Gommalacca o poliuretanica?

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Giuseppe Di Nardo

Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Giuseppe Di Nardo » lun 15 nov 2010, 23:18

Quali sono pro e contro di una e dell'altra tecnica di verniciatura?

Dalla mia esperienza sembrerebbe che la gommalacca sia più delicata, ma faccia suonare di più i legni.

Non so! Voi che dite?

Grazie

Giuseppe

Mauriziaccio

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Mauriziaccio » mar 16 nov 2010, 08:23

L'anno scorso mi sono sverniciato la Giussani che era finita con gommalacca e me la sono fatta con la poliuretanica.Non cambia tantissimo,ma se dovessi fare una chitarra oggi non esiterei a sceglere la poliuretanica. Il minor spessore possibile. Come capacità protettiva è certamente migliore. Il fatto di fare uno spessore minimo permette alla tavola di vibrare più liberamente.
Comunque sono finezze . L'importante è che la chitarra sia valida.
Un saluto

Alessandro Frassi

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Alessandro Frassi » mar 16 nov 2010, 23:09

Dipende dal progetto costruttivo e da come è applicata la vernice. Recentemente ho provato una splendida chitarra di Fernando Santos Lima (con palissandro brasiliano invecchiato 45 anni) che non era verniciata a gommalacca. Ho provato anche una bellissima chitarra di Bob Van de Kerckhove verniciata a spruzzo, anch'essa non a gommalacca. Lo strato di vernice era sottilissimo e appena percettibile. Due fra i migliori strumenti da me mai provati.
Ultima modifica di Alessandro Frassi il dom 28 nov 2010, 21:15, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4711
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 17 nov 2010, 06:08

torniamo sempre a bomba: è il progetto che la fa da padrone!!! sulla verniciatura teniamo presente però un paio di aspetti, che sono poi quelli che personalmente mi fanno prediligere leggermente la gomma lacca alla vernice sintetica, ovvero:
la gomma lacca non copre il legno come la poliriuetanica, bensì lo lucida (l'effetto visivo tra l'altro è decisamente più bello), e questo a livello acustico ha una sua (seppur minina) importanza, considerando poi che la gomma lacca ha un'elasticità di gran lunga superiore a qualsiasi altro tipo di vernice;
la gomma lacca è assolutamente reversibile, ciò significa che può essere tolta e ripassata anche centinaia di volte senza nessun problema. Provate a farlo con la sintetica...un gran bel lavorone!!!
Ciò detto, ribadisco il concetto secondo il quale un bravo liutaio riesce a tirar fuori ottimi strumenti con entrambe le verniciature, quindi anche in questo caso è sbagliato avere pregiudizi iniziali.
max
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Franco Marino

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Franco Marino » mer 17 nov 2010, 08:18

Ciao, sul fondo e fasce, potrei anche essere d'accordo con le sintetiche....ma sulla tavola armonica non lo sono per niente, tengo a precisare che la gommalacca fa traspirare il legno, cioè lo fa maturare nel tempo, le sintetiche lo isolano completamente, posso portarvi l'esempio classico del vino: il vino in botte continua a traspirare e maturare e con il passare degli anni si raffina, il vino in acciaio o in resina, non matura, non esalta le propie qualita'.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4711
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 17 nov 2010, 08:38

Franco Marino ha scritto:Ciao, sul fondo e fasce, potrei anche essere d'accordo con le sintetiche....ma sulla tavola armonica non lo sono per niente, tengo a precisare che la gommalacca fa traspirare il legno, cioè lo fa maturare nel tempo, le sintetiche lo isolano completamente, posso portarvi l'esempio classico del vino: il vino in botte continua a traspirare e maturare e con il passare degli anni si raffina, il vino in acciaio o in resina, non matura, non esalta le propie qualita'.
concordo in pieno Franco!!!! :okok:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Mauriziaccio

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Mauriziaccio » mer 17 nov 2010, 12:41

Franco Marino ha scritto:Ciao, sul fondo e fasce, potrei anche essere d'accordo con le sintetiche....ma sulla tavola armonica non lo sono per niente, tengo a precisare che la gommalacca fa traspirare il legno, cioè lo fa maturare nel tempo, le sintetiche lo isolano completamente, posso portarvi l'esempio classico del vino: il vino in botte continua a traspirare e maturare e con il passare degli anni si raffina, il vino in acciaio o in resina, non matura, non esalta le propie qualita'.

