Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04 [aggiornato]

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3529
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Gabriele Gobbo » dom 22 set 2013, 09:42

Antonio Sciortino ha scritto::bravo: In effetti è meglio la versione che hai linkato, più lenta e sentita, questa cammina troppo. È ben eseguita, comunque. Tra Pasquale che l'ha pubblicizzata e te, ora, tocca che me la studi, mi avete incuriosito. Io non la conoscevo, e scopro che è un brano trito. Gli effetti di anni di stop e di suonare il rock. Mi pare bellissima...
Grazie Antonio. Non è di sicuro un brano proibitivo, ma proprio per questo va suonato cercando di curare molto i principali aspetti interpretativi: dinamiche, suono, agogica... si tratta davvero di uno studio, a tutti gli effetti, quindi un buon esercizio. Non è un caso che M. Delcamp lo abbia inserito in una delle sue belle lezioni.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Antonio Sciortino

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Antonio Sciortino » dom 22 set 2013, 10:23

Concordo che quello che lo rende bellissimo è come la suoni, perché ho visto la partitura e non ci sono difficoltà tecniche paurose. Se fai venire voglia di suonarla una cosa, sei stato bravissimo perché hai trasmesso il piacere di esprimerla, e nel caso tuo specifico mi capita spesso di voler suonare qualcosa che ho sentito da te. Quindi devo smettere di ascoltarti troppo o non avrò più tempo libero. :D :casque: :bravo:

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3529
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Gabriele Gobbo » dom 22 set 2013, 10:35

Non era esattamente questo che intendevo, ma grazie. Ciò che lo rende bellissimo è come è scritto, fidati :bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Antonio Sciortino

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Antonio Sciortino » dom 22 set 2013, 10:56

No, come è scritto lo rende POTENZIALMENTE bellissimo. Tu che lo suoni ci devi mettere del tuo per trasformare la potenza in atto. Se no diventa un file midi. La musica senza passione e interpretazione è surgelata.

Massimo Banchio

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Massimo Banchio » mar 24 set 2013, 11:56

Bravo Antonio hai detto bene, se la suonassi così bene come Gabriele non smetterei mai di suonarla. Ciao da Trilly :bye:

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3529
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 24 set 2013, 12:23

:oops: :oops:
grazie
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Massimo Banchio

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Massimo Banchio » mar 24 set 2013, 19:52

Tarrega mi piace molto, lo adoro . Quando suono le sue composizioni mi riempiono il cuore di gioia. I nostri cuori dovrebbero essere pieni di gioia sempre. ciao Trilly :D

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3529
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 25 set 2013, 05:44

Trilly ha scritto:Tarrega mi piace molto, lo adoro . Quando suono le sue composizioni mi riempiono il cuore di gioia. I nostri cuori dovrebbero essere pieni di gioia sempre. ciao Trilly :D
Dolce e saggio, ciò che dici. Fai venire la coriosità di ascoltarti...
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Massimo Banchio

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04 [aggiornat

Messaggio da Massimo Banchio » mer 25 set 2013, 08:11

E meno importante farsi ascoltare, lo è molto di più ascoltare.Prima o poi chissà se troverò il coraggio e la forza.Per adesso mi riempio il cuore ascoltando musicisti come te. Ciao Trilly :)

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6917
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04 [aggiornat

Messaggio da Giorgio Signorile » mer 25 set 2013, 09:07

Btavo Gabriele, perchè hai lavorato sicuramente con impegno e dedizione e si sente. Posso farti due piccole osservazioni? Anche se non mi lasci te le faccio lo stesso. la prima è la velocità. Un pò troppo alta per questo tipo di brano. E' un pezzo delicato, dolce, ha bisogno di creare una piccola atmosfera sognante, non accompagnare un treno in corsa, io la diminuirei un pochino, ma soprattutto cercherei un suono più legnoso, più pasta e meno brillantezza. E siamo alla seconda osservazione:la fine di ogni posizione, quando devi spostarti ad una più impegnativa, è mangiata, non ci sono più le note scritte ma solo note a vuoto, ascoltati ad es (ma capita in tutti gli spostamenti un pò impegnativi) nel primo cambio, dove vai al barrè e senti come le due note precedenti appunto al barrè che dovrebbero essere do-la diventano si-sol: c'è troppa fretta di cambiare posizione....e ti perdi un pezzo per la strada. Sono errori piuttosto normali, li incontro tutti i giorni, l'unica cura è il lavoro più lento, respirato nei cambi difficili, meglio un respiro che cambiare le note. E un respiro in più in questo genere di musica ci sta sempre bene. tra l'altro mi sembra che Delcamp in questo pezzo abbia diteggiato con 2 il do e 3 il la per lasciare l'1 libero nel preparare "in aria" il barrè, per cui provati il giochetto lentamente e occhio anzi orecchio a non mangiare nulla.
Scusa per le osservazioni, ciao!

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3529
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Estudio en mi minor - D04 [aggiornat

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 25 set 2013, 11:29

Anzi, te ne ringrazio. E' solo in questo modo che si riesce a migliorare. Proverò a ricontrollare il tutto ed a mettere in pratica ciò che mi consigli
:merci:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Torna a “Audio e Video di musica di Francisco Tárrega”