuoto (naturalmente, la terza corda con Fa# al vuoto).

2) Dove dice "la quinta en el tercer traste" dovrebbe dire "la sexta en el tercer traste". Cioè, accordare la sesta con La al vuoto, la quinta con Re al vuoto e la terza con Si al vuoto. Questo si ottene mettendo un capotasto nel quinto tasto.

3) Dove dice "En la quinta en el tercer traste es la clave de cesolfaút", dovrebbe dire: "En la quinta en el tercer traste es la clave de fefaút", F o Fa naturale. Cioè, accordare come nella alternativa precedente, la sesta con La al vuoto, la quinta con Re al vuoto e la terza con Si al vuoto. Questo si ottene, come nella alternativa 2 mettendo un capotasto nel quinto tasto.

Se la mia ipotesi è corretta, ambidue gruppi di differenze non solo sono dello stesso "tono", ma anche con la stessa nota di partenza e chiusura: Re. E si possono suonare le sette differenze senza trasportare una quarta giù le differenze della seconda serie. Sarebbe sufficiente rimuovere il capotasto del quinto tasto per suonare la seconda serie subito dopo la prima serie. Cosí, l'accordo finale della prima serie di quattro differenze sarebbe lo stesso che l'accordo finale delle seconde tre differenze: Re-Re (La-La con capotasto nel V nella prima serie, Re-Re senza capotasto nella seconda serie).

:bye:
Ultima modifica di Jesús Morote il lun 09 ott 2017, 13:05, modificato 3 volte in totale.
Allievo D05

Avatar utente
Francesco Mazzola
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 137
Iscritto il: lun 25 apr 2016, 22:20
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Mazzola » lun 09 ott 2017, 10:50

Jesús Morote ha scritto:
dom 08 ott 2017, 11:27
Ci sono questioni interessanti nella intavolatura originale di Narváez.


:bye:

Che bella sorpresa hai tradotto "Guárdame las vacas" !!! :D

Ti ringrazio molto per il fatto che condividi le tue ricerche e approfondimenti, è un vero piacere leggere le tue Tesi.
Ci insegni che la chitarra non è semplicemente uno strumento che con la tecnica dobbiamo interpretare un buon Suono... ma deve essere supportato anche dal Sentimento e Cultura.
Non vedo l'ora di leggere altre tue Tesi... :bye:
:bravo:
Fra
Chitarra: Alhambra 2C
Corde: Augustine (Blue) e Savarez Aliance Corum 500AR
Registratore: Olympus LS-P2 (ver. giapponese)

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 749
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da StefanoMenichetti » lun 09 ott 2017, 12:59

Francesco Mazzola ha scritto:
lun 09 ott 2017, 10:50
Jesús Morote ha scritto:
dom 08 ott 2017, 11:27
Ci sono questioni interessanti nella intavolatura originale di Narváez.


:bye:

Che bella sorpresa hai tradotto "Guárdame las vacas" !!! :D

Ti ringrazio molto per il fatto che condividi le tue ricerche e approfondimenti, è un vero piacere leggere le tue Tesi.
Ci insegni che la chitarra non è semplicemente uno strumento che con la tecnica dobbiamo interpretare un buon Suono... ma deve essere supportato anche dal Sentimento e Cultura.
Non vedo l'ora di leggere altre tue Tesi... :bye:
:bravo:
Fra
Quoto e concordo in pieno con Francesco, grazie mille Jesus :D

Stefano

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » lun 09 ott 2017, 13:14

Francesco, Stefano, grazie a voi per leggere e commentare.

Tal volta penso che posso essere troppo noioso...

E scusati i miei errori parlando italiano. (Anche il correttore ortografico spagnolo mi fa qualche porcheria.)

:bye:
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » lun 09 ott 2017, 22:01

Dopo le dotte disquisizioni di Jesus, rompo il ghiaccio della lezione con il mio Narvaez, fatto senza troppi problemi esegetici e cercando di eseguire alla lettera quanto scrive Delcamp a pag. 6
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » lun 09 ott 2017, 22:13

Hai perduta la quarta mucca, Paolo! La ragazza non credo che ti baci: ti da quattro a guardare e li torni solo tre.
:lol:
Allievo D05

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 794
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Previato » lun 09 ott 2017, 22:18

Paolo Barbagli ha scritto:
lun 09 ott 2017, 22:01
Dopo le dotte disquisizioni di Jesus, rompo il ghiaccio della lezione con il mio Narvaez, fatto senza troppi problemi esegetici e cercando di eseguire alla lettera quanto scrive Delcamp a pag. 6
Paolo manca la quarta e il finale.
A parte questo tutto molto preciso ma un po' lento. Abbiamo ancora tre settimane in cui potresti provare a velocizzare l'esecuzione. Cerca di arrivare a 120 bpm.
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » lun 09 ott 2017, 22:41

Paolo e Jesus, avete ragione, mi sono perso la quarta diferencia. Cercherò di rimediare
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » lun 09 ott 2017, 23:43

Ho rimediato
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » lun 09 ott 2017, 23:50

Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”