Postura inconsueta

Ahi! Ahi! Posture ed ergonomia del Chitarrista.
Questa sezione è dedicata alla discussione relativa ai dolori alle braccia, alle mani alla schiena che spesso affliggoni i chitarristi.
Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3562
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Postura inconsueta

Messaggio da Gabriele Gobbo » dom 12 nov 2017, 10:47

Mi sono imbattuto in questo filmato della brava Marisa Gómez.
Trovo l'interpretazione di altissimo livello, ed anche il suono, non ostante provenga da una "noiosa" Smallman, mi sembra di grande bellezza. averne di chitarre noiose come questa!
Certo la postura desta qualche curiosità, visto che di perplessità è difficile parlare dato il risultato complessivo. Cosa ne pensate?

https://www.youtube.com/watch?v=aH5GZjq0HOw
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6935
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Giorgio Signorile » dom 12 nov 2017, 11:34

Non so, la trovo parecchio noiosa, non un piano un forte, un crescendo un diminuendo, un rallentando..deve avere un bel sistema circolatorio perchè con quella mano sinistra appesa lassù i crampi sono in agguato...forse è per quello che suona così...

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3562
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Gabriele Gobbo » dom 12 nov 2017, 11:58

Giorgio Signorile ha scritto:
dom 12 nov 2017, 11:34
Non so, la trovo parecchio noiosa, non un piano un forte, un crescendo un diminuendo, un rallentando..deve avere un bel sistema circolatorio perchè con quella mano sinistra appesa lassù i crampi sono in agguato...forse è per quello che suona così...
Sulla postura concordo, anche a me sembra strana l'iclinazione della chitarra. Sull'interpretazione mi sembra un giudizio eccessivamente severo. Trovo al contrario molto azzeccate le scelte dinamiche ed agogiche di questa interprete, contestualmente al brano che ha proposto. A me piace molto. Poi per carità, sui gusti c'è poco di cui discutere.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6935
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Giorgio Signorile » dom 12 nov 2017, 12:21

E' il bello della musica questo, e dell'arte in genere.

ninoram
Messaggi: 817
Iscritto il: ven 11 ago 2006, 14:17
Località: Bolzano

Re: Postura inconsueta

Messaggio da ninoram » gio 23 nov 2017, 08:19

trovo giuste le osservazioni di Giorgio Signorile. Consiglio di confrontare lo stesso brano suonato da George Sakellariou (chitarra Fleta). Lì la musica bella (di Marisa Gomez) diventa una musica che tocca il cuore... (almeno il mio!)

Saluti!!

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 330
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Claudio Bravini » gio 23 nov 2017, 10:52

Giorgio Signorile ha scritto:
dom 12 nov 2017, 11:34
Non so, la trovo parecchio noiosa, non un piano un forte, un crescendo un diminuendo, un rallentando..deve avere un bel sistema circolatorio perchè con quella mano sinistra appesa lassù i crampi sono in agguato...forse è per quello che suona così...
Pur riconoscendo che ognuno sente l'arte (e la musica) a suo modo, sono d'accordissimo col maestro Signorile. E' una esecuzione sicuramente impeccabile ma fredda, piatta al limite del noioso e poi la postura, a parte il braccio così in alto, ok dare una sbirciata allo spartito ma tenere gli occhi sempre incollati alla carta con lo sguardo così in basso e il viso che non cambia praticamente mai espressione...
Sarà che è un brano che ho sempre amato e che sento particolarmente intenso.
Vincendo il pudore di dilettante che sta frequentando i corsi on line vi propongo l'ascolto della mia versione, volutamente più rilassata nella postura, sul divano con la chitarra sulla gamba "sbagliata". :D
https://www.youtube.com/watch?v=wFwcZU5JsxU
E' sicuramente piena di imperfezioni ma spero comunque di essere riuscito a comunicare quell'intensità di cui parlavo. :bye:

Fran Cesco
Messaggi: 22
Iscritto il: dom 10 dic 2017, 23:01

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Fran Cesco » lun 11 dic 2017, 17:57

Gabriele Gobbo ha scritto:
dom 12 nov 2017, 10:47
Cut
Certo la postura desta qualche curiosità, visto che di perplessità è difficile parlare dato il risultato complessivo. Cosa ne pensate?

https://www.youtube.com/watch?v=aH5GZjq0HOw
Ciao, conoscerete già Paul Galbraith, anche lui ha questa postura da 'violoncello' ed usa persino un supporto a terra. Alla fine quel che conta è la musica, immagino. A me non viene tanta curiosità di imitare queste posture 'strane' , per adesso sono limitato da altre cose....

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3562
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 11 dic 2017, 21:47

Fran Cesco ha scritto:
lun 11 dic 2017, 17:57

Ciao, conoscerete già Paul Galbraith, anche lui ha questa postura da 'violoncello' ed usa persino un supporto a terra. Alla fine quel che conta è la musica, immagino. A me non viene tanta curiosità di imitare queste posture 'strane' , per adesso sono limitato da altre cose....
Certamente. Anzi ho avuto di recente la fortuna di ascoltarlo dal vivo a Vigliano Biellese, stando in prima fila a pochi metri da lui. Si tratta di una cosa diversa, tuttavia. Diverso lo strumento, la musica e l'intento. Galbraith ha cercato di risolvere problemi di diteggiatura "ostica" aggiungendo da una parte un cantino (la) e dall'altra un basso (si), creando uno strumento dall'estensione allargata, che ha poco a che fare con le consutete sette, otto o dieci corde la cui estensione è tipicamente solo verso il registro basso. Usa uno strumento molto particolare, nato da una sua collaborazione con David Rubio, purtroppo scomparso. Quella di Galbraith, a mio modo di vedere, è ancora una chitarra solo in apparenza. In realtà è uno strumento molto diverso, sia per caratteristiche costruttive che sonore, e ancora per la tecnica esecutiva. Assolutamente affascinante, devo dire, e però altro da una normale chitarra. Lui semplicemente straordinario, nella capacità interpretativa, segnatamente delle pagine bachiane, fa pensare a Guld, seppure con tutte le debite differenze, ma la profondità è quella, a mio modo di vedere.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Fran Cesco
Messaggi: 22
Iscritto il: dom 10 dic 2017, 23:01

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Fran Cesco » mer 13 dic 2017, 09:34

Io galbraith l'ho sentito solo su youtube, fra l'altro usa anche una specie di cassa di risonanza (?) a terra con buche ad f del quale però non si riesce ad apprezzare nulla con l'audio digitale, dal vivo immagino ci si faccia una idea piu precisa.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3562
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Postura inconsueta

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 13 dic 2017, 16:00

Il supporto a terra è apparentemente solidale con una sorta di cordiera cui sono ancorate le corde, prima di passare attraverso la torretta del ponticello.
Anche dal vivo è difficile discernere se e quale componente del suono che si ascolta sia imputabile a quella specie di cassetta posta al suolo. Io almeno non ne sono stato in grado.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Torna a “Posture ed ergonomia del Chitarrista”