Chitarra con diapason 63 o 64

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
andantemoderato

Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da andantemoderato » ven 06 apr 2012, 12:55

Ciao a tutti,
volevo informarmi meglio sulle chitarre a diapason minore di 650mm, in quanto intenzionato a comprarne una per motivi di comodità.

Nel caso scegliessi di non rivolgermi ad un liutaio, quali sono le chitarre (di fabbrica o non) disponibili nel mercato con diapason 64?
Ho provato una esteve senorita ma non mi ha convinto molto purtroppo.
So che non ce ne sono tante in circolazione e perdipiù la vorrei con un suono abbastanza potente.

Percaso conoscete modelli adatti a questa richiesta?

Grazie
:bye:

Avatar utente
nick
Messaggi: 218
Iscritto il: gio 01 lug 2010, 12:09
Località: Melzo

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da nick » ven 06 apr 2012, 21:24

Suono potente e diapason 64 credo siano un po' in contraddizione. Come dire: moglie ubriaca e botte piena.... :)
Chi fa di due uno è filosofo. Chi no, no.

Campan

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da Campan » sab 07 apr 2012, 07:32

Ciao Andantemoderato
qui sul forum è presente Adriano Norcia, un bravissimo liutaio romano che fa strumenti brillanti a prezzi ancora veramente modici http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 34&t=27079
Te lo consiglio vivamente, è persona squisita e disponibilissima, potresti certamente farti costruire il tuo strumento ideale: tutto di liuteria, dal suono squillante e armonioso, con il diapason che vuoi tu...
Se sei interessato, contattalo direttamente tramite MP (oppure chiedi a me).
Un saluto
da Campan :bye:

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4697
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da Massimo Di Coste » sab 07 apr 2012, 08:22

nick ha scritto:Suono potente e diapason 64 credo siano un po' in contraddizione. Come dire: moglie ubriaca e botte piena.... :)
scusa Nick, ma devo contraddirti, ho tre chitarre classiche diapason 63 che per volume e reattività non hanno nulla da invidiare alle sorelle maggiori! te lo dico perchè ho avuto modo di confrontarle con tante chitarre di livello! è ovvio che diapason più corto significa una minor tensione delle corde (cosa quasi impercettibile comunque), ma anche qui entra in gioco il progetto del liutaio, che deve essere valido ed appropriato per quel diapason! Insomma caro Andantemoderato cercati pure un bravo liutaio e fatti fare tranquillamente una bella 64 (ma anche 63)! :bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
ilMarzio
Messaggi: 495
Iscritto il: sab 07 apr 2012, 12:17
Località: Ischia, Napoli, delta del Rufiji

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da ilMarzio » sab 07 apr 2012, 13:30

E' una chitarra che ti serve per suonare in privato o in concerto?

Comunque è perfettamente possibile ottenere un suono potente e una buona proiezione anche con diapason "corti",
cioè da 630-635-640-645,
ma - come già ti è stato detto - la chitarra deve essere dimensionata e ri-progettata di conseguenza,
e soprattutto la fase di "voicing" (che ovviamente è tipica dei soli strumenti di alta liuteria) è tanto più critica quanto più corto è il diapason.

Questo rende molto difficile trovare strumenti industrial-commerciali realmente validi con tali misure.

Insomma non solo ti serve un liutaio, ma pure uno realmente esperto e capace, possibilmente nella tua zona.
A proposito, di che zona sei?
Ciro Marzio
Liutaio e Progettista Audio
"guitarrero" desde 1983

pippowitz
Messaggi: 2161
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da pippowitz » sab 07 apr 2012, 14:00

