unghie screpolate

Lunghe, corte, vere, finte, resistenti, fragili... Per noi chitarristi sono importantissime.
Pablo
Messaggi: 56
Iscritto il: ven 30 dic 2011, 11:55
Località: Treviso ( prov. )

unghie screpolate

Messaggio da Pablo » mer 12 giu 2019, 22:38

... buona sera .. nn so che fare, le unghie della destra presentano delle leggere increspature longitudinali classiche dell'anziano e hanno la tendenza a sfalfarsi. La dermatologa mi ha dato un antifungo locale e un integratore per bocca. Mahhh !.. il problema rimane. Cerco di limarle con un pò di punta appena smussata ... ma fa anche peggio.. se poi le corde sono quelle con il carbonio .. ! queste esaltano tutti i difetti, gli tridolii .... tutto cio' mi deprime molto :-)... grazie a tutti

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3850
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da Gabriele Gobbo » gio 13 giu 2019, 08:47

Penso che nessuno possa consigliarti meglio del dermatologo. Tieni presente che i risultati sono necessariamente lenti, non vedrai nulla sino a completa ricrescita della lamina danneggiata e questo richiede almeno qualche mese. Per limitare le sfaldature ti consiglio di lucidare sovente il bordo con carta vetrata molto fine, di grana 2000 o più, mantenendo un profilo arrotondato e non a punta, che segua più o meno la curvatura del polpastrello. Oltre a questo è bene mantenere le unghie idratate, anche con semplice crema per le mani. Qualche miglioramento lo avrai senz'altro.
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

chico
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 19 dic 2017, 10:24

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da chico » gio 13 giu 2019, 12:01

Caro Pablo , anch'io avendo quasi la tua età , e lo stesso problema, per anni e anni le ho provate tutte ma non ho mai trovato il rimedio ....A questo punto è meglio suonare senza unghie. Saluti chico.

cecco
Messaggi: 558
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da cecco » gio 13 giu 2019, 13:22

Pablo ha scritto:
mer 12 giu 2019, 22:38
, le unghie della destra presentano delle leggere increspature longitudinali classiche dell'anziano e hanno la tendenza a sfalfarsi.
O vai a Lourdes o impari a suonare senza unghie.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3850
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da Gabriele Gobbo » gio 13 giu 2019, 13:42

Nei casi più difficili le unghie possono anche essere ricostruite. In gel oppure in acrilico, costa meno di un viaggio a Lourdes e comunque funzionano abbastanza bene. Ci sono poi quelle da applicare con biadesivo, queste ultime le ho provate personalmente ed hanno un suono molto soddisfacente. Insomma di soluzioni ce ne sono parecchie. Per quanto mi riguarda, salvo il decidere di dedicarsi alla musica antica o comunque ottocentesca con strumenti di un certo tipo, con una chitarra moderna non suonerei mai senza le unghie. Ma ciascuno ha le proprie convinzioni e la propria sensibilità e nessuno ci può costringere o giudicare, ci mancherebbe altro.
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

Pablo
Messaggi: 56
Iscritto il: ven 30 dic 2011, 11:55
Località: Treviso ( prov. )

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da Pablo » ven 14 giu 2019, 12:38

Grazie a tutti dei consigli...credo che tagliarle del tutto farei peggio perché tra l'unghia ed il polpastrello si forma una pellicina che è altrettanto fastidiosa !!... vediamo con questa terapia cosa succede ... mah ! ......e pensare che dicevo tra me e me..." quando vado in pensione mi dedico tutto alla chitarra " !!!!!! spes ultima Dea :-) .. grazie a tutti ..

chico
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 19 dic 2017, 10:24

Re: unghie ecrepolate

Messaggio da chico » ven 14 giu 2019, 15:58

Gabriele Gobbo ha scritto:
gio 13 giu 2019, 13:42
Nei casi più difficili le unghie possono anche essere ricostruite. In gel oppure in acrilico, costa meno di un viaggio a Lourdes e comunque funzionano abbastanza bene. Ci sono poi quelle da applicare con biadesivo, queste ultime le ho provate personalmente ed hanno un suono molto soddisfacente. Insomma di soluzioni ce ne sono parecchie. Per quanto mi riguarda, salvo il decidere di dedicarsi alla musica antica o comunque ottocentesca con strumenti di un certo tipo, con una chitarra moderna non suonerei mai senza le unghie. Ma ciascuno ha le proprie convinzioni e la propria sensibilità e nessuno ci può costringere o giudicare, ci mancherebbe altro.
Ciao Pablo al limite puoi provare anche i buoni consigli sopra citati , da Gabriele Gobbo. Spero tu possa trovare una soluzione.... Perché so quanto è dura essere limitato nel suonare causa problemi unghie . Sai la mia invidia quando vedo amici o persone che non suonano alcun strumento con delle unghie stupende, con mani, dita, avambracci, bracci,consoni alla perfezione per suonare alla grande ,la chitarra classica o flamenca . in bocca al lupo . Saluti chico. :bye: :bye: :bye:

Pablo
Messaggi: 56
Iscritto il: ven 30 dic 2011, 11:55
Località: Treviso ( prov. )

Re: unghie screpolate

Messaggio da Pablo » lun 17 giu 2019, 11:49

Grazie Gobbo......:-).... ma vi saprò dire come andrà a finire .... grazie ancora

Avatar utente
Claudio Siniscalco
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 195
Iscritto il: lun 04 gen 2016, 12:37
Località: Santa Maria Nuova (AN)

Re: unghie screpolate

Messaggio da Claudio Siniscalco » lun 17 giu 2019, 19:04

Ciao, alla fine potresti optare per le unghie sintetiche, ce ne sono tanti tipi, se ne è parlato parecchie volte.
Sicuramente l'unghia vera è meglio, ma a mali estremi...
Chitarra: Salvador Cortez CS-65
Corde: Aquila Alabastro tens. superiore
Microfono: Shure PG81
Scheda audio: Roland UA-101
Software: Audacity

