Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » gio 25 apr 2019, 08:29

Salve a tutti, scrivo per raccontarvi che mi sono recato in negozio e ho provato sia la Alhambra 6P che la Alhambra 7PA nuove, quelle che portano la scritta "A" sulla paletta (quelle teneva il negozio visto che sono i modelli attuali). Bene, anche se avrei voluto spendere il meno possibile e di solito mi piace il cedro, devo dire che la Alhambra 6P aveva un po' il rimbombo sulla nota "sol" indipendentemente dalla ottava in cui si suonava, inoltre il suono era meno ricco rispetto alla Alhambra 7PA che invece non ha nessun rimbombo e risponde in maniera lineare (forza tocco/volume restituito) su praticamente tutta la tastiera e in maniera equilibrata (intendo non ci sono differenze di volume tra le diverse note). Ho certamente visto che la differenza di prezzo di soli 150€ che mi hanno proposto ne valeva la pena per avere quindi quella 100% massello (Alhambra 7PA). Ho subito individuato errori sul mio tocco, visto che provengo da una Alhambra 1C, il lavoro da fare sarà lungo e faticoso. Il salto che ho fatto è stato grande in termini di modelli di chitarra, ma vi assicuro che è stata la scelta giusta. Devo dire che arrivato a casa e confrontate le due chitarre, la Alhambra 7PA è molto pesante, mentre la Alhambra 1C è fintroppo leggera. Le due chitarre sono perfette senza difetti di fabbrica neanche minimi, ed io non ho praticato nessuna modifica quindi anche l'action è quella originale. Devo dire che la Alhambra 1C ha comunque un suono ricco, armonico e un buon sustain, imperdonabile invece il rimbombo e la risposta non lineare, senza dubbio la consiglierei solo a un principiante. Adesso con la Alhambra 7PA dovrò superare molte sfide in termini di esecuzione e di apprendimento che non saranno facili. Penso che per il momento sono molto felice di avere tra le mani una chitarra totalmente di legno massello, tra l'altro con ottime venature non solo sull'abete, ma anche sul palissandro massello, l'ebano, il mogano del manico e anche il ponte in palissandro con venature dritte e parallele, le meccaniche sono molto precise e restituiscono sempre la stessa resistenza quando la si usano. La custodia rigida che ho preso è molto ben fatta. Una spesa non indifferente ma personalmente dedico molte ore alla chitarra e mi piace il suono naturale che questo genere di strumento emette, tanto che prima suonavo anche la chitarra elettrica e il basso elettrico ma poi mi sono concentrato solo sulla chitarra classica. Mi innamora il fatto che la chitarra classica è uno strumento che va in perfetta armonia con il legno, e il suono è come il legno che ci parla. Non seguo nessun marchio, la scelta di Alhambra per me non significa niente, per me tutti i marchi con storia sono in grado di realizzare ottimi strumenti industriali e non sto facendo nessuna pubblicità. Una curiosità, il suono della Alhambra 7PA nonostante il top in abete, è molto caldo! Molto carico di bassi e addirittura la risposta degli acuti mi ricorda il cedro! Non posso che essere contento, ma mi chiedo, a questo punto se prendevo una Alhambra 8P, 9P, con top in cedro, che suono avrebbe avuto? Ancora più caldo?
Grazie a tutti per la lettura

Avatar utente
BrunoG
Messaggi: 455
Iscritto il: gio 14 mar 2013, 00:55

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da BrunoG » gio 25 apr 2019, 11:02

Di norma con il cedro hai una chitarra pronta in meno tempo. Sul suono non mi pronuncio perchè ho sempre voluto chitarre in abete, il cedro non fa per me.
A memoria però, dalla 8 in sù cambia proprio il progetto di tavola (e il prezzo) e anche gli spessori generali.Il problema delle industriali è quello, come ovvio che sia.Però si trovano di buone. Ho avuto per anni una 7P. Sulla flamenca sono sicuro che c'è una grossa differenza dalla 8 in sù, sulle classiche no dovrei cercare i post di anni fa quando frequentavano Echi e co. (utenti ormai spariti).
In sostanza è un paragone che non farei.
Ciao

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » ven 26 apr 2019, 16:09

Grazie mille Bruno per la tua risposta. Sono partito dal presupposto che in linea generale ogni chitarra è unica, non me la sento di dire che sono passato dal cedro al abete, anche perché sono certo che chitarre di liuteria in cedro restituiscono un suono equilibrato su tutta la tastiera, senza rimbombi vari, e certamente con un suono caldo e ricco.

