vi piace questa Fleta?

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Roberto Tomasi
Liutaio
Messaggi: 777
Iscritto il: sab 02 set 2006, 01:18
Località: pontedilegno(bs)

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da Roberto Tomasi » lun 08 giu 2015, 18:49

E dagli con la fragilità della Fleta...
Naturalmente quando poi si va nel tecnico..silenzio...
Lo stesso quando altri chiedono se si sia mai vista una Fleta aperta...
Avrei volentieri spiegato perchè Segovia( che pur ne possedeva) le usava raramente.
Alla fine ho deciso di esimermene. I giudizi da bar dell'angolo intorno ad uno strumento fantastico come la Fleta ve li lascio tutti, insieme alla sua presunta fragilità.
Lasciatemelo dire senza intravvedere offese per favore:
Siete incauti, leggeri e quando ponete una domanda troppo spesso lo fate per avere la risposta che avete già in mente.
E, cosa ben peggiore non avete esperienza diretta con questi strumenti, ne con le chitarre storiche importanti e giudicate.
Me parece muy mal..
Parentesi: ho ricominciato a suonare abbastanza regolarmente e qui a Madrid ho un amico che fa registrazioni ultra professionali per la Deutsche grammophone( esempio quatorce maneras de echarte de menos ,Josè Maria Gallardo).
Mi voglio togliere lo sfizio di registrare in quel modo la partita intera della Ciaccona.
Lo faccio per me ,per avere un ricordo di quando suonavo assiduamente.
So già da prima pero...che il mio livello non sarà affatto quello di codesta registrazione.
Oggi si possono fare cose incredibili a livello professionale...
Morale? una registrazione non vale niente se poi dal vivo le cose cambiano radicalmente.
Ed anche qui siete leggeri..Williams inespressivo..Ma chi vi credete di essere?
la Fleta qui ,la Ramirez là..Smallmann,Damman....Cosa state dicendo se finora le avete viste solo in fotografia?
Mi ricordate alcuni liutai del paesello che usano dei legni di M.... e non hanno altro modo di valorizzarsi, rendendosi oltremodo ridicoli, sparando sui grandi strumenti del nostro secolo e di quello recente passato.
Davvero davvero Non ci Pensate mai al " vorrei non posso?"
Avete proprio bisogno di sentirvi qualcuno raccontando e raccontandovi( che è decisamente peggio) banane su strumenti che non hanno lasciato nessuna traccia nel mondo della chitarra ne mai ne lasceranno?
Io non mi posso permettere una DB5 degli anni 60, ma non per questo dico che sono meglio una nissan o una fiat moderne...
Non bevo Romaneè Conti pre fillossera quando mi aggradi, ma non vado dicendo ne mi racconto certo che è meglio il vino genuino del contadino ....

Mi prendo una bella pausa. Altrimenti faccio la solita figura dell'orco e del saputello,cosa che aborro.
Aborro tanto quanto dover leggere giudizi sulle fotografie, sulle misure farlocche dei libri di liuteria, sui fantastici legni locali che nessun liutaio buono userebbe,e su strumenti che hanno fatto la storia che naturalmente mai si hanno provato.
Oggi è così, anche il macellaio del centro gioca a golf e si comporta nel green come nella sua macelleria.
Pare diventato un diritto tutto, doveri nessuno, prudenza zero, cultura ancora meno.
é un mondo con cui fatico a convivere.
Il mondo dove per ragioni politiche( panem et circenses per esempio) si fa credere a tutti di possedere la cultura.
Io sono cresciuto con l'insegnamento che la cultura si conquista.
Rimanendo nello specifico...fossi al vostro posto la pianterei di parlare di Fleta ed affini.
Provatele prima, ascoltatele DAL VIVO in mano ad uno buono e poi con prudenza e tanta umiltà giudicate.
In caso contrario viva Novelli, Raspagni, Sanavia, Masetti, Piretti ,le Raponi in abete, queste straordinarie Caiazzo( la rima è tentatrice...) ed una nutrita compagnia...