Bisogna anche valutare quale sarà l'uso della chitarra: se il tuo interesse è focalizzato sulla musica dell'ottocento potresti valutare anche la possibilità di usare una copia di una chitarra ottocentesca e avresti uno strumento adeguato con diapason corto. Si trovano anche chitarre dei primi del novecento costruite su progetti pre-torres, con diapason 630 o anche 620. A mio avviso sono strumenti attualmente sottovalutati, e se ne trovano (anche su un famoso sito di aste online che non posso citare) soprattutto in Austria e Germania a prezzi ridicoli. Spesso sono da restaurare ma si comprano veramente per quattro soldi. E si tratta di strumenti molto semplici ma costruiti da un liutaio, a differenza di molte chitarre industriali che magari costano il triplo.
Se invece serve una chitarra "moderna", su progetto post Torres non ne conosco di produzione industriale che siano di buon livello, e bisogna rivolgersi ad un bravo liutaio.

Enrico Nicoli

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da Enrico Nicoli » sab 07 apr 2012, 14:40

Si pippowitz ha ragione comprati qualcosa del genere e vedi che fai un'affare

Avatar utente
nick
Messaggi: 218
Iscritto il: gio 01 lug 2010, 12:09
Località: Melzo

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da nick » sab 07 apr 2012, 15:41

Massimo Di Coste ha scritto:
nick ha scritto:Suono potente e diapason 64 credo siano un po' in contraddizione. Come dire: moglie ubriaca e botte piena.... :)
scusa Nick, ma devo contraddirti, ho tre chitarre classiche diapason 63 che per volume e reattività non hanno nulla da invidiare alle sorelle maggiori! te lo dico perchè ho avuto modo di confrontarle con tante chitarre di livello! è ovvio che diapason più corto significa una minor tensione delle corde (cosa quasi impercettibile comunque), ma anche qui entra in gioco il progetto del liutaio, che deve essere valido ed appropriato per quel diapason! Insomma caro Andantemoderato cercati pure un bravo liutaio e fatti fare tranquillamente una bella 64 (ma anche 63)! :bye:
Premetto che sono un amante delle chitarre modello Torres (o pre Torres) con dimensioni ridotte e diapason corto.
Però è innegabile che storicamente la tendenza ad aumentare sempre più la grandezza della cassa e la lunghezza del diapason aveva lo scopo di aumentare la potenza di suono, al fine di rendere la chitarra (fino ad allora strumento "intimo" e "da camera") adeguata alle grandi sale da concerto inaugurate dall'era Segovia. Risultato: Ramirez anni '70 con diapason quasi 67. Provai una Classe A anni fa e non mi piacque per niente: ci vogliono mani da campioni di lotta libera! Preferisco mille volte il suono di una chitarra ottocentesca, che trovo molto più congeniale al mio gusto estetico. Però, obiettivamente, parlando unicamente di potenza sonora, non credo sia in discussione la prevalenza di una Ramirez classe A rispetto a una Panormo! Poi che la liuteria riservi sempre sorprese (ed è questo il bello) siamo tutti d'accordo, ma se uno mi chiedesse una chitarra con "suono potente" non gli suggerirei un diapason 64. La raccomanderei per il bellissimo timbro, per il suono dolce ed equilibrato, per la ricchezza di armonici ecc. Tutte cose che, tra l'altro, mi sembrano molto più importanti..
Ciao! :bye:
Chi fa di due uno è filosofo. Chi no, no.

Avatar utente
nick
Messaggi: 218
Iscritto il: gio 01 lug 2010, 12:09
Località: Melzo

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da nick » sab 07 apr 2012, 16:02

Massimo Di Coste ha scritto:
nick ha scritto:Suono potente e diapason 64 credo siano un po' in contraddizione. Come dire: moglie ubriaca e botte piena.... :)
scusa Nick, ma devo contraddirti, ho tre chitarre classiche diapason 63 che per volume e reattività non hanno nulla da invidiare alle sorelle maggiori! te lo dico perchè ho avuto modo di confrontarle con tante chitarre di livello! è ovvio che diapason più corto significa una minor tensione delle corde (cosa quasi impercettibile comunque), ma anche qui entra in gioco il progetto del liutaio, che deve essere valido ed appropriato per quel diapason! Insomma caro Andantemoderato cercati pure un bravo liutaio e fatti fare tranquillamente una bella 64 (ma anche 63)! :bye:
ps. ho avuto occasione di provare alcune chitarre 64 e apprezzarle tanto da farmi venir voglia di commissionarne una.
Ma diapason 63 non le ho mai provate (intendo chitarre "moderne"). Che tipo di progetto seguono? immagino Torres..
Chi fa di due uno è filosofo. Chi no, no.

Avatar utente
ilMarzio
Messaggi: 495
Iscritto il: sab 07 apr 2012, 12:17
Località: Ischia, Napoli, delta del Rufiji

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da ilMarzio » sab 07 apr 2012, 16:31

nick ha scritto:
Massimo Di Coste ha scritto:
nick ha scritto:Suono potente e diapason 64 credo siano un po' in contraddizione. Come dire: moglie ubriaca e botte piena.... :)
scusa Nick, ma devo contraddirti, ho tre chitarre classiche diapason 63 che per volume e reattività non hanno nulla da invidiare alle sorelle maggiori! te lo dico perchè ho avuto modo di confrontarle con tante chitarre di livello! è ovvio che diapason più corto significa una minor tensione delle corde (cosa quasi impercettibile comunque), ma anche qui entra in gioco il progetto del liutaio, che deve essere valido ed appropriato per quel diapason! Insomma caro Andantemoderato cercati pure un bravo liutaio e fatti fare tranquillamente una bella 64 (ma anche 63)! :bye:
Premetto che sono un amante delle chitarre modello Torres (o pre Torres) con dimensioni ridotte e diapason corto.
Però è innegabile che storicamente la tendenza ad aumentare sempre più la grandezza della cassa e la lunghezza del diapason aveva lo scopo di aumentare la potenza di suono, al fine di rendere la chitarra (fino ad allora strumento "intimo" e "da camera") adeguata alle grandi sale da concerto inaugurate dall'era Segovia. Risultato: Ramirez anni '70 con diapason quasi 67. Provai una Classe A anni fa e non mi piacque per niente: ci vogliono mani da campioni di lotta libera! Preferisco mille volte il suono di una chitarra ottocentesca, che trovo molto più congeniale al mio gusto estetico. Però, obiettivamente, parlando unicamente di potenza sonora, non credo sia in discussione la prevalenza di una Ramirez classe A rispetto a una Panormo! Poi che la liuteria riservi sempre sorprese (ed è questo il bello) siamo tutti d'accordo, ma se uno mi chiedesse una chitarra con "suono potente" non gli suggerirei un diapason 64. La raccomanderei per il bellissimo timbro, per il suono dolce ed equilibrato, per la ricchezza di armonici ecc. Tutte cose che, tra l'altro, mi sembrano molto più importanti..
Ciao! :bye:
Il diapason non è così importante ai fini della potenza di suono, se lo strumento è equilibrato per quel certo diapason e per quella tensione di corde.
Però sicuramente le dimensioni della cassa contano, così come conta la massa mobile del piano armonico e la sua flessibilità.
Alla fine una chitarra restituisce come energia acustica una percentuale minima dell'energia fornita dalle dita di chi la suona alle corde.
Quindi quello che è importante è la capacità di ottimizzare lo strumento per permettere di trasferire al meglio l'energia della corda in vibrazione al piano armonico e da questo all'aria.

Chitarre da concerto con suono ben più potente e proiezione migliore delle Ramirez, come Fleta o Frederich per esempio, hanno diapason da 650.
Allo stesso modo si può arrivare tranquillamente a 640 e avere un suono potente.
Quando ho cominciato a fare le prime prove su chitarre con diapason ridotto ho ottenuto anche gran potenza, ma la qualità globale del suono non era quella che volevo, mancava la magia!
E' finita che ho rifatto il piano armonico per avere maggior equilibrio e la magia è tornata.