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 442
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Vincenzo Di Guida » sab 27 apr 2019, 16:13

Salve.
La Alhambra 7P in abete è una buonissima chitarra da studio.
In effetti la gamma delle chitarre da studio in massello di questo marchio comprende la 7P e la 8P (ovviamente la 8 ha la tavola maggiormente selezionata e, mi pare, meccaniche diverse).
Secondo Alhambra la 9 e la 10 ricadono già nella fascia “da concerto” e hanno una diversa incatenatura. Anche lo spessore della cassa cresce lievemente (la cassa è più alta per garantire maggiore volume).
La 11P ha una struttura ancora diversa.
Come va la 7P?
Io ricordo quelle vecchie (non avevano ancora la “A” per distinguere quelle con la tavola in abete) e devo dire che alcune andavano proprio bene ma era necessario scegliere con attenzione perché altre erano meno buone.
Insomma una qualità non del tutto costante.
Sulla nuova serie non so ma credo che oggi vi sia un maggiore controllo e quindi si possa andare più a colpo sicuro.
Tra le altre cose, mi pare che nelle nuove serie sia scomparso anche la lamina d’ebano di irrigidimento nel retro del manico, segno che avranno trovato un altro sistema costruttivo per esso.
Chiaramente passare dalla 1C alla 7P è un salto pazzesco e quindi posso capire lo stato di euforia di Guitarra.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

Avatar utente
BrunoG
Messaggi: 455
Iscritto il: gio 14 mar 2013, 00:55

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da BrunoG » dom 28 apr 2019, 02:17

Sono andato a sbirciare il sito di Alhambra. La 8 e la 9 flamenca non le fanno più, peccato la 8 in indiano era una negra interessante e costava come una 7 in cipresso, più o meno. Ne avranno vendute due si vede. Peccato, pace.
Per le classiche dalla 7 alla 8p cambia il progetto e la 8 è nelle "concierto" e si vede chiaramente dalle incatenature che dichiarano e per spessori ovviamente intendevo spessori generali della t.a. ecc ecc che sia nella serie Concierto non è che voglia dire molto però di concierto ha che cominciano a costare un pò di soldini. :D
Sul discorso della qualità che dati hai?
Bisogna vedere quante chitarre fanno, è una fabbrica che ha sempre costruito per mezza Spagna. 15 anni fa le chitarre degli anni 80 erano meglio. Qualcuno diceva per il legno buono che avevano, altri per gli artigiani che avevano, altri perchè ne facevano meno. Chissà chi aveva ragione?
Sbirciando ho visto che fanno un sacco di incatenature diverse!? Boh. Però non sono più molto informato, la cosa mi rende un filo triste.
Noto che ormai fanno solo chitarre in cedro.Praticamente. Sono fuori dal giro, il cedro è tornato prepotentemente di moda?
Sto invecchiando. :D
Buon studio
ciao

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 442
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Vincenzo Di Guida » dom 28 apr 2019, 07:28

Non ho, ovviamente, dati precisi ma alcuni anni fa ricordo che provai quattro o cinque 7p e solo una svettava sulle altre.
Chiaramente questo rientra nel normale adagio che le chitarre vanno provate di persona perché nessuna suona davvero uguale all’altra anche se di produzione industriale.
Da allora non mi è più capitato di provare chitarre Alhambra e quindi non saprei dare un mio personale giudizio su quelle della produzione odierna.
Per quanto attinente le tavole armoniche, io credo che Guitarra abbia fatto bene a prendere una chitarra in abete. Naturalmente è questione di gusti ma io sono, definitivamente, un fan delle chitarre con tavola in abete e cassa in palissandro indiano e mi piacciono molto quelle con il “tacco” spagnolo.
Dunque, per me, la Alhambra 7PA è una chitarra che mi sentirei sempre di consigliare di andare a provare se uno mi chiedesse un consiglio di indirizzarlo su uno strumento interamente in massello dal costo non superiore ai 1000 euro.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » dom 28 apr 2019, 22:59

Grazie a tutti per le risposte! La chitarra va benissimo, anche se, l'ho fatta arieggiare per due ore sopra al letto di camera mia tenendo le finestre aperte e in pratica sebbene il volume è aumentato, adesso presenta rimbombo nella nota "Sol". Comunque ottimo suono veramente!
Poi confrontando a occhio le misure delle tavole armoniche delle Alhambra 1C e 7PA ho notato che il corpo della 7PA è più piccolo, quindi ho misurato la distanza dal ponticello fino a fine corpo sulla tavola armonica e infatti la 7PA è 8 millimetri più corta della 1C. Questa cosa mi ha rattristato molto, anche se da un'altra parte le fasce della 7PA solo più larghe di 4 millimetri rispetto la 1C. Voi che ne pensate? Ovviamente il suono della 7PA è straordinario confrontato con la 1C, ma esteticamente il corpo più grande della 1C mi piace di più. Naturalmente tutte e due sono 4/4 con diapason 650 mm.

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » lun 29 apr 2019, 15:26

Ecco ho fatto una foto ad ognuna

1. Alhambra 7PA
IMG_1809.JPG
2. Alhambra 1C
IMG_1810.JPG
3. Confronto visivo
IMG_1811.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

glooka
Messaggi: 37
Iscritto il: mer 04 mag 2016, 22:54

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da glooka » lun 29 apr 2019, 16:57

Guitarra ha scritto:
dom 28 apr 2019, 22:59
Grazie a tutti per le risposte! La chitarra va benissimo, anche se, l'ho fatta arieggiare per due ore sopra al letto di camera mia tenendo le finestre aperte e in pratica sebbene il volume è aumentato, adesso presenta rimbombo nella nota "Sol". Comunque ottimo suono veramente!
Poi confrontando a occhio le misure delle tavole armoniche delle Alhambra 1C e 7PA ho notato che il corpo della 7PA è più piccolo, quindi ho misurato la distanza dal ponticello fino a fine corpo sulla tavola armonica e infatti la 7PA è 8 millimetri più corta della 1C. Questa cosa mi ha rattristato molto, anche se da un'altra parte le fasce della 7PA solo più larghe di 4 millimetri rispetto la 1C. Voi che ne pensate? Ovviamente il suono della 7PA è straordinario confrontato con la 1C, ma esteticamente il corpo più grande della 1C mi piace di più. Naturalmente tutte e due sono 4/4 con diapason 650 mm.
Scrivi che hai fatto arieggiare la chitarra per due ore e noti differenze.
Dov'era conservata in negozio? In una camera iperbarica?

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » lun 29 apr 2019, 20:25

Glooka hai ragione tu avevo preso una conclusione sbagliata. Riflettendo meglio ho notato che quando ho provato la chitarra dopo averla fatta arieggiare, mi ero seduto dalla parte della camera più vicina al muro, infatti adesso provandola dove di solito suono il rimbombo si sente poco. Anche se non ero molto vicino al muro bisogna stare attenti a questi parametri che per poca variazione che sembrino modificano il suono di questa maniera.

In base alle fotografie che opinione mi potete dare riguardo le misure del corpo ? Oltre la lunghezza, anche la larghezza del corpo della 7PA è più piccola. (tutte e due sono di misura 4/4 con diapason 650mm)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3849
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 29 apr 2019, 22:54

Beh, non è che le chitarre si comprano un tanto al metro... :wink:
é normale che progetti differenti possano avere una plantilla diversa, con forma e misure differenti. Ciò che conta è che le caratteristiche sonore ne giustifichino il prezzo e che la chitarra ti piaccia. Il resto sono dettagli
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

giannini awn71
Messaggi: 625
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da giannini awn71 » mar 30 apr 2019, 22:29

Mi sembra di capire che hai acquistato una chitarra con il top in abete....giusto???
Le hai fatto prendere aria per 2 ore e........ha cambiato suono???..senti già delle differenze????...Possiedo una chitarra con il top in abete da 4 anni, la suono più o meno ogni giorno(in questo periodo un po' meno. .e ancora.....non da il massimo..
Un liutaio mi spiegava, che per il miglioramento timbrico della tavola in abete occorrono anni e anni di utilizzo, perché pare che la struttura interna di questo tipo di essenza risulta essere sensibile agli stimoli di frequenza generati dall'uso, e con il tempo questi imput allineano la struttura molecolare dell'abete conferendogli maturità e migliorie.(un po' come la limatura di ferro mossa da una calamita sotto il tavolo)..non so se sono balle, ma la sua dinamica ha una sua logica. .quindi mi pare strano che in due ore la tua chitarra sempre se in abete si sia svegliata....comunque ti faccio i miei complimenti...per il salto di qualità davvero notevole..sei passato da una cigar guitar box...ad una chitarra vera.....non c'è paragone...fanne buon uso anche se credo ti ci vorranno anni prima di sfruttarla al massimo delle sue potenzialità.......auguri

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 442
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Vincenzo Di Guida » mer 01 mag 2019, 08:26

Concordo con giannini.
Due ore di “arieggiamento” a cosa mai dovrebbero servire?
Sicuramente, del resto come poi ti sei accorto, ci sono altre spiegazioni per un cambio di sonorità così repentino dopo appena due ore.
Suonare in un ambiente diverso (più grande, più piccolo) con arredi diversi, con un riverbero differente, a finestre aperte o chiuse, etc. ovviamente fa cambiare la percezione del suono ma di certo non sono state le due ore d’aria.
Servono anni di arieggiamento della chitarra (nel senso nel senso di essere tenuta in un normale ambiente domestico, né troppo al caldo, né troppo al freddo, né troppo all’umido, né troppo al secco, e comunque mai sotto la diretta insolazione), e pare anche sia opportuno un utilizzo regolare dello strumento, per stagionare una buona tavola d’abete.
E, solitamente, il chitarrista migliora con la chitarra nel senso che dopo anni e anni di utilizzo di quello specifico strumento, il chitarrista impara come tirare il meglio da quelli legni e capisce quale è la muta di corde che preferisce su quella chitarra.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » mer 01 mag 2019, 09:38

Grazie mille Gabriele, Giannini, Vincenzo. Rispondo in ordine, riguardo il rinforzo del manico con ebano adesso è all'interno non esposto visibile da dietro (sono certo che l'hanno fatto per risparmiare ebano e lavoro, tutte e due cose molto preziose) Ho fotografato la parte interna rivolta verso il manico ed ho osservato infatti il rinforzo con ebano, adesso vi allego una foto.

Ora vi spiego questa cosa strana mia dell'aver fatto arieggiare la chitarra, allora da quando l'ho acquistata, da dentro il corpo esce un profumo che non so se sia di legno, colla o cosa, che sebbene è piacevole, mi ha fatto pensare che è da arieggiare.
Adesso ho suonato in diverse stanze, il suono non mi emoziona, è vero che è equilibrato e completo, ricco finalmente ho un mi basso e un mi cantino decenti, il rimbombo è poco marcato anche se devo dire mi delude molto la 7PA quando suonata con accordi semplici tipo cantautore per intenderci. Per fortuna io però suono principalmente composizioni classiche dove di accordi di questo tipo non ne faccio quindi uso.

Cosa dire? Poco, è appena una settimana che tengo la chitarra, ancora la devo conoscere. Per il momento grande quando suonata in composizioni classiche e arpeggi, mediocre quando strimpellata con accordi. Se mi potete dare una dritta al riguardo? Anche teorica nel senso che comunque la chitarra è sempre industriale o qualcosa del genere? Pensavo che con il 100% massello questo inconveniente non l'avrei avuto.

Adesso vi do le misure del corpo, che ho effettuato proprio adesso:

Lunghezza corpo: 483 mm
Larghezza corpo: 373 mm
profondità corpo: 100/106 mm
spazio intercorda: 11,8 mm
scala diapason: 650 mm

Numero di venature dal centro della tavola armonica fino all'estremità: 152 (anni se ad ogni inverno corrisponde un anello di crescimento).

Dettaglio del rinforzo in ebano che non si vede dall'esterno (caratteristica evidente che hanno voluto risparmiare ebano):
IMG_20190428_144702.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

giannini awn71
Messaggi: 625
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da giannini awn71 » mer 01 mag 2019, 11:20

Esticaxxi....che incatenatura....Per quanto riguarda il suono...quando hai una buona chitarra da studio come la tua Alhambra,intervengono diversi fattori,per esempio il corretto taglio delle unghia, l'inclinazione della mano destra e la sua corretta posizione,il tocco appoggiato, l'area di contatto, ecc ecc,sono cose che apprenderai con il tempo (e un buon maestro)..ma per favore..non ,mortificare lo strumento con canzoncine tipo le lunghe trecce oppure alba chiara.....quella chitarra non è strutturalmente concepita per suonare canzoni alla Edoardo Bennato...cantautore che stimo e che mi ha accompagnato lungo la mia adolescenza....Per fare quello comprati una bella acustica da 150 euro e vedrai il casino che farai :D
ciao

Torna a “Liutai, luthiers”