Cosa stiamo leggendo?

Il luogo ideale per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non necessariamente legate alla chitarra.
Regole del forum
II Regole di comportamento
Avatar utente
Paolo Romanello
Messaggi: 941
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Paolo Romanello » ven 18 dic 2015, 11:30

Il mio ritmo di lettura è di circa un libro ogni 7-10 giorni. Questa settimana sono su "Costantinopoli" di Edmondo De Amicis, ma non inorridite al nome dell'autore, si tratta di un gustosissimo resoconto di viaggio (quasi cinematografico come ha scritto Eco) del ventottenne inviato nel 1877 nella città turca, ispirato all'omonimo capolavoro di Theofile Gautier. Il grande Orhan Pamuk lo considera il miglior libro scritto su Istanbul nel diciannovesimo secolo.
Voglio anche consigliarvi avendolo appena terminato, se riuscite a reperirlo, "Leggende praghesi" (1956) di Frantisek Langer, opera matura di un autore ceco che ha vissuto attivamente due guerre mondiali: al giorno d'oggi trovo molto emozionante leggere un testo imbevuto di un amore sincero per le proprie radici culturali e del fascino dell'innocenza popolare che si esprime nei misteriosi fantasmi che si affollano tra i muri storici di un' antica città.
:bye:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3929
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Alma Steiner » sab 19 dic 2015, 17:37

Altre letture: Fleur Jaeggy, Sono il fratello di XX* e Vite immaginarie di Marcel Schwob, una raccolta di biografie (celebri e meno celebri: Lucrezio, Settimia incantatrice, Petronio, Clodia, Frate Dolcino, Paolo Uccello, Caterina , Alain Le Gentil, Pocahontas, Capitano Kid, etc.)) letteralmente sui generis.

* http://www.paperstreet.it/cs/leggi/sono ... aeggy.html
Fleur Jaeggy sistema passioni e vulcaniche implosioni dentro una meticolosa, sensibile freddezza, un ossimoro da elogio, questo, che ricorda certe pagine di Natalia Ginzburg, Agota Kristof, Ivy Compton-Burnett, o la crudeltà chirurgica delle pellicole di Haneke e del volto più impassibile di un’attrice come Isabelle Huppert. Si tratta di uno scrivere che spesso equivale a elaborato, labirintico distacco, ma che riesce a veicolare agilmente le smanie del sentire, le scintille estreme dell’essere e di essere.
È una freddezza dai meccanismi ben oliati, che non perde mai d’occhio i personaggi, i quali propongono in maniera energica ma intimista il loro bagaglio interiore, dotati di passioni che la penna dell’artista trasforma in paesaggi lontani, intoccabili ma netti ed esposti.
:::===(o| )

luigib952
Messaggi: 963
Iscritto il: dom 17 mag 2009, 15:34
Località: Tenerife (Spagna)

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da luigib952 » sab 19 dic 2015, 18:41

Il mio aggiornamento. Nel frattempo ho letto:
"Il Vecchio Che Leggeva Romanzi D'Amore di Luis Sepúlveda", che ho trovato bellissimo. Non mi ero ancora avvicinato a questo autore, e devo dire che amo sempre più gli scrittori sudamericani.
"Canale Mussolini" di Antonio Pennacchi, la colonizzazione dell'agro pontino ed un pezzo di storia italiana raccontato con linguaggio leggero e pieno d'ironia. Lettura piacevole, presto mi dedicherò alla seconda parte.
Sto terminando "Il sorpasso" di Miriam Mafai, gli anni del cosiddetto boom economico raccontati da una cronista.
Il prossimo sarà "Vite immaginarie". Lo avevo in lista d'attesa, ma dopo la segnalazione di Alma è passato in pole position.
Una domanda: Chi si è convertito al formato elettronico? Io ho un ebook reader da poco più di un anno e ne sono entusiasta. Non lo avrei mai detto.
Ultima modifica di luigib952 il sab 19 dic 2015, 20:17, modificato 1 volta in totale.
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
(Antonio Machado)

