Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4567
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Massimo Di Coste » ven 05 mag 2017, 09:04

Per gli amanti ed estimatori di questo grandissimo Liutaio spagnolo (forse il più grande) c'è la grande occasione di ascoltarla (e vederla) dal vivo! domani sera infatti il M° Andrea Dieci suonerà in concerto a Roma proprio con una sua chitarra!
Tra l'altro il binomio chitarra/chitarrista è davvero di assoluto livello. Da non perdere insomma!!! :okok:

Per info concerto: viewtopic.php?f=12&p=372180#p372180
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Makassar
Messaggi: 158
Iscritto il: lun 09 mar 2015, 10:26

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Makassar » ven 05 mag 2017, 10:39

Grazie!
Senza polemica alcuna, personalmente le Sue chitarre - certamente ottime- non mi sono sembrate dissimili da altre costruite con la stessa filosofia. Per una decina di giorni ho potuto suonare diverse sue chitarre. Se mi avessero detto che erano state costruite da un qualunque promettente, ma poco conosciuto liutaio del sud della Spagna, avrei potuto crederci. Perché dunque, lo ritieni il più grande degli spagnoli? Anche di chi ha fatto scelte diverse, più di un Bernabé, dei Ramirez o altri...forse il più grande che costruisce/va in modo leggero? O forse perché ha a lungo studiato Torres e diffuso la di lui conoscenza nei corsi che teneva? Senza retorica, sono curioso.
Un saluto
M.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4567
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Massimo Di Coste » ven 05 mag 2017, 10:55

Makassar ha scritto:Grazie!
Senza polemica alcuna, personalmente le Sue chitarre - certamente ottime- non mi sono sembrate dissimili da altre costruite con la stessa filosofia. Per una decina di giorni ho potuto suonare diverse sue chitarre. Se mi avessero detto che erano state costruite da un qualunque promettente, ma poco conosciuto liutaio del sud della Spagna, avrei potuto crederci. Perché dunque, lo ritieni il più grande degli spagnoli? Anche di chi ha fatto scelte diverse, più di un Bernabé, dei Ramirez o altri...forse il più grande che costruisce/va in modo leggero? O forse perché ha a lungo studiato Torres e diffuso la di lui conoscenza nei corsi che teneva? Senza retorica, sono curioso.
Un saluto
M.
Bè diciamo che forse avrei dovuto scrivere "il più importante Liutaio spagnolo conoscitore di Torres"! rimane comunque un punto di riferimento assoluto tra i grandi liutai viventi in Spagna. Ciò detto, non tutte le ciambelle escono fuori con il buco, quindi non mi sorprendei se qualche Romanillos non rispecchi la sua meritata fama...ed in ogni caso sento (e leggo) spesso pareri assolutamente discordanti su quella o quell'altra chitarra. Della serie, ciò che per me è bello non è detto sia bello per un altro e viceversa. :)
un saluto anche a te! :bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

davidemooo
Messaggi: 1172
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da davidemooo » ven 05 mag 2017, 12:42

La fama di romanillos è certamente dovuta alla chitarra di Bream che nelle mani giuste suona in modo straordinario, quella di Dieci sembra essere di tutt'altro pianeta...
La sapienza è con i modesti!

alessandro lienzo
Messaggi: 1163
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da alessandro lienzo » ven 05 mag 2017, 12:49

Se il discorso che ho spesso sentito del: la suona tiziueco o caiossel quindi è di sicuro un grande chitarra, vale anche in questo caso possiamo affermare che Romanillos é uno dei grandi liutai ancor viventi.
Non penso che massimo sia uno sprovveduto, ma ha giustamente posto l'attenzione sulla possibilità di ascoltare un bravo chitarrista ed una bella chitarra.
alessandro C.

Franco Marino
Messaggi: 184
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Franco Marino » ven 05 mag 2017, 14:59

Belle chitarre, alcune molto belle !...ma la sua fama non e° al pari dei suoi strumenti...

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4567
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Massimo Di Coste » ven 05 mag 2017, 16:18

alessandro lienzo ha scritto: .....ha giustamente posto l'attenzione sulla possibilità di ascoltare un bravo chitarrista ed una bella chitarra.
Si in effetti volevo semplicemente porre l'attenzione su questa bella opportunità! quindi diciamo che ritiro l'aggettivo "grande" liutaio sostituendolo con "famoso" liutaio, anche se per me è un grandissimo della liuteria! :)
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Franco Marino
Messaggi: 184
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Franco Marino » ven 05 mag 2017, 16:51

Certamente Massimo,un grande Della liuteria Mondiale...e poi, e' sempre bello poter ascoltare dei suoi strumenti, anche per farsi un opinione personale..

Benedetto
Messaggi: 508
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Benedetto » ven 05 mag 2017, 17:18

Con tutto il rispetto, cosa dovrebbe fare di più per essere annoverato trai migliori?
Un occhio al curriculum ed ai musicisti che lo prediligono dovrebbe bastare... al di la dei gusti personali, che appunto sono personali.

