amplificazione chitarra classica

Registrare in casa propria. Le tecniche, i software; i consigli e i suggerimenti per registrare un mp3 e/o un video.

amplificazione chitarra classica

Messaggioda Ruggiero Tatò » mer 26 giu 2013, 15:12

Salve chitarristi! Spero possiate darmi dei buoni consigli. Per dei concerti acustici quale è la soluzione di amplificazione migliore per la chitarra classica ? Un condensatore più mixer passivo e casse(o cassa ) attive o un buon microfono collegato ad un amplificatore acustico?? Saluti!!
Avatar utente
Ruggiero Tatò
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab 28 apr 2012, 11:50
Località: Puglia, Italy

Re: amplificazione chitarra classica

Messaggioda Massimiliano Bondanini » mar 09 lug 2013, 10:48

Ciao, dipende molto dal contesto sonoro che ti circonda(rà):

il microfono a condensatore, via mixer ad un impianto amplificato, è una delle soluzioni sonore più pulite (dopo il suono acustico senza amplificazione...). è anche una configurazione discretamente delicata se non suoni solo, perché si rischia di captare altri suoni. che poi il mixer sia passivo e le casse attive, o il contrario, fa molta poca differenza.

se sei in scena con altri strumentisti "chiassosi" forse è meglio optare per un buon microfono dinamico, meno sensibile, e quindi meno problematico

la tua seconda alternativa, in realtà, è il caso generale , mentre nella prima esprimi un caso specifico. in genere, e sottolineo in genere, un impianto PA ha una fedeltà maggiore di amplificatori per strumenti, ma non sempre è vero.

Poi, suonare la chitarra classica, può significare: brani classici da solo, il concerto di naranjuez con orchestra, brani di samba con percussioni, sono tutte situazioni differenti, per le quali però ci sono soluzioni.

Ciao
Massimiliano Bondanini
 

Re: amplificazione chitarra classica

Messaggioda pippowitz » ven 12 lug 2013, 09:01

MaxBonda ha scritto:Ciao, dipende molto dal contesto sonoro che ti circonda(rà):

il microfono a condensatore, via mixer ad un impianto amplificato, è una delle soluzioni sonore più pulite (dopo il suono acustico senza amplificazione...). è anche una configurazione discretamente delicata se non suoni solo, perché si rischia di captare altri suoni. che poi il mixer sia passivo e le casse attive, o il contrario, fa molta poca differenza.

se sei in scena con altri strumentisti "chiassosi" forse è meglio optare per un buon microfono dinamico, meno sensibile, e quindi meno problematico

la tua seconda alternativa, in realtà, è il caso generale , mentre nella prima esprimi un caso specifico. in genere, e sottolineo in genere, un impianto PA ha una fedeltà maggiore di amplificatori per strumenti, ma non sempre è vero.

Poi, suonare la chitarra classica, può significare: brani classici da solo, il concerto di arranjuez con orchestra, brani di samba con percussioni, sono tutte situazioni differenti, per le quali però ci sono soluzioni.

Ciao


Sono abbastanza d'accordo e vorrei aggiungere che punti critici della catena di amplificazione sono microfono e casse, che debbono essere entrambi di ottima qualità. Gli ampli per chitarra elettrica in genere non vanno bene perchè studiati, appunto, per quello strumento. Il microfono dinamico lo eviterei, saresti costretto a metterlo troppo vicino alla chitarra con risultati non molto buoni. Piuttosto, quando c'è il rischio di catturare suoni dell'ambiente o di altri strumenti un microfono sempre a condensatore ma più direzionale, con un angolo di ripresa stretto. Occorre fare molta attenzione al posizionamento del microfono: se si trova la posizione giusta non sarà necessario lavorare molto sull'equalizzazione, se invece è piazzato male si rischia di impazzire cercando inutilmente la giusta equalizzazione.
Resta inteso che comunque la soluzione migliore è sempre non amplificare...
pippowitz
 
Messaggi: 2141
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: amplificazione chitarra classica

Messaggioda Ruggiero Tatò » sab 20 lug 2013, 12:42

Grazie ragazzi! Si ovviamente il tutto deve essere di qualità. Ottimo a mio parere potrebbe anche essere uno stage monitor da palco. Per quanto riguarda il microfono a condensatore invece, come bisogna collegarlo? Mi spiego: ho provato a collegarlo ad un mixer e a due monitor, ma non funzionava e non si sentiva nulla , mentre poi ho provato a collegare un dinamico per i cantanti , (il famosissimo Shure) e tutto funzionava. Come posso risolvere il problema? (Il microfono a condensatore funziona perchè l ' ho provato e riprovato il giorno precedente in negozio). Molti mi hanno detto che può dipendere dalla phantom power. Ma cosa significa? Devo collegarlo ad un mixer che possiede questo tipo di alimentazione e quindi quel mixer non và bene???
Avatar utente
Ruggiero Tatò
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab 28 apr 2012, 11:50
Località: Puglia, Italy

Re: amplificazione chitarra classica

Messaggioda pippowitz » lun 22 lug 2013, 16:38

Ruggiero Tatò ha scritto: Molti mi hanno detto che può dipendere dalla phantom power. Ma cosa significa? Devo collegarlo ad un mixer che possiede questo tipo di alimentazione e quindi quel mixer non và bene???


I microfoni a condensatore necessitano di essere messi sotto tensione (a 48V, se non ricordo male) per poter funzionare. Se si collegano questi microfoni a un mixer provviso di Phantom Power (controllando ovviamente che l'interruttore della medesima, se esiste, sia ON) tutto dovrebbe funzionare senza bisogno di fare niente. Se il mixer non ha la Phantom il microfono non funziona. E' comunque possibile far funzionare i microfoni a condensatore anche in questo caso interponendo tra il microfono e il mixer un piccolo alimentatore che costa, credo, qualche decina di euro.

Per chiarimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Alimentazione_phantom
pippowitz
 
Messaggi: 2141
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06


Torna a Registrare una chitarra classica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Filippo Cerulo e 0 ospiti