D03 Lezione di chitarra classica 03

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4465
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Jean-François Delcamp » mar 06 nov 2018, 09:48

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D03.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vi troverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.



Adesso cominciamo a lavorare su una serie di esercizi:
- pagina 88, numeri 10, 11, 12 - Jean-François DELCAMP (1956) - Scale.
Al momento dei cambi di posizione, utilizzate la tecnica dello "smanicamento". La posizione I è la posizione della mano sinistra quando l'indice (1) è posato sul primo tasto, la posizione V è la posizione della mano quando l'indice (1) è posato sul quinto tasto, eccetera...
Lo smanicamento consiste nello spostare la mano sinistra lungo il manico, di posizione in posizione, di tasto in tasto.
Nelle scale che studiamo oggi, notate che il mio primo dito non abbandona mai la prima corda, io me ne servo come guida per la mano. Gli smanicamenti sono segnalati con linee oblique che collegano l'una all'altra due indicazioni per il medesimo dito.
Il video seguente corrisponde alle misure da 5 a 9 della scala di FA maggiore, numero 10, pagina 88.
In questo esempio video, io suono lentamente, affinché voi vediate bene il mio primo dito scivolare dalla posizione I alla posizione V, quindi dalla posizione V alla posizione X. Durante la discesa, notate che io faccio la stessa cosa, in senso inverso. Quando io ritorno dalla posizione X alla posizione V, il mio primo dito scivola di posizione in posizione, senza mai abbandonare la corda.


I video successivi sono quelli dei numeri 10, 11, 12, pagina 88.
Lavorate prevalentemente sui passaggi evidenziati in giallo, applicandovi a perfezionare la tecnica dello smanicamento.





- pagina 94, numero 30, misura 2 - Jean-François DELCAMP (1956) - Legature.
Abbiamo già lavorato sul tocco appoggiato con le dita della mano destra. Accingiamoci ora a lavorare sul tocco appoggiato con le dita della mano sinistra. Questo è il modo migliore per imparare ad eseguire le "legature tirate".
Numero 30, misura 2, le dita della mano sinistra eseguono le legature mediante il tocco appoggiato. Le dita 4, 3, 2 e poi 1 fanno vibrare la seconda corda, quindi terminano il loro movimento andandosi ad appoggiare sulla prima corda.
Posizionate le dita della mano sinistra in direzione verticale rispetto alla superficie del tasto, è la posizione buona per eseguire dei legati.




Infine, studiamo attentamente quattro pezzi, pagine 11, 12, 34, 35 e 56.

- pagina 11, ANONIMO (circa 1600), GREENSLEEVES (in inglese, Maniche Verdi).
In questo pezzo, sforzatevi di far durare i bassi fino alla loro fine, in particolare i DO ed i SOL bassi.
Misure 16 e 24, a partire dal secondo tempo, potete preparare il quarto dito, che servirà a produrre il SOL acuto dell'accordo seguente. Si nota in questo pezzo il ritmo della "siciliana" (semiminima puntata, croma, semiminima). Questo brano consiste di tre parti, la terza parte è identica alla prima. Questo brano è dunque di struttura A-B-A, cosiddetta "forma lied" (canzone, in tedesco).



- pagina 12, ANONIMO, MARO PONTKALLEG (in bretone, Morte di Pontkalleg).
Questo brano consiste di tre parti, la terza parte è identica alla prima. Questo brano è dunque di struttura A-A-B-B-A'-A', cosiddetta "forma lied".
A partire dalla misura 25, arpeggiate lentamente gli accordi dal grave verso l'acuto, regolate il ritmo in modo da concludere l'arpeggio con la nota più acuta sul tempo forte.



- pagine 34-35, TURLOUGH O'CAROLAN (1670-1738), BRIAN BORU'S MARCH (Marcia Funebre per Brian Boru).
Questo brano consiste di tre parti, la terza parte è identica alla prima. Questo brano è dunque di struttura A-B-B-A, cosiddetta "forma lied". Si nota in questo brano il ritmo della "siciliana" (croma puntata, semicroma, croma).



- pagina 56, Niccolò PAGANINI (1782-1840), VALZER.
Arrestate con cura la vibrazione dei bassi, a partire dalla seconda croma della misura. Questo brano consiste di due parti, che sono riprese. Questo brano è dunque di struttura A-A-B-B, cosiddetta "forma binaria". La ripetizione è particolarmente interessante se s'intende servirsene per esprimere un significato diverso ciascuna volta. Così è possibile suonare "B" una prima volta in modo "non conclusivo", e suonare la seconda volta in modo "conclusivo".



