D03 Lezione di chitarra classica 05

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4336
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Jean-François Delcamp » gio 04 gen 2018, 13:56

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D03.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vi troverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.




Adesso cominciamo a lavorare su una serie di esercizi:
- pagina 90, numeri 16, 17 - Jean-François DELCAMP - Scale.
Al momento dei cambi di posizione, utilizzate la tecnica dello "smanicamento". La posizione I è la posizione della mano sinistra quando l'indice (1) è posato sul primo tasto, la posizione V è la posizione della mano quando l'indice (1) è posato sul quinto tasto, eccetera...
Lo smanicamento consiste nello spostare la mano sinistra lungo il manico, di posizione in posizione, di tasto in tasto.
Nelle scale che studiamo oggi, notate che il mio primo dito non abbandona mai la prima corda, io me ne servo come guida per la mano. Gli smanicamenti sono segnalati con linee oblique che collegano l'una all'altra due indicazioni per il medesimo dito.
I video successivi sono quelli dei numeri 16, 17, pagina 90.
Lavorate prevalentemente sui passaggi evidenziati in giallo, applicandovi a perfezionare la tecnica dello smanicamento.





- pagina 95, numeri 32, 33, 34, 35, 36 - Jean-François DELCAMP - Legature.
Abbiamo già lavorato sul tocco appoggiato con le dita della mano destra. Accingiamoci ora a lavorare sul tocco appoggiato con le dita della mano sinistra. Questo è il modo migliore per imparare ad eseguire le "legature tirate".








Infine, studiamo attentamente 4 pezzi, pagine 39, 42, 43, 56 et 58.
- pagina 39 Ferdinand CARULLI (1770-1841) PRELUDE N°4 opus 114
Lavorate su questi arpeggi lasciando sempre 3 dita posate sulle corde. Questo modo di fare serve a farvi imparare l'azione necessaria senza che ciò trascini un movimento involontario e superfluo delle altre dita.





- pagine 42-43 Ferdinand CARULLI (1770-1841) VALSE




- pagina 56 Niccolò PAGANINI (1782-1840) GHIRIBIZZO n°1
Le ripetizioni sono numerose, variate le sonoritá per evitare la monotonia.
Per ottenere sonoritá differenti, suonate:
- sulla buca (il vulume sonoro qui è ottimale e vi si ottiene un buon equilibrio fra bassi ed acuti),
- sul manico (qui la sonoritá è piú dolce, ed è piú vicina a quella del clarinetto, i bassi sono addolciti)
- vicino al ponte ( la sonoritá è piú metallica, e diventa prossima alla sonoritá del clavicembalo, i bassi sono rinforzati e gli acuti affievoliti).




- pagina 58 Dionisio AGUADO (1784-1849) LECCION N°19
Lavorate su questi arpeggi lasciando sempre 2 dita posate sulle corde. Questo modo di fare serve a farvi imparare l'azione necessaria senza che ciò trascini un movimento involontario e superfluo delle altre dita.




Vi domando prima di tutto di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e poi di pubblicare le vostre registrazioni di:
- pagina 39 Ferdinand CARULLI (1770-1841) PRELUDE N°4 opus 114
- pagina 56 Niccolò PAGANINI (1782-1840) GHIRIBIZZO n°1



Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Desafinado, Paola Liguori, Alma Steiner, Arteusian, Luigi (luigib952), Ferdinando Bonapace (Magic Guitar), Giovanni (PinGiov) e GabrielePenna che hanno offerto il loro aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)


Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » lun 08 gen 2018, 23:45

Ciao a tutti, mi chiamo Davide e sono nuovo in questo forum. E' il mio primo messaggio! Ho cercato di dare un'occhiata alle varie regole del forum e mi sembra di non dover procedere con una "presentazione ufficiale" prima di dare avvio alle mie attività di allievo. Ovviamente non si tratta solo del mio primo messaggio ma anche della mia prima registrazione, fatta direttamente con il cellulare per cui mi scuso in anticipo con tutti per la scarsa qualità dell'audio. In gioventù ho studiato un po' di chitarra classica per cui ho pensato di inserirmi al livello D03 ma, probabilmente, devo rivedere un po' di nozioni e per questo mi aspetto sapienti consigli da parte vostra (in particolare, se possibile, dai prof). Valuterò con voi se è il caso di inserirmi in un corso differente. Non sapendo ogni quanto tempo viene pubblicata una nuova lezione e volendo recuperare nel più breve tempo possibile le altre lezioni di questo corso, ho registrato tutto un po' di fretta, probabilmente senza adeguato studio. Nel tempo, frequentando il corso, riuscirò sicuramente a coordinarmi meglio con le "scadenze". Mi scuso in anticipo con tutti per eventuali "pasticci" formali e vi ringrazio in anticipo per i preziosissimi consigli che saprete darmi.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

