Verniciatura opaca a gommalacca

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Albe76
Messaggi: 248
Iscritto il: mar 07 dic 2010, 19:07
Località: Pistoia

Verniciatura opaca a gommalacca

Messaggio da Albe76 » sab 17 giu 2017, 14:46

Salve!
Vorrei sapere secondo voi qual è il miglior modo per ottenere una finitura opaca a gommalacca.
Ovviamente non si procederà alla lucidatura!
Ma non lucidando, dareste delle mani a pennello? Quante? Con che diluizione?
Di solito si parla delle mani a pennello come possibile "fondo" su cui poi applicare la lucidatura a tampone, ma se si dovesse ottenere una finitura "definitiva" forse si dovrebbe raggiungere uno spessore maggiore.

Oppure pensate che per una finitura opaca la gommalacca non sia la soluzione migliore?

Lo chiedo perché all'unica chitarra che ho realizzato ho applicato solo 4/5 mani a pennello, poi mi sono messo a suonarla e la verniciatura è rimasta così, provvisoria. Dopo qualche mese presenta qualche alone e scoloritura, quindi volevo fare un ritocco più definitivo, anche correggendo qualche sbavatura dovuta all'inesperienza. La finitura opaca mi piace e non voglio lucidarla. Evitare la lucidatura penso consenta anche di verniciare più rapidamente ed in modo più facile, anche se la sbavatura è sempre in agguato!

alexios
Messaggi: 1105
Iscritto il: gio 31 gen 2008, 20:02

Re: Verniciatura opaca a gommalacca

Messaggio da alexios » lun 19 giu 2017, 19:05

Albe76 ha scritto:
sab 17 giu 2017, 14:46
Salve!
Vorrei sapere secondo voi qual è il miglior modo per ottenere una finitura opaca a gommalacca.
Ovviamente non si procederà alla lucidatura!
Ma non lucidando, dareste delle mani a pennello? Quante? Con che diluizione?
Di solito si parla delle mani a pennello come possibile "fondo" su cui poi applicare la lucidatura a tampone, ma se si dovesse ottenere una finitura "definitiva" forse si dovrebbe raggiungere uno spessore maggiore.

Oppure pensate che per una finitura opaca la gommalacca non sia la soluzione migliore?

Lo chiedo perché all'unica chitarra che ho realizzato ho applicato solo 4/5 mani a pennello, poi mi sono messo a suonarla e la verniciatura è rimasta così, provvisoria. Dopo qualche mese presenta qualche alone e scoloritura, quindi volevo fare un ritocco più definitivo, anche correggendo qualche sbavatura dovuta all'inesperienza. La finitura opaca mi piace e non voglio lucidarla. Evitare la lucidatura penso consenta anche di verniciare più rapidamente ed in modo più facile, anche se la sbavatura è sempre in agguato!
Ciao Albe
la sbavatura e' in agguato se usi il pennello...se usi solo il tampone, difficile che tu abbia di questi problemi
:bye:
La qualita' non ha fretta...

LUCA.P
Messaggi: 169
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Verniciatura opaca a gommalacca

Messaggio da LUCA.P » dom 16 lug 2017, 10:54

Provo a rispondere io dato che anni fa un poco ho verniciato, se poi dirò cose inesatte spero interverranno i veri esperti in verniciatura.

La cosa più logica ovviamente è quella di fare una prova senza fretta su un qualsiasi pezzo di legno a parte, e se funziona rifarla poi sullo strumento.
Comunque sia io eviterei l'utilizzo del pennello , perché non porta controllo creando taccone e guai.
Facendo ricerca si troverà sicuramente qualcosa su come procedere nella verniciatura a gommalacca, ciononostante volendolo spiegare preferisco scrivere tutte le fasi.
Dovendo procedere sullo strumento il miglior consiglio è quello di procurarsi quella decerata, cioè un tipo di gommalacca trasparente non tendente all'arancio e rosso.. a meno che non si desideri quella tonalità .

In base alla mia esperienza :
occorre procurarsi vari batuffoli di bambagio che andranno imbevuti ( poco o molto a seconda di quanto si è avanti nel verniciare)nella gommalacca (disciolta in alcool puro come da prassi), e subito dopo ( prima dell'applicazione) avvolgerli bene in pezzi di cotone purissimo non sfilacciati, io usavo delle magliette vecchie che ritagliavo ... questi sarebbero i tamponi per verniciare, essi permettono molto controllo ,ma richiedono comunque sempre tanta attenzione nelle passate.

Le prime passate saranno assorbite subito dal legno grezzo, tanto che in un giorno è possibile arrivare a tre verniciate, col passare dei giorni, l'ideale in teoria sarebbe quello di dare una passata una volta al giorno e non di più, per consentire la giusta evaporazione dell'alcool. Poi a seconda del livello di spessore ottenuto durante queste fasi , sarebbe meglio prima di continuare a stendere con tampone , fermare e carteggiare dolcemente con carta finissima ( la stesura dovrà esser però secca bene) .Successivamente dopo aver bene spolverato si proseguirà ad applicare la gommalacca a tampone, per tante mani quanto lo si riterrà opportuno ( potrebbero occorrere anche 15- 20 mani se non di più per un lavoro ben fatto) .

A questo punto , ecco arrivati a questo stato ottimale di spessore , se proprio si volesse provare a ottenere un effetto non brillante ,dalle mie prove
bisognerebbe ripassare la verniciatura ben secca ( da molti giorni) con carte finissima, per poi spolverare e ripassare leggerissimo con paglietta metallica finissima, la più fine che si trova, a questo punto si è tolta la brillantezza della gommalacca, allora dopo aver di nuovo spolverato,( che io sappia esiste solo un modo per ottenere un effetto meno lucido, parlo di effetto meno lucido perché opaco secondo me non è possibile con i mezzi naturali) si tratterebbe di ripassare la superfice con cera, che dopo poco andrà ripassata con un panno morbido e si otterrà un effetto finale satinato.
La cera però comporta un compromesso, che una volta applicata essa sarà l'unica sostanza che permetterà ripassate in futuro, perché non ci si potrà più verniciarci sopra con altra gommalacca ,penetrando la cera non permette adesione alle vernici.
Quindi volendo riverniciare per riportare spessore o per riprendere la vernice per eventuali dei graffi, si dovrà riportare il legno a zero cioè grezzo.

Questo è quanto ho appreso dalle mie verniciature del passato!

Era un pezzo che non scrivevo , oggi ho recuperato le assenze!

Torna a “Liutai, luthiers”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Francesco de Gregorio, JuriRisso, Molly e 17 ospiti