D05 Lezione di chitarra classica 05

Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 916
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Paolo Previato » mar 30 gen 2018, 13:28

Marco Leonardi ha scritto:
mar 30 gen 2018, 08:47

Ciao Paolo, che contento che sono di vederti, ero un pó in pensiero e stavo per scrivere un post tipo "chi lo ha visto ?" :D .
Ho ascoltato,seppur in metropolitana e in auricolare, i tuoi brani e ti faccio i complimenti. Anche tu hai una ottima tecnica ! Il Mangorè merita di essere coltivato perchè lo puoi mettere nel tuo repertorio e siccome giá lo suoni bene sarebbe un peccato adesso metterlo da parte. Se posso darti un consiglio sugli armonici e visto che mi pare che anatomicamente le tue mani sono simili alle mie, ovvero pollice non esageratamente lungo, ti consiglio di provare a toccare con l'indice che disponendo di piú leva e maggiore reattivitá nel distacco ti permetterebbe di ottenere una maggiore durata (sustain) del suono che negli armonici è fondamentale. Sono sicuro che li migliori tantissimo e con risultato.
Ciao, Marco
Grazie del commento Marco. Sono riapparso in tempo prima che arrivasse la Rai :lol:
Accetto volentieri il tuo consiglio per migliorare la tecnica degli armonici. E' un campo per me tutto da studiare ed è la prima volta che suono un brano in cui gli armonici sono fondamentali. Proverò tutte le varianti possibili con calma e pazienza. Al momento non posso pizzicare la corda come fai tu con il pollice perchè sono senza l'unghia che si è rotta. Ho commentato i tuoi lavori in cui ammiro tecnica, sicurezza e musicalità. Ho notato che hai tolto le prime due versioni della menequita ma vorrei che tu lasciassi le varie versioni che pubblichi perchè sono utili per capire i progressi e per poterle legare ai commenti che seguono (come quello di Paolo che ti aseggna un bel 10) che altrimenti non si comprendono.
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 409
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Jesús Morote » mar 30 gen 2018, 14:30

Grazie a tutti per i commenti. Sono molto incoraggianti.
Marco Leonardi ha scritto:
lun 29 gen 2018, 23:44
Jesús, è una bella interpretazione anche la tua. Vorrei peró vedere la tua spalla destra alla stessa altezza della spalla sinistra in modo che la tua mano sinistra sia più libera dalla tensione e la destra guadagni in libertà grazie alla maggiore leva. Nel video non mi sembri simmetrico e questa assimmetria crea tensione.
Sei molto preciso nel tempo e nella lettura ma la tua tensione compromette in parte il risultato. Ti consiglio di provare a studiare difronte ad uno specchio per poterti correggere mentre studi. Prova anche a studiare senza chitarra, ed a occhi chiusi, suonando nell'aria per permettere al tuo cervello di sentire il tuo corpo. Cercando di stare il più dritto possibile con la schiena.
Ciao,
Marco
Farò tesoro delle tue osservazioni. Sono da un anno in revisione della mia forma di suonare. Sono della scuola tradizionale ("di Tárrega") e ho suonato sempre con il polso un po' piegato. Dopo aver letto un trattato di Gilardino ho deciso suonare con il polso diritto. Ma questo mi ha costretto a sollevare il gomito verso l'alto, il che fa alzare anche la spalla destra. Sicuramente la soluzione sarebbe alzare anche l'angolo del manico, rendendolo più verticale, ed alzare così un po' la mano destra. Penserò al problema.

Sulla strada per eseguire gli armonici nei bassi, io seguo al professore e Sagreras. Dall'estate ho pratticato con la lezione 44 delle Segundas Lecciones e la lezione 10 delle Terceras. Ecco le mie registrazioni di queste lezioni:

https://www.youtube.com/watch?v=5Bg-Us3 ... 8JBJ1ndwqS
https://www.youtube.com/watch?v=YVcBUiv ... vXkwem6p36

Credo avere migliorato molto la tecnica con questi esercizi di Sagreras.

:bye:
Allievo D06

Marco L

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Marco L » mar 30 gen 2018, 14:48

Paolo Previato ha scritto:
mar 30 gen 2018, 13:28
Grazie del commento Marco. Sono riapparso in tempo prima che arrivasse la Rai :lol:
Accetto volentieri il tuo consiglio per migliorare la tecnica degli armonici. E' un campo per me tutto da studiare ed è la prima volta che suono un brano in cui gli armonici sono fondamentali. Proverò tutte le varianti possibili con calma e pazienza. Al momento non posso pizzicare la corda come fai tu con il pollice perchè sono senza l'unghia che si è rotta. Ho commentato i tuoi lavori in cui ammiro tecnica, sicurezza e musicalità. Ho notato che hai tolto le prime due versioni della menequita ma vorrei che tu lasciassi le varie versioni che pubblichi perchè sono utili per capire i progressi e per poterle legare ai commenti che seguono (come quello di Paolo che ti aseggna un bel 10) che altrimenti non si comprendono.
:bye:
Grazie Paolo, hai ragione. Ora le puoi vedere.
Ciao

Marco L

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Marco L » mar 30 gen 2018, 15:08

Jesús Morote ha scritto:
mar 30 gen 2018, 14:30
Farò tesoro delle tue osservazioni. Sono da un anno in revisione della mia forma di suonare. Sono della scuola tradizionale ("di Tárrega") e ho suonato sempre con il polso un po' piegato. Dopo aver letto un trattato di Gilardino ho deciso suonare con il polso diritto. Ma questo mi ha costretto a sollevare il gomito verso l'alto, il che fa alzare anche la spalla destra. Sicuramente la soluzione sarebbe alzare anche l'angolo del manico, rendendolo più verticale, ed alzare così un po' la mano destra. Penserò al problema.

Sulla strada per eseguire gli armonici nei bassi, io seguo al professore e Sagreras. Dall'estate ho pratticato con la lezione 44 delle Segundas Lecciones e la lezione 10 delle Terceras. Ecco le mie registrazioni di queste lezioni:

https://www.youtube.com/watch?v=5Bg-Us3 ... 8JBJ1ndwqS
https://www.youtube.com/watch?v=YVcBUiv ... vXkwem6p36

Credo avere migliorato molto la tecnica con questi esercizi di Sagreras.

:bye:
Jesús, ti seguo anche sul foro spagnolo e ho sentito i tuoi bellissimi esercizi di Sagreras. Complimenti.

Anche io ho letto il trattato di Gilardino e alla fine ho deciso di non forzare la postura ma di lasciare alla mano destra lavorare come vuole la natura. Credo che per tutti l'obiettivo principale sia di stare lontano dalle tensioni legate a posizioni che per alcuni possono essere naturali ma per altri, come per me, essere forzate e generatrici di tensioni. Ho letto e praticato anche i libri di Storti con il quale ho fatto un paio di lezioni, ma alla fine la mia postura della destra è quella che il mio corpo vuole che sia . Mentre per la mano sx sono molto più scrupoloso ad osservare i precetti perchè lo spazio di azione della sinistra (la tastiera) è maggiore rispetto allo spazio di azione della mano dx e quindi considero la sx come una mano che debba essere governata, disciplinata con molta attenzione e metodo mentre la dx è un pó come la sorella "ribelle" che è meglio non addomesticare troppo.
Ciao

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 409
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Jesús Morote » mar 30 gen 2018, 15:39

Marco Leonardi ha scritto:
mar 30 gen 2018, 15:08
Jesús, ti seguo anche sul foro spagnolo e ho sentito i tuoi bellissimi esercizi di Sagreras. Complimenti.

Anche io ho letto il trattato di Gilardino e alla fine ho deciso di non forzare la postura ma di lasciare alla mano destra lavorare come vuole la natura. Credo che per tutti l'obiettivo principale sia di stare lontano dalle tensioni legate a posizioni che per alcuni possono essere naturali ma per altri, come per me, essere forzate e generatrici di tensioni. Ho letto e praticato anche i libri di Storti con il quale ho fatto un paio di lezioni, ma alla fine la mia postura della destra è quella che il mio corpo vuole che sia . Mentre per la mano sx sono molto più scrupoloso ad osservare i precetti perchè lo spazio di azione della sinistra (la tastiera) è maggiore rispetto allo spazio di azione della mano dx e quindi considero la sx come una mano che debba essere governata, disciplinata con molta attenzione e metodo mentre la dx è un pó come la sorella "ribelle" che è meglio non addomesticare troppo.
Ciao
Grazie, Marco. Certo che ci sono molte elezioni "ergonomici" possibili. Per questo motivo sono cose che bisogna pensare bene. Come chitarristi siamo ancora "in costruzione".

:wink:
Allievo D06

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » mar 30 gen 2018, 16:37

Paolo Barbagli ha scritto:
dom 28 gen 2018, 22:02
Paganini
Bravo ,ottimo suono e buona continuita'. Complimenti :okok:

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » mar 30 gen 2018, 17:10

Paolo Previato ha scritto:
mar 30 gen 2018, 00:23
Angelo Scuderi ha scritto:
mer 17 gen 2018, 18:58
Comincio coN Carcassi Etude III.
Un saluto a tutti
Qualche incertezza e un po' lento ma nel complesso ampiamente sufficiente. :bye:
Grazie Paolo per avermi ascoltato.Bene i tuoi pezzi che ho ascoltato con molto piacere. Sei sempre molto preciso e fluido bravo.Io darei un po' piu' di enfasi al suono in Barrios visto che ne sei capace.Un caro saluto

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » mar 30 gen 2018, 17:21

Marco Leonardi ha scritto:
dom 28 gen 2018, 20:09
Angelo Scuderi ha scritto:
sab 27 gen 2018, 16:48
ottimi armonici ma non avevo dubbi.Forse fossi in te la farei un filino piu' veloce perche' ne sei capace e l'orecchio ne godrebbe di piu' specialmente nella prima parte.Pero' e' solo una mia opinione che puo' essere del tutto sbagliata.A me piacerebbe piu' velocina la prima parte.Comunque bravissimo ,speriamo di farcela anch'io.Sono tra gli orrori degli armonici.Aiutooooo............ :bye: :bye:
Caro Angelo, hai ragione è quindi l'ho rifatta un pò più veloce...chiaramente si sporca un pò ma pazienza, come si dice il meglio è nemico del bene !
Tu invece buttati e non preoccuparti ! Come viene viene e l'importante è confrontarsi tra Amici !



Vi propongo infine anche il mio Carcassi....ragazzi ma quanto è bello questo studio ! Caspita !



Un abbraccio a tutti !
Marco :bye:
Adesso si che mi piace ,cosi' deve essere con brio e tanta anima bravissimo.Bravo anche in Carcassi. E' un piacere ascoltarti. :bye: :bravo: :okok:

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 727
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 30 gen 2018, 19:55

Jesús Morote ha scritto:
mar 30 gen 2018, 14:30
Grazie a tutti per i commenti. Sono molto incoraggianti.
Marco Leonardi ha scritto:
lun 29 gen 2018, 23:44
Jesús, è una bella interpretazione anche la tua. Vorrei peró vedere la tua spalla destra alla stessa altezza della spalla sinistra in modo che la tua mano sinistra sia più libera dalla tensione e la destra guadagni in libertà grazie alla maggiore leva. Nel video non mi sembri simmetrico e questa assimmetria crea tensione.
Sei molto preciso nel tempo e nella lettura ma la tua tensione compromette in parte il risultato. Ti consiglio di provare a studiare difronte ad uno specchio per poterti correggere mentre studi. Prova anche a studiare senza chitarra, ed a occhi chiusi, suonando nell'aria per permettere al tuo cervello di sentire il tuo corpo. Cercando di stare il più dritto possibile con la schiena.
Ciao,
Marco
Farò tesoro delle tue osservazioni. Sono da un anno in revisione della mia forma di suonare. Sono della scuola tradizionale ("di Tárrega") e ho suonato sempre con il polso un po' piegato. Dopo aver letto un trattato di Gilardino ho deciso suonare con il polso diritto. Ma questo mi ha costretto a sollevare il gomito verso l'alto, il che fa alzare anche la spalla destra. Sicuramente la soluzione sarebbe alzare anche l'angolo del manico, rendendolo più verticale, ed alzare così un po' la mano destra. Penserò al problema.

Sulla strada per eseguire gli armonici nei bassi, io seguo al professore e Sagreras. Dall'estate ho pratticato con la lezione 44 delle Segundas Lecciones e la lezione 10 delle Terceras. Ecco le mie registrazioni di queste lezioni:

https://www.youtube.com/watch?v=5Bg-Us3 ... 8JBJ1ndwqS
https://www.youtube.com/watch?v=YVcBUiv ... vXkwem6p36

Credo avere migliorato molto la tecnica con questi esercizi di Sagreras.

:bye:
Adesso ho capito perchè sei così avanti con gli armonici. Io invece sto arrancando
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 409
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Jesús Morote » mer 31 gen 2018, 10:41

Paolo Barbagli ha scritto:
mar 30 gen 2018, 19:55
Adesso ho capito perchè sei così avanti con gli armonici. Io invece sto arrancando
Per questo motivo questo corso non sto registrando i brani non obbligatori. Ho preferito trascorrere un po' di tempo ogni giorno migliorando la tecnica, per la quale cosa sto seguendo le terze lezioni di Sagreras. Questo non mi lascia tempo per studiare altri brani in profondità.

:bye:
Allievo D06

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » gio 01 feb 2018, 19:48

Cari amici e' stata dura con gli armonici,abbiate pazienza necessitano ancora di studio ma accettateli cosi' come sono per ora.Non storcete troppo il muso.Prendete il po' di buono che c'e'.Grazie e scusate gli errori.Un caro saluto a tutti :bye: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Marco L

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Marco L » gio 01 feb 2018, 21:40

Ciao Angelo, gli armonici ti vengono e anche bene. Ora devi solo legare tutto è per fare questo il mio consiglio è di decidere un tempo di esecuzione dove non hai paura e ti senti libero. Definito quel tempo obbligati a mantenerli anche nei punti dove senti che ti senti già sicuro e accelleri.
Bè insomma ritenuti soddisfatto di quello che hai prodotto in un mese su un pezzo che tutti noi dobbiamo studiare per molto più tempo 😉

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 727
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Paolo Barbagli » ven 02 feb 2018, 00:32

Angelo Scuderi ha scritto:
gio 01 feb 2018, 19:48
Cari amici e' stata dura con gli armonici,abbiate pazienza necessitano ancora di studio ma accettateli cosi' come sono per ora.Non storcete troppo il muso.Prendete il po' di buono che c'e'.Grazie e scusate gli errori.Un caro saluto a tutti :bye: :bye:
Mi associo a quanto detto da Marco. Dovresti rallentare il tutto e rispettare di più i tempi, perchè le note ci sono. E complimenti per gli armonici, che vengono quasi meglio del resto. Voto al momento 6
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » ven 02 feb 2018, 08:08

Marco Leonardi ha scritto:
gio 01 feb 2018, 21:40
Ciao Angelo, gli armonici ti vengono e anche bene. Ora devi solo legare tutto è per fare questo il mio consiglio è di decidere un tempo di esecuzione dove non hai paura e ti senti libero. Definito quel tempo obbligati a mantenerli anche nei punti dove senti che ti senti già sicuro e accelleri.
Bè insomma ritenuti soddisfatto di quello che hai prodotto in un mese su un pezzo che tutti noi dobbiamo studiare per molto più tempo 😉
Grazie Marco seguirò i tuoi consigli. Un saluto affettuoso

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 485
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Angelo Scuderi » ven 02 feb 2018, 08:11

Paolo Barbagli ha scritto:
ven 02 feb 2018, 00:32
Angelo Scuderi ha scritto:
gio 01 feb 2018, 19:48
Cari amici e' stata dura con gli armonici,abbiate pazienza necessitano ancora di studio ma accettateli cosi' come sono per ora.Non storcete troppo il muso.Prendete il po' di buono che c'e'.Grazie e scusate gli errori.Un caro saluto a tutti :bye: :bye:
Mi associo a quanto detto da Marco. Dovresti rallentare il tutto e rispettare di più i tempi, perchè le note ci sono. E complimenti per gli armonici, che vengono quasi meglio del resto. Voto al momento 6
Grazie Paolo anche a te per avermi ascoltato. Lavorerò in questo senso. Un abbraccio

Torna a “Archivio Corsi di chitarra classica in linea”