Con stima ed amicizia dalla mia splendida e calda Madrid
Robertino sempre più carpintero
alla fine parlano le chitarre

FlavioRo
Messaggi: 142
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da FlavioRo » lun 08 giu 2015, 18:57

alexios ha scritto:Concordo con Tomasi, le chitarre vanno sentite dal vivo e non registrate, anche se benissimo.
Anche una, pur dignitosa, C40 puo' sembrare una Fleta in sala di registrazione.
Se poi suonata da uno molto bravo, come mi sembra questo Sakellariou, che non conoscevo, anche i manici di scopa resuscitano.
Non mi mancano affatto i negozi come Guit.Sal.Int.
Le chitarre da loro( ma si sa. gli americani vendono il rame per oro) costano sempre il doppio che negli altri paesi.
Avevo chiesto qualche anno fa il prezzo di una Torres Flamenca e mi risposero che il prezzo era di $ 400.000.
Visto il mio non rispondere...ero un po' sconcertato dalla richiesta, mi hanno poco dopo mandato una mail di rettifica, dicendo che il prezzo era in realta'di $ 300.000 scusandosi per l'errore di battitura.A voi giudicare.

scrive etilista
"Concludo dicendo che qui in Italia ce lo sogniamo un negozio come GSI. Siamo proprio all'età della pietra, o meglio all'età dei liutai ;) Si ordina e si spera dopo 1 o 2 anni che il risultato arrivi. Chiunque può uscire di casa e andare a provare un Bosendorfer da 200.000 euro. Ma provate a trovare chitarre top di gamma della liuteria internazionale...a già... se stanno ferme le chitarre si spompano...E a forza di queste barzellette nessun imprenditore ha investito e noi continuiamo a dare ascolto ai vari santoni liutai...hehe"

Non mi pare che i liutai italiani siano al'eta' della pietra, anzi, ho visto strumenti ( e sentito) all'ultima mostra di liuteria a Roma, curata da Di Coste E Curciotti, che rasentavano l'eccellenza.
Forse sono gli americani, con le classiche, all'eta' della pietra, visto che si sono cimentati in blocco nel copiare le Smallman, per fare strumenti che abbiano un volume sonoro del 30% in piu' e un timbro osceno.(mio parere, che mi sembra abbastanza condiviso)
Sapete qual'e' la verita?Cofermatatmi da concertisti?
Sono strumenti facili.Suonano uguale su tutta la tastiera, e quindi non creano stress, e suonano PIU' FORTE.
Il concertista fatica meno e le usa.Niente di male.
SUL TIMBRO MI SONO GIA' ESPRESSO.

Scrive Tomasi
"Lasci perdere di voler giudicare uno strumento dalle registrazioni, soprattutto quelli messi alla vendita.
Dal vivo dal vivo e poi ancora al vivo.
E sì che siete giovani, il mondo è tutto vostro ed internet dovreste capirlo ed interpretarlo bene...
Lasciate che siano gli altri i polli, ce ne sono già abbastanza e di sicuro non diminuiranno.
Ai polli si può rifilare qualunque cosa specie se ben condita..."

Niente di piu' vero.
E' facile fare un bel sito con belle foto e belle registrazioni....
Piu' difficile fare una bella chitarra...
senza polemica, mie opinioni... :bye:
Alessandro Toni

Posto che sono anche d'accordo con Alessandro, è pur vero che in Italia negozi di chitarre paragonabili per offerta,scelta (e per unire sia strumenti industriali che di liuteria) ad alcuni negozi europei forse non ci sono. Non ho mai avuto occasione di andare a visitare il musicatelier, che mi pare l'unico che negozio,che a vedere dal portale, offre quantomeno una scelta varia tra strumenti di liuteria e strumenti industriali....mi riprometto di andarci una volta......a Roma obiettivamente non abbiamo una buona situazione: certo,la Stanza della Musica è sempre,mi pare, l'unico negozio che veramente vale in questa città e tra l'altro alle Ramirez da studio preferisce altri brand, sempre con una certa intelligenza....ad ogni modo non c'è la tendenza a voler proporre piu di tanto prodotti di liuteria in negozio: forse anche per scarsa voglia da parte dei liutai: tenere per molto tempo uno strumento invenduto al negozio puo non far cosi comodo a un liutaio,che magari ha clienti sottomano...ma non so, qui Alessandro o il Tomasi potranno dire la loro

FlavioRo
Messaggi: 142
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da FlavioRo » lun 08 giu 2015, 19:07

Roberto Tomasi ha scritto:E dagli con la fragilità della Fleta...
Naturalmente quando poi si va nel tecnico..silenzio...
Lo stesso quando altri chiedono se si sia mai vista una Fleta aperta...
Avrei volentieri spiegato perchè Segovia( che pur ne possedeva) le usava raramente.
Alla fine ho deciso di esimermene. I giudizi da bar dell'angolo intorno ad uno strumento fantastico come la Fleta ve li lascio tutti, insieme alla sua presunta fragilità.
Lasciatemelo dire senza intravvedere offese per favore:
Siete incauti, leggeri e quando ponete una domanda troppo spesso lo fate per avere la risposta che avete già in mente.
E, cosa ben peggiore non avete esperienza diretta con questi strumenti, ne con le chitarre storiche importanti e giudicate.
Me parece muy mal..
Parentesi: ho ricominciato a suonare abbastanza regolarmente e qui a Madrid ho un amico che fa registrazioni ultra professionali per la Deutsche grammophone( esempio quatorce maneras de echarte de menos ,Josè Maria Gallardo).
Mi voglio togliere lo sfizio di registrare in quel modo la partita intera della Ciaccona.
Lo faccio per me ,per avere un ricordo di quando suonavo assiduamente.
So già da prima pero...che il mio livello non sarà affatto quello di codesta registrazione.
Oggi si possono fare cose incredibili a livello professionale...
Morale? una registrazione non vale niente se poi dal vivo le cose cambiano radicalmente.
Ed anche qui siete leggeri..Williams inespressivo..Ma chi vi credete di essere?
la Fleta qui ,la Ramirez là..Smallmann,Damman....Cosa state dicendo se finora le avete viste solo in fotografia?
Mi ricordate alcuni liutai del paesello che usano dei legni di M.... e non hanno altro modo di valorizzarsi, rendendosi oltremodo ridicoli, sparando sui grandi strumenti del nostro secolo e di quello recente passato.
Davvero davvero Non ci Pensate mai al " vorrei non posso?"
Avete proprio bisogno di sentirvi qualcuno raccontando e raccontandovi( che è decisamente peggio) banane su strumenti che non hanno lasciato nessuna traccia nel mondo della chitarra ne mai ne lasceranno?
Io non mi posso permettere una DB5 degli anni 60, ma non per questo dico che sono meglio una nissan o una fiat moderne...
Non bevo Romaneè Conti pre fillossera quando mi aggradi, ma non vado dicendo ne mi racconto certo che è meglio il vino genuino del contadino ....

Mi prendo una bella pausa. Altrimenti faccio la solita figura dell'orco e del saputello,cosa che aborro.
Aborro tanto quanto dover leggere giudizi sulle fotografie, sulle misure farlocche dei libri di liuteria, sui fantastici legni locali che nessun liutaio buono userebbe,e su strumenti che hanno fatto la storia che naturalmente mai si hanno provato.
Oggi è così, anche il macellaio del centro gioca a golf e si comporta nel green come nella sua macelleria.
Pare diventato un diritto tutto, doveri nessuno, prudenza zero, cultura ancora meno.
é un mondo con cui fatico a convivere.
Il mondo dove per ragioni politiche( panem et circenses per esempio) si fa credere a tutti di possedere la cultura.
Io sono cresciuto con l'insegnamento che la cultura si conquista.
Rimanendo nello specifico...fossi al vostro posto la pianterei di parlare di Fleta ed affini.
Provatele prima, ascoltatele DAL VIVO in mano ad uno buono e poi con prudenza e tanta umiltà giudicate.
In caso contrario viva Novelli, Raspagni, Sanavia, Masetti, Piretti ,le Raponi in abete, queste straordinarie Caiazzo( la rima è tentatrice...) ed una nutrita compagnia...

Con stima ed amicizia dalla mia splendida e calda Madrid
Robertino sempre più carpintero


Per Roberto: su Williams voglio precisare una cosa....per avere quella tecnica,quella precisione su ogni nota, sul contrappunto,e anche quel "tiro" particolare (laddove la precisione era utile anche ad accentuare la sensazione di velocità!), avrei dato l'anima al diavolo.....detto questo, la parola "inespressivo" forse non è la piu appropriata anche se voleva tentare di rendere una certa idea.....John comunque rimane una figura mitica per la chitarra,c'è poco da dire al riguardo: amato non solo dai chitarristi classici ma anche da colleghi nel campo del jazz o rock...piu di cosi...

alessandro lienzo

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da alessandro lienzo » lun 08 giu 2015, 20:02

'Sta volta non sono d'accordo signor Roberto, le chiacchiere sul mi piace, non mi piace si sa che sono sempre aleatorie, ma allora quasi nessuno dovrebbe parlar di questi strumenti? In un forum si esprimono anche pareri, e io confrontando le registrazioni dello stesso concerto ho trovato il timbro della smallman noioso, questo nascondersi dietro un "tanto non l'avete mai provato" non mi va a genio; quando ascolto David gilmour suonare una Les paul mi piace meno che sulla sua Fender storica; ho espresso un parere, che io sia ignorante o meno poca importa, del resto si è nel pieno del soggettivo, ed ognuno può pensare ciò che vuole.
Riguardo l'inesattezza di alcuni post non posso che essere d'accordo, possono trarre in inganno chi come me non conosce una fleta, ma per fortuna la comunità è ricca e si può correggere.
Forse ci vuole un pó di leggerezza.
Con affetto
Ps. Per cortesia mi racconti l'aneddoto su segovia queste curiosità le adoro!

Avatar utente
Magic Guitar
Messaggi: 2927
Iscritto il: lun 24 dic 2007, 07:21
Località: Bologna

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da Magic Guitar » lun 08 giu 2015, 20:18

Per farla breve .... il discorso di Roberto è: "Non si può giudicare uno strumento se non lo si ascolta "dal vivo" e suonato da chi "sa suonare" alla grande. Tutto il resto è falsato e non è conforme alla realtà dei fatti.

Quanto sopra solo per una questione di sintesi.

Carpintero, ho forse detto una str..... ata? :D

:bye:
Ferdinando Bonapace

luigib952
Messaggi: 982
Iscritto il: dom 17 mag 2009, 15:34
Località: Tenerife (Spagna)

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da luigib952 » lun 08 giu 2015, 22:03

Roberto Tomasi ha scritto: ... Avrei volentieri spiegato perchè Segovia( che pur ne possedeva) le usava raramente.
Alla fine ho deciso di esimermene. I giudizi da bar dell'angolo intorno ad uno strumento fantastico come la Fleta ve li lascio tutti, insieme alla sua presunta fragilità.
Gentile Roberto
(ti chiamo per nome e ti do del tu perchè a me, frequentatore del web fin dalle origini, hanno insegnato che la netiquette prescrive di darsi del tu, per spirito egualitario. Ma questo avveniva prima delle invasioni barbariche. Adesso non so se vale ancora).
Gentile Roberto, dicevo, questo luogo non è frequentato solo da affezionati al bar dell'angolo, ma anche da attenti osservatori che, per quanto si astengano dall'intervenire per mancanza di solida cultura in materia, sono comunque enormemente interessati ad apprendere da chi ne sa. Ad uso e consumo di questi frequentatori, fra i quali mi annovero, ti pregherei, se non ti è di molto disturbo, di non autocensurare i tuoi interventi, ma di raccontarci per intero la tua esperienza, che si deduce vasta e variegata.
Un cordiale saluto da un amante della Spagna in generale e di Madrid in particolare.
:bye:
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
(Antonio Machado)

Avatar utente
lukasca74
Messaggi: 347
Iscritto il: dom 30 mag 2010, 14:45
Località: Mainz

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da lukasca74 » lun 08 giu 2015, 22:05

Rimango dell'idea che le chitarre vanno provate ed ascoltate dal vivo. La registrazione professionale è sicuramente una rappresentazione sonora che permette di apprezzare molte sfumature, ma non può rimpiazzare l'esperienza "tridimensionale" dello strumento ascoltato dal vivo.

