Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Luogo pubblico dei chitarristi classici.
Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Milonga del Ángel » mar 14 mar 2017, 21:47

Cari partecipanti al forum è un bel pò che non scrivo perchè non avevo niente da dire e la chitarra classica non aveva niente da dire a me. Ormai è un anno e quattro mesi che non suono più la classica, ne ho quasi repulsione. Appena mi impongo di suonare con uno spartito davanti e studiare, dopo un'ora lascio tutto, ripongo la classica nella custodia e cosa faccio? prendo l'acustica e mi metto a suonare e cantare (Springsteen, Stevens, Young, Lennon ecc.), con il massimo impegno, soprattutto per quanto riguarda l'intonazione che talvolta trovo non proprio spontanea. Ma con lo studio ci arrivo. Io sono nato come chitarrista classico, è la mia educazione musicale, perchè questa repulsione? Non credo più nello strumento o in me stesso? Chi mi vuole dare una piccola risposta. Grazie
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

alessandro lienzo
Messaggi: 1178
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da alessandro lienzo » mar 14 mar 2017, 22:54

Forse vengono a mancare gli stimoli, capita anche a me che in alcuni periodi cala il desiderio, la liuteria però e l'ascolto della musica vera: quella orchestrate dei grandi compositori, mi spinge ad impegnarmi sullo strumento per ottenere nuove idee scoperte. È difficile suonare la chitarra ascoltando quanto si divertono gli orchestrali, ma penso che la chitarra possa esprimere anche essa da sola tante cose e vanno ricercare.
alessandro C.

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 301
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Davide Pirillo » mer 15 mar 2017, 01:03

Può essere che lo studio "classico" ti sia andato bene fino ad un certo punto ...... poi il gusto e gli interessi cambiano, si affinano o regrediscono ..... punti di vista ....forse è la forma musicale che ti sta stretta e non la chitarra .....alla fin fine ..... come scriveva uno stimatissimo Maestro di questo forum, dicendo più o meno così....." ... alla fine non è nulla di serio ... solo musica!". Senza nulla togliere al rigore classico ...... a me piace il suono del nylon per default ..... ma trovo intrigante anche il lavoro su standards dal Real Book che il mio insegnante-amico, mi sollecita ...... sicuramente non avrò mai un suono pulito ed una perfezione tecnica ...... ma rompere la routine non fa poi tanto male ..... e sempre togliendosi il cappello davanti ai grandi .... pescando così ... a caso....

Il primo video Benjamin Zander "The transformative power of classical music" lo trovo stupendo
http://www.ted.com/talks/benjamin_zande ... nd_passion


Youtube
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Milonga del Ángel » mer 15 mar 2017, 08:55

Si, sono d'accordo con entrambi, però io suono la classica dal'età di dieci anni. Mi piacciono quasi tutti i generi musicali e preferisco assistere ad un concerto di musica barocca, a cui vado abitualmente, che a un concerto rock, che evito sempre. Forse si tratta anche di divertimento, mi accorco che quando suono la classica sono molto teso, in forte competizione con me stesso, se suono la folk, faccio sempre le cose al mio massimo...ma con il sorriso, con quella gioia di vivere che per carattere spesso mi manca. Comunque la folk la suono in fingerpicking, detesto il plettro.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6895
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Giorgio Signorile » mer 15 mar 2017, 14:03

ognuno ha la sua strada, goditi il fingerpicking, Springsteen, Neil Young e stai sereno...è chitarra bellissima!