Comunque un grande strumento non è tanto quello col suono più potente, ma quello che riesce a coniugare una buona potenza con equilibrio, timbrica, ricchezza di armonici, espressività, etc. e sono convinto che se questo è quello che si cerca un diapason tra 635 e 645 mm sia quello più interessante.
Ciro Marzio
Liutaio e Progettista Audio
"guitarrero" desde 1983

andantemoderato

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da andantemoderato » sab 07 apr 2012, 16:54

Ringrazio tutti per le vostre risposte esaudienti e utilissime!
Probabilmente mi rivolgerò ad un liutaio (sono in zona Bologna), anche se mi lascia perplesso dopo quanto tempo potrò averla (fra due mesi dovrei affrontare un esame e mi scoccerebbe andarci con la mia attuale chitarra).
Intanto comunque ho trovato un annuncio di vendita di questa chitarra del liutaio Renato Bellucci:
http://www.nitsugamangore.com/cocobolo- ... ar-ch.html
di diapason 64... ovviamente si dovrebbe sentire prima. Ho fatto una breve ricerca sul liutaio in questione ma non sono usciti giudizi molto positivi :/

Avatar utente
ilMarzio
Messaggi: 495
Iscritto il: sab 07 apr 2012, 12:17
Località: Ischia, Napoli, delta del Rufiji

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da ilMarzio » sab 07 apr 2012, 17:20

faccio il liutaio da ormai 27 anni e - credimi - se qualcuno ti promette che andrai a fare l'esame fra due mesi con la chitarra nuova, vuol dire che non sta facendo le cose seriamente.
Un buono strumento richiede tempi tecnici molto più lunghi se si vuole davvero che faccia una buona riuscita nel tempo cioè che ti duri decenni e cresca qualitativamente con te.
Se si parte completamente da zero ci vogliono ca. 18 mesi (minimo) per permettere alle varie parti di assestarsi e poi completare la tua chitarra.
Meno se si parte - come faccio io - con piani armonici e fondi già pronti e incatenati, manici già assemblati e soltanto da completare, fasce già piegate
il tutto lasciato a assestarsi e stagionare ulteriormente finchè non è il momento di assemblare lo strumento.
Ma anche così si parla di 3-4 mesi se si voglion fare le cose seriamente.

E in ogni caso un buono strumento nei primi mesi non avrà ancora la sua voce migliore, ci metterà un po' ad "aprirsi" e acquistare tutta la sua ricchezza armonica.
Ciro Marzio
Liutaio e Progettista Audio
"guitarrero" desde 1983

Enrico Nicoli

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da Enrico Nicoli » sab 07 apr 2012, 17:36

Ciao il Marzio vorrei chiederti alcune cosa per MP sulla liuteria, m per non distturbarti prima vorrei il tuo consenso

Avatar utente
ilMarzio
Messaggi: 495
Iscritto il: sab 07 apr 2012, 12:17
Località: Ischia, Napoli, delta del Rufiji

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da ilMarzio » sab 07 apr 2012, 19:46

Enrico Nicoli ha scritto:Ciao il Marzio vorrei chiederti alcune cosa per MP sulla liuteria, m per non distturbarti prima vorrei il tuo consenso
Quando vuoi!
Ciro Marzio
Liutaio e Progettista Audio
"guitarrero" desde 1983

pippowitz
Messaggi: 2161
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Chitarra con diapason 63 o 64

Messaggio da pippowitz » sab 07 apr 2012, 21:48

Però una curiosità ce l'avrei: perché una chitarra a diapason corto? Se hai mani veramente piccole è un conto, altrimenti basta studiare: ho visto chitarristi con mani davvero piccole rifiutare (giustamente) chitarre con diapason 660 o giù di lì ma cavarsela invece benissimo col diapason 650. Se non ci sono problemi particolari non starei a fissarmi su quei dieci millimetri.

Torna a “Liutai, luthiers”