Qui sotto trovate l'immagine di un vecchietto felice come una Pasqua con la sua Fleta... :lol:
Segovia Fleta.jpg
Lo stesso vecchietto ebbe a dire a proposito delle sue chitarre:
"He tenido sólo tres guitarras, equivalente al número de mis matrimonios, que han permanecido más tiempo en actividad durante mi vida. Una del viejo Ramírez en 1913, otra de Herman Hauser en 1937 y ahora una de Ignacio Fleta. He flirteado con otras varias construidas por José Ramírez y, como decía un irónico escritor inglés, la diferencia entre un capricho y una pasión eterna es que el capricho suele durar más tiempo… lo que quiere decir que en las guitarras del Ramírez actual he hallado con placer cualidades permanentes”.

Sorge una domanda rivolta al Carpintero: perché il vecchietto preferì il capriccio alla passione eterna ? Sarebbe bello saperlo, almeno a me piacerebbe saperlo...Come suggerisce luigib952: perché autocensurarsi?
:bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Das Beste in der Musik steht nicht in den Noten. (Gustav Mahler)

davidemooo
Messaggi: 1236
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da davidemooo » lun 08 giu 2015, 22:13

Caspita Tomasi!!!! Guardi che parliamo di chitarre, non dei miei parenti e nemmeno dei suoi!!!! Si ricomponga!!!!
La sapienza è con i modesti!

davidemooo
Messaggi: 1236
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da davidemooo » lun 08 giu 2015, 22:27

Confermo il mio giudizio su Williams ed in alcun modo mi intimidisce la voce grossa dei cultori, di pareri su fleta e varie ritengo mio diritto di spararne a raffica fino a che mi garba fino a quando il tempo e l'esperienza non mi convinceranno del torto. Considero Bream inarrivabile non certo dal punto di vista tecnico ma sicuramente per la genialita e musicalità in buona parte del repertorio, escluso bach. Senza offese per nessuno ma vedo Williams in ginocchio che pulisce con cura le scarpe di Bream e di non pochi altri!
La sapienza è con i modesti!

andresito
Messaggi: 123
Iscritto il: sab 02 mag 2015, 11:07

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da andresito » lun 08 giu 2015, 22:50

davidemooo ha scritto:Confermo il mio giudizio su Williams ed in alcun modo mi intimidisce la voce grossa dei cultori, di pareri su fleta e varie ritengo mio diritto di spararne a raffica fino a che mi garba fino a quando il tempo e l'esperienza non mi convinceranno del torto. Considero Bream inarrivabile non certo dal punto di vista tecnico ma sicuramente per la genialita e musicalità in buona parte del repertorio, escluso bach. Senza offese per nessuno ma vedo Williams in ginocchio che pulisce con cura le scarpe di Bream e di non pochi altri!
Hai mai avuto modo di ascoltare Williams dal vivo? È senza ombra di dubbio uno dei più grandi.
Classe cristallina, lo si capisce subito appena imbraccia lo strumento.

Andresito

cecco
Messaggi: 539
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da cecco » lun 08 giu 2015, 23:10

A me piace sentire i concerti da morto, con il computer e con il mio impianto hi fi che sembra progettato dalla Nasa....
Quando ho tempo mi piacciono moltissimo i concerti dal vivo.

Chi dice che si può giudicare solo con i concerti dal vivo se lo sento parlare impunemente di Gilels, Segovia, Rubinstein, Toscanini, Richter e cento altri artisti giuro che gli tiro il collo come ad una gallina, perché quasi sicuramente non li ha mai visti in carne ed ossa....

FlavioRo
Messaggi: 142
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da FlavioRo » mar 09 giu 2015, 05:14

andresito ha scritto:
davidemooo ha scritto:Confermo il mio giudizio su Williams ed in alcun modo mi intimidisce la voce grossa dei cultori, di pareri su fleta e varie ritengo mio diritto di spararne a raffica fino a che mi garba fino a quando il tempo e l'esperienza non mi convinceranno del torto. Considero Bream inarrivabile non certo dal punto di vista tecnico ma sicuramente per la genialita e musicalità in buona parte del repertorio, escluso bach. Senza offese per nessuno ma vedo Williams in ginocchio che pulisce con cura le scarpe di Bream e di non pochi altri!
Hai mai avuto modo di ascoltare Williams dal vivo? È senza ombra di dubbio uno dei più grandi.
Classe cristallina, lo si capisce subito appena imbraccia lo strumento.

