strano rinforzo sotto il ponte

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Franco.I
Messaggi: 454
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Franco.I » sab 05 ago 2017, 10:44

Provo a dire la mia.
Fatico molto a credere che questo rinforzo faccia parte dell'idea originale del costruttore data la sua assoluta sprecisione,i tagli sfrangiati e irregolari diversi l'uno dalla'altr,da lavoto "provvisorio" insomma.Se fosse un rinforzo con la sola funzione di fissare il ponte per poi essere tolto ad operazione effettuata,lo puoi scoprire facilmente poichè non sarebbe incollato saldamente e con una pressione laterale con la mano dovrebbe,spingendo un pò, staccarsi facilmente.La catena di Bouchet e veramente un'altra cosa e confrontandola con questa se ne intuisce il perchè.Che poi questo "trave" possa fare parte di qualche trovata geniale per migliorare il suono...beh..tutto è possibile.Potrebbe ,come è stato da qualcuno ipotizzato,essere invece stato messo in un secondo tempo per cercare di inibire vibrazioni indesiderare? Eè difficile dirlo;Ho sottomano una Gallinotti dove si presenta una situazione molto simile.

alessandro lienzo
Messaggi: 1235
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da alessandro lienzo » sab 05 ago 2017, 11:56

La chitarra in oggetto non è a quanto so uno strumento di alta liuteria, ci sta che non sia perfetto.
Non ha molto senso incollare una barra interna per incollare un semplice ponte...
Può esser stata messa dopo, ma non presenta segni di colla, e dalla buca è un po' difficile non essersi spostati neanche di un millimetro.
La catena di Bouchet è diversa ma questa non è una Bouchet!
alessandro C.

thlen
Messaggi: 122
Iscritto il: mer 21 gen 2009, 23:29
Località: palermo

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da thlen » sab 05 ago 2017, 13:34

Non è di alta liuteria, ma è fatta a mano da uno dei più vecchi in spagna JUAN ESTRUCH, in particolare nel 1964 non è che produceva strumenti cattivi e questa in esame è pur sempre una da concerto è che all'epoca non le contrassegnavano e si distiguevano solamente dalla paletta alla torres..ora lo strumento è sul banco del liutaio per il ponte e per quanto riguarda la trave anche lui è molto perplesso. Di incollata è in collata purtroppo, dopo che metterà il ponte, la provo nuovamente e valuteremo se aprirla dal fondo per rimettere in ordine seriamente, la tavola armonica perché è un bello steumento....a parte bouchet e romanillos ovviamente!

thlen
Messaggi: 122
Iscritto il: mer 21 gen 2009, 23:29
Località: palermo

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da thlen » sab 05 ago 2017, 13:57

ecco alcune foto fatte con i mezzi scarsi che ho a disposizione.... dal vivo sembra una torres dell'epoca e potete notare lo stupendo palissandro massello e un po la tavola invecchiatissima.... stiamo parlando di uno strumento fatto 53 anni fa
Grazie
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

LUCA.P
Messaggi: 329
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da LUCA.P » dom 06 ago 2017, 14:47

Curiosità :la tavola armonica è in abete o cedro? Forse l'avevi già scritto ,ma non l'ho trovato

thlen
Messaggi: 122
Iscritto il: mer 21 gen 2009, 23:29
Località: palermo

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da thlen » dom 06 ago 2017, 15:55

Ciao Luca, la tAvola è in abete tedesco....domani riattacchiamo il ponte, daremo una leggera cartrggiata alla tavola e qualche mano di gommalacca. L'idea è quella di riportare lo strumento in condizioni ottimali perché il suono è spagnolo antico tanto per dare una definizione precisa e suonandoci sopra qualche castillos di torroba sembra di tornare indietro nel tempo. Non ha il timbro delke spagnole moderne piene di volume , ma sonora al punto giusto, intima ed infinitamente comoda.....un caro saluto

LUCA.P
Messaggi: 329
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da LUCA.P » dom 06 ago 2017, 17:24

Ottimo Thlen ! La sonorità forte non conta! Toscanini diceva che all'aperto si gioca alle bocce! Magari a lavoro completato mostraci come risulta, sempre se ti sarà possibile!
saluti e buon lavoro!

Benedetto
Messaggi: 513
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Benedetto » sab 12 ago 2017, 15:54

Escludo (ovviamene a mio parere ed in base alla mia esperienza) che quella catena possa bere effetti benefici sul suono.
A mio parere è stata aggiunta successivamente e se fossi in te la rimuoverei, posto che non ha funzione strutturale.