Vi domando prima di tutto di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e poi di pubblicare le vostre registrazioni di:
- pagina 88 numero 10 - Jean-François DELCAMP (1956) GAMMES - SCALE - SCALES – ESCALAS
- pagina 94, numero 30, misura 2. Jean-François DELCAMP (1956) LIAISONS - LEGATURE - SLURS – LIGADOS
- pagina 11 ANONYME (ca. 1700) GREENSLEEVES
- pagina 56 Niccolò PAGANINI (1782-1840) VALTZ




Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Desafinado, Paola Liguori, Alma Steiner, Arteusian, Luigi (luigib952), Ferdinando Bonapace (Magic Guitar), Giovanni (PinGiov) e GabrielePenna che hanno offerto il loro aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)


Avatar utente
maurizio.cesaratto
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 172
Iscritto il: ven 26 ago 2016, 12:57

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da maurizio.cesaratto » sab 10 nov 2018, 23:14

Salve, chiedo se qualcuno mi può spiegare come eseguire l'acciacatura nel valtz di Paganini! Grazie

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » dom 11 nov 2018, 22:44

Ciao Maurizio,per eseguire l'acciaccatura nel caso specifico del valzer di Paganini devi suonare il Re e il Sol diesis contemporaneamente con l'indice
posto sul Fa.Il risultato è come eseguire una legatura,ma in modo rapido.Inizia lentamente, accelera quando avrai raggiunto una certa sicurezza. :bye: Luigi

Avatar utente
maurizio.cesaratto
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 172
Iscritto il: ven 26 ago 2016, 12:57

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da maurizio.cesaratto » lun 12 nov 2018, 19:23

luigi de bono ha scritto:
dom 11 nov 2018, 22:44
Ciao Maurizio,per eseguire l'acciaccatura nel caso specifico del valzer di Paganini devi suonare il Re e il Sol diesis contemporaneamente con l'indice
posto sul Fa.Il risultato è come eseguire una legatura,ma in modo rapido.Inizia lentamente, accelera quando avrai raggiunto una certa sicurezza. :bye: Luigi
:bye: Grazie Luigi!

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » mer 14 nov 2018, 20:37

Ciao a tutti,di seguito posto la terza lezione.Come sempre sono graditi suggerimenti per le opportune correzioni. :merci: Luigi







D03 Legature esercizio n.30 pag94.mp3
Scala di Fa Magg.Appoggiato.mp3
Anonyme- Maro pontkalleg.mp3
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Vincenzo Rapacciuolo
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 898
Iscritto il: ven 14 lug 2017, 11:46

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Vincenzo Rapacciuolo » mer 14 nov 2018, 21:07

luigi de bono ha scritto:
mer 14 nov 2018, 20:37
Ciao a tutti,di seguito posto la terza lezione.Come sempre sono graditi suggerimenti per le opportune correzioni. :merci: L

Anonyme- Maro pontkalleg.mp3
Buonasera Luigi, come al solito lezione completa e come sempre brani perfetti. Solo che questa volta mi hai stupito anche per l'uso degli Alaska fingerpicks, quindi sei anche un innovatore :okok: . A proposito, per me che suono con i polpastrelli, sarebbero la salvezza, come ti sei trovato e, soprattutto, pensi di utilizzarli anche in futuro? :bravo: :bravo: :bravo: .
:bye: Enzo
E po' ched'è 'a Chitarra?: musica 'nzino ca te scarfa e te cunnulea...
(Tratto dalla Poesia " 'A chitarra" di Giuseppe Marotta)

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » mer 14 nov 2018, 21:25

Ciao Enzo, non sono gli Alaska, ma dei semplici nastri adesivi per ovviare ad un momentaneo problema alle dita "unghie spezzate" che non mi consentivano di suonare.Con questo espediente sono riuscito a portare a termine la lezione.Ti dirò che il risultato non è per niente male;il suono in alcuni casi risulta più caldo.Se vuoi provare , dei tagliare piccole
strisce e farle passare sotto l'unghia incrociandole sulla falangetta.Fammi sapere ciao un abbraccio. :merci: per avere ascoltato le registrazioni :bye: Luigi

Gerardo Centrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 426
Iscritto il: sab 22 apr 2017, 21:58