PaoloMerola
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 63
Iscritto il: sab 12 nov 2016, 11:18

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da PaoloMerola » mar 09 gen 2018, 21:57

Davide, le lezioni durano circa un mese, noi del corso credo stiamo tutti ancora studiando la tecnica e i nuovi pezzi. Dovrai attendere un po' per ascoltare le nostre registrazioni.
Le tue registrazioni mi paiono tutte corrette e i pezzi sono eseguiti con grande sicurezza. Molto bene :bravo: Visto che sei già a un così buon livello per questo corso, mi soffermerei anche sull'espressività dell'esecuzione. Qui forse io non sono in grado di darti molto consigli. Noto solo che nel Carulli (nel valse non il preludio) qualche nota bassa "sporge", mentre forse potrebbe essere eseguito con più espressione e variabilità nella dinamica del forte o piano. Anche sul tuo eseguire i bicordi a inizio battuta in modo non esattamente contemporaneo si potrebbe riflettere (non so se è una tua scelta deliberata o solo una "pigra abitudine"). Io però mi dichiaro incompetente a darti un consiglio. Se non hai trovato alcuna difficoltà nel registrare questi pezzi in un paio di giorni, forse puoi pensare di passare al livello D04, non saprei.
In ogni caso: ben trovato, sono contento se resterai con noi e ci offrirai i tuoi suggerimenti. Per consigli specifici riguardo al forum e alle regole dei messaggi, invece, forse è meglio che tu ti chieda direttamente ai Moderatori (Paola è sempre molto gentile).

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » mar 09 gen 2018, 23:49

Ciao Paolo, ti ringrazio molto per i consigli. Li trovo assolutamente utili. In effetti mi sono lasciato un po' prendere dalla fretta, non avevo capito che le lezioni durano un mese :-) e, di conseguenza, non ho curato adeguatamente l'espressività, facendo un po' tutto "al volo". Anche i bicordi eseguiti in modo non del tutto contemporaneo sono una "pigra abitudine" accentuata dal poco approfondimento dedicato. In questi giorni cercherò di dare una lettura anche agli spartiti del livello D04 per capire dove è più opportuno collocarmi. Grazie mille ancora.

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » dom 14 gen 2018, 13:26

Mi ero dimenticato di caricare il "Ghiribizzo" di Paganini. Eccolo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 99
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Andrea Gnecchi » sab 20 gen 2018, 19:30

Ciao a tutti :bye:

Dato che sono arrivato ultimo alla lezione 4, mi presento fra i primi alla lezione 5.
Un paio di pezzi li conoscevo gia', quelli del Carulli, che infatti ho preferito suonare con la diteggiatura consigliata da Mario Chiesa.
In particolare il Valse lo suono a tre dita, p i m, suonando bassi e terza corda col pollice.
In questo modo riesco a tenere una velocita' maggiore, propria del valzer.
Mi rimane ancora da postare il Ghiribizzo, che pur essendo un pezzo corto e apparentemente semplice, porta con se la complicazione dello stoppare i bassi e alla fine non e' cosí...semplice. :mrgreen:

Intanto ho ascoltato le registrazioni di Davide.
Prima di tutto complimenti per la rapidita' con cui hai presentato le tue registrazioni. :bravo:
Il Valse e' buono. Lavoraci ancora per aumentare la velocita'. Ho sentito un'esitazione solo alla fine della ripetizione della seconda parte, ma per il resto ok. Ti sei pero' dimenticato di ripetere da capo fino al fine

Aguado ok, ben suonato, chiaro e sicuro.

Il Prelude e' anche quello buono. Ho sentito qualche esitazione qua e la che non riesco a leggere se effettivamente "esitazione" o se "di espressione"... forse ci sono tutti e due?
Andrebbe velocizzato un po', e lavorandoci ancora credo che non avrai nessun problema.

Il Ghiribizzo, infine, va corretto. Se controlli bene lo spartito e guardi bene anche il filmato di DelCamp vedrai che i bassi durano 1/8 e vanno quindi stoppati subito, mentre nella tua esecuzione li lasci suonare.
Prova a riguardarlo.

Quindi :bravo: :bravo: :okok:

Ed ecco i miei pezzi, non ho caricato le scale, ma solo i brani.
Ho cercato di farli tutti alle corrette velocita', spero che il risultato sia soddisfacente
Come ho gia' detto il Ghiribizzo arrivera'.