Balaju
Messaggi: 656
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Balaju » mer 15 mar 2017, 15:56

alessandro_frassi ha scritto:Cari partecipanti al forum è un bel pò che non scrivo perchè non avevo niente da dire e la chitarra classica non aveva niente da dire a me. Ormai è un anno e quattro mesi che non suono più la classica, ne ho quasi repulsione. Appena mi impongo di suonare con uno spartito davanti e studiare, dopo un'ora lascio tutto, ripongo la classica nella custodia e cosa faccio? prendo l'acustica e mi metto a suonare e cantare (Springsteen, Stevens, Young, Lennon ecc.), con il massimo impegno, soprattutto per quanto riguarda l'intonazione che talvolta trovo non proprio spontanea. Ma con lo studio ci arrivo. Io sono nato come chitarrista classico, è la mia educazione musicale, perchè questa repulsione? Non credo più nello strumento o in me stesso? Chi mi vuole dare una piccola risposta. Grazie
Per esperienza personale (le reazioni ad un mio intervento su un topic simile al tuo che qualcuno propose nel 2012) posso dirti che... stai camminando su un campo minato!

Detto questo ti rispondo con un'altra domanda: cosa significa per te "chitarra classica"?
Stiamo parlando dello strumento musicale che monta corde in nylon, chiamato "chitarra classica" (il "legname", come lo definirebbe l'ottimo Setras) o lo strumento chitarra usato in ambito accademico per suonare il repertorio riconosciuto come "classico"?

Se la chitarra classica accademica non riesce più a darti stimoli, credo che ne potrai trovare infiniti altri nella chitarra classica non accademica; e non mi riferisco solo al repertorio non accademico, ma anche allo stesso repertorio accademico suonato non accademicamente.

Nel 2012, sullo strascico dell'aspra discussione di cui sopra, con una mail privata proposi alla gentile moderatrice Alma Steiner di scindere questo forum in una sezione di chitarra accademica e in un'altra di chitarra non accademica, perché credo che confondere le due definizioni sia una delle cause dei molti contrasti presenti in questo forum. E proprio per evitarne di ulteriori, anticipo che non risponderò a chi mi chiederà che cosa io intenda per "repertorio accademico suonato non accademicamente".
Balaju

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 320
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Claudio Bravini » mer 15 mar 2017, 16:42

Balaju ha scritto: Per esperienza personale (le reazioni ad un mio intervento su un topic simile al tuo che qualcuno propose nel 2012) posso dirti che... stai camminando su un campo minato!

Detto questo ti rispondo con un'altra domanda: cosa significa per te "chitarra classica"?
Stiamo parlando dello strumento musicale che monta corde in nylon, chiamato "chitarra classica" (il "legname", come lo definirebbe l'ottimo Setras) o lo strumento chitarra usato in ambito accademico per suonare il repertorio riconosciuto come "classico"?

Se la chitarra classica accademica non riesce più a darti stimoli, credo che ne potrai trovare infiniti altri nella chitarra classica non accademica; e non mi riferisco solo al repertorio non accademico, ma anche allo stesso repertorio accademico suonato non accademicamente.

Nel 2012, sullo strascico dell'aspra discussione di cui sopra, con una mail privata proposi alla gentile moderatrice Alma Steiner di scindere questo forum in una sezione di chitarra accademica e in un'altra di chitarra non accademica, perché credo che confondere le due definizioni sia una delle cause dei molti contrasti presenti in questo forum. E proprio per evitarne di ulteriori, anticipo che non risponderò a chi mi chiederà che cosa io intenda per "repertorio accademico suonato non accademicamente".
Balaju
Scusa Balaju, una curiosità, ma tu cosa intendi per "repertorio accademico suonato non accademicamente"? :)
:bye:

Balaju
Messaggi: 656
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Balaju » mer 15 mar 2017, 17:17

:lol:

Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Milonga del Ángel » mer 15 mar 2017, 18:43

Capisco perfettamente le sottili distinzioni. Per chitarra classica intendo anche suonare uno spartito di Baden Powell o di Piazzolla. Insomma per essere chiari si differernzia dalla canzone accompagnata con ritmo adeguato sul giro di do o di sol. Sono due approcci mentali molto diversi perchè nel primo ti esprimi con lo strumento, nel secondo con la voce, e non è detto di riuscire in entrambi, anzi. Ecco, in quest'anno e mezzo prendo in mano Sor, tanto, per fare un nome, metto giù la chitarra, prendo l'acustica e trovo un gran sollievo a cantare la splendida Nebraska di Springsteen. E' una idiozia ma provo un senso di colpa nei confronti di me stesso, come se tradissi la mia identità. Io suono la chitarra? mah.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Milonga del Ángel » mer 15 mar 2017, 18:55

