D05 Lezione di chitarra classica 02

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 10 ott 2017, 09:47

Noto un bel po' di confusione nei video del Maestro. Si può fare qualcosa per mettere un po' di ordine ?
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » mar 10 ott 2017, 10:38

Paolo Barbagli ha scritto:
lun 09 ott 2017, 23:50
E questo Segovia ?

https://www.youtube.com/watch?v=yrNX5ojzhvk
Qui Segovia non era già nella sua migliore forma; era troppo vecchio: 86 anni. Le dita non li rispondevano bene.
La registrazione fu fatta nella Casa Bianca di Washington.

:bye:
Allievo D05

Avatar utente
Francesco Mazzola
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 137
Iscritto il: lun 25 apr 2016, 22:20
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Francesco Mazzola » mar 10 ott 2017, 12:58

Paolo Barbagli ha scritto:
lun 09 ott 2017, 23:43
Ho rimediato
Bravo
Cosa tocca fare per un Bacio!!!.. Vai sul Monte Baldo e cercala...lei ti sta già aspettando!!! :wink:
La tua esecuzione è dignitosa immagino che tra due settimane sarai un pò più veloce
Complimenti
:casque:
Fra
Chitarra: Alhambra 2C
Corde: Augustine (Blue) e Savarez Aliance Corum 500AR
Registratore: Olympus LS-P2 (ver. giapponese)

Avatar utente
Marco Leonardi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 15 ott 2016, 17:15
Località: Gorgonzola (MI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Marco Leonardi » mar 10 ott 2017, 16:45

Paolo Barbagli ha scritto:
lun 09 ott 2017, 23:43
Ho rimediato
Paolo,
bene, considerando anche l'accordatura della terza in Fa# le note c'erano tutte. Non sembra peró è un cambio importante. Ho apprezzato anche la dinamica che hai cambiato in particolare nella parte iniziale. Ora lavorerei sulla velocitá come giá ti è stato suggerito. Bello anche il suono.
Ciao
Marco
"Musica è un esercizio matematico della mente che conta senza sapere di contare" - Leibniz

Avatar utente
Marco Leonardi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 15 ott 2016, 17:15
Località: Gorgonzola (MI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Marco Leonardi » mar 10 ott 2017, 16:52

Jesús Morote ha scritto:
dom 08 ott 2017, 11:27
Ci sono questioni interessanti nella intavolatura originale di Narváez.

http://www.bibliotecavirtualdeandalucia ... id=1001072

(Nota: Le Diferencias sobre guárdame las vacas sono nel sesto Libro, l'ultimo, folio LXXXII.)

Ci sono, prima, le quattro differenze e, poi, altre tre differenze "hechas por otra parte", che nel ripertorio Delcamp sono anche poi (per studiare in una altra Lezione del D05). Nella trascrizione di Delcamp, vediamo che le prime quattro hanno state trascritte in La minore (senza alterazione in chiave) e l'altre tre in Re minore (un bemolle in chiave). Questo sembra anomalo assai.

Segovia intercalava la prima delle tre differenze dopo la seconda e la terza delle quattro. Ma per farlo bisognava trasportare la prima differenza delle tre fino un La minore: Può vedersi qui:
https://www.youtube.com/watch?v=yrNX5ojzhvk

Ma c'è un'altra interpretazione possibile, se guardamo la intavolatura originale.

Come introduzione alle prime quattro differenze scrive Narváez: "Son del primer tono"; cioè, che sono in modo dorico, simile alla nostra scala minore, ma con il sesto grado un semitono più alto, cioè con Fa# nella scala salente se la nota di partenza è un La. Ma aggiunge Narváez: "En la quinta en el tercer traste es la clave de cesolfaút. En la tercera en primer traste está la clave de cesolfaút".

Cesolfaút è C o Do.

Se nel terzo tasto della quinta corda c'è un Do, la quinta al vuoto è un La. Ma, come può essere che la terza nel primo tasto sia anche un Do? La terza, dunque, sarebbe un Si al vuoto, cosa impossibile, nella accordatura della vihuela (e della chitarra) se la quinta al vuoto è un La.

Nella introduzione alle tre differenze fatte "por otra parte", scrive Narváez: "En la cuarta en el tercer traste está la clave de fefaút. En la segunda en primer traste está la clave de cesolfaút".