Andresito
Per completezza......diciamola tutta: John a un certo punto ha cominciato a fare cose francamente "dimenticabili",molto discutibili.....vedi il suo gruppo Sky, abbastanza "lassativo" (un tentativo di intavolare una specie di rock progressive, ma della peggior specie).....e le sue uscite discografiche degli ultimi 20 anni spesso non sono più né carne né pesce, talvolta noiose (anche l'ultimissimo Guitar Concertos che forse ha segnato il ritiro dalle scene di Williams,non lascia certamente il segno o un buon ricordo).
Certo,una classe cristallina, ci sono cresciute generazioni di ragazzi chitarristi....oggi non credo che i ragazzi guardino più tanto a questa figura come modello.....diversi altri "mostri" si sono affacciati sul mondo della chitarra, in maniera tale da eclissare abbastanza la figura di Williams (già quando ero ragazzo, chitarristi come Fisk o Yamashita erano diventati "la moda" del momento....); per cui va inquadrato in una prospettiva storica, come altri interpreti famosi che hanno fatto la storia di diversi strumenti.

Makassar
Messaggi: 158
Iscritto il: lun 09 mar 2015, 10:26

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da Makassar » mar 09 giu 2015, 09:42

Ribadisco
1) Per quel che ne so- ma potrei essere smentito - Fleta ha inizialmente fatto chitarre in abete con incatenatura a sette raggi. Voci vorrebbero che a causa dell'umidità presente nel luogo di lavoro alcui strumenti abbiano sofferto di crepe.
In seguito ha allargato un po' la plantilla e, da quando ha cominciato ad usare il cedro, le catene sono diventate 9 ed ha aggiunto una barra traversa poco inclinata che alcuni chiamano una seconda barra armonica. Le due catene di chiusura alla base del ventaglio entravano addirittura nella zocchetta.
Non propriamente uno strumento fragile e leggero, no??? Queste chitarre si caratterizzavano per il suono cristallino e potente.

2) su Williams ho già detto che ha spiegato ampiamente cosa non amava delle chitarre spagnole. Dal vivo williams è incredibile. Su disco anche io preferisco altri, ma se ci mettiamo a sparare su John... è finita, secondo me.

3) Segovia ha rilasciato diverse dichiarazioni nelle tante interviste, ma resta il fatto che ha suonato per un cinquantennio chitarre Ramirez per il semplice motivo che gli piacevano. Nel libro biografico di Ramirez III questi racconta di come Segovia organizzò un incontro tra lui e FLeta, desideroso che i due unissero i pregi delle proprie chitarre per farne una definitiva per lui. Loro, saggiamente, glissarono, scambaiandosi indirizzi ove acquistare legname e parlando amabilmente di altro... facendo infuriare Segovia...

Benedetto
Messaggi: 538
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da Benedetto » mar 09 giu 2015, 10:05

Fantastico.
Ho provato bene due Fleta in vita (di una di esse ho preso le misure ) e sentita una in concerto un paio di volte; oltre a questo le consuete registrazioni ecc. (che pero' non valgono, se capisco bene): e' un'esperienza sufficiente per esprimere un giudizio?
Si o no?
Discutibile. Facciamo pure che il contesto in cui apro bocca e il livello di conoscenza medio dei miei interlocutori fanno di me un esperto o un pirla in materia.
Se parli al bar, dici quel che pensi liberamente, se discetti all'universita' bisogna essere piu' misurati, no?
Siamo al bar o all'universita'? Che contesto sara' mai la sezione liuteria di un forum generalista sulla chitarra classica?

Per come la vedo io il professore o ha sbagliato bar.
Ultima modifica di Benedetto il mar 09 giu 2015, 16:39, modificato 1 volta in totale.

Benedetto
Messaggi: 538
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: vi piace questa Fleta?

Messaggio da Benedetto » mar 09 giu 2015, 10:13

P.S. La Fleta e' uno strumento fantastico, quelle in abete sono rare perche' tutti hanno sempre preferito quelle in cedro.

Torna a “Liutai, luthiers”