Puntini segna tasto

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » sab 30 dic 2017, 15:06

Si è già discusso in un’altra sezione dell’utilità/opportunità di avere i “pallini” segna tasto, oppure no, sul bordo della tastiera. Per quanto mi riguarda mi ci trovo bene e dopo aver suonato per lungo tempo senza, ora mi ritrovo ad usarli e la cosa mi dà più sicurezza. Non li trovo indispensabili, ma certamente utili. Il problema è che una delle mie chitarre non li ha proprio, quindi ho optato dapprima per i segni fatti con il bianchetto e poi con dei puntini adesivi posticci acquistati per lo scopo in rete. Il fatto è che dopo un po’ se ne vanno e bisogna ogni volta riposizionarli.
La domanda: ma è davvero complicato mettere quelli definitivi? Devo per forza andare da un liutaio, oppure è un’operazione relativamente semplice che con un minimo di manualità posso sbrigare da solo? Suggerimenti?
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

alessandro lienzo

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da alessandro lienzo » sab 30 dic 2017, 16:14

Con un trapano dovresti fare dei fori da 2 m e trovare delle stecche adatte.
Le carteggio per farle entrare per bene nel foro e con il Martelletto le spingi dentro con un velo di colla.
Per prima cosa conviene trovare il cilindretto segna tasti e prendere le misure, magari tenendo il buco un pelo più largo.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » sab 30 dic 2017, 16:29

Grazie. Immaginavo qualche cosa del genere.
Dove trovo le barrette? :chaud:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

alessandro lienzo

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da alessandro lienzo » sab 30 dic 2017, 16:34

Bella domanda, più facile trovare queste cose da rivenditori di strumenti elettrici anche fisici, per esempio solid body o goth o rivolta anche.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » sab 30 dic 2017, 16:42

Ok, ci provo. Ti ringrazio
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

LUCA.P
Messaggi: 366
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da LUCA.P » dom 31 dic 2017, 11:41

Io non metterei mano al trapano se non sei un esperto molto preciso.
Personalmente ho inserito i numeri perché li preferisco, ma se cerchi in ferramenta puoi trovare vari tipi di bulini .
Praticamente ho impresso i numeri ( che sono dei cilindretti d'acciaio tipo bulino da battere col martello per segnare legno e metallo...esistono anche le lettere dell'alfabeto).
Dicevo ,ho impresso direttamente sulla tastiera i numeri ;MA SENZA IMPRIMERE IL LEGNO, solo marcandolo con una miscela di vinavil e bianco in polvere, comunque funziona anche con il gesso.
il vantaggio è quello di poter eventualmente rimuovere con facilità ,perché si toglie sfregando leggermente, ma non si stacca suonando.
Se non vuoi spendere e ti basta un pallino bianco ,allora diventa ancora più facile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » dom 31 dic 2017, 12:20

La tua soluzione è interessante, Luca, tuttavia pensavo a qualche cosa di più tradizionale: mi bastano sicuramente i puntini bianchi sul bordo della tastiera, purché eseguiti con cura e possibilmente non posticci.
Grazie per il suggerimento
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Francesco Iannucci
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 152
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 15:14

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Francesco Iannucci » dom 31 dic 2017, 15:37

Ti consiglio di suonare senza segna tasti, io cominciai a suonare con una chitarra che non aveva segna tasti, ora invece ho una chitarra con i segna tasti su quinto e settimo tasto, ma mi sono abituato senza quidni non li guardo nemmeno :bye: :bye:
Chitarra: Altamira N300+ , Cordoba 45 Limited
Corde:Aquila Alabastro Superior,
Dogal Venetian strong, Augustine Imperial HT, EXP 44, Savarez 510cj

Marco B.
Liutaio amatore
Messaggi: 893
Iscritto il: mar 22 dic 2009, 22:49
Località: Genova

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Marco B. » lun 01 gen 2018, 11:29

Per acquistare il materiale idoneo , ti consiglio di guardare in rete sul mercato on line più noto. Esistono in commercio stecche di materiale plastico costruite appositamente. Le puoi trovare anche nei negozi di modellismo, oppure potresti usare barre di legno più chiaro. Non ti resta che fare i buchi poco profondi e inserire con un po' di colla , forzando appena con un martelletto di gomma. Alla fine tagli l'eccesso con un cutter e rifinisci con carta finissima. Io i fori li farei con un Dremel usando prima la punta più fina, da modellismo navale ,per centrare esattamente dove completare il foro, che deve risultare a metà del tasto ed del bordo della tastiera .Soprattutto alla fine i segnalasti devono risultare tutti linea precisi. E' un lavoro abbastanza facile se hai un po' di manualità. Saluti

