Diapason 615mm

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Avatar utente
masa
Messaggi: 583
Iscritto il: ven 24 mar 2006, 19:47
Località: milano

Diapason 615mm

Messaggio da masa » mar 15 mag 2018, 11:25

Ormai da mesi che uso la mia chitarra in questa configurazione, cioè il capotasto alla prima posizione e accordato normalmente. (in pratica come accordare la chitarra in un semitono più basso e mettere il capotasto alla prima posizione)
Il diapason diventa circa 615mm, la tensione delle corde diventa molto bassa, attualmente uso le corde Aquila normal tension, potrei provare a mettere quelle super high tension per compensare il diapason corto (qualcuno sa calcolare la tensione equivalente al normal tension nella configurazione normale?).
Mi trovo benissimo, la prestazione dello strumento non peggiora affatto. Perchè dovrebbe? La dimensione della cassa è la medesima.
L'unico problema è quando arrivi alla posizione sopra 12° tasto, non tanto per la scomodità (la mia Giussani col manico sollevato mi facilità) ma per una confusione mentale, però sto piano piano abituando.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Masahiro Matsuno

Avatar utente
masa
Messaggi: 583
Iscritto il: ven 24 mar 2006, 19:47
Località: milano

Re: Diapason 615mm

Messaggio da masa » dom 24 giu 2018, 16:03

Ho aggiunto una barra di compensazione cioè ho spostato il capotasto (il primo tasto originale) di circa 0,9mm (solo la terza corda 1,5mm). Ho controllato l'intonazione con un accordatore elettronico, la precisione è impressionante, tutti gli accordi alla prima posizione sono molto puliti.
Si nota anche l'intervento al capotasto originale, se non siete soddisfatti della intonazione degli accordi alla prima posizione, vi consiglio di provare con un piccolo pezzo di legno e poi definitivamente con l'osso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di masa il dom 24 giu 2018, 16:58, modificato 1 volta in totale.
Masahiro Matsuno

Balaju
Messaggi: 825
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Diapason 615mm

Messaggio da Balaju » dom 24 giu 2018, 16:47

Ottimo! Il tuo intervento al capotasto è stato molto accurato, ma per fare prima basta solo accorciare il primo tasto di 1,5 mm e poi eventualmente limare l’uscita dei solchi delle corde che crescono.
Sulla classica i benefici si notano meno, ma su strumenti con diapason corti (cuatro venezuelano) o con corde metalliche a ottave (tiple colombiano) il fatto di accorciare il primo tasto fa miracoli...
Balaju

Avatar utente
masa
Messaggi: 583
Iscritto il: ven 24 mar 2006, 19:47
Località: milano

Re: Diapason 615mm

Messaggio da masa » lun 25 giu 2018, 10:13

Non avevo un pezzo di osso, avrei dovuto fare un pezzo a cavallo del tasto per garantire una maggior stabilità. Il tasto è arrotondato e largo 1,8mm, in realtà ho dovuto fare come il secondo disegno per arrivare a 0,9mm (corde 1,2,4), l'ho ricavato da un appendiabiti della lavanderia. Per il momento sembra che funzioni (non si arrotola)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Masahiro Matsuno

Balaju
Messaggi: 825
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Diapason 615mm

Messaggio da Balaju » lun 25 giu 2018, 13:14

Sì, certo, io stavo parlando del capotasto di una normale chitarra, la cui intonazione in prima posizione migliora solo se il primo tasto è più corto della misura teorica.
Il tuo caso è un po' più complicato perché tieni il capotasto in prima posizione, e il marchingengo a cavallo del tasto da te disegnato sarebbe in effetti la soluzione migliore.
Complimenti per l'idea e per aver capito il problema. Ci sono liutai che ancora si limitano all suddivisione matematica della tastiera in base alla radice dodicesima di 2 (alcuni addirittura ancora al valore costante 17,817...).
Balaju

Avatar utente
masa
Messaggi: 583
Iscritto il: ven 24 mar 2006, 19:47
Località: milano

Re: Diapason 615mm

Messaggio da masa » lun 25 giu 2018, 23:29

Provate a mettere uno stuzzicadenti al capotasto (si accorcerà di 1mm circa, se riuscite a accorciare un po' di più sulla terza corda è meglio) e suonate tutti gli accordi sulla prima posizione, già così avrete una bella sensazione. Nel caso che il liutaio avesse già provveduto questi accorgimenti allora non sarebbe necessario, magari aggiungere un pezzo sulla terza corda potrebbe migliorare ulteriormente ma difficile da mettrlo solo sotto una corda. Un piccolo aggiustamento in più sul ponticello migliorerà ancora di più l'intonazione. Sempre nei limiti del sistema temperato.
viewtopic.php?f=48&t=4882&hilit=compensazione
Masahiro Matsuno

LUCA.P
Messaggi: 365
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Diapason 615mm

Messaggio da LUCA.P » mer 18 lug 2018, 07:27

Grazie delle informazioni...non si finisce mai di far scoperte!

Torna a “Liutai, luthiers”