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3850
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: unghie screpolate

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 17 giu 2019, 21:16

Claudio Siniscalco ha scritto:
lun 17 giu 2019, 19:04
Ciao, alla fine potresti optare per le unghie sintetiche, ce ne sono tanti tipi, se ne è parlato parecchie volte.
Sicuramente l'unghia vera è meglio, ma a mali estremi...
L'unghia vera è meglio quando è un'unghia bella e sana. Se guardiamo alcune inquadrature nei video di concertisti anche famosi, con attenzione, è facile accorgersi di come molti facciano largo uso di unghie ricostruite. A livello professionistico quello che conta, comunque, è il risultato. Per ora gioco con le mie unghie (nel senso che mi diverto non ostante mi piacerebbero più "giuste"), ma quando mi dovessero dare problemi seri, non avrei dubbi: cercherei una estetista che capisce di cosa parlo e me le farei rifare sintetiche, come una ragazza che deve partecipare ad una cerimonia a cui tiene molto. Mi costerebbe meno, a me bastano 4 unghie soltanto, ma fatte come dico io :lol:
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

cecco
Messaggi: 558
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: unghie screpolate

Messaggio da cecco » mar 18 giu 2019, 13:31

Nel forum ci sono state diverse discussioni in merito, si può suonare anche senza unghie e ci sono professionisti che lo fanno abitualmente. Però capisco che (specialmente nel repertorio più moderno) non tutti sono disposti a questa pratica, ritenendo le unghie indispensabili. E' una questione di lana caprina, visto che la decisione è individuale. Per quanto riguarda le unghie sintetiche io le userei solo in caso di emergenza, perché con il tempo le che sostanze che servono a fissarle (che siano in gel o acrilico) rovinano ancor di più l'unghia naturale. Non parliamo poi di quei disperati che usano colle cianoacriliche, notoriamente tossiche e dannose per la salute!
Alla fine l'acqua di Lourdes, nella peggiore delle ipotesi, è innocua...

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3850
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: unghie screpolate

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 18 giu 2019, 14:21

Sono d'accordo, ciò che dici è di buon senso. L'unica cosa che vedo in modo diverso è il caso di emergenza, perché si, effettivamente le unghie ricostruite tendono a indebolire l'unghia naturale e dunque non lo farei per far fronte ad un impegno in caso di rottura accidentale. In questo caso mi affiderei piuttosto alla soluzione dell'unghia posticcia con il biadesivo, proprio per non avere poi problemi per un tempo ben più lungo rispetto alla normale ricrescita del bordo. Userei la ricostruzione solo se le mie unghie divenissero inservibili o quasi, ed anche in questo caso preferirei l'acrilico, che mi sembra danneggi meno la lamina naturale.
Vorrei essere libero, libero come un uomo... (G. Gaber)

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 401
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: unghie screpolate

Messaggio da Davide Pirillo » gio 20 giu 2019, 09:29

Ho il tuo stesso irrisolto problema. Oramai ricorro allo smalto trasparente per unghie consigliato dal dermatologo.
L'unico inconveniente è che anche se trasparente, chi ti guarda le mani lo nota ....... e per il mio lavoro .... per dire ..... insomma..... a volte colgo occhiatacce residue di una cultura arcaica :lol: :lol: Per altro nasconde anche la bruttura dello sfaldamento che dà molto l'effetto "lebbroso". Non ho provato con il biadesivo ma....... quando ho chiuso il dito nella porta e mi sono perso l'unghia, per qualche mese ho tamponato con gli Alaska Pick, in formato diverso per ogni necessità e "calzabili" sull'unghia.
Ad essere sincero anche la qualità del suono rispetto alla fattura delle unghie originali a volte mi sembrava più piacevole. ne puoi modificare anche l'incastro secondo il proprio gusto ed esigenza. Per altro, ne dava una dimostrazione anche il M° Delcamp.
Ovvio che si tratta di rimedi e pertanto si potrà sempre obiettare .... ma come si suol dire ..... piuttosto che niente meglio piuttosto.
p.s. costano circa € 2,00 cad. e si possono trovare sulla nota vendita online di tutto ciò che si può vendere

:bye:



Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

cecco
Messaggi: 558
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: unghie screpolate

Messaggio da cecco » lun 24 giu 2019, 23:15

Gabriele Gobbo ha scritto:
mar 18 giu 2019, 14:21
Sono d'accordo, ciò che dici è di buon senso. L'unica cosa che vedo in modo diverso è il caso di emergenza, perché si, effettivamente le unghie ricostruite tendono a indebolire l'unghia naturale e dunque non lo farei per far fronte ad un impegno in caso di rottura accidentale. In questo caso mi affiderei piuttosto alla soluzione dell'unghia posticcia con il biadesivo, proprio per non avere poi problemi per un tempo ben più lungo rispetto alla normale ricrescita del bordo. Userei la ricostruzione solo se le mie unghie divenissero inservibili o quasi, ed anche in questo caso preferirei l'acrilico, che mi sembra danneggi meno la lamina naturale.
Ma si.....mi sembra una tesi condivisibile....

cecco
Messaggi: 558
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: unghie screpolate

Messaggio da cecco » lun 24 giu 2019, 23:17

Davide Pirillo ha scritto:
gio 20 giu 2019, 09:29
per qualche mese ho tamponato con gli Alaska Pick, in formato diverso per ogni necessità e "calzabili" sull'unghia.
Le ho comprate anche io ma non ce l'ho fatta.....non riesco proprio a suonarci.... :(

Torna a “Le unghie dei chitarristi”