Il primo trai meriti di Romanillos e' di essere un liutaio al pari di Hauser o Bouchet. I suoi clienti e il suo mercato ne danno conto.
Il secondo quello di aver riscoperto Torres, catalogato tutti suoi strumenti e divulgato e spiegato la sua opera ad una generazione che in gran parte aveva imparato a schifarne gli strumenti. L'attuale ritorno di Torres deve moltissimo a Romanillos.
Il terzo, quello di aver insegnato a costruire nella tradizione di Torres e Santos Hernandez a una generazione di liutai disorientata. I nostri Coriani o Bottelli facevano tutt'altro prima di incontrare Romanillos.

Venendo agli strumenti: ha introdotto un modello di chitarra moderna, capace di attualizzare il modello di Santos Hernandez, un modello che riporta lo strumento Hauser alla tradizione spagnola da cui derivava.
E' un modello molto spagnolo per quanto completamente diverso da Ramirez o da Marin Montero.
Per essere valorizzata, è una chitarra che richiede una tecnica ed una cavata alla Bream che in molti non hanno più, né ricercano.

Charles Trepat suona spesso una Romanillos e su youtube si trova un bel concerto di Stefano Grondona che ne suona una in abete ed acero.

Alfio
Messaggi: 111
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Alfio » ven 05 mag 2017, 19:53

Mettere in discussione la grandezza di Romanillos mi pare fuori luogo, se grandi concertisti hanno suonato i suoi strumenti e una intera generazione di liutai si sono ispirati ai suoi strumenti un motivo più che valido ci sarà.
Ho ancora nelle orecchie suonata dal vivo, la cavata di Grondona nella buca e vicino al ponticello della Romanillos, che dire, senza parole, pochi strumenti vantano così tanti colori, chiaramente nelle mani giuste.
Alfio

Franco Marino
Messaggi: 184
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Franco Marino » ven 05 mag 2017, 21:06

Per quanto mi riguarda, non metto in dubbio la grandezza del nome Romanillos ,sicuramente come dice Benedetto, ha ispirato diversi liutai e contribuito alla riscoperta di Torres, pero", se mi e" permesso preferisco una Marin Montero, naturalmente i gusti sono personali e nulla toglie al grande lavoro svolto da Romanillos nei suoi anni...

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4567
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Massimo Di Coste » sab 06 mag 2017, 06:44

In ogni caso se qualcuno volesse sentirla da vivo, e per di più suonata da un eccellente chitarrista (e musicista) come Andrea Dieci, non perda l'occasione di venire questa sera al concerto di Roma. Tra l'altro la Basilica di San Giovanni a Porta Latina, per le sue caratteristiche costruttive, è perfetta per esaltare l'acustica (ovviamente lo abbiamo sperimentato in altre occasioni). :okok:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Alfio
Messaggi: 111
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Alfio » sab 06 mag 2017, 16:14

Penso che non lo dica solo Benedetto :D, chi si occupa di liuteria da tanti anni e suona la chitarra classica da tanti anni, il nome Romanillos non può passare inosservato.
Sicuramente come tutti i più grandi liutai avrà fatto strumenti di altissima levatura e altri meno, ma dal punto di vista acustico è stato un Maestro non indifferente. Il suono delle Romanillos lo considero antico non troppo potente ma molto equilibrato e intimistico, un gusto che ormai si è quasi perso e solo alcuni riescono ancora a cimentarsi con bravura.
Peccato che abito troppo distante da Roma avrei fatto un salto molto volentieri ad ascoltare l'allievo prediletto di A.Gilardino non che di P. Cherici. Mi ricordo di aver ascoltato A.Dieci a Vercelli, dove insegnava A.Gilardino.
Dieci è un grandissimo concertista di raffinata e rara musicalità, sicuramente sulla Romanillos darà il meglio di se, dalla scatola magica usciranno suoni e colori che incanteranno, beato chi potrà ascoltarlo dal vivo.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4567
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Massimo Di Coste » dom 07 mag 2017, 06:21

Per la cronaca ieri sera grandissimo concerto di Andrea Dieci con la sua Romanillos del 1989, una delle ultime costruite dal Maestro spagnolo.
Una chitarra a dir poso fantastica con bassi profondissimi e cantini corposi e rotondi! equilibratissima, con un impressionante sustain su ogni registro.
Sarebbe interessante ascoltare i commenti di chi ieri sera era al concerto come me. :)
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Alfio
Messaggi: 111
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: Chitarra JOSE' ROMANILLOS in concerto!

Messaggio da Alfio » dom 07 mag 2017, 10:59

Permettimi Massimo em......!! non so se posso darti del tu, mi sembra che le tue parole confermino la grande sensibilità musicale e la maturità artistica di Andrea Dieci, ormai sono anni che mastichi concerti e organizzi eventi musicali, chi meglio di te può percepire la grande arte di Dieci.
Non avevo dubbi neppure sulla Romanillos da lui così sapientemente suonata, l'equilibrio tra bassi medi e cantini è il fondamento basico di questi strumenti, penso quello che avevo accennato io precedentemente. Non è facile trovare il giusto equilibrio tra i vari registri, Romanillos in questo è un grande Maestro.
Grazie per la condivisione di questo argomento e per il grande lavoro di Expo.
Alfio

Torna a “Liutai, luthiers”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 9 ospiti