Dubbi su procedimento costruzione

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Libeslied
Messaggi: 5
Iscritto il: mer 03 apr 2019, 07:46

Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Libeslied » gio 04 apr 2019, 21:16

Un saluto a tutti voi del forum.
Avrei delle domande per voi liutai
Sto, da tempo, coltivando l'idea di costruirmi una chitarra.
Ho buona manualità, e provengo dal settore falegnameria, come mia abitudine non inizio mai un lavoro senza aver bene in testa, le giuste tecniche, le priorità, e le problematiche a cui andrò incontro.
Naturalmente per iniziare copiero' misure e quote da qualche piano nonché dalla mia chitarra.
Ora alcuni dubbi.
Come si ottiene la bombatura del fondo e come si ottiene l'inclinazione del manico.
Per il primo, suppongo si debbano sagomare i rinforzi trasversali del fondo creando un leggero arco.
Per il secondo credo che il manico sia in linea perfetta con la t.a. e sia solo la testiera ad essere lavorata a
" cuneo" passatemi il termine. Con diminuzione dello spessore di un paio di mm.?
Grazie a quanti perderanno del loro tempo per rispondermi
Alfredo

Franco.I
Messaggi: 474
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Franco.I » gio 11 apr 2019, 00:11

Vedo solo ora il messaggio e vedo pure che nessuno ha risposto al tuo invito.Due cose intanto.Occorre che tu ti costruisca una solera,cioè quella controforma sulla quale costruire lo strumento,con scavato lo spazio concavo che darà la bombatura al piano armonico e con il manico inclinato che darà l'inclinazione allo stesso,perchè il manico non è rettilineo come tu pensi ma inclinato in su rispetto al piano armonico di un paio di mm al capotasto.Lavorando la sola tastiera non otterrai mai una inclinazione tale da avere una action accettabile al dodicesimo tasto se non facendola di uno spessore esagerato.Forse non sono stato chiaro ma è molto semplice.
Non ritengo questa modesta risposta "tampo perso",tuttaltro.
Un cordiale saluto

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 484
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da JuriRisso » gio 11 apr 2019, 07:29

vorrei inserirmi in questa discussione: una tastiera "esagerata" che problemi può comportare?

Libeslied
Messaggi: 5
Iscritto il: mer 03 apr 2019, 07:46

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Libeslied » gio 11 apr 2019, 10:15

Grazie Franco.
Tu sei stato molto chiaro, ma sono aumentati i miei dubbi.
Si certo, sto preparando la dima tipo Solera. Comunque
Io, dai molti video che sto guardando, noto che a tavola armonica terminata, quindi incatenatura compresa, è ancora dritta, non bombata.
Poi? Basta pressarla sulla Solera? Quindi piegando anche le catene? Lo chiedo perché in falegnameria un tale procedimento non sarebbe consono.
Per quanto riguarda il manico, ho capito, va inclinato già prima della tastiera. Ma come ci si comporta con il tacco, cioè gli scassi che accoglieranno le fasce vanno fatti già non in squadro rispetto alle parti che aderiranno al fondo e allaT.A.?
È ancora la bombatura del fondo?
Grazie

Franco.I
Messaggi: 474
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Franco.I » gio 11 apr 2019, 22:30

Premetto che qui si va sul soggettivo però ci sono cose che sono oggettivamente riconosciute.
Una tavola armonica completamente piatta è più facilmente soggetta a fenditure in caso di cambi (molto probabili)eccessivi di umidità;io non la farei mai. Per ottenere questa bombatura la solera è indispensabile e la si ottiene incollando le catene della raggiera premendole sulla forma concava senza sagomarle.La "dinamicità"(concetto molto complesso e soggettivo) che si ottiene non è consona in falegnameria perche un mobile non deve suonare.
Per quel che riguarda il manico,gli scassi vanno eseguiti logicamente a 90 gradi rispetto al piano armonico mentre,per la bombatura del fondo,tieni conto che ognuna delle tre catene ha una diversa bombatura e quindi puoi fare tre sagome sulle quali pressarle e incollarle.

Per Juri.Tieni conto (ma tu lo sai già) che un manico al primo tasto è spesso circa 21 mm.(6 di tastiera e 15 di mogano). Se fai il manico rettilineo con il piano armonico,per ottenere una action di 4,4 mm (mi basso) al 12° tasto o fai un ponte altissimo oppure sei costretto ad alzare lo spessore della tastiera a 8-10 mm al capotasto (cioè mezzo manico e mezza tastiera).Mi sembra molto più giusto inclinare leggermente il manico.

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 484
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da JuriRisso » ven 12 apr 2019, 06:29

ciao, grazie per la risposta; ma una tastiera di 8 mm in cosa può essere negativa?
Vorrei precisare che la tastiera una volta incollata la piallo e la levigo in modo da darle una forma a cuneo più sottile verso il ponticello, in modo che appoggiando una riga possa terminare a circa 2 mm di altezza dalla tavola armonica a livello del ponticello.

Libeslied
Messaggi: 5
Iscritto il: mer 03 apr 2019, 07:46

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Libeslied » ven 12 apr 2019, 08:25

Grazie, molto chiaro ed istruttivo.

Franco.I
Messaggi: 474
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Franco.I » ven 12 apr 2019, 18:22

Ciao Juri
Si puo fare e di negativo non c'è nulla se non che il manico vero e proprio (che è poi quello che da robustezza) è di minor spessore.A convalidare il mio discorso osserva che le tastiere che i vari rivenditori ti vendono sono sempre dello spessore consolidato di 7 mm.per essere poi portate a lavoro finito sui 6 mm. Il metodo di sagomare la tastiera riducendo lo spessore verso il basso (verso la buca) è certamente giusto ma tu comunque,impostando il manico "diritto",ti trovi obbligato a farlo per ottenere una action accettabile.Se provi a costruire uno strumento seguendo la logica di H.Hauser (questi problemi sei costretto ad affrontarli(e risolverli)ed è una esperienza straordinaria. Un cordialissimo saluto.

Per libeslied.
Sappiami dire come procederà il lavoro,anche con un messaggio e disponibile per quel che posso.

Libeslied
Messaggi: 5
Iscritto il: mer 03 apr 2019, 07:46

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Libeslied » sab 13 apr 2019, 10:16

Grazie
Approfittero' sicuro della tua cortesia

pippowitz
Messaggi: 2309
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da pippowitz » mer 31 lug 2019, 15:32

JuriRisso ha scritto:
ven 12 apr 2019, 06:29
(...) ma una tastiera di 8 mm in cosa può essere negativa?
(...)
Una tastiera più spessa rende il manico più rigido, e modifica il modo in cui tutta la struttura della chitarra vibrerà. E in molti progetti è tutta la chitarra ad essere sollecitata in modo importante dalla vibrazione delle corde, e non solo la tavola. Una diversa rigidità del manico avrà conseguenze sul suono e anche sull'elasticità complessiva dello strumento, cosa che inciderà non poco anche sulla comodità dello strumento. Insomma, montare una tastiera spessa o sottile non è una faccenda banale. Cosa da ricordare anche quando si restaurano strumenti e si rende necessario sostituire la tastiera.

Benedetto
Messaggi: 572
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Dubbi su procedimento costruzione

Messaggio da Benedetto » mer 31 lug 2019, 16:41

La ragione più ovvia è di carattere tecnico/estetico. Se vedessi una tastiera di 8 mm all’osso e 5 al 12mo tasto, penserei che il liutaio ha fatto male i conti.

Torna a “Liutai, luthiers”