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Gerardo Centrella » gio 15 nov 2018, 13:12

luigi de bono ha scritto:
mer 14 nov 2018, 20:37
Ciao a tutti,di seguito posto la terza lezione.Come sempre sono graditi suggerimenti per le opportune correzioni. :merci: Luigi
Ciao Luigi,
innanzitutto complimenti per la lezione. Come sempre tutto molto bene, anche se questa volta, mi permetto, un pò meno fluida del solito.
Ho notato qualche imprecisione di troppo nei brani, e poi, ma qui si parla di gusti personali, ho sentito come delle note staccate. Ad esempio nella seconda parte del valzer di Paganini. Ripeto, sono gusti. A me personalmente non piace l'effetto staccato, preferisco che le note siano più legate (anche se raramente ci riesco) e il suono più lineare.
Però, c'è da dire che resti sempre top class :okok:
Alla prossima,
Gerardo :bye:

Avatar utente
maurizio.cesaratto
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 172
Iscritto il: ven 26 ago 2016, 12:57

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da maurizio.cesaratto » gio 15 nov 2018, 15:15

Ciao a tutti,di seguito posto la terza lezione.Come sempre sono graditi suggerimenti per le opportune correzioni. :merci: Luigi

:bravo: Ciao Luigi sempre il primo della classe!
Onestamente e con stima nei tuoi confronti ci avrei ancora lavorato un po!
Per le mie capacità di intendere penso che puoi dare molto di più.
Il brano Turlough O'Carolan non è uscito bene; poco fluido e con alcuni intoppi. Credo che forse non lo hai lavorato molto.
Gli esercizi: benino!
Nel brano Maro Pontkalleg le ultime 4 battute non si sente bene il suono. Gli avrei dato più forza!
Avanti tutta un grosso abbraccio!
Maurizio :bye:

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » gio 15 nov 2018, 22:33

Ciao Gerardo,grazie per avere visionato le registrazioni e per i suggerimenti.Questa lezione l'ho affrontata con un problema alla mano destra "rottura delle unghie".L'ho staccato del valzer è voluto, e a dirti la verità non piace neppure a me.Per farmi perdonare ti posto una mia registrazione come piace a me e spero a te. Fammi sapere se gradito. Un abbraccio :bye: Luigi
Niccolò Paganini-Waltz.mp3
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » gio 15 nov 2018, 22:46

Ciao Maurizio, grazie per avere ascoltato la mia lezione.Come ho già detto a Gerardo,questa lezione l'ho registrata con dei problemi.Bene hai fatto a rilevarmi gli errori in Turlough O Carolan. Oggi alle ore 21 l'ho di nuovo registrata in video e te la ripropongo spero di farti cosa gradita.Un abbraccio :bye: Luigi
[media] [/media]

Gerardo Centrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 426
Iscritto il: sab 22 apr 2017, 21:58

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Gerardo Centrella » ven 16 nov 2018, 12:18

Ciao,
Inserisco anch'io la mia terza lezione.
Ringrazio da subito quanti vorranno ascoltare e commentare.
:bye:
Gerardo






Gerardo Centrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 426
Iscritto il: sab 22 apr 2017, 21:58

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Gerardo Centrella » ven 16 nov 2018, 12:22

luigi de bono ha scritto:
gio 15 nov 2018, 22:33
Ciao Gerardo,grazie per avere visionato le registrazioni e per i suggerimenti.Questa lezione l'ho affrontata con un problema alla mano destra "rottura delle unghie".L'ho staccato del valzer è voluto, e a dirti la verità non piace neppure a me.Per farmi perdonare ti posto una mia registrazione come piace a me e spero a te. Fammi sapere se gradito. Un abbraccio :bye: Luigi

Niccolò Paganini-Waltz.mp3
Decisamente più bella e melodiosa.
:okok:
Alla prossima, :bye:
Gerardo

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 616
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da luigi de bono » sab 17 nov 2018, 11:01

Ciao Gerardo,complimenti :bravo: Come suggerimento O Carolan dovresti dargli più corpo accentando alcune parti con un tempo di poco più veloce.
Nel valzer di Paganini suonato bene,noto solo sull'acciacutura ancora incertezza, che con l'esercizio saprai recuperare.I brani sono molto tosti e li hai superati molto bene. :bravo: :bravo: :bye: :discussion: Luigi
PS. grazie per avere ascoltato la nuova registrazione del Valzer di Paganini

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”