La tavola ha un piano superiore ed uno inferiore.
Nè con la gomma lacca nè con poliuretanica o altre vernici( l'elenco potrebbe essere davvero lungo, le vernici sono il mio mestiere) ho mai visto verniciata una tavola armonica,ma neppure il fondo, dalla parte interna.
Morale: traspira comunque,forse meno,ma traspira eccome.
Io credo che ci sia l'associazione di idee: Gommalacca-suono migliore.
Balle. Il suono è intrinseco allo strumento. La verniciatura della chitarra la si fa(credo) a scopo protettivo della chitarra stessa. Non è che se tu la finisci con la gommalacca questa finitura ti migliora il suono.(O se è vernice te lo peggiora).

P.S.
Caro Gianfranco,ottima e disponibilissima persona, ..... :bye:
Come la mettiamo con l'invecchiamento in bottiglia?

Un caro saluto

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4711
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 17 nov 2010, 14:13

ciao Mauriziaccio, una domanda visto che sei un esperto nel campo delle vernici: non ritieni che la vernice sintetica, avendo un peso specifico maggiore della gomma lacca nonchè una minor elasticità, possa legare maggiormente la tavola nella sua vibrazione???
sarebbe interessante, che oltre a Franco Marino, intervengano anche altri liutai per dire la loro...i pareri sono davvero troppo contrastanti tra di loro...Giussani e Lovadina (tanto per citarne due molto conosciuti) verniciano con il sintetico...Waldner, Fratelli Lodi (altrettanto conosciuti) solo ed esclusivamente a gomma lacca! ora mi domando, poichè la lucidatura a gomma lacca comporta una grande perdita di tempo per il liutaio e tra l'altro non è assolutamente facile da passare, perchè un liutaio dovrebbe massacrarsi a passarla quando con due spruzzi di sintetica risolverebbe tutto???
spero davvero in qualche risposta illuminante...non vorrei che alla fin fine si scoprisse che la gomma lacca si passi solo per tradizione... :roll:
:bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Franco Marino

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Franco Marino » mer 17 nov 2010, 14:43

Ciao, Maurizziaccio, il vino in bottiglia, va messo solo ed escusivamente dopo diversi anni di maturazione in botte, se non hai fatto caso le bottigle sono chiuse solo ed esclusivamente con tappi in sughero, questo per permettere di poter sempre traspirare, quindi avere contatto con ossigeno, che con il tampo lo matura e raffina ulteriormente. La vernice per chi non lo sapesse influisce anche sul tono dello strumento, ed alza le frequenze di risposta, la gommalacca fra le vernici è quella che si comporta in modo piu' passivo.

Davide P.

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Davide P. » mer 17 nov 2010, 16:53

Ciao,
se posso dire la mia - che ho già espresso in passato - la gommalacca (o, meglio a base di gommalacca ma con l'aggiunta di altre resine) è la più bella esteticamente, l'unica veramente riparabile, ma nulla aggiunge o toglie al suono della chitarra. Anzi, forse un pelino toglie (quando data in strati molto abbondanti) perché è una vernice assai morbida. Le altre vernici, invece, decisamente meno belle esteticamente, mettono del loro, anche in positivo. E' indubbio che la poliuretanica data a strati sottilissimi suona bene, dà attacco e migliora la propagazione. Ma anche la nitro suona bene. Non perché lo dico io, ma vi sono riscontri oggettivi fatti da fior di liutai e, se non erro, anche dalla scuola civica di liuteria di Milano.
Quindi anche io direi che tutto dipende dal progetto. io vernicio sempre a base di gommalacca, ma non mi sognerei mai di dire che altre vernici non abbiano caratteristiche acustiche superiori... quanto alla maturazione della tavola, questa è impedita solo se le vernici sintetiche sono date in spessori importanti, quali si riscontrano solo in strumenti industriali. Comunque sia, si tratta di sottili sfumature: non ho mai sentito strumenti che, riverniciati in modo diverso, abbiano fatto cambiamenti evidentissimi.
Per la mia esperienza - lo ripeto- quel che manca alla gommalacca è un poco di rigidità. Per ovviare si possono aggiungere altre resine più dure. il problema con queste, però, è che tendono a "screpolare" perché hanno un coeffic. di dilatazione diverso... quindi possono essere aggiunte solo in quantità modeste che spesso non compensano alla morbidezza della gommalacca. Ciò detto, viva la verniciatura naturale.

Mauriziaccio

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Mauriziaccio » mer 17 nov 2010, 17:36

l vino in bottiglia, va messo solo ed escusivamente dopo diversi anni di maturazione in botte, se non hai fatto caso le bottigle sono chiuse solo ed esclusivamente con tappi in sughero, questo per permettere di poter sempre traspirare, quindi avere contatto con ossigeno, che con il tampo lo matura e raffina ulteriormente. :okok:

Ohhhh yessssss!!!!
Se capitasse di incontrarci sicuramente te ne offro una!!!!
Non si vernicia una chitarra con la gommalacca così,solo per tradizione. Ma perchè in effetti ha questa capacità di traspirare.
la gomma lacca(l'ho già scritto su un'altro post) è una sostanza organica(molto...organica...è lo sterco di un insetto) che si fa sciogliere in alcool e poi si applica a tampone in un numero elevato di passate. Per avere anche un certo effetto estetico ne devi mettere una certa quantità...


ciao Mauriziaccio, una domanda visto che sei un esperto nel campo delle vernici: non ritieni che la vernice sintetica, avendo un peso specifico maggiore della gomma lacca nonchè una minor elasticità, possa legare maggiormente la tavola nella sua vibrazione??? .

Non sono un "esperto,ma dopo 35 anni che le usi ...o hai capito qualcosa o sei scemo!
Peso specifico superiore,rigidità... Capirei questi termini se si verniciasse una tavola con del flatting(vernice che viene spesso usata,a torto,sugli infissi,ad esempio) . E' una vernice nata con uno scopo preciso:basta leggere su qualsiasi confenzione di vernice " Flatting,vernice per imbarcazioni":
Questo perchè questo tipo di vernice è indirizzata per legni di barche,le quali vanno nel mare,dove c'è l'acqua salata e la salsedine sicuramente non fa bene al legno. In pratica fa da barriera meccanica,impedendo all'acqua di venire a contatto con il legno. Scusate l'escursus.
Certo,questo è un tipo di vernice che fa spessore e diventa molto rigida.
Ma una poliuretanica ben ben diluita,un paio o tre mani sottili sottili ha un peso inferiore ad una piuma e mantiene,proprio grazie al sottilissimo spessore una elevata elasticità. Ancora benissimo senza penetrare nel legno.
Non va a saturare il poro del legno.
Questo è un vantaggio enorme. Il famoso Abete della val di Fiemme è famoso proprio per la sua microporosità..Questi pori fanno da microcamera d'aria e consentono un miglior sviluppo del suono(detta in parole povere)
Ha una protezione meccanica eccellente,la gommalacca è più delicata. Col sudore del braccio,coi graffi a cui la tavola è soggetta la gomma lacca col tempo se ne va...Poco male,per questo basta fare una normale manutenzione ogni tanto.
Non vorrei che a far propendere per la verniciatura a gommalacca fosse solo...così...il senso del biologico,...del naturale o il senso del tradizionale.
Intendiamoci: alla fine ,come dice giustamente Davide,la stessa chitarra se suona bene ,suona bene sia con la gommalacca che con la poliuretanica.
Sulla nitro sono un pò più perplesso ,dipende molto dal tipo di catalizzazione. E' molto facile che diventi rigida,un vetro sottile.

E poi bla..bla..bla.. Possiamo parlare per giorni..l'importante è cercare di capirsi,non cercare di avere ragione.
Se una chitarra ha un bel suono,suona bene in un modo e nell'altro.
Un grande saluto a tutti

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4711
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 17 nov 2010, 19:08

Mauriziaccio: Se una chitarra ha un bel suono,suona bene in un modo e nell'altro.

su questo siamo d'accordissimo, ed a questo punto anche su tutto resto!!! :)

grazie per le spiegazioni.

:bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Franco Marino

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Franco Marino » mer 17 nov 2010, 21:06

Ciao Mauriziaccio....... ogni promessa è un debito....... tieni la bottiglia da parte, l'incontro potrebbe sempre avvenire......

Giuseppe Di Nardo

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Giuseppe Di Nardo » mer 17 nov 2010, 21:30

Ciao a tutti e grazie a tutti per i vostri preziosi interventi!

Se ho chiesto consiglio a voi su come far verniciare la mia chitarra è perchè chiaramente sono confuso.
A questo punto penso che potrà interessarvi la mia esperienza riguardante una Jacopo Giussani verniciata con poliuretanica che, dopo essere stata "restaurata" (il top aveva diverse botte e ammaccature) è stata riverniciata con gommalacca. Non avevo nessun pregiudizio riguardante una o l'altra vernice, ma devo dire che dopo il restauro la chitarra suona decisamente meglio, ha acquistato corpo ed armonici! Eppure voi parlate di sottigliezze...A me non è sembrata così sottile la differenza, ma del tutto evidente, sia a me che ad altri chitarristi che conoscevano lo strumento, sia al proprietario dello strumento!

Come può esserci tanta differenza secondo voi?

Grazie ancora! :bye:

Alessandro Frassi

Re: Gommalacca o poliuretanica?

Messaggio da Alessandro Frassi » mer 17 nov 2010, 22:04

Sei sicuro che il miglioramento dipenda dalla vernice? A me risulta che per togliere la poliurertanica occorra anche raschiare lo strumento. Forse adesso ha una tavola armonica più sottile? Non ho risposte, se dico inesattezze spero di essere contraddetto.

Torna a “Liutai, luthiers”