Fefaút è F o Fa naturale.

Quindi qui abbiamo la quarta corda con Re al vuoto e la seconda con Si al vuoto. Questa volta tutto è normale.

Se nelle indicazioni di accordatura delle prime quattro differenze c'è un errore di stampa, dov'è l'errore? Abbiamo tre possibilità:

1) Dove dice "la tercera en primer traste" dovrebbe dire "la segunda en primer traste". Cioè, accordare la quinta con La al vuoto e la seconda con Si al vuoto (naturalmente, la terza corda con Fa# al vuoto).

2) Dove dice "la quinta en el tercer traste" dovrebbe dire "la sexta en el tercer traste". Cioè, accordare la sesta con La al vuoto, la quinta con Re al vuoto e la terza con Si al vuoto. Questo si ottene mettendo un capotasto nel quinto tasto.

3) Dove dice "En la quinta en el tercer traste es la clave de cesolfaút", dovrebbe dire: "En la quinta en el tercer traste es la clave de fefaút", F o Fa naturale. Cioè, accordare come nella alternativa precedente, la sesta con La al vuoto, la quinta con Re al vuoto e la terza con Si al vuoto. Questo si ottene, come nella alternativa 2 mettendo un capotasto nel quinto tasto.

Se la mia ipotesi è corretta, ambidue gruppi di differenze non solo sono dello stesso "tono", ma anche con la stessa nota di partenza e chiusura: Re. E si possono suonare le sette differenze senza trasportare una quarta giù le differenze della seconda serie. Sarebbe sufficiente rimuovere il capotasto del quinto tasto per suonare la seconda serie subito dopo la prima serie. Cosí, l'accordo finale della prima serie di quattro differenze sarebbe lo stesso che l'accordo finale delle seconde tre differenze: Re-Re (La-La con capotasto nel V nella prima serie, Re-Re senza capotasto nella seconda serie).

:bye:
Molte interessante Jesús. Ho scaricato i sei libri.
Ciao e Grazie
Marco
"Musica è un esercizio matematico della mente che conta senza sapere di contare" - Leibniz

Avatar utente
Marco Leonardi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 15 ott 2016, 17:15
Località: Gorgonzola (MI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Marco Leonardi » mar 10 ott 2017, 21:37

Ecco Luys de Narváez che noterete ho suonato in accordatura standard.
Come al solito qualche impiccio quì e là. Non è facile entrare nel momento storico, comunque la Tesi di Jesús sicuramente mi ha aiutato un pò.


Youtube


Ciao :bye:
Marco
"Musica è un esercizio matematico della mente che conta senza sapere di contare" - Leibniz

Avatar utente
Maurizio Cobianchi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 277
Iscritto il: gio 17 dic 2009, 00:21
Località: Occhiobello (RO)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Maurizio Cobianchi » mar 10 ott 2017, 22:34

Salve a tutti, mi inserisco solo per un breve saluto. Sono un allievo come voi che ha fatto i corsi fino al D04 ma che ha rinunciato al D05 perché non si sente ancora pronto. Vi sto seguendo con interesse e mi complimento con tutti voi. Buon proseguimento.
La musica è il miglior mezzo per sopportare il tempo (Auden)

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » mar 10 ott 2017, 23:03

Ciao, Marco.

:bravo: :bravo: Molto bene le tue Diferencias.

Io suono il brano con scordatura della terza (in Fa#); ho fatto anche alterazioni nella diteggiatura in un paio di passaggi. In questo brano non c'è un grande avvantaggio suonando con scordatura della terza (come nella Pavana I di Milán).

Ma hai fatto anche qualche legato nelle scale. C'è una diteggiatura molto usata per questo brano. Anche Segovia faceva legati.

Personalmente, la música rinascimentale mi piace più senza questi legati.

:bye:
Allievo D05

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 10 ott 2017, 23:20

Marco Leonardi ha scritto:
mar 10 ott 2017, 21:37
Ecco Luys de Narváez che noterete ho suonato in accordatura standard.
Come al solito qualche impiccio quì e là. Non è facile entrare nel momento storico, comunque la Tesi di Jesús sicuramente mi ha aiutato un pò.


