Liutaio Garrone

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 428
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Liutaio Garrone

Messaggio da JuriRisso » lun 05 ott 2015, 18:04

Sono appena tornato da una visita al Liutaio Mario Garrone di Acqui Terme.
Sono rimasto impressionato dalle sue ricerche e dal metodo da lui utilizzato per testare le chitarre in costruzione.

Ci sarebbe da parlare per ore ma al momento vorrei puntualizzare l'attenzione su un particolare: Studiando le vibrazioni della tavola alle varie frequenze si nota che le aree interessate alle vibrazioni sono sempre diverse e sparse un pò su tutta la tavola, specie alle alte frequenze.

L'idea che mi ero fatto su: tavola più spessa sui cantini e più sottile sui bassi, catene più rigide sui cantini e più sottili sui bassi alla fine risulta semplicistica e banale.

Alla domanda ma quale incatenatura utilizzi mi ha risposto che variava a seconda dei risultati ottenuti dai test e provava e riprovava finchè non otteneva quelli desiderati. Per cui una tavola richiedeva una certa incatenatura che poteva variare da una tavola differente.

Anche il metodo con cui i liutai percuotono la tavola con le nocche alla fine è quasi inutile dato che le variabil iin gioco sono veramente tante, anche il punto preciso in cui viene tenuta e la potenza con cui viene percossa.....

Insomma quelle poche convinzioni che mi ero fatto sono state stravolte confutandomele con prove e verifiche scientifiche...

Volevo solo condividere questo mio pensiero........

alessandro lienzo

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da alessandro lienzo » lun 05 ott 2015, 19:41

Certamente un bel lavoro, però nonostante questo pochissimi concertisti utilizzano chitarre di Mario Garrone o con questa ricerca così scientifica dietro, e ciò mi fa riflettere sul fatto che magari una chitarra studiata con le migliori intenzioni scientifiche non necessariamente suoni poi così bene...

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 428
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da JuriRisso » lun 05 ott 2015, 20:30

ho letto e sentito molte critiche, tuttavia credo il suo merito (oltre a costruire chitarre di elevata fattura) è dare una spiegazione scientifica a molte dicerie...
Alla fine la sua ricerca è sull'accordatura della tavola armonica mettendola in relazione al fondo. Credo che un liutaio debba prendere in seria considerazione questo approccio...
Essendo un cuoco capisco che distaccarsi dalla tradizione e cercare nuove strade sia difficile, ma quando è supportato da prove scientifiche non si possono ignorare....

alessandro lienzo

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da alessandro lienzo » lun 05 ott 2015, 21:26

Io sono favorevole allo sperimentare e utilizzare metodi scientifici in liuteria ma una buona pratica e sensibilità è più che sufficiente e perciò l'una pratica non è meglio dell'altra.
La differenza è che la sola scienza è pressoché inutile.
Io le chitarre di Garrone non le ho provate, non posso permettermi giudizi sul suono, si nota una certa bravura nella costruzione anche se personalmente l'estetica non mi soddisfa;
Resta però il fatto che queste chitarre non sono molto apprezzate a quanto ho letto e a quanto mi hanno detto...

davidemooo
Messaggi: 1226
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da davidemooo » lun 05 ott 2015, 22:49

Chitarre così brutte non le ho mai viste in vita mia! Anche se suonassero come una romanillos o una Fleta mi rifiuterei di suonarle!!! Anche l'occhio vuole la sua parte!
La sapienza è con i modesti!

Benedetto
Messaggi: 537
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da Benedetto » mar 06 ott 2015, 08:37

Un secondo; mi sembra un giudizio un po' ingeneroso: va detto che Mario Garrone ha costruito relativamente pochi strumenti in vita in quanto animato da interesse intellettuale più che economico.
Peraltro i suoi strumenti sono stati suonati anche da professionisti (ricordo Matarazzo e Saggese se non sbaglio); Gilardino lo ha sempre elogiato e Segovia, ripeto: Segovia ha affermato che una chitarra Garrone suonava meglio della sua Ramirez.
Sono cose che che pochi liutai possono vantare.
Esteticamente non mi piacciono e non ne ho provata nemmeno una per cui non so esprimere un parere ragionato.
Ho espresso altre volte il dubbio che la scienza applicata alla chitarra non sia in se risolutiva: a mio parere è uno strumento utile ma non risolutivo.