Ciaooooo :bye:

Carulli - Valse
[media]https://youtu.be/jd8Su1ZEJLg[/media]

Prelude 4 op.114
[media]https://youtu.be/zeYrNFXAREQ[/media]

Aguado - Leccion N19
[media]https://youtu.be/_U_a3EAUAKk[/media]
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » sab 20 gen 2018, 19:47

Andrea grazie per la tua analisi. Effettivamente quando ho registrato non avevo compreso bene le tempistiche ed ho fatto tutto in fretta e furia, così come veniva. Dal prossimo mese cercherò di fare tutto con più calma. A breve ascolto anche le tue registrazioni in modo da darti il mio punto di vista. Grazie ancora

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » dom 21 gen 2018, 11:49

Andrea ho ascoltato i tuoi brani. Hai fatto veramente un ottimo lavoro, complimenti. Non ho particolari osservazioni da fare, noto solo che in certe circostanze aumenti o riduci il volume, è una scelta espressiva, corretto? Da ultimo una domanda: sei sicuro che gli studi vadano suonati così veloci? Personalmente mi sono limitato alle velocità di esecuzione proposte dal Prof ma ad esempio sulla partitura del Valse si richiedono 44 BPM sulla semiminima puntata...ora, non ho il metronomo con me ma mi sembra meno veloce della tua esecuzione o sbaglio? In ogni caso, anche a quel tempo non hai avuto cedimenti quindi va bene così. Bravo

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 99
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Andrea Gnecchi » dom 21 gen 2018, 14:51

Ciao Davide

si, il forte/piano e' una scelta espressiva.
Per quanto riguarda la velocita' ho usato quella che avevo imparato a utilizzare sulla versione degli studi proposta da Mario Chiesa, che e' evidentemente piu' veloce di quella di studio proposta da DelCamp.
Vanno tutte bene, l'importante e' cercare di suonarle in modo corretto.

A presto
Andrea
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 99
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Andrea Gnecchi » dom 21 gen 2018, 17:23

....scusate, gli arrangiamenti sono di Ruggero Chiesa...non so perche' avevo in testa che si chiamasse Mario :mrgreen: :mrgreen:
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Avatar utente
Francesco Iannucci
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 129
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 15:14

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Francesco Iannucci » dom 21 gen 2018, 18:20

ecco i miei brani, il Ghiribizzo n°1 mi ha fatto dannare un po, sembrava semplice invece....

Benvenuto Davide, complimenti per le tue registrazioni.

Ghiribizzo n°1
[media]https://youtu.be/kEBAtxaMErs[/media]
PRELUDIO N°4
[media]https://youtu.be/IQ6sa7ujfP0[/media]
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chitarra: Altamira N300+ , Cordoba 45 Limited
Corde:Aquila Alabastro Superior,
Dogal Venetian strong, Augustine Imperial HT, EXP 44, Savarez 510cj

Avatar utente
Filippo De Bellis
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 294
Iscritto il: mer 20 gen 2010, 20:25
Località: Caluso - Torino

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Filippo De Bellis » dom 21 gen 2018, 21:50

Ciao chitarristi del D03!
Per ora invio gli esercizi per la quinta lezione...
Nei giorni successivi, posterò i brani....

Attendo i vostri commenti, come sempre...
:bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Davide Ventrella » lun 22 gen 2018, 00:45

Francesco, direi che, a parte qualche piccola imprecisione qua e là, hai fatto un ottimo lavoro. Occhio solo alle pause nel valse e a mantenerle per tutta la loro durata. Ti faccio notare inoltre che, come osservava Andrea, nel Ghiribizzo i bassi vanno stoppati (non l'ho fatto nemmeno io). Nel complesso, bravo!

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 99
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: D03 Lezione di chitarra classica 05

Messaggio da Andrea Gnecchi » lun 22 gen 2018, 09:36

Ciao a tutti,

Filippo, il mio IPad ha qualche problema e si intestardisce a non voler farmi sentire le tue registrazioni :?
Proveró sul computer... :roll:

Francesco, buone esecuzioni. Qualche imprecisione qua e la e qualche inciampo, ma sono solo da rifinire. Lavoraci ancora su che vanno bene.
Occhio solo che ho notato che hai la tendenza, in alcuni passaggi, ad abbandonare con la mano sinistra l'accordo o l'arpeggio prima che le dita della mano destra lo abbiano concluso.
L'ho notato perche' e' un difetto che ho anch'io e, proprio per questo, ho forse piu' orecchio per "beccarlo" :mrgreen:
Prova a riascoltarti bene, in qualche passaggio lo troverai.
L'unica soluzione e' rallentare e ripartire un po' piu' lenti per poi tornare ad accelerare di nuovo.
:bravo: :bravo: Buon lavoro

Ciao
A
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”