Boicottiamo Hannabach

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Antonello Dieni

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Antonello Dieni » mar 07 feb 2012, 13:01

Dal mio precedente intervento si evince che finora, sulla nuova chitarra, stavo riscontrando con i bassi in questione la resa migliore, elogiandone, semmai, la qualità sonora. Ma se un fenomeno si ripete costantemente nel tempo, con diversi chitarristi e diverse chitarre, la provenienza doc, gli ossi ben levigati e solo con queste corde, insomma in tutti gli aspetti relativi, evidentemente un problema esiste. Problema il cui costo ricade sugli utenti e di cui Hannabach non risponde.
Immaginate se ci accorgessimo che la chitarra appena acquistata, dopo una settimana, presenti una lesione alla tavola di proprio, cosa vi aspettereste dal Liutaio? Non dico la sostituzione (sacrosanta) dello strumento, ma almeno che non vi faccia pagare le spese di riparazione (cosa che peraltro succede spesso). Finora io ed altri colleghi ci abbiamo rimesso diversi soldini e ciò in un ampio arco temporale . La Hannabach ha ritenuto di non rispondere alle lagnanze, neanche con la solita presa in giro del tipo "cercheremo di provvedere".
Semplicemente questa non è serietà aziendale e ha ragione Joseph quando afferma che il mercato è impietoso e fa giustizia da solo.
A proposito di Joseph, ogni volta che vedo la sua esortazione a "non fumare i fiori delcamp" rido per diversi minuti. Lo ringrazio.

maxber
Messaggi: 621
Iscritto il: lun 04 dic 2006, 22:20
Località: Bologna

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da maxber » mar 07 feb 2012, 14:04

Anch'io ho usato per anni bassi Hannabach senza avere problemi, è davvero strano, a fronte di molti che sostengono di non aver avuto mai problemi, sentire di tante rotture, addirittura tre corde in un colpo! Mah, prima di condannare Herr Hannabach al trattamento subito da Mister Boycott, bisognerebbe cercare di indagare meglio le cause

robros
Messaggi: 189
Iscritto il: ven 10 ott 2008, 09:15

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da robros » mar 07 feb 2012, 16:13

Come te io uso le red , e devo dire che è una buona corda sia bassi che cantini e , personalmente con hannabach non ho mai avuto rotture improvvise .
Mi è successo invece con le corde aquila , ricordo un caso, nel cambio corde mi partirono sia il la che il re e dopo due giorni il mi.
Riprova , con le dovute cautele, a montare le red e poi vedi
Roberto

Antonello Dieni

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Antonello Dieni » mar 07 feb 2012, 16:41

Grazie Robros, proverò paludando letteralmente la nuova chitarra perchè un graffio sulla tavola sarebbe, per me, un "graffio nell'anima". Ripeto, a me piacciono anchè in virtù della tensione.
Le Aquila sono una scoperta recente: i cantini mi hanno suggestionato perchè, nel "passus duriusculus" sono veramente struggenti (magari su questa chitarra e sulle altre no): ho apprezzato i bassi Alabastro e Perla, ma quelli Hannabach favorivano meglio la percezione delle basse frequenze. Ho trovato un difetto di intonazione sul mi cantino della tensione normale, ma questi tensione forte vanno bene. Finora non hanno dato segni di cedimento, al pari di tutte le altre corde da me usate nella mia vita.
Ultima modifica di Antonello Dieni il mar 07 feb 2012, 17:35, modificato 1 volta in totale.

Campan

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Campan » mar 07 feb 2012, 16:54

Antonello Dieni ha scritto:Grazie Robros, proverò paludando letteralmente la nuova chitarra perchè un graffio sulla tavola sarebbe, per me, un "graffio nell'anima".
Invece di 'paludare' pesantemente l'intero strumento, forse sarebbe sufficiente applicare alla base del ponticello una di quelle pellicole trasparenti che aderiscono alla tavola elettrostaticamente, senza bisogno di colle: è una buona protezione, che non appesantisce o altera in alcun modo (anche esteticamente) il piano armonico. Il mio liutaio la applica 'di serie'. :wink:
:bye:

Antonello Dieni

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Antonello Dieni » mar 07 feb 2012, 17:06

E' quel che ho fatto ed a quello mi riferivo. Ma come dicevo in un altro intervento, il fattaccio è successo proprio quando non l'avevo messa. Avevo preso la chitarra giusto per un veloce saluto. Qualche diavoletto ha deciso di metterci lo zampino.
Ti raccomando di levare la pellicola quando non suoni perchè, a lungo andare, soprattutto se la tavola è in abete, come la tua bella Adriano Norcia, ti ritoveresti con una chitarra bicolore.
Un saluto :bye:

Campan

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Campan » mar 07 feb 2012, 17:33

Antonello Dieni ha scritto:
Ti raccomando di levare la pellicola quando non suoni perchè, a lungo andare, soprattutto se la tavola è in abete, come la tua bella Adriano Norcia, ti ritoveresti con una chitarra bicolore.
La 'mia' Norcia Concerto in abete e palissandro Santos http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 48&t=24882 è andata a un bravo studente diplomando in conservatorio a Palermo (utente di questo forum, che ne è entusiasta) per fare spazio a un nuovo progetto in abete e acero di Adriano (previsto per questa primavera) con soluzioni innovative, tra le quali una versione del cd 'nuovo ponte Giussani' :wink:
:bye:

robros
Messaggi: 189
Iscritto il: ven 10 ott 2008, 09:15

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da robros » mar 07 feb 2012, 17:38

Sulle aquila ho avuto anch'io come altri, problemi con un cantino che cresceva d'intonazione , e come cresceva , e buttare via una corda nuova con quello che costa la muta intera .
Comunque la classica frustata della corda sulla tavola, come dici tu è un graffio all'anima , per questo ad ogni cambio proteggo quella parte con del cartoncino , e facendo molta attenzione nel portare la corda in tensione
Però se ho ben capito a te è successo con la rottura della corda

Antonello Dieni

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Antonello Dieni » mar 07 feb 2012, 17:39

Mi unisco alla, immagino, trepidante attesa viste le novità che Adriano ti ha preannunciato. :bravo:

Antonello Dieni

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Antonello Dieni » mar 07 feb 2012, 17:46

Esatto. Ieri sera mi è andata bene. Strano perchè questa è una tavola "normale" mentre mi è successo su una tavola inclinata.
Per quel che riguarda Aquila corde, devo dire che almeno Peruffo ammette, visto i criteri lavorativi, l'alta possibilità di imprecisioni. Ha risposto subito ad un mio screen test, in cui non tutto era chiaramente positivo, e mi è sembrato realmente disponibile ad accogliere delle critiche "costruttive" per migliorare il prodotto.

Avatar utente
lukasca74
Messaggi: 347
Iscritto il: dom 30 mag 2010, 14:45
Località: Mainz

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da lukasca74 » mar 07 feb 2012, 17:51

campan ha scritto:...La 'mia' Norcia Concerto in abete e palissandro Santos http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 48&t=24882 è andata a un bravo studente diplomando in conservatorio a Palermo (utente di questo forum, che ne è entusiasta)...
E bravu Pitrinu!
La tua ex è qui a Palermo e "noi" non abbbiamo saputu nenti ????? Mah, ma vedi che cose che si devono sentire!

:bye:
Das Beste in der Musik steht nicht in den Noten. (Gustav Mahler)

Campan

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Campan » mar 07 feb 2012, 18:15

lukasca74 ha scritto:E bravu Pitrinu!
La tua ex è qui a Palermo e "noi" non abbbiamo saputu nenti ????? Mah, ma vedi che cose che si devono sentire!
Se sei interessato a rintracciarla, senza dover sguinzagliare i 'picciotti' :mrgreen: , puoi vedere qui
http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 2&start=30
:bye:

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1819
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da Pietro » mer 08 feb 2012, 17:57

Le hannabach nel corso degli anni le ho trovate un po' a corrente alternata e il motivo penso sia quello spiegato da Mimmo Peruffo.
Comunque eviterei di boicottarle in quanto sono usate e stimate da molti musicisti, al limite il mercato sa essere spietato in questi casi.
Trovo grave però la latitanza della ditta di fronte ai chiarimenti richiesti.

Cordialità - Pietro

Avatar utente
lukasca74
Messaggi: 347
Iscritto il: dom 30 mag 2010, 14:45
Località: Mainz

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da lukasca74 » gio 09 feb 2012, 00:42

campan ha scritto:
lukasca74 ha scritto:E bravu Pitrinu!
La tua ex è qui a Palermo e "noi" non abbbiamo saputu nenti ????? Mah, ma vedi che cose che si devono sentire!
Se sei interessato a rintracciarla, senza dover sguinzagliare i 'picciotti' :mrgreen: , puoi vedere qui
http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 2&start=30
:bye:

Ciao Pietro,
ho riletto il topic da te linkato (me lo ero perso, mea culpa) e ho scoperto tra l'altro una cosa sconvolgente: "Tu quoque, Campan(e), terronus es!"
Sei dunque un Puer Apuliae? Da Te non me lo sarei mai aspettato, mi sembravi così distinto, così romano (pure le odi di Orazio citavi!)! Terrone pure tu, mah????!!!!
Comunque inutile che vi "annacate"(Ti consiglio, se la memoria mi assiste, Roberto Alajmo, Laterza editore, per la comprensione profonda del termine su indicato), Tu, l'amico catanese Antheus, luigi952 e tutti gli altri, perchè Federico II "dorme" a meno di 3 km da casa mia e quando voglio lo vado a trovare nel suo bel sarcofago di marmo in cattedrale e una preghiera per la sua anima (e la nostra soprattutto) gliela dico pure alla facciazza vostra! :lol:

Si scherza ovviamente!

Un abbraccio siculo a tutti :discussion:

Luca
Das Beste in der Musik steht nicht in den Noten. (Gustav Mahler)

dario_rasgeo

Re: Boicottiamo Hannabach

Messaggio da dario_rasgeo » ven 10 feb 2012, 14:39

io suono flamenco e uso le hannabach verdi... il re dopo 15 gg si spezza... confermo pienamente

Torna a “Liutai, luthiers”