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3929
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Alma Steiner » sab 19 dic 2015, 19:02

Io non ho ancora un ebook reader, ma molti libri li leggo sullo smartphone (che ha uno schermo ampio) e l'iPad; una modalità di lettura pratica comoda e spesso più economica (specie per libri, saggi, articoli); per i libri d'arte o pubblicazioni particolari (ad esempio La storia del mondo in 100 oggetti di Neil MacGregor o volumi di rilievo dal punto di vista tipografico, ad esempio: Atlante delle isole remote di J. Schalansky - la stessa delle Meduse), preferisco il libro stampato.
:::===(o| )

luigib952
Messaggi: 963
Iscritto il: dom 17 mag 2009, 15:34
Località: Tenerife (Spagna)

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da luigib952 » sab 19 dic 2015, 19:11

Non c'è paragone fra la lettura su smartphone o tablet ed un ebook reader con un video ad inchiostro elettronico (e-ink). E' una senzazione molto simile alla lettura su carta e si legge benissimo anche all'aperto in piena luce, cosa impossibile con altri dispositivi elettronici. Parliamo però di solo testo. Le immagini al momento sono penose. Certo, per i casi citati da Alma la carta è insostituibile.
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
(Antonio Machado)

Avatar utente
Gianluca Trotta
Moderator
Messaggi: 1413
Iscritto il: gio 18 giu 2009, 11:53
Località: Trento

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Gianluca Trotta » sab 19 dic 2015, 20:03

Io leggo sull'e-reader i libri che prendo in prestito online dalla biblioteca comunale. È molto comodo, ma ho l'impressione, quando leggo lì, di essere meno attento nella lettura.
Oh Lord, please don't let me be misunderstood!

Lucio M.
Messaggi: 83
Iscritto il: lun 17 nov 2014, 16:48
Località: Sarrabus

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Lucio M. » dom 20 dic 2015, 18:43

Gianluca Trotta ha scritto:Lucio, secondo me, usando le tue parole, "l'autore non può saperlo". Come potrebbe un autore essere a conoscenza di qualsiasi contenuto venga pubblicato online in violazione al diritto d'autore? La Rete è enorme, così come le violazioni al diritto d'autore in essa contenute. È un fenomeno letteralmente incontrollabile. Poi si può legittimamente essere anche contro il principio del diritto d'autore: ma questo è un discorso diverso. Questo forum si è dato, come linea di condotta, il rispetto del diritto d'autore, tutto qui.
Per farmi in parte perdonare questo ulteriore "pistolotto", ti segnalo un link interessante dedicato alla Comedìa di Dante: https://dante.dartmouth.edu/ Trovi, oltre al testo, moltissimi commenti antichi e moderni al poema, a partire dai più antichi (a partire da quello di Jacopo Alighieri del 1322) fino ai più recenti (Anna Maria Chiavacci Leonardi, Robert Hollander, Nicola Fosca). Un bel viaggio.
Gianluca, non sono contro il diritto d’autore; ma continuo a sospettare che quel collegamento, vista la facilità di trovarlo, potrebbe essere stato lasciato per un accordo dell’autore con la casa editrice. Ma non pensavo a questo come a una scusa; l’ho messo davvero senza malizia.
Grazie per il collegamento su Dante.

Avatar utente
Paolo Romanello
Messaggi: 941
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Paolo Romanello » lun 21 dic 2015, 11:53

Utilizzo l'e-book da un anno e mezzo e da allora non ho più aperto un libro cartaceo.
I vantaggi dell'inchiostro elettronico, della sua economicità e portabilità sono tali che è veramente incredibile come ancora questo strumento stenti ad affermarsi.
I prezzi degli e-book reader sono comunque sproporzionati all'oggetto in se, infatti si tratta di tecnologia molto datata che richiede risorse hardware minime, solo l'e-ink si può considerare una acquisizione tecnologica recente.
Poi se siete interessati ad opere contenenti immagini è ovvio che l'unica alternativa digitale è il pdf; io uso per questo un tablet cinese ultraeconomico di prestazioni infime, ma che funziona benissimo come lettore di files pdf.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

luigib952
Messaggi: 963
Iscritto il: dom 17 mag 2009, 15:34
Località: Tenerife (Spagna)