FlavioRo
Messaggi: 142
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da FlavioRo » mar 06 ott 2015, 16:51

A me invece quelle "asimmetrie" di certe sue chitarre (nel modo in cui è messa la buca e la forma del ponticello) piacciono moltissimo....poi però non ne ho mai provata una,sarei molto curioso, e comunque credo che al di là del giudizio estetico, conti decisamente di piu il suono!

Avatar utente
setras
Messaggi: 1526
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da setras » mer 07 ott 2015, 03:40

Mai vista una ma i prezzi che gira so alti quindi significa che è roba che sona oppure chi ce l'ha si ricorda di quanto l'ha pagata
Le idee so tutte buone
Il mercato ha sempre ragione anche se stanno lì in attesa del sold ma tutte stanno lì
Non c'è futuro per l'evoluzione volumetrica di ste robe
Il futuro è esclusivamente l'elettronica
Chi pensa al legno come punto d'arrivo è fuori strada

alessandro lienzo

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da alessandro lienzo » mer 07 ott 2015, 09:15

Setras parli dell'amolificazione esterna ?

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 428
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da JuriRisso » mer 07 ott 2015, 10:55

Comunque nella mia ignoranza se una chitarra non parte già bene l'amplificazione non fa miracoli....
Ritornando a Garrone ho provato la chitarra con due buche e sembra veramente in organo! Ho anche provato una sua chitarra flamenco...... wow!

Avatar utente
setras
Messaggi: 1526
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da setras » mer 07 ott 2015, 11:24

No amplificazione esterna
Il futuro è nella micro amplificazione interna

alessandro lienzo

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da alessandro lienzo » mer 07 ott 2015, 12:13

Bhe setras mi trovi d'accordo, la sperimentazione è nell'amplificazione, per quanto riguarda la chitarra mi sembra che si siano raggiunti degli ottimi obiettivi e questo forse già 50 anni fa.

Sarei curioso di provare queste chitarre di Garrone ..

Franco Marino
Messaggi: 219
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da Franco Marino » mer 07 ott 2015, 13:22

Secondo me, l"ideale per comprare una chitarra e" di andare a provarla, senza farsi influensare dalle dicerie che girano, spesso si rimane sorpresi sia in positivo che in negativo...

Calabrone

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da Calabrone » mer 07 ott 2015, 15:23

JuriRisso ha scritto:Comunque nella mia ignoranza se una chitarra non parte già bene l'amplificazione non fa miracoli....
Ritornando a Garrone ho provato la chitarra con due buche e sembra veramente in organo! Ho anche provato una sua chitarra flamenco...... wow!
E come darti torto caro Juri.
Di chitarre ne avrò provate mille o forse più, ma non ne ho mai trovate nessuna che suonasse meglio di quelle del maestro Garrone, specialmente quelle con il ponticello triangolare.
Garrone è scentificamente perfetto, nulla è dato al caso.
Ho molti dubbi su molti liutai che vanno a naso e raccontano leggende. :D
Scalabrun. :bye:

Benedetto
Messaggi: 537
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Liutaio Garrone

Messaggio da Benedetto » gio 08 ott 2015, 08:43

Su Garrone (bravo) ho già scritto sopra, sulla fisica (importante ma relativamente) ho già detto in un altro post.
È vero che molti raccontano leggende.
Però è anche vero che i più famosi esperti di fisica della chitarra sono liutai: tutti hanno scritto libri importanti: Carruth, Gore, Mottola. Hai mai sentito di un concertista che usi una loro chitarra?
Fleta, Romanillos, Reyes, Bernabe', Miguel Rodriguez..non credo abbiano finito la terza media.
Insomma, tutto è relativo, dai.

Torna a “Liutai, luthiers”