Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
CiroLama
Messaggi: 17
Iscritto il: sab 24 set 2016, 11:29

Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da CiroLama » ven 02 mar 2018, 00:00

Signori, cosa ne pensate del nuovo modo di collegare le corde sul ponte della chitarra, facendo entrare le corde nella tavola armonica che viene forata sul retro del ponte similmente alle chitarre acustiche? Giussani dice che migliora di molto la risposta della tavola armonica che risponde meglio alla vibrazione trasmessa dalle corde.

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 08:44


Salvo Marcuccio
Messaggi: 43
Iscritto il: dom 15 nov 2015, 12:30

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Salvo Marcuccio » ven 02 mar 2018, 11:03

Non è una gran novità neanche sulle chitarre; la mia Bernabè del 2011 ha questo sistema e, per quanto ne so, molti strumenti di questo liutaio sono fatti così da anni. La mia suona benissimo, ma non so se/quanto dipenda dal modo di fissaggio delle corde.

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 13:09

Infatti!
Come ho già scritto nei link sopra citati, in Europa il ponte con corde passanti (senza i piroli tipici delle chitarre ottocentesche o delle chitarre folk acustiche) lo si è visto già una quarantina di anni fa nei charangos di Don Sabino Orosco. Non mi meraviglierei se Giussani o Bernabé lo avessero valutato e adottato proprio dopo aver esaminato e studiato uno di questi splendidi strumenti Orosco, dal volume e dalla proiezione sorprendenti in relazione alle piccole dimensioni e ai materiali costruttivi poveri, dato che spesso le tavole armoniche sono di qualità non proprio eccelsa (per non dire che sono ricavate dalle cassettte della frutta...)
Balaju

alessandro lienzo

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da alessandro lienzo » ven 02 mar 2018, 13:13

Belaju
Non si chiama orozco?
Ho avuto difficoltà a cercare il nome in passato e mi chiedevo come mai scrivessi così..
Forse per la pronuncia spagnola?

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 14:01

Sì, nel cartiglio dei suoi charangos c'è scritto Orozco, ma il figlio si fa chiamare Orosco e la notizia della morte di Don Sabino è stata data come Orosco. Forse è proprio un problema di pronuncia locale.

http://www.tiendaslatinas.com/centrocom ... anguage=es

p.s. io invece sarei Balaju e non Belaju...

Balaju

Franco Marino
Messaggi: 221
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Franco Marino » ven 02 mar 2018, 15:36

Non serve a niente...solo a complicarsi la vita nel cambio corde...come ho fatto notare a Giussani in una mostra anni fa, basta inclinare la selletta del ponte in avanti mettendola in diagonale per ottenere lo stesso risultato...ma alla fine anche questo non seve, lo facevo sui miei strumenti fino 4 = 5 anni addietro, adesso non piu", il volume e l"attacco transitorio, non dipendono da questo, ma da altri fattori costruttivi, per me, e" negativo e serve solo a stressare la tavola armonica, ottenedo una deformazione del piano sia avanti che dietro ponte...

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 16:32

Non sono d’accordo.
Ho provato personalmente la differenza su più chitarre da me modificate. Aumenta il volume e i sustain, e il ponte non si stacca neanche a cannonate, al contrario di quanto ho visto accadere in chitarre con molti anni alle spalle.
E può essere costruito più sottile e leggero eliminando del tutto il castelletto. E in ogni caso è una modifica a costo zero (due placchette sottoponte incollate all’interno della tavola prima di chiudere la cassa e sei fori da 1,5 mm. praticati dall’esterno) e la variante potrebbe essere fornita di serie anche sulle chitarre industriali.
Forse è meno utile in chitarre già dotate di buon volume, ma su quelle un po’ afone fa miracoli. Ho provato anche decine di charangos, ma nessuno squillava come gli Orosco (o Orozco).

Non ho capito cosa significhi inclinare la selletta mettendola in diagonale. Una foto chiarirebbe tutto.
Balaju

Franco Marino
Messaggi: 221
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Franco Marino » ven 02 mar 2018, 16:46

Questa e" l"immagine...inclinando in avanti la selletta ottieni la stessa azione torcente sul piano..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 16:58

No, così diminuisce l’angolo di appoggio e diminuisce di conseguenza la pressione della corda sul traversino. Con un ponte fatto così il volume si abbassa sicuramente. Avrebbe avuto più senso inclinarlo indietro, verso il castelletto. E’ proprio per questo che i fori passanti aiutano, perché la corda esce dalla tavola in verticale e l’angolo con cui questa si appoggia sul traversino diventa quasi di 90 gradi. Così la corda fa più presssione, il volume aumenta e così il sustain.
Balaju

alessandro lienzo

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da alessandro lienzo » ven 02 mar 2018, 17:05

Balaju scusami per aver confuso il tuo nome, sempre stato convinto fosse con la /e/..suona bene però, mi piace! Sono un po' fissato con i nomi ed i cognomi, ed il mio cognome non mi piace molto, ricorda troppo l'origine campana.. Da quando però un personaggio è diventato famoso di sicuro lo ha reso più grazioso e particolare vedendo il soggetto...
Tornando in topic credo che sui miei prossimi strumenti adotterà questa doppia opzione che non ha particolari costi umani! E magari è possibile scegliere tra due soluzioni simili a seconda della corda e dei gusti.

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 17:10

Inoltre con il ponte tradizionale è solamente la colla che deve contrastare la trazione che le corde esercitano sul ponte, mentre con le corde passanti la colla potresti paradossalmente anche non metterla e il ponte rimarrebbe fisso e stabile lo stesso, in quanto trattenuto dalle corde stesse legate alla perlina posta internamente.
Balaju
Ultima modifica di Balaju il ven 02 mar 2018, 17:16, modificato 1 volta in totale.

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 17:15

alessandro lienzo ha scritto:
ven 02 mar 2018, 17:05
Balaju scusami per aver confuso il tuo nome, sempre stato convinto fosse con la /e/..suona bene però, mi piace!
Visto che ci siamo ti dico anche che si pronuncia BALAHU’ con il suono aspirato della jota spagnola (non “balaiù).
Balaju

Franco Marino
Messaggi: 221
Iscritto il: mar 06 ott 2015, 14:25

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Franco Marino » ven 02 mar 2018, 17:38

Balaju ha scritto:
ven 02 mar 2018, 16:58
No, così diminuisce l’angolo di appoggio e diminuisce di conseguenza la pressione della corda sul traversino. Con un ponte fatto così il volume si abbassa sicuramente. Avrebbe avuto più senso inclinarlo indietro, verso il castelletto. E’ proprio per questo che i fori passanti aiutano, perché la corda esce dalla tavola in verticale e l’angolo con cui questa si appoggia sul traversino diventa quasi di 90 gradi. Così la corda fa più presssione, il volume aumenta e così il sustain.
Balaju
Credo che hai un po' le idee confuse...non te LA prendere...se ti


capita di incontrare Giussani, fatti spieg are a cosa servono I fori passanti...a me, non daresti retta...

Balaju
Messaggi: 835
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ponte con fori diretti dal ponte alla tavola

Messaggio da Balaju » ven 02 mar 2018, 17:56

No, spiega pure. Ho ascoltato le video interviste di Giussani. Ho le idee chiare, ma conoscevo il suo metodo prima di lui.
Balaju

Torna a “Liutai, luthiers”