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 01 gen 2018, 16:20

Grazie Marco, penso che farò senz'altro come suggerisci
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1626
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Pietro » lun 01 gen 2018, 21:10

Posso aggiungere ben poco a quanto stato già detto, solamente che prima di forare è necessario con una matita segnare le linee del foro nel modo descritto con precisione da Marco B. e che dopo la segnatura a matita che risulterà una croce da verificare attentamente anche per l'estetica, con un punteruolo (o punta da segno per essere più precisi) si marcherà con una leggera pressione il punto esatto dove cascherà il puntino segnatasti. Una volta segnato questo si procederà inizialmente con una punta fine e successivamente con la definitiva (starei sui due mm.) per ottenere un forellino poco profondo. In commercio ci sono tondini in materie plastiche da due mm specialmente nei negozi di modellismo ma visto e considerato che i puntini sono due (quinto e settimo tasto... volendo anche il terzo e il dodicesimo ma non ne vedo la necessità) consiglierei l'osso bovino, bastano gli scarti e se il lavoro è eseguito con precisione non ci vuole nemmeno la colla.

Cordialità - Pietro

Avatar utente
satorarepo
Messaggi: 181
Iscritto il: mar 17 feb 2009, 15:36
Località: Piombino

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da satorarepo » lun 01 gen 2018, 22:10

Io ho acquistato sul noto sito di aste una dozzina di tondini in madreperla (meglio della plastica...) da 3 mm alla spesa di 3 euro. Poi sistemarli sul dorso del manico non è difficile. Mi pare che magari se uno è incerto sia meglio procedendo come ha suggerito Pietro. Ma consiglio assolutamente di consultare il sito di aste cercando "mop" e scegliere il tipo di madreperla che uno preferisce.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 01 gen 2018, 22:21

Pietro ha scritto:
lun 01 gen 2018, 21:10
Posso aggiungere ben poco a quanto stato già detto, solamente che prima di forare è necessario con una matita segnare le linee del foro nel modo descritto con precisione da Marco B. e che dopo la segnatura a matita che risulterà una croce da verificare attentamente anche per l'estetica, con un punteruolo (o punta da segno per essere più precisi) si marcherà con una leggera pressione il punto esatto dove cascherà il puntino segnatasti. Una volta segnato questo si procederà inizialmente con una punta fine e successivamente con la definitiva (starei sui due mm.) per ottenere un forellino poco profondo. In commercio ci sono tondini in materie plastiche da due mm specialmente nei negozi di modellismo ma visto e considerato che i puntini sono due (quinto e settimo tasto... volendo anche il terzo e il dodicesimo ma non ne vedo la necessità) consiglierei l'osso bovino, bastano gli scarti e se il lavoro è eseguito con precisione non ci vuole nemmeno la colla.

Cordialità - Pietro
Intendi dire che si riesce ad arrotondare con sufficiente precisione una scheggia di osso con la carta abrasiva?
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1626
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Pietro » mar 02 gen 2018, 11:54

Certo che si, come il solito prima con la lima e poi con la carta ma volendo ci sono anche le lime fine che possono per questi lavori sostituire alla grande la carta. Ho comunque letto il post di satorarepo sui tondini di madreperla a tre euro; sono belli di sicuro... io ci farei un pensierino.
Premesso che non uso puntini segnatasti sulla chitarra classica devo però metterli sui mandolini... chissà perchè un mandolinista se non li ha non suona, e si che il manico è piccolino... posto i segnatasti in osso dell'ultimo mandolino che ho costruito, sono fissati senza colla, solo a pressione.
Spero che i moderatori chiudano un occhio... in fondo chitarra e mandolino sono una coppia perfetta :D

DSC01766 (640x480).jpg

Cordialità - Pietro -
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3715
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Puntini segna tasto

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 02 gen 2018, 12:34

Complimenti, è un oggetto affascinante.
Di nuovo grazie.
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Torna a “Liutai, luthiers”