Ciao :bye:
Marco
Ottimo Marco: suonato con il piglio giusto, deciso e preciso. Qualche piccola indecisione qua e là non fanno scendere il mio voto dal 9
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 552
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 10 ott 2017, 23:26

Ed ecco la mia seconda versione velocizzata di Narvaez, fatta come richiesto con la terza corda a Fa diesis
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 794
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Previato » mer 11 ott 2017, 06:12

Paolo Barbagli ha scritto:
mar 10 ott 2017, 23:26
Ed ecco la mia seconda versione velocizzata di Narvaez, fatta come richiesto con la terza corda a Fa diesis
Bravo Paolo
Ora è molto meglio, hai velocizzato un po' mantenendo un'ottima pulizia di esecuzione.
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 794
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Previato » mer 11 ott 2017, 06:19

Marco Leonardi ha scritto:
mar 10 ott 2017, 21:37
Ecco Luys de Narváez che noterete ho suonato in accordatura standard.
Marco direi molto bene, veloce al punto giusto e preciso. :bravo:
Solo due appunti legarti al mio gusto personale. Non farei i legati nella seconda differencia perché mi sembra che perdi un pochino di fluidità nella scala.
Il finale secondo me è troppo rallentato lo preferisco più movimentato.
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 794
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Paolo Previato » mer 11 ott 2017, 06:22

Maurizio Cobianchi ha scritto:
mar 10 ott 2017, 22:34
Salve a tutti, mi inserisco solo per un breve saluto. Sono un allievo come voi che ha fatto i corsi fino al D04 ma che ha rinunciato al D05 perché non si sente ancora pronto. Vi sto seguendo con interesse e mi complimento con tutti voi. Buon proseguimento.
Ciao Maurizio
Anche io mi sono preso un anno di pausa prima del D05. Ripassati i brani per te più belli dei primi 4 corsi e vedrai che a settembre sarai pronto.
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 293
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Jesús Morote » mer 11 ott 2017, 11:18

Marco Leonardi ha scritto:
mar 10 ott 2017, 16:52
Molte interessante Jesús. Ho scaricato i sei libri.
Ciao e Grazie
Marco
Se hai scaricato il Libro e contrastata la intavolatura con lo spartito del D05, poui vedere che ci sono due cose a notare sulla diteggiatura.

Nella battuta 15, le due ultime note semiminime (Sol# e Mi) sono indicate nella intavolatura come 4 nella prima e 5 nella seconda. Per chè Narváez scrive il Mi nella seconda corda e non al vuoto nella prima? Credo che Narváez vuole che il Sol# sia tenuto fino alla conclusione nel La finale di questa Diferencia, per fare notare la cadenza sensibile-tonica. Credo, dunque, che il Sol# deve essere trascrito alla notazione convencionale come una minima, e non una semiminima.

Nella battuta 30, nello spartito del D05 c'è un Sol naturale (con becuadro). Nella intavolatura Narváez scrive un 5 nella quarta corda (e non un 1 nella 3ª). Delcamp non indica la corda dove suonare questo Sol; solo marca un 1 nella sua diteggiatura. Ma, se si suona nella 4ª corda, V tasto, non bisogna fare il portamento del dito 4 nella prima. Se il Si si suona con il dito 3, può essere più commodo suonare il Sol naturale nella 4ª con il dito 1 che se il Si si ha suonato con el dito 4.

:discussion:
Allievo D05

Avatar utente
Marco Leonardi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 135
Iscritto il: sab 15 ott 2016, 17:15
Località: Gorgonzola (MI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 02

Messaggio da Marco Leonardi » mer 11 ott 2017, 18:08

Maurizio Cobianchi ha scritto:
mar 10 ott 2017, 22:34
Salve a tutti, mi inserisco solo per un breve saluto. Sono un allievo come voi che ha fatto i corsi fino al D04 ma che ha rinunciato al D05 perché non si sente ancora pronto. Vi sto seguendo con interesse e mi complimento con tutti voi. Buon proseguimento.
Maurizio, magari studia e pubblica qui qualche pezzo ognitanto del D5 vedrai che avrai soddisfazione.
In fondo questi corsi dei vari D sono soprattutto un luogo di condivisione di passione e di aggregazione attorno alle sei corde.
Grazie e te per ascoltarci.
Ciao
Marco
"Musica è un esercizio matematico della mente che conta senza sapere di contare" - Leibniz

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”