Corde Aquila Rubino

Fotonis
Messaggi: 35
Iscritto il: mer 09 mag 2018, 22:22

Corde Aquila Rubino

Messaggio da Fotonis » mer 09 mag 2018, 22:48

Abbiamo comperato le Aquila rubino per chitarra spagnola pagandole anche profumatamente su di un sito on-line perchè nei negozi sono introvabili, ma si sono rivelate un bidone completo, manco il tempo di metterle nella nostra Esteve e si sono sfilacciate da sole, mai capitato una roba simile in tanti anni che suoniamo la chitarra io ed il mio compagno, ovvero lui suona ed io strimpello :lol: , anche con corde di pessima fattura. Anche a voi è successo o solo a noi?

Avatar utente
Dario Graziano
Messaggi: 33
Iscritto il: sab 21 ott 2017, 17:21
Località: Veneto

Re: Corde Aquila Rubino

Messaggio da Dario Graziano » ven 11 mag 2018, 18:12

il primo set che ho montato di corde rubino per chitarra classica(buone)
al secondo set il mi cantino si è letteralmente spezzato

Fotonis
Messaggi: 35
Iscritto il: mer 09 mag 2018, 22:22

Re: Corde Aquila Rubino

Messaggio da Fotonis » ven 11 mag 2018, 23:37

Il suono delle rubino è decisamente bello, più caldo, però, secondo me, vanno soggette a sbucciarsi come le banane, mentre le Alabastro le abbiamo trovate migliori, ma non sono flamenco. Penso che dovrebbero rivederle le rubino perchè è un vero peccato dovervi rinunciare.

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 364
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: Corde Aquila Rubino

Messaggio da Davide Pirillo » ven 18 mag 2018, 07:59

Premessa: Io strimpello!!
Ho preso un anno e mezzo fa sia le Rubino sia le Alabastro.
Le Rubino mi hanno colpito per quanto "sparava" il MI 1° corda, per il mio orecchio (pessimo) forse un po' troppo rispetto alle altre.
Non mi ricordo se mi si fosse rotto subito il SI o il SOL....... è andata bene perchè sono riuscito a riutilizzare la corda perchè aveva ceduto all'estremità.
Le Alabastro, sulla chitarra di mia moglie sono state OK .... più uniformi nella resa e non hanno dato nessun problema
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

Torna a “Chitarre e costruttori, corde”