Lattice-bracing

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4697
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Massimo Di Coste » mar 04 dic 2018, 07:54

Gabriele Gobbo ha scritto:
mar 04 dic 2018, 07:16
ma anche
Massimo Di Coste ha scritto:
lun 03 dic 2018, 22:49
....Per quanto concerne la durata nel tempo essendo tavole molto sfruttate (o spremute), anche in virtù del loro ridotto spessore, tendono nel tempo a sfibrarsi maggiormente rispetto ad una chitarra normale.

lo dici perché lo hai visto, nel senso che è capitato a te o a qualcuno che conosci? Sarebbe interessante sapere quando e su quale strumento, oppure lo hai letto, quale è la fonte? O magari è una tua intuizione, rispettabilissima si intende. Te lo chiedo perché sono evidentemente interessato, potrei aver sbagliato tutto, e mi dispiacerebbe, ma saprei prenderne atto.
Ho avuto diverse occasioni di ascoltare chitarre costruite in Lattice-bracing o carbonio, e questo sia ad una distanza molto ravvicinata (ovvero io di fronte alla chitarra) che in concerto. Sono strumenti che impressionano molto per la "botta" e la corposità del suono (specie sui cantini) ma - personalmente - non mi hanno mai entusiasmato troppo per la loro tavolozza timbrica...Ma questo è un parere personale, prendilo così. Inoltre non tutte le chitarre sono uguali.
Sul fatto che nel tempo alcuni di questi strumenti tendano un pò a spegnersi è un parere che ho ascoltato da diversi addetti ai lavori, ma magari è solo un giudizio di parte....Per me però ha una logica perchè se pensi agli spessori a cui vengono portate queste tavole....beh potrebbe (il condizionale è d'obbligo) anche starci che nel tempo ci sia un decadimento, specie nella durata del suono, ma non ho certezze è un mio pensiero anche se condiviso da diversi addetti ai lavori! per quanto concerne la tua chitarra io al tuo posto starei assolutamente tranquillo: è stata realizzata da uno dei migliori liutai a livello internazionale e di certo l'ha pensato al meglio anche per rendere al massimo in un lontano futuro!
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 04 dic 2018, 08:46

Ma si, ovviamente anch'io ho molta fiducia in chi ha costruito il mio strumento, se così non fosse non gli avrei dato il mio denaro.
Ciò che noto è che rispetto a questi strumenti, forse perché ancora poco diffusi fra la grande platea di appassionati (fra i professionisti la situazione è un poco diversa), c'è molta tendenza a generalizzare. Se tutti ammettono ed anzi sono disposti a lunghe dissertazioni sul fatto che una Gallinotti è diversa, che so, da una Raspagni, senza nulla dare o togliere a nessuno, quando si parla di chitarre lattice braced nessuno fa alcuna differenza fra Redgate e Smallmann, per citarne due fra i più noti, ma lo stesso vale per tutti gli altri. Trovo che sia riduttivo e un poco fuorviante. Nel caso della chitarra di cui mi sono dotato, per esempio, lo spessore della tavola è del tutto prossimo a quello di una Torres, costruttore sul quale nel bene e nel male c'è poco da dire di nuovo. Con la differenza che questa è sorretta da una struttura a reticolo (meccanicamente molto efficace, come ben sai) e l'altra da una incatenatura a ventaglio come tutti ben sappiamo.
Detto questo posso concordare su molte delle cose che dici, ma questi strumenti andrebbero valutati più nel dettaglio, come si fa con le costruzioni tradizionali. Ogni chitarra è una storia ed ogni costruttore è diverso. Le generalizzazioni servono solo a confondere le idee, più che inutili trovo che siano dannose, lo dico senza alcun intento polemico.
Buona giornata
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4697
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Massimo Di Coste » mar 04 dic 2018, 09:20

Gabriele Gobbo ha scritto:
mar 04 dic 2018, 08:46
Ogni chitarra è una storia ed ogni costruttore è diverso. Le generalizzazioni servono solo a confondere le idee, più che inutili trovo che siano dannose, lo dico senza alcun intento polemico.
Buona giornata
Sono d'accordo ovviamente, infatti dipende moltissimo da chi le costruisce queste chitarre, ed in questo senso la tua (così come anche altre costruite da fior di professionisti) è una garanzia! Il resto sono un pò chiacchiere da bar e vanno prese con il beneficio dell'inventario....Sei mai andato per caso in questi forum dove si parla di salute? ognuno pare divertirsi a fare il medico dispensando consigli a destra e sinistra...e la cosa direi che è ben più grave rispetto a qui! Sta all'intelligenza di chi legge prendere atto o meno della fonte o comunque dargli importanza.
Se tu pensi a quanti hanno scritto male sul progetto Torres...(le Torres suonano ancora dopo 150 anni)...Insomma è tutto dire, no? Dei strumenti cosidetti "bionici" se ne sono dette di tutti i colori, nel bene e nel male, e se ne continueranno a dire....ma se alla fine molti concertisti le scelgono un motivo ci sarà no?? non sono certo degli sciocchi.
E' solo un forum, prendiamolo per quello che è! :)

Buona giornata ed auguri per la tua nuova chitarra!!! :okok:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 04 dic 2018, 11:30

Oltretutto il "lattice bracing" (letteralmente rinforzo a reticolo), può essere eseguito anche utilizzando semplicemente legno. A volte le creste delle catene incrociate vengono rinforzate con fibra di carbonio, tipicamente quando il reticolo è eseguito con listelli di balsa, per garantirne la tenuta, ma possono essere anche di abete o di cedro. Anche la struttura della chitarra può essere fatta con un rigido castello in multistrato (vedi Smallmann) o anche più o meno come una normale chitarra spagnola con tacco lungo e controfasce o peones, ed in questo caso si differenzia da uno strumento tradizionale unicamente per l'incatenatura, e non ha nulla di "bionico"... insomma quando si dice lattice bracing, si è a malapena data un'idea dell'incatenatura, sapendo che tale sistema riesce a sostenere anche una tavola un poco più sottile, senza aver minimamente definito di quale chitarra si sta parlando.
Quello che voglio dire è che nessuno sarebbe d'accordo se si dicesse che le chitarre con incatenatura a ventaglio sono più o meno tutte uguali ed hanno tutte gli stessi pregi e gli stessi difetti... sarebbe un discorso troppo riduttivo e semplicistico, che nessuno accetterebbe.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4697
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Massimo Di Coste » mar 04 dic 2018, 11:43

Infatti molti liutai utilizzano lo stesso progetto interno ma senza utilizzare materiali sintetici, quindi solo ed esclusivamente legno (e tra l'altro con ottimi risultati). Per questo ho dato molta importanza a chi realizza certi manufatti, la mano del liutaio è come sempre fondamentale.

Complimenti per la tua competenza in materia! :okok:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

davidemooo
Messaggi: 1256
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Lattice-bracing

Messaggio da davidemooo » mar 04 dic 2018, 13:41

Un amico di Brescia vendeva una woodfield. Lho provata e riprovata. Non è il mio genere ma tanto di cappello a Filippo Campo di Legno!
La sapienza è con i modesti!

davidemooo
Messaggi: 1256
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Lattice-bracing

Messaggio da davidemooo » mar 04 dic 2018, 13:44

......se poi ascolto le registrazioni del Giuglio Tampax, beh allora mi cadono le braccia!
La sapienza è con i modesti!

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 04 dic 2018, 13:45

Posso sbagliarmi, ma mi sembra che quella chitarra fosse si di Woodfield, ma di tipo tradizionale, e abbastanza datata se ben ricordo.
Fu una delle pochissime a circolare nell'usato ed era a Brescia, quindi immagino che stiamo parlando dello stesso strumento.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4697
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Massimo Di Coste » mar 04 dic 2018, 14:14

davidemooo ha scritto:
mar 04 dic 2018, 13:44
......se poi ascolto le registrazioni del Giuglio Tampax, beh allora mi cadono le braccia!
Per la cronaca oggi Tampalini suona anche con una chitarra del liutaio italiano Rinaldo Vacca.
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Mauro
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 25 gen 2018, 21:53

Re: Lattice-bracing

Messaggio da Mauro » dom 09 dic 2018, 08:36

La balsa "ricoperta" sul profilo dal carbonio è una tecnica costruttiva usata in aeromodellismo per realizzare delle centine dei modelli di alienti più "spinti". So per esperienza che, nel tempo, queste strutture si deteriorano. Quello che succede è che la balsa si delamina, lo strato più esterno che è rigido per il carbonio e per la resina tende a separarsi dalla balsa "vergine".

Torna a “Liutai, luthiers”