Problema guitalele

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
fdelo
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 24 mar 2019, 22:03

Problema guitalele

Messaggio da fdelo » dom 24 mar 2019, 22:16

Buonasera,

sono nuovo del forum. Siccome nelle mie ricerche su internet su chitarre e liuteria mi compariva sempre questo forum ho deciso di scrivere.

A dicembre ho acquistato un guitalele ( una via di mezzo tra una chitarra classica e un ukulele. L’accordatura e’ a d g c e a: come una chitarra ma una quarta sopra ).


Quando l’ho portato a casa (in un’altra città’) l’ho suonato una o due volte ma le volte seguenti ho notato che l’intonazione era pessima. Ho controllato anche con un accordatore elettronico e le corde a vuoto sono intonate ma qualsiasi nota sul manico e’ crescente. Praticamente e’ insuonabile.
E’ difficile quantificare quanto sia crescente (non ho un accordatore che mostra le frequenze) pero’ io che non sono musicista professionista lo noto benissimo.

Prima di acquistarlo, l’ho provato in negozio e mi sembrava suonasse bene e che l’intonazione fosse più che accettabile. (devo ammettere che la situazione nel negozio, con delle persone che discutevano animatamente, non era ideale ).

L’ho quindi portato da un liutaio nella città’ dove vivo e mi ha detto che non c’e’ nulla da fare: il ponticello e’ posizionato nel punto sbagliato.

Effettivamente ho misurato il diapason e le distanze capotasto-12esimo e 12esimo-ponticello e sono diverse.
Capotasto - 12esimo: 21.6 cm
12esimo - ponticello: 21.2 cm


Il costo della riparazione si aggirava (l’equivalente di) 350 euro, molto più’ del valore dello strumento.
Non e’ uno strumento pregiato o fatto a mano: l’ho pagato intorno ai 140 euro.
Ma mi aspettavo comunque di poterlo utilizzare.

Volevo chiedere qualche consiglio. L’unica cosa che mi e’ venuta in mente e’ di correggere un po’ l’action.
Al momento e’ circa 4-5 mm al 12esimo tasto.
Ho notato che le corde non si adagiano bene nei solchetti del capotasto e che sporgono un po’.
Limando i solchi potrebbe aiutarmi a ridurre l’action e quindi correggere un po’ l’intonazione?
Cambiando le corde e optando per corde con più’ o meno tensione

Grazie per la pazienza
Francesco

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » dom 24 mar 2019, 23:50

Puoi postare una foto del ponte?
Balaju

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1787
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Problema guitalele

Messaggio da Pietro » lun 25 mar 2019, 11:19

E una del capotasto?

Cordialità - Pietro -

fdelo
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 24 mar 2019, 22:03

Re: Problema guitalele

Messaggio da fdelo » lun 25 mar 2019, 21:43

ho allegato le foto del ponticello e del capotasto.

Servono più' dettagli e da angolature diverse?

Mi sembra che dalla foto del ponticello preso da lato si veda che l'osso non e' perpendicolare alla tavola armonica.
Non dovrebbe?
Puo' essere che si sia imbarcata la tavola armonica?

Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » lun 25 mar 2019, 23:47

Prova a mettere uno stuzzicadenti sotto le corde, attaccato al capotasto. Controlla l’intonazione delle corde a vuoto e poi quella delle corde tastate. Negli strumenti a scala corta la compensazione al capotasto produce effetti positivi molto evidenti sull’intonazione. Si può lavorare anche sul traversino del ponte per spostarlo un po’ più indietro, ma ci vuole un po’ più di tempo e di pazienza.
Balaju

Avatar utente
oti
Messaggi: 8
Iscritto il: mar 26 mar 2019, 14:52
Località: Como provincia

Re: Problema guitalele

Messaggio da oti » mar 26 mar 2019, 16:34

Buongiorno Francesco, non sono un liutaio, ma mi piace leggere di liuteria, e guardando le tue foto, la prima in effetti, sono rimasto perplesso.
Probabilmente mi sbaglio, ma dalla foto sembrerebbe che la tensione delle corde abbia inclinato il ponte curvando la tavola armonica (forse troppo sottile, oppure senza rinforzo interno), e sia la possibile causa dei decimi di mm che ti mancano.

Se fosse la tensione a inclinare tavola e ponte, allentando le corde l'inclinazione dovrebbe se non scomparire, almeno diminuire.
Non fosse un problema di tensione corde, la tavola fosse in ordine e saldo il ponte, rimane il possibile difetto di progetto, con posizionamento troppo avanzato del ponte. Così fosse, in un video di YouTube (Link, ho trovato un modo di risolvere il problema anche da parte di un non liutaio (un po' di manualità ci vuole), si tratta comunque di una soluzione valida per variazioni di pochi millimetri. ciao, sandro
Ultima modifica di oti il gio 28 mar 2019, 00:18, modificato 1 volta in totale.
Per catturare il coniglio devi fare il verso della carota (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

fdelo
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 24 mar 2019, 22:03

Re: Problema guitalele

Messaggio da fdelo » mer 27 mar 2019, 22:50

ho provato con lo stuzzicadente. Mettendolo vicino al capotasto non migliora molto.
Se lo sposto di qualche mm lontano dal capotasto migliora l'intonazione al 12esimo tasto.
Sui primi tasti non migliora ma dal terzo o quarto tasto in poi sembra molto meglio.
Posizionandolo a qual che mm dal capotasto il primo tasto diventa molto piccolo e difficile da suonare (lo strumento è già piccolo )

Constato altre due cose:
- il suono con lo stuzzicandenti sembra un po' piu' scuro/ovattato.
- lo stuzzicadenti non sembra molto stabile e tende a muoversi anche sotto la pressione delle corde. Anche l'accordatura sembra meno stabile.

C'è una soluzione piu' "dedicata" al posto dello stuzzicandenti, magari qualche oggetto con la stessa funzione ma fatto apposta?

Altre idee?
l'idea di abbassare l'action?

Avatar utente
oti
Messaggi: 8
Iscritto il: mar 26 mar 2019, 14:52
Località: Como provincia

Re: Problema guitalele

Messaggio da oti » gio 28 mar 2019, 00:48

ciao, la mia risposta precedente è apparsa in ritardo perchè da appena iscrittto ero parcheggiato in attesa della conferma/abilitazione.
sempre parlando da principiante, non credo che una modifica alll'action possa risolvere il tuo problema, magari lo mitiga leggermente.

in pratica, da quello che so, il dodicesimo tasto è collocato a metà diapason, e teoricamente è posto a metà strada tra capo tasto e ponte, ma poi in realtà vedo/leggo che il ponte viene spostato, allungando la corda vibrante, per applicare quella che chiamano compensazione, 1 ÷ 2 mm lato cantino e qualche millimetro in più lato bassi, per compensare appunto, la pressione esercitata premendo le corde (in effetti più è alta l'action, più si preme).
se però il tuo problema è dovuto alla flessione della tavola, è quello il primo problema da risolvere. ciao, sandro
Per catturare il coniglio devi fare il verso della carota (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » gio 28 mar 2019, 08:21

fdelo ha scritto:
mer 27 mar 2019, 22:50

Constato altre due cose:
- il suono con lo stuzzicandenti sembra un po' piu' scuro/ovattato.
- lo stuzzicadenti non sembra molto stabile e tende a muoversi anche sotto la pressione delle corde. Anche l'accordatura sembra meno stabile.

C'è una soluzione piu' "dedicata" al posto dello stuzzicandenti, magari qualche oggetto con la stessa funzione ma fatto apposta?
Certo, lo stuzzicadenti è un rimedio provvisorio e serve solo per capire il problema. Ma non è la soluzione definitiva che, a questo punto, deve agire di concerto con lo spostamento all'indietro del traversino del ponte, che da solo potrebbe però non bastare.
L'action va bene ed è giusto che le corde sporgano fuori dal capotasto. Forse si può abbassare un pelino la terza corda, ma non migliori di molto la situazione.
Devi togliere il traversino, riempire la sede con legno dello stesso tipo del ponte e scavare di nuovo la sede per un nuovo traversino leggermente inclinato verso la base della cassa (non si può spostare il solco troppo all'indietro perché manca il legno che lo tenga dritto). Poi rifare le prove con lo stuzzicadenti e, nel caso, accorciare il primo tasto riposizionando in avanti il capotasto.
Appena ho tempo ti posto delle foto su due strumenti a scala corta, uno già modificato con il primo tasto accorciato e uno che ha ancora lo stuzzicadenti.
Balaju
Ultima modifica di Balaju il gio 28 mar 2019, 16:18, modificato 1 volta in totale.

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » gio 28 mar 2019, 16:16

fdelo ha scritto:
mer 27 mar 2019, 22:50
ho provato con lo stuzzicadente. Mettendolo vicino al capotasto non migliora molto.
Se lo sposto di qualche mm lontano dal capotasto migliora l'intonazione al 12esimo tasto.
Sui primi tasti non migliora ma dal terzo o quarto tasto in poi sembra molto meglio.
Lo stuzzicadenti può migliorare l’intonazione dell’armonico al 12.mo tasto e nel rapporto tra corde a vuoto e corde tastate (es. suonando un accordo in prima posizione che preveda almeno una corda a vuoto), ma non ha alcun effetto per le sole note tastate. E’ strano quello che scrivi, perché dalla prima nota tastata in poi, che lo stuzzicadenti ci sia o non ci sia é la stessa cosa.

Prova un’altra cosa: metti un capotasto mobile in seconda posizione e misura l’armonico di ottava, che a questo punto cadrà due tasti più avanti (al 14.mo tasto).

Ma prima di tutto abbassa l’action, perché 4-5 mm. al 12.mo tasto sono troppi per un guitarlele che, immagino, avrà un diapason di 43 cm. circa.

Balaju

fdelo
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 24 mar 2019, 22:03

Re: Problema guitalele

Messaggio da fdelo » sab 30 mar 2019, 10:24

ho provato ancora con lo stuzzicadenti. Ho notato che il test dell'intonazione sui tasti 3, 4 ... non era molto affidabile. Lo stuzzicadenti si muove o e' facile urtarlo un po' quindi controllando con le corde a vuoto non ha molto senso.

Ho provato col capotasto al 2. Il 14 tasto rispetto all'armonico e' molto crescente.
Cerchero' un sistema per misurare la frequenza (una app magari)

Di solito quanto si guadagna abbassando l'action?
Ma mi sembra di aver capito che spostare il ponte e' l'unica soluzione.

E' possible che se la tavola armonica si sia imbarcata abbia un effetto cosi' grande sull'intonazione?

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1787
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Problema guitalele

Messaggio da Pietro » sab 30 mar 2019, 11:36

Una prova semplicissima che si potrebbe fare è calare l'accordatura e portarla in SOL (un tono sotto dell'attuale in LA) e vedere come si comporta lo strumento. Se l'action si abbassa e l'imbarcatura della tavola armonica rientra anche solo parzialmente l'intonazione dovrebbe migliorare. La prova con lo stuzzicadenti al capotasto è più che valida e dice molto sul capotasto, sulla distanza capotasto - primo tasto e anche sulla suddivisione della tastiera; natiralmente è una prova e ci si regola in base ai risultati. Se dopo aver allentato le corde e lasciato lo strumento ad assestarsi qualche giorno al nuovo carico qualcosa è emerso si può anche aggiungere la prova con lo stuzzicadente nel nuovo assetto. Sono test semplici ma molto indicativi.

Cordialità - Pietro -

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » sab 30 mar 2019, 13:02

fdelo ha scritto:
sab 30 mar 2019, 10:24
[...] Lo stuzzicadenti si muove o e' facile urtarlo un po' quindi controllando con le corde a vuoto non ha molto senso [...].
Naturalmente lo stuzzicadenti va tagliato a misura, in modo che non fuoriesca dalla tastiera. Sennò è facilissimo urtarlo e muoverlo accidentalmente...
Balaju
Ultima modifica di Balaju il sab 30 mar 2019, 13:38, modificato 1 volta in totale.

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Problema guitalele

Messaggio da Balaju » sab 30 mar 2019, 13:37

Leggendo l'ottimo suggerimento di Pietro e riguardando la foto delle corde mi chiedo... che corde hai montato? E quanto misura esattamente il diapason? Sembrano corde Aquila in nylgut che, se sono quelle nella busta viola, sono progettate per un diapason di 42 cm. Se fosse maggiore è chiaro che tirano di più e sforzano la tavola causandone la flessione, come sembra dalla foto.
Balaju

fdelo
Messaggi: 13
Iscritto il: dom 24 mar 2019, 22:03

Re: Problema guitalele

Messaggio da fdelo » sab 30 mar 2019, 22:01

grazie per i commenti.
Il diapason e' circa 42.8 cm (immagino fosse 43 cm originariamente?)
Le corde (che il negoziante mi ha detto di aver cambiato) sono le AQ.

Adesso ho abbassato l'accordatura. Vediamo tra qualche giorno quando si e' assestato

Torna a “Liutai, luthiers”