Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Balaju » lun 01 lug 2019, 13:07

Il fatto che un liutaio modelli l'interno della cassa dopo aver finito la chitarra me lo indicò un mio insegnante-concertista che, all'epoca (anni '70), è stato uno dei primi clienti di Alan Wilcox. Lui stesso disse di aver visto Wilcox impegnato in lunghe sedute di carteggiatura interna a strumento terminato e con l'orecchio attento al risultato finale. Allora non sapevo nulla dell'intonazione della cassa ma adesso, ricordando le parole del mio insegnante, mi immagino che Wilcox stesse proprio... "intonando la cassa con la cartavetra".
Ne ho parlato con altri liutai e sono rimasti sorpresi di questo metodo di lavoro.
Sul concetto di intonazione della cassa si è già discusso molto e il tutto è molto aleatorio. Chi cerca l'intonazione della sola cassa se la ritrova poi modificata (intonazione più alta) dopo aver incollato manico, tastiera, ponte e verniciato lo strumento.
Credo che l'unica maniera per avere una reale idea delle modifiche dell'intonazione della cassa, sia monitorarla a strumento finito e veniciato, proprio come fa Wilcox, che mi dicono consideri anche altri fattori e cambi il prezzo delle sue chitarre finite in base al risultato finale. Un mio conoscente ne ha acquistata una direttamente da Wilcox con un forte sconto solo perché "era nata con la luna in posizione non ideale...". Non so se sia vero, ma la chitarra suonava divinamente lo stesso!
Balaju

Balaju
Messaggi: 946
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Balaju » lun 01 lug 2019, 15:41

Noto adesso che nel sito di Alan Wilcox alla voce "Chitarre" è riportata in fondo una nota in cui dichara di eseguire la "messa a punto funzionale anche sugli strumenti altrui" (è l'intonazione della cassa?).
Balaju

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » mer 03 lug 2019, 19:17

Ragazzi, grazie di cuore a tutti per i vostri interventi. Adesso mi è tutto molto chiaro e ho imparato cose che non immaginavo. Allora, il discorso che faccio io coincide con il vostro, io sono un umile studente che ama molto la chitarra classica e certamente deve imparare a suonarla meglio, per intenderci suono Capricho Árabe, ma la devo migliorare tanto. Il fatto che mi sono fissato con la qualità dello strumento è perché per me è inevitabile, se io sento che lo strumento non suona "bene" cerco pure di ignorare la cosa ed imparare a suonare così come ho fatto addirittura con la Alhambra 1C, Yamaha CG171C e così via, ma prima o poi mi metto ad analizzare il suono e utilizzo addirittura due diapason diversi per accordarla, arrecandomi la colpa a me se non la sento intonata. A volte la sento bene intonata e penso che dipenda dall'umidità. La Yamaha CG171C era intonata in La, e questa cosa non mi piaceva affatto. Adesso la mia Alhambra 7PA è intonata in Sol# e sinceramente questa cosa non mi piace affatto. Ora, per non voler arrivare a estremi (carteggiare internamente ecc) stavo pensando di iniziare a sostituire le sellette del capotasto e del ponte con quelle in vero osso, ma cercando su internet non trovo risultati soddisfacenti. Dove posso trovarle? Grazie

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3849
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 03 lug 2019, 20:36

Per ogni chitarra e per ogni chitarrista, selletta e capotasto vanno modellati su misura. Non troverai certamente nulla di pronto all'uso, su internet.
Detto questo, il setting definitivo dello strumento è una rifinitura, che può essere eseguita solo quando avrai una grande consapevolezza di quello che stai facendo e di quello che stai cercando. Il 90% del suono (qualità, timbro, dinamica, espressione) è nelle tue dita, non lo troverai cambiando chitarra, corde, ossi o quant'altro. Quelle sono rifiniture, dettagli, importanti ma dettagli. Occorre studiare molto e imparare, con il tempo che serve e preferibilmente ben guidati. Sembra brutto detto così, però fidati, non ci sono scorciatoie. Qui sul forum ci sono persone in grado di far suonare bene anche un manico di scopa con le corde... cerca le prove strumentali ad esempio di Gabriele Curciotti, tanto per dirne uno, e ti accorgerai che a suonare sono le sue mani, più che le chitarre. Da lì in poi comincia la ricerca. Sempre secondo me, naturalmente
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » mer 03 lug 2019, 21:22

Hai pienamente ragione Gabriele, infatti da quando ho iniziato a suonare premendo piano e con dolcezza le cose vanno meglio, prima applicavo molto attacco cercando più suono. Adesso mi preoccuperò di imparare a suonare meglio. Sapevo infatti che le sellette sono da modellare.

Riguardo l'intonazione della chitarra ho trovato questo su un altro forum:

"percuotendo una tavola in costruzione è possibile udire un rumore (percussivo) che si avvicina ad una nota. Se la nota di risonanza e' una fequenza usata dal sistema temperato equabile , ciò puo' essere male, perche' in presenza di quella nota la chitarra suonera' di piu' o in maniera diversa.

Quindi in genere i liutai cercano di accordare la tavola su una fequenza che non appartiene a nessuna nota. Esempio : tra il fa e il fa #, in quella regione di freq che non è ne' un fa, ne' un fa#.

Anche il fondo viene accordato su una freq.

Il problema nasce quando si chiude la cassa, cioe' si incollano le parti, perche' la nota di risonanza dello strumento puo' modificarsi"

Aggiungerei una domanda: ma cosa succede se la frequenza di risonanza prende un intervallo di frequenze che comprende fino a due note del sistema temperato?

In ogni caso al limite se provo ad allentare di pochissimo le corde (esempio usando La 432 Hz) potrei ritrovarmi con uno strumento intonato? Ed in caso affermativo, è ben accettato nel mondo della chitarra classica eseguire le composizioni usando come accordatura La 432Hz? Grazie per le risposte

Avatar utente
BrunoG
Messaggi: 455
Iscritto il: gio 14 mar 2013, 00:55

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da BrunoG » sab 06 lug 2019, 17:49

Vuoi un consiglio spassionato?
Non cercare nei forum e prova tante strumenti.
Certe informazioni hanno finito per distogliere attenzione dalle cose importanti: suonare tanto e suonare tante chitarre. Se puoi farlo, beh è già tanta roba.
In negozio quello che cerchi difficilmente lo troverai. Anche se, onestamente, certe finezze le sentono i Maestri. Con tutto il rispetto si intende.
Devo essere sincero. Non ho mai avuto quella sensibilità.
Ho una buona chitarra accordata, mi disse chi la fece,in MI b. Mai verificato, tra quelle che mi potevo permettere in quel momento mi piaceva. Fine.
Vai in una mostra di liuteria, prepara i soldi e vedrai che un compromesso lo trovi.
Se non trovi una mostra, trova una alternativa.Vai in una scuola seria e le chitarre sicuramente gireranno. Non so quanti anni tu abbia, io avevo compagni di studi che venivano da fuori città e avevano passato i 50 anni. Non è mai troppo tardi per imparare.
Ho ancora ricordi di pezzi e chitarre memorabili suonati da compagni. Che bel periodo quello!
I liutai onesti ti dicono di non toccare quelle chitarre perchè non vale la spesa.
Le sellette in osso e i tasti, scartavetrare le catene a caso(!!!!) non cambiano niente, non buttare soldi inutilmente. Dovresti farla aprire quantomeno e aspettare i tempi biblici medi di un liutaio professionista per poi scoprire che boh, non ti piace manco dopo l'intervento! :lol:
Come hanno detto altri, quelli bravi il suono lo tirerebbero fuori pure da un manico di scopa.
Detto questo, giustamente se cerchi una soddisfazione toglitela. Diamine si vive una volta sola!
A leggere di frequenze, accordature di tavola e corde... usa il tuo tempo in maniera diversa. Provale e basta.

Questo ovviamente mio personale condivisibile o meno parere, con rispetto per le opinioni scritte
Saluti :bye:

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » dom 07 lug 2019, 00:06

Grazie mille Bruno. Ho 35 anni. Mi piacerebbe allegare un link youtube per farvi vedere come suono. Non so se si può fare perciò chiedo prima il permesso. Grazie

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 442
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Vincenzo Di Guida » lun 15 lug 2019, 07:20

Salve.

Di Alhambra 7P in abete ne ho provate diverse (parlo della vecchia produzione) e mi ha colpito l’incostanza qualitativa.
Di fatto, al mio giudizio solo una delle 4 o 5 provate suonava bene.
Non posso esprimermi per la produzione corrente giacché da tempo non ne ho più provate.

In ordine alla preferenza tra tavola in abete o in cedro, premesso che la chitarra come strumento nasce in abete (e per me significa abete Val di Fiemme), a mio avviso, è innegabile che la scelta dipende anche dal repertorio.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

Avatar utente
Vincenzo Rapacciuolo
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 971
Iscritto il: ven 14 lug 2017, 11:46

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Vincenzo Rapacciuolo » lun 15 lug 2019, 10:39

Guitarra ha scritto:
dom 07 lug 2019, 00:06
Grazie mille Bruno. Ho 35 anni. Mi piacerebbe allegare un link youtube per farvi vedere come suono. Non so se si può fare perciò chiedo prima il permesso. Grazie
Ciao Guitarra, certo che puoi postare video. Lo puoi fare nelle sezioni:"Audio e video di musica... contemporanea, romantica, classica o antica. A questo punto vogliamo ascoltare la tua Alhambra, siamo tutti curiosi :wink: .
:bye: Enzo
E po' ched'è 'a Chitarra?: musica 'nzino ca te scarfa e te cunnulea...
(Tratto dalla Poesia " 'A chitarra" di Giuseppe Marotta)

Guitarra
Messaggi: 92
Iscritto il: mar 09 feb 2016, 16:13

Re: Ho acquistato una Alhambra 7PA nuova!

Messaggio da Guitarra » mer 24 lug 2019, 18:47

Vincenzo Di Guida ha scritto:
lun 15 lug 2019, 07:20
Salve.

Di Alhambra 7P in abete ne ho provate diverse (parlo della vecchia produzione) e mi ha colpito l’incostanza qualitativa.
Di fatto, al mio giudizio solo una delle 4 o 5 provate suonava bene.
Non posso esprimermi per la produzione corrente giacché da tempo non ne ho più provate.

In ordine alla preferenza tra tavola in abete o in cedro, premesso che la chitarra come strumento nasce in abete (e per me significa abete Val di Fiemme), a mio avviso, è innegabile che la scelta dipende anche dal repertorio.
Grazie mille Vincenzo Di Guida, allora è vero ciò che pensavo, c'è incostanza nella produzione, senz'altro anche nella nuova produzione ci sarà incostanza anche se credo che stanno cercando di uniformizzare la qualità. Concordo con te sulla scelta della tavola in funzione del repertorio da suonare. Intanto vi racconto che analizzando il suono con cura ho notato che il timbro della 1, 2 e 3 corda era più marcato rispetto a quello della 4, 5 e 6 corda, indipendentemente dal set di corde montate. Per cui ho abbassato molto leggermente la parte degli acuti nell'ossicino del capotasto in quanto questo teneva le prime tre corde addirittura più alte delle ultime 3 corde. Infatti adesso il suono è stupendo, si presenta ben intonato, per me perfetto. Comunque ho ordinato nello stesso negozio dove ho acquistato la chitarra 2 paia di ossicini originali Alhambra da conservare per tener comunque sempre la possibilità di tornare indietro sostituendo l'ossicino. Preparerò un video di prova e un audio da postare nella sezione che Vincenzo Rapacciuolo mi ha indicato.

PS: Avete potuto notare che sono molto difficoltoso e alquanto esigente in termini di suono, intonazione ed accordatura. In parte questo è dovuto al fatto che suono anche la chitarra elettrica, per cui mi sono abituato ad intonare le selle per ogni corda e successivamente anche l'altezza di ogni sella come ben sapete per regolare rispettivamente l'intonazione ed il timbro (non serve solo per l'action come si potrebbe pensare). Naturalmente ottenendo un suono alquanto perfetto nella elettrica (che comunque è un modello importante e di buona qualità costruttiva), prendendo in mano una classica da studio, ma anche quella che Alhambra definisce di alta fascia da studio, le perplessità rimangono, eppure io non sono neanche iscritto al conservatorio. Adesso però con la regolazione fine che vi dicevo l'intonazione ed il timbro sono perfetti.

Grazie della lettura.

Torna a “Liutai, luthiers”