Giorgio Signorile ha scritto:ognuno ha la sua strada, goditi il fingerpicking, Springsteen, Neil Young e stai sereno...è chitarra bellissima!
Sicuramente un consiglio saggio, ma io lo sono ben poco. Ciao
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 301
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Davide Pirillo » mer 15 mar 2017, 19:19

Aho' ... macchecciaimo' .... i sensi di colpa?
Se non ti piace più una cosa ... fai l'altra! Chettifrega? Tanto il segreto della differenza tra la "classica" e tutto il resto è che con la prima tieni la Signora sulla gamba sinistra sollevata sul poggiapiene .... in tutto il resto la tieni come vuoi avendo cura di fare sporgere, se vuoi, in modo evidente il pollice dal manico, la "signora" appoggiata sulla coscia destra tenuta accavallata sulla sinistra, e magari con una acustica cut away, ..... mi raccomando , non "spalla mancante" ... che già dirla così fa troppo "classico"
Ti fai la mano con tutti e due gli stili e passi per un ganzo!!
Goditela :mrgreen: :okok:
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Milonga del Ángel » mer 15 mar 2017, 21:03

Davide Pirillo ha scritto:Aho' ... macchecciaimo' .... i sensi di colpa?
Se non ti piace più una cosa ... fai l'altra! Chettifrega? Tanto il segreto della differenza tra la "classica" e tutto il resto è che con la prima tieni la Signora sulla gamba sinistra sollevata sul poggiapiene .... in tutto il resto la tieni come vuoi avendo cura di fare sporgere, se vuoi, in modo evidente il pollice dal manico, la "signora" appoggiata sulla coscia destra tenuta accavallata sulla sinistra, e magari con una acustica cut away, ..... mi raccomando , non "spalla mancante" ... che già dirla così fa troppo "classico"
Ti fai la mano con tutti e due gli stili e passi per un ganzo!!
Goditela :mrgreen: :okok:
Sei un grande :D
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Giampiero Carella
Professore
Messaggi: 514
Iscritto il: dom 06 lug 2008, 19:52
Località: Cadorago (Como)

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Giampiero Carella » mer 15 mar 2017, 21:43

Suona quello che vuoi ma suonalo bene!

laminore
Messaggi: 101
Iscritto il: sab 07 gen 2017, 00:19

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da laminore » mer 15 mar 2017, 22:52

Bellissimo il brano nel video :okok:

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3940
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Chitarra, che noia, purtroppo, che noia

Messaggio da Alma Steiner » mer 15 mar 2017, 23:42

Con "chitarra classica" intendiamo in buona parte (anche in questo forum) un repertorio specifico, cioè musica da eseguire esattamente come scritta e musica composta in un determinato periodo. Ciò non toglie che con lo strumento "chitarra classica" si possa eseguire anche musica popolare, jazz, folk, persino pop.
In definitiva si tratta di scegliere. Tra l'eseguire brutta musica classica per carenze tecniche , interpretative e musicali dovute a mancanza di interesse per il repertorio classico o suonare accettabilmente musica "non classica" più in linea col proprio sentire musicale, è bene seguire la seconda opzione, no? :wink:
Questo può procurare fastidio perché sembra un tradimento (abbandono) dell'obiettivo originale del nostro studio , probabilmente già dal principio l'obiettivo non era poi così netto. Ciò che conta è riconoscere e curare al meglio le proprie inclinazioni. Ciò che conta è suonare bene. E certa musica "non classica" è contortissima da eseguire degnamente :ouioui:
:::===(o| )

Torna a “Luogo pubblico”