Avatar utente
Liuteria d'insieme
Messaggi: 43
Iscritto il: gio 03 ott 2013, 09:42
Località: Milano

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Liuteria d'insieme » lun 14 ago 2017, 10:17

Benedetto ha scritto:
sab 12 ago 2017, 15:54
Escludo (ovviamene a mio parere ed in base alla mia esperienza) che quella catena possa bere effetti benefici sul suono.
A mio parere è stata aggiunta successivamente e se fossi in te la rimuoverei, posto che non ha funzione strutturale.
Francamente continuo a non capire perché vogliate rimuovere questa catena a tutti i costi. Dalle foto postate non vi è un solo indizio che ci dica che è stata applicata successivamente alla costruzione ed ogni giudizio dato senza conoscere approfonditamente l'evoluzione del progetto portato avanti dal liutaio in questione è puramente arbitrario.
Io sono per un restauro conservativo e consapevole che rispetti tutte le informazioni sul lavoro dell'autore: se un mio cliente (peraltro soddisfatto del suono della chitarra) mi chiedesse di intervenire su quella catena per rimuoverla penso che farei di tutto per fargli cambiare idea, peraltro gli effetti di questo intervento sul suono sono imprevedibili e non necessariamente migliorativi...
Stefano Zanderighi, Marco Golinelli - Liuteria d'insieme - Milano

Benedetto
Messaggi: 513
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Benedetto » lun 14 ago 2017, 11:09

1) Dalle foto postate non vi è un solo indizio che ci dica che è stata applicata successivamente alla costruzione ed ogni giudizio dato senza conoscere approfonditamente l'evoluzione del progetto portato avanti dal liutaio in questione è puramente arbitrario.
Io sono per un restauro conservativo e consapevole che rispetti tutte le informazioni sul lavoro dell'autore:
2) se un mio cliente (peraltro soddisfatto del suono della chitarra) mi chiedesse di intervenire su quella catena per rimuoverla penso che farei di tutto per fargli cambiare idea, peraltro gli effetti di questo intervento sul suono sono imprevedibili e non necessariamente migliorativi...
Permettimi di dissentire amichevolmente.
Sul primo punto: mi sembra che la catena offra molti indizi di essere postuma e posticcia proprio per come è fatta (inviti a ponte troppo imprecisi per essere stati incollati a vista, sagoma squadrata (quasi a favorire i morsetti), spessore eccessivo...
Chiaramente non c'è controprova, ma indizi che sia stata incollata ex post, be', a mio parere sì.
In seconda analisi, parliamo di uno strumento economico, spesso costruito con spessori più generosi del necessario; rimuovere in questi casi non è deleterio.
Terzo pensiero sul progetto: se anche volessimo fare riferimento ad un Bouchet, la catena sottoponte in questo caso sarebbe di gran lunga eccessiva per spessore e peraltro troppo corta per incidere sugli acuti. Non mi sembra ci sia un pensiero ragionevole dietro a quella catena. Non rivedo similitudini nei lavori di altri liutai più blasonati.

Sul secondo punto: se, come mi sembra, la catena è posticcia, nulla vieta che si possa incollarne una analoga nel caso che la sua rimozione non offra i risultati sperati.

Cordialità.

gerardo.nello
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 14 ago 2017, 13:28

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da gerardo.nello » lun 14 ago 2017, 13:38

Buongiorno,
Forse una terza soluzione potrebbe essere quella di piallare poco alla volta la catena con un piallettino di quelli piccoli, entrando dalla buca, si potrebbe così dare anche una forma più idonea alla catena. Procedendo per gradi e distanziando di qualche giorno ogni intervento in modo da far stabilizzare la tavola, si potrebbero apprezzare i cambiamenti ed avere idee più chiare.
Cordiali saluti a tutti.

Franco Marino
Messaggi: 200
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Franco Marino » lun 14 ago 2017, 13:48

Certo che sia le catene, che la barra, sono molto approssimative....le venature sono inverse... :mrgreen:

Franco Marino
Messaggi: 200
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da Franco Marino » lun 14 ago 2017, 15:39

Tavola e catene in cedro non ricercate.... sottoponte in abete con venatura inversa... sicuramente messa in un secondo tempo, forse per sistemare qualche difetto, sicuramente non messa da mani esperte... :bye:

thlen
Messaggi: 122
Iscritto il: mer 21 gen 2009, 23:29
Località: palermo

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da thlen » sab 19 ago 2017, 06:17

lA tavola resta sempre in abete ed è identica a quelle di alcune torres d'epoca con venature molto dritte... Riguardo al resto posso dire da chitarrista diplomato, che lo strumento suona bene e il dubbio di togliere quel coso sotto il ponte è solamente legato alla curiosità di sapere se lo strumento può offrire di più appena possibile postero' un file audio per farvi un ' idea nei limiti del possibile offerto dai mezzi....

thlen
Messaggi: 122
Iscritto il: mer 21 gen 2009, 23:29
Località: palermo

Re: strano rinforzo sotto il ponte

Messaggio da thlen » sab 19 ago 2017, 06:34

working in progress, see you soon...
Ultima modifica di thlen il dom 20 ago 2017, 23:19, modificato 1 volta in totale.

Torna a “Liutai, luthiers”