Come vivere la modernità

Il luogo ideale per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non necessariamente legate alla chitarra.
Regole del forum
II Regole di comportamento
alessandro lienzo
Messaggi: 1163
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Come vivere la modernità

Messaggio da alessandro lienzo » dom 26 feb 2017, 23:13

Buonasera a tutti,
Questa sera ero in vena di speculazioni ed ho pensato al rapporto tra modernità e tradizione.
Su rai 3 trasmettevano un John cage anni '40 con il pianoforte preparato. L' ascolto mi é sembrato piacevole ma subito ho pensato che il John cage degli anni successivi non é sempre convincente, forse il messaggio personale si era ( per come dire) esaurito. Spero comunque di essere smentito da chi ne capisce di più.
Ho così pesato ad altri grandi artisti ed il loro rapporto con la modernità e la tradizione.
Marinetti ha saputo cogliere cosa c'era nell'aria ed ha liberato la poesia dalle forme classiche portando all'esaltazione il suo nuovo modello. Cosa é rimasto però del suo messaggio?
Quanto Pascoli o Leopardi o Montale sono stati innovatori all'interno di un linguaggio tradizionale e tutt'ora vivi ed attuali?
Forse l'artista é colui che si rifà alla tradizione o chi prevede i nuovi spunti che nasceranno; diverso da chi cavalca l'onda della contemporaneità.
Quanto é importante il messaggio e la forma? Come si fa a portare avanti un messaggio se la musica a differenza della poesia é muta?
alessandro C.

Torna a “Art Cafè”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti