ponte incollato male

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
cosimo cherchi
Messaggi: 111
Iscritto il: dom 26 nov 2017, 20:16
Località: Olbia

Re: ponte incollato male

Messaggio da cosimo cherchi » ven 04 ott 2019, 00:14

Costantino Proietti ha scritto:
gio 03 ott 2019, 15:33
. La prossima volta starò molto attento alla consistenza della colla e magari utilizzerò un altro sistema per stringere il ponte, magari anche a mano o come ho visto con delle zeppe e delle corde. Vedrò di fare qualche prova a secco. Mi intriga questo metodo, perché così si evita di inserire il legno all'interno per reggere la forza dello strettoio.
Uhm... con questo metodo ho ottenuto una bombatura inversa in uno dei primi esperimenti :lol: :lol:
Secondo me no buono!
Il tacco sotto (ovviamente sagomato secondo la bombatura) serve anche a forzare un pò il ponte verso la forma cercata, secondo me...

Costantino Proietti
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 19 giu 2017, 12:40
Località: Roma

Re: ponte incollato male

Messaggio da Costantino Proietti » ven 04 ott 2019, 00:23

Mah, io problemi con la bombatura non li ho avuti. La mia solera ha circa 3 mm di concavita' così quando incollo tutta la struttura del lobo inferiore assume la forma corretta. Comunque avevo fatto la prova a secco...ma la prova vera si è rivelata un'altra cosa. La colla a caldo è utilizzata da i più bravi liutai, quindi certamente è soltanto una questione di pratica. Poi se questa colla faccia o meno una differenza......
Un fatto è la cosa più ostinata del mondo. Bulgakov

Benedetto
Messaggi: 590
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: ponte incollato male

Messaggio da Benedetto » ven 04 ott 2019, 10:00

La colla a caldo è eccellente, solo che le parti da incollare devono essere perfettamente aderenti e le due superfici molto precise: nel tuo caso la base del ponte è leggermente concava (forse hai asportato più legno sugli angoli perché hai lavorato a mano libera) e la colla a caldo in questi casi non ha potere riempitivo.
L’ideale è farsi una dima (una superficie d arco, bombata tanto quanto la tavola, su cui applicare della carta abrasiva) e muovere cin le mani il ponte sopra di essa avanti e indietro: in questo modo non rimangono vuoti sotto al ponte.
L’applicazione della colla a caldo poi è cosa abbastanza semplice su una superficie come quella del ponte.
Se i tempi di chiusura della colla ti sembrano troppo stretti, vai avanti lo stesso e alla fine del lavoro, a ponte morsettato, applichi del vapore col ferro d stiro: la colla cederà ma dopo tornerà a posto.

Benedetto
Messaggi: 590
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: ponte incollato male

Messaggio da Benedetto » ven 04 ott 2019, 10:05

Nota a margine: difficile dire se la colla a caldo faccia la differenza o meno.
Penso di sì se applicata bene e con incastri precisi e che nel lungo periodo si riveli un valore aggiunto sia per come invecchia che per le riparazioni.
Non penso migliori uno strumento nell’immediato e non in maniera percettibile.
Il mio suggerimento è di usare Titebond almeno per le prime dieci chitarre. Anche oltre se ti va.

Costantino Proietti
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 19 giu 2017, 12:40
Località: Roma

Re: ponte incollato male

Messaggio da Costantino Proietti » ven 04 ott 2019, 14:35

Benedetto ha scritto:
ven 04 ott 2019, 10:05
Nota a margine: difficile dire se la colla a caldo faccia la differenza o meno.
Penso di sì se applicata bene e con incastri precisi e che nel lungo periodo si riveli un valore aggiunto sia per come invecchia che per le riparazioni.
Non penso migliori uno strumento nell’immediato e non in maniera percettibile.
Il mio suggerimento è di usare Titebond almeno per le prime dieci chitarre. Anche oltre se ti va.
Per la mia prima chitarra fatta con l'amico liutaio abbiamo usate la Titebond bianca, per laseconda ho ustao la Titebond Hide Glue e con questa la colla a caldo.Con la Titebond non ho avuto in effetti problemi per i suoi tempi abbastanza lunghi sia la bianca che la Hide. Peraltro, questa si era infilata nel buchino sul punte e aveva incollato il rinforzo interno per i morsetti. Non ti dico per scollarlo! Un incubo. :x :x Stavolta per evitare avevo messo del biadesivo lasciandoci sopra ovviamente la pellicola di protezione. :wink: :wink: Per il futuro vorrei continuare con la colla a caldo, non so mi ispira. Comunque grazie per i consigli preziosissimi. :merci:
Un fatto è la cosa più ostinata del mondo. Bulgakov

Costantino Proietti
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 19 giu 2017, 12:40
Località: Roma

Re: ponte incollato male

Messaggio da Costantino Proietti » dom 06 ott 2019, 17:59

Franco.I ha scritto:
gio 03 ott 2019, 14:53
Ci dirai poi spero come suona lo strumento.
Franco, come dicevo ho voluto provarla prima di decidere cosa fare con il ponte. Ho montato code Savarez Creation Cantiga MT e le prime sensazioni sono positive. Da una primissima prova, trovo il suono, morbido ed equilibrato, forse merito della tavola in abete Engelmann, con bassi ben presenti e cantini con un buon sustain. Ho notato un paio di note un pochino spente nei registri alti, ma non mi sembra ancora di aver percepito note lupo. Devo registrare il sol perché nonostante i 2 mm di compensazione è ancora un po' sbilanciato. L'incatenatura è basata sul progetto di Hernandez y Aguado e per ora, mi ritengo molto soddisfatto del risultato. Volevo aggiungere un piccolo brano registrato con il cellulare, ma non accetta file wav oltre 1 mega.
Un fatto è la cosa più ostinata del mondo. Bulgakov

Costantino Proietti
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 19 giu 2017, 12:40
Località: Roma

Re: ponte incollato male

Messaggio da Costantino Proietti » dom 06 ott 2019, 23:35

Il piccolo file audio è disponibile qui:
https://drive.google.com/file/d/1-AAOsS ... p=drivesdk.
Non sparate sul chitarrista :D
Un fatto è la cosa più ostinata del mondo. Bulgakov

Franco.I
Messaggi: 479
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: ponte incollato male

Messaggio da Franco.I » sab 12 ott 2019, 16:24

Sento solo ora l'audio ma risulta di bassissimo volume quasi inascoltabile.Mi spiace ma sono contento che tu sia soddisfatto,cosa fondamentale per continuare con entusiasmo.Alla prossima chitarra

Torna a “Liutai, luthiers”