scheggiatura tavola armonica

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
mark84
Messaggi: 18
Iscritto il: mar 09 gen 2018, 15:59

scheggiatura tavola armonica

Messaggio da mark84 » gio 05 apr 2018, 16:57

salve a tutti mi ritrovo una chitarra con questi due buchi, secondo voi è possibile mascherarli o meglio ancora coprirli?in giro ho letto le cose più disparate ma non mi convincono per niente, quindi chiedo a voi avete gentilmente qualche suggerimento da darmi? vi ringrazio in anticipo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Franco.I
Messaggi: 466
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da Franco.I » gio 05 apr 2018, 17:56

A
Ultima modifica di Franco.I il gio 05 apr 2018, 21:22, modificato 1 volta in totale.

Giannirock
Messaggi: 640
Iscritto il: sab 15 mag 2010, 22:42
Località: NAPOLI

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da Giannirock » gio 05 apr 2018, 20:19

Credo che una consulenza da un buon liutaio possa essere la soluzione migliore.
Chitarre: O. Raponi 1973 - G. Giussani 1987- P. Casillo in cedro 2002 - Locatto Luigi del 1993- Antonio Ariza 1976 - A. Marseglia del 2002.

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 428
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da JuriRisso » ven 06 apr 2018, 06:29

anche io sono curioso.. il danno non è così grave da rimuovere e sostituire parte della tavola, d'altro canto si vede e dà fastidio......
Personalmente ho provato a coprirlo con turapori o gommalacca ma si vede sempre.

luderr
Messaggi: 23
Iscritto il: lun 05 mar 2018, 15:42

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da luderr » ven 06 apr 2018, 08:21

Forse non c'entra niente col tuo problema, ma a me piacciono le chitarre che mostrano i segni della propria vita! Come ha detto la Magnani al suo truccatore, "Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire."

mark84
Messaggi: 18
Iscritto il: mar 09 gen 2018, 15:59

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da mark84 » ven 06 apr 2018, 14:05

ahahahahahahaha bella questa! ho provato con l'acqua ma niente da fare manca parte di legno, il fatto è che l'occhio mi cade sempre li e mi da fastidio

Benedetto
Messaggi: 537
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da Benedetto » ven 06 apr 2018, 15:55

Pulire la zona accuratamente (parte più difficile).
Riempire con innumerevoli mani di turapori nitro (lo vendono in boccettine dai soliti rivenditori per liutai) oppure col cianoacrilato (visita il sito frets.com per farti un idea) o con stick di gommalacca sciolto a caldo (difficile fare lo stick).
La bontà dell’operazione dipende dalle capacità e dall’esperienza. Non ti consiglio il fai da te se la chitarra è di valore.

Livio82
Messaggi: 78
Iscritto il: lun 04 dic 2017, 17:24

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da Livio82 » ven 06 apr 2018, 19:04

Prima di tutto devi capire di che vernice si tratta, se è gommalacca non è così complicato, misura con un calibro a spessore la tavola dove c'è il segno, se lo spessore ti permette di agire sulla tavola levigandola senza assottigliarla pericolosamente ti conviene armarti di santa pazienza e sverniciare tutta la tavola lasciandola a legno nudo, poi devi levigare con carta appropriata il segno fino a farlo scomparire, poi rivernicia tutto a gommalacca. Io ho fatto così su uno strumento di pregio, il danno mi dava in testa, il risultato è stato sorprendente il segno è completamente sparito è lo strumento è come nuovo. Avevo provato altre tecniche come stuccarlo e cose del genere, per quanto ci provi il segno è sempre visibile.

mark84
Messaggi: 18
Iscritto il: mar 09 gen 2018, 15:59

Re: scheggiatura tavola armonica

Messaggio da mark84 » dom 08 apr 2018, 10:38

vi ringrazio tutti per le vostre risposte, la chitarra è verniciata a gommalacca, lo spessore della tavola è di circa 2.5 mm alla buca, il buco dalla foto forse non si nota ma è un pò profondo, quindi andare a carteggiare il tutto per farlo scomparire mi sembra una cosa molto azzardata perchè si scenderebbe troppo di spessore. quindi al momento cercherò di guardarla il meno possibile anche se per me resta un pugno nello stomaco

Torna a “Liutai, luthiers”