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da luigib952 » gio 21 gen 2016, 13:18

Ho appena finito "Il monello, il guru, l'alchimista e altre storie di musicisti" di Stefano Bollani. Un libriccino molto gradevole, scritto con la consueta piacevole ironia, che si legge in poche ore. Mette voglia di approfondire.
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
(Antonio Machado)

Milonga del Ángel
Messaggi: 648
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Milonga del Ángel » ven 12 feb 2016, 10:11

Ode alla vita di Pablo Neruda e
Armonia di Andrea Avena.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Paolo Romanello
Messaggi: 941
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Paolo Romanello » gio 18 feb 2016, 14:38

Corrado Augias: I segreti di Roma.
Un mosaico di aspetti noti e meno noti della storia millenaria di questa città.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

cecco
Messaggi: 529
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da cecco » gio 18 feb 2016, 14:47

Il giovane Holden, di J.D.Salinger. Lo leggo in formato cartaceo. Mi piace annusare la colla della rilegatura e sentire il fruscio dei fogli. I libri tradizionali fanno arredo nel salotto, anche un carciofo come me si può dare un atteggiamento da intellettuale. Di solito non vado oltre la prima pagina, ma a tutti dico che li leggo interamente, e sono tanti che dormono nel cimitero-biblioteca. Per la cultura in internet mi basta Wikipedia. Questo libro mi piace e, forse, lo leggerò quasi tutto.

awana
Messaggi: 672
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da awana » gio 18 feb 2016, 15:25

cecco ha scritto: Di solito non vado oltre la prima pagina, ma a tutti dico che li leggo interamente, e sono tanti che dormono nel cimitero-biblioteca.
Vi sono libri splendidi per addormentarsi. Metterei i romanzi e la letteratura saggistica su due piani diversi. Di un saggio puoi leggerne solo alcuni capitoli e se apprezzati bastano questi a giustificarne l'acquisto. Puoi anche riprenderne la lettura dopo mesi, anni. Wikipedia e' utile, anzi oramai indispensabile . Ma la tua biblioteca personale e' un'altra cosa. Ti accompagna e cresce nel corso degli anni, riflette la tua personalita', e' un abito mentale confezionato su misura. E' il tuo rifugio quando sei in conflitto col mondo, quando vuoi prendere fiato. Poi vi sono libri che confortano, veri amici, parole preziose da leggere e rileggere. :reflechir:

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3929
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Alma Steiner » dom 21 feb 2016, 23:22

In questi giorni leggo «La schiuma dei giorni» di Boris Vian e, in omaggio a Umberto Eco, compulso Il Diario minimo e il Secondo diario minimo.

P.s.: le edizioni sono cartacee, il libro di Vian è una vecchia edizione del 1992.
:::===(o| )

Avatar utente
Gianluca Trotta
Moderator
Messaggi: 1413
Iscritto il: gio 18 giu 2009, 11:53
Località: Trento

Re: Cosa stiamo leggendo?

Messaggio da Gianluca Trotta » lun 22 feb 2016, 00:19

La schiuma dei giorni l'ho letto un paio di anni fa, mi è sembrato un libro stranissimo, devo confessare che sono arrivato solo fino a metà e ho lasciato (forse era il momento sbagliato per leggerlo). Magari, grazie alla tua segnalazione, lo riprendo.
I diari minimi di Eco sono intelligentissimi e divertentissimi allo stesso tempo.
Io, in questi giorni, leggo il Candido di Voltaire, Un amore di Buzzati e qualche trattato sull'argomentazione (quello che più mi sento di consigliare ai compagni del forum è "La verità avvelenata" di Franca D'Agostini, molto utile per capire i difetti del cosiddetto "discorso pubblico" nel nostro Paese).
Oh Lord, please don't let me be misunderstood!

Torna a “Art Cafè”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti