chitarre alhambra

Regole del forum
Questa sezione è dedicata alla richiesta di consigli, opinioni, suggerimenti per l'acquisto di una chitarra classica. Il forum non può svolgere il ruolo di "esperto virtuale (a distanza)", perciò per la stima di uno strumento è preferibile rivolgersi personalmente a un liutaio o a un negozio di strumenti musicali.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarre alhambra

Messaggio da giannini awn71 » dom 26 nov 2017, 21:12

E hai ragione...lascia le cose così come stanno....La tua Alhambra Luthier India...è una gran bella chitarra.
Personalmente non amo molto le Alhambra per via del manico troppo robusto per i miei gusti, e l'action molto alta, ma è indiscutibile il fatto che sia una gran bella chitarra..
Ti dico in breve quel volpone di negoziante cosa aveva in mente...
La tua è già una chitarra bella e rodata , quindi con un suono maturo e senza sorprese per il futuro....quindi ..una garanzia in più per chi acquista...(personalmente se dovessi scegliere tra un nuovo e un usato con un decennio alle spalle...a parità di condizioni...sceglierei l'usato)
Dunque...ti avrebbe valutato al 60%lo strumento,,(giusto per invogliarti)....ti avrebbe fatto lo sconto del 10%max il 15 sul nuovo..
e lui dopo 24 ore avrebbe già rivenduto il tuo strumento a prezzo pieno.ed è probabile che avesse già l'acquirente in lista.
Ne avrebbe .decantato la stagionatura dello stesso, e i dettagli oggi difficilmente riscontrabili in uno strumento odierno di pari elevatura.tanto più che la tua luthier non ha un graffio....STAI DOVE SEI...
Ps...3400 euro e non ti da neanche la custodia rigida???????Dici che le meccaniche non hanno la vite di blocco???
considera che in passato ho avuto una chitarra da studio ..euro 480....yamaha cg 192s...e le meccaniche...non saranno state eccelse...ma la vite di bloccaggio l'avevano...eccome.....
in ultima analisi....altri brand..a partire dalle 1500 euro....ti danno anche la custodia semirigida sagomata in poliuretano ed esterno in cordura....e sono tali e quali le rigide....secondo me voleva in un secondo tempo appiopparti la custodia rigida... a parte....per il prezzo stracciato(solo per te)alla modica somma di 80 euro :lol: :lol: .
per quanto riguarda le fasce e il fondo della nuova...niente di strano che sia mogano....la tua è palissandro....ma ...chi te lo fa fare :bye:

LUCA.P
Messaggi: 362
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: chitarre alhambra

Messaggio da LUCA.P » dom 26 nov 2017, 22:41

Ma infatti... non la vendo nemmeno con le cannonate....sono occorsi quasi dieci anni per ottenere un buon suono. E per fortuna non ho cercato altro , anche perché i primi anni sarei stato propenso a venderla , perché il suono non regalava emozioni.
L'ho sempre lasciata fuori custodia per far si che il legno maturasse ,ultimamente però ,da l'estate appena trascorsa, ho incominciato a riporla in custodia, come leggevo fare da molti qui nel forum.
Così anche per la Yamaha GC30.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

LUCA.P
Messaggi: 362
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: chitarre alhambra

Messaggio da LUCA.P » dom 26 nov 2017, 23:01

Ecco come era nel 2006 con la vernice Nitro di fabbrica...
Da vedere era sicuramente più bella
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarre alhambra

Messaggio da giannini awn71 » dom 26 nov 2017, 23:17

Davvero..spettacolare.....
recentemente ho acquistato una yamaha GC32S..praticamente la sorella gemella della tua GC30..
ma purtroppo per ottenere il suono e le prestazioni della tua dovrò aspettare un paio di anni........l'ho presa con il top in abete...e ..li ci vogliono anni....Mi fa piacere che la pensi come me....Nelle chitarre qualche decennio di stagionatura ambiente....aggiunge valore e qualità allo strumento......non sono autovetture....
ciao e buona musica

awana

Re: chitarre alhambra

Messaggio da awana » lun 27 nov 2017, 15:02

LUCA.P ha scritto:
dom 26 nov 2017, 22:41
L'ho sempre lasciata fuori custodia per far si che il legno maturasse
Come mai ? Mi interesserebbe capire il perche', ho sempre pensato che fosse la vibrazione del suono nel tempo a far maturare le fibre del legno. Forse perche' fuori custodia perde umidita' ? :reflechir:
Grazie :bye:

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarre alhambra

Messaggio da giannini awn71 » lun 27 nov 2017, 18:40

Beh....se hai l'ambiente giusto ..cioè non vivi in una grotta...o dentro un igloo,o in una foresta pluviale e non hai cani o peggio gatti per casa, tenere lo strumento fuori dalla custodia in sicurezza su una poltrona non è una scelta sbagliata....gli strumenti concepiti in massello, sono vivi, il legno respira e reagisce all'ambiente, e matura di conseguenza........suonandolo.....
Io purtroppo devo tenere le mie chitarre in custodia e sotto chiave....mia moglie è una gattara e di conseguenza ho qualche gatto in casa.
Gatti e chitarra fuori dalla custodia???????...pessima combinazione

LUCA.P
Messaggi: 362
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: chitarre alhambra

Messaggio da LUCA.P » lun 27 nov 2017, 18:45

Non mi intendo di liuteria ,ma un pò di falegnameria a livello amatoriale; sono sempre stato convinto che il legno necessita di stare all'aria per stagionare ,inoltre la mia chitarra quando mi arrivò doveva essere stata realizzata poche settimane prima perché Io la ritirai il 21-04-2006 , all'interno vi era un foglietto allegato con data 10-04 06,il che mi ha sempre fatto presupporre che fu ultimata e messa in commercio solo dieci giorni prima ( io l'avevo ordinata un mese prima).Infatti, per 8 -9 mesi la chitarra esalava dalla buca un odore persistente di legno di cedro ( molto particolare ,Ho una scatola Humidor per sigari in legno di cedro che emana un aroma simile) che è durato anni però in maniera meno intensa rispetto all'inizio.
Può essere che abbia anche sbagliato a lasciarla fuori custodia in certi periodi afosi delle estati passate, comunque ricordo che la misi in custodia solo in certi periodi di particolare umidità ,per poi riporla a portata di mano.
Quindi in definitiva io mi sono regolato senza esperienza e cercando di far del mio meglio

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarre alhambra

Messaggio da giannini awn71 » mar 28 nov 2017, 19:35

ma come cavolo hai fatto a postare delle foto così...definite.
In passato ho provato ma questo forum ha seri problemi di n pixel x foto.....e ogni volta.....sempre la stessa storia........file troppo pesante.....

LUCA.P
Messaggi: 362
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: chitarre alhambra

Messaggio da LUCA.P » mer 29 nov 2017, 09:24

A dire il vero non so dare indicazioni a parte quella che ridimensiono i pixel con il programma FastStone photo resizer.
Lo scaricai anni fa ,allora era gratuito e scaricandolo non è entrato oltre a quello niente altro.. oggi è meglio controllare bene che non vi siano correlate Tolbar o motori di ricerca che poi sono da rimuovere perdendo tempo prezioso...nonostante tutto, questa è la regola per qualsiasi cosa di gratuito che si scarica da internet...come dice il numero uno di Apple ( copiato anche da Crozza) " -se non sei il cliente ...sei il prodotto - "

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 383
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: chitarre alhambra

Messaggio da Vincenzo Di Guida » mar 06 feb 2018, 10:37

Hanno cambiato nomenclatura e oggi la lettera C indica una chitarra col top in cedro e cassa in mogano.
I modelli che citi, tuttavia, sono comunque degli entry level di produzione industriale e ti consiglio di provare con attenzione senza acquisti a distanza .
Il consiglio deriva dal fatto che qualche tempo fa, volendo acquistare una 7p in abete (parlo della produzione di qualche anno fa) ne ho provato ben tre e solo per una valva davvero la pena.
Memore della costanza di qualità Yamaha (l’altro marchio industriale che fa da padrone del mercato assieme ad Alhambra) rimasi interdetto.
Non ho provato la corrente produzione e quindi non saprei dirti se oggi hanno raggiunto una maggiore costanza qualitativa.
In ordine alla Luthier, recentemente un negoziante mio conoscente (che é rivenditore di Alhambra) mi ha chiamato per farmi provare due Luthier di cui una con cassa in palissandro indiano e l’altra in ziricote.
A mio avviso quella in ziricote era bellissima dal punto di vista estetico ma più acerba rispetto a quella in palissandro indiano.
Tuttavia il costo di acquisto, sostenuto per entrambe (ben oltre le 3000 cocuzze....), secondo me va valutato attentamente visto che con quei soldi si può già pensare alla liuteria nazionale.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

LUCA.P
Messaggi: 362
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: chitarre alhambra

Messaggio da LUCA.P » mer 07 feb 2018, 16:10

Certamente con cifre del genere non conviene!
Oggi,sarebbe più sensato contattare Alessandro Lienzo! :elec: :applauso:
Al tempo in cui la comperai io ,non avevo internet e anche in rete le informazioni erano scarse .

alessandro lienzo

Re: chitarre alhambra

Messaggio da alessandro lienzo » mer 07 feb 2018, 17:39

Grazie Luca, M i miei strumenti non sono ancora all'altezza...

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 383
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: chitarre alhambra

Messaggio da Vincenzo Di Guida » sab 24 feb 2018, 13:38

Leggendo meglio tutto il thread ho letto che tra una Yamah C70 è una Alhambra C1 cambia poco.
Non sono molto d’accordo poiché la C70 ha il top in laminato mente la C1 in massello.
La differenza, a mio,avviso, si sente.
Inoltre mentre l’impostazione timbrica della C70 é sostanzialmente neutra (il che potrebbe essere preferito) la C1 ha in più spiccato timbro spagnolo.
Sembrerebbe che stia sostenendo che la C1 (o c2 o C3, cambia poco in quanto ci sono solo delle filettature differenti) sia meglio della C70 o la C80 ma mentre non ho mai trovato note lupo con le Yamaha, né ho trovato (eccome....!) sulle Alhambra.
Morale della favola, se trovi l’Alahambra entry level che suona bene é forse superiore alle entry level Yamaha ma con Yamaha si può addirittura acquistare a distanza senza provare mentre con le Alhambra, secondo la mia esperienza, no.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

cmambella
Messaggi: 1
Iscritto il: gio 01 mar 2018, 21:40

Re: chitarre alhambra

Messaggio da cmambella » gio 01 mar 2018, 21:50

Salve, sono nuova del forum. Sono la mamma di un ragazzo con la STRAPASSIONE x la chitarra. Ha una 5p Alhambra, è al primo anno pa conservatorio e suona diverse ore al giorno, compatibilmente con la scuola. È molto attratto dalla musica barocca. Secondo voi è troppo presto x comprargli un liuto?

Balaju
Messaggi: 818
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: chitarre alhambra

Messaggio da Balaju » gio 01 mar 2018, 22:20

Chitarra barocca ...per un chitarrista.
Balaju

Torna a “Consigli per